La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La rotazione delle colture Dal Medioevo alletà moderna De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La rotazione delle colture Dal Medioevo alletà moderna De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari."— Transcript della presentazione:

1 1 La rotazione delle colture Dal Medioevo alletà moderna De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

2 1° anno 2° anno 2 LA ROTAZIONE BIENNALE Fino al X secolo d.C. De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

3 DEFINIZIONE Il maggese è una pratica agricola di antica origine. OBIETTIVI Serve per ripristinare la fertilità di un terreno. ATTUAZIONE Prevede di lasciare il suolo privo di piantagioni per un periodo di tempo limitato. 3 CHE COSÈ? IL MAGGESE De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

4 Falciatura dellerba 2. Semina del grano 3. Mietitura del grano 4. Battitura del grano 5. Pigiatura delluva 6. Pascolo dei maiali 4LISTANTANEA IL LAVORO AGRICOLO NEL MEDIOEVO De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

5 1° anno 2° anno 3° anno 5 LA ROTAZIONE TRIENNALE DallXI al XVIII secolo d.C. De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

6 Nel basso Medioevo si diffondono in Europa anche: UN NUOVO GIOGO PER GLI ANIMALI DA TIRO LARATRO PESANTE Permette di rivoltare le zolle portando in superficie la terra più fertile. Permette al cavallo di trainare con efficacia laratro. 6 LO SAPEVI CHE… IL GIOGO E LARATRO De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

7 1° anno 4° anno 2° anno 3° anno 7 LA ROTAZIONE QUADRIENNALE Dal XVIII secolo d.C. De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

8 La rotazione quadriennale, che può fare a meno del maggese sostituito da piante da foraggio, è detta anche ROTAZIONE QUADRIENNALE DI NORFOLK perché fu introdotta nella contea inglese di Norfolk nel XVIII secolo. 8 I LUOGHI DELLA STORIA NORFOLK De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

9 agricoltura intensiva Nel XX secolo si è imposta in molti paesi sviluppati lagricoltura intensiva, che alla rotazione delle colture e ad altre tecniche tradizionali preferisce il più redditizio e produttivo impiego di: Favoriscono un veloce recupero dei terreni agricoli. FERTILIZZANTI CHIMICI Proteggono da insetti e altri parassiti dannosi per le coltivazioni. ANTIPARASSITARI Sgombrano i terreni dalle erbe infestanti. DISERBANTI Grazie a tecnologie sempre più avanzate riducono il lavoro delluomo e aumentano la produttività dei terreni. MACCHINE AGRICOLE 9 E OGGI? LAGRICOLTURA INTENSIVA sfrutta il terreno agricolo al massimo delle sue potenzialità De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

10 10 E ORA… FISSIAMO I CONCETTI Dopo aver messo a confronto gli schemi delle slide 2 e 5 spiega quali vantaggi ritieni abbia apportato la rotazione triennale. Che ruolo pensi possa avere avuto lintroduzione di una pianta foraggera come il trifoglio nella rotazione quadriennale? Hai mai avuto modo di osservare pratiche agricole basate su una particolare tecnica di rotazione delle colture? De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari


Scaricare ppt "1 La rotazione delle colture Dal Medioevo alletà moderna De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari."

Presentazioni simili


Annunci Google