La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tipologie di politiche e tipi di gioco nelle politiche Luca Verzichelli Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tipologie di politiche e tipi di gioco nelle politiche Luca Verzichelli Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche."— Transcript della presentazione:

1 Tipologie di politiche e tipi di gioco nelle politiche Luca Verzichelli Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche

2 Gli attori determinano gli outcomes? È la tipica relazione attesa dalla visione classica incentrata sul potere politico. Chi ha potere è un attore influente che determina le scelte e quindi le ricadute sui policy takers Ted Lowi rovescia i termini di questo assunto: studiando il potere locale negli USA mostra che a certe condizioni è il contenuto delle politiche a fungere come elemento esplicativo rispetto alla ricomposizione degli attori. Ad esempio, se i partiti controllano alcune scelte, altre scelte dove sono complessi giochi di interesse a fungere da elementi fondamentali, possono determinare una ricomposizione degli attori politici e istituzionali. In poche parole Policy determines politics (SOMETIME) Luca Verzichelli2

3 La tipologia di Lowi (1972)

4 Le politiche distributive caratterizzate dalla concentrazione di benefici immediati in un gruppo di destinatari visibili, mentre i costi vengono occultati attraverso la distribuzione dei pagamenti e la disaggregazione della politica in una miriade di provvedimenti. Non vi è confronto immediato tra vincitori e sconfitti ma sono presenti gruppi e interessi che possono tessere una trama di di interazioni dominate dalla cooperazione Loggetto tipico di questi interventi sono i grandi comparti economici e fiscali. Le modalità tipiche sono il pork barrel ed il log rolling Esempi Sussidi a gruppi sociali definiti Politiche per la gioventù

5 Le politiche regolative caratterizzate da ambito individuale e immediata applicazione della coercizione. Esse tendono a ridurre o limitare lo spazio dazione di specifici individui e gruppi, attraverso proibizioni e obblighi. creando confronto tra vincitori e sconfitti e prescrivendo a questi ultimi specifici adempimenti, in nome di ampie categorie di associati i cui diritti verrebbero ridotti dai comportamenti dei primi Oggetto di questi interventi sono vari comparti produttivi ed economici. La modalità più tipica è il bargaining Esempi Legislazioni anti-trust nella produzione dei generi alimentari

6 Le politiche costituenti sono caratterizzate da un ambito il più esteso possibile (norme, amministrazione, governo) e da una probabilità remota della coercizione, poiché i partecipanti al processo risultano essere gli stessi diretti destinatari delle decisioni. Non vi è dunque alcun confronto vincitori/vinti e non sono generalmente presenti i gruppi e gli interessi Loggetto tipico di questi interventi sono i comparti della politica e dellamministrazione. Le modalità tipiche sono gli accordi tra politici e burocrati Esempi Introduzione di una autorità o di un nuovo sistema elettorale

7 Le politiche redistributive sono caratterizzate da ambito esteso e immediata applicazione della coercizione. Si attribuiscono infatti ampi benefici economici e de-privazioni seguendo accordi tra i rappresentanti di interessi e programmi ideologici. I costi ricadono immediatamente sui gruppi non ammessi ai programmi, creando così un confronto immediato tra categorie sociali. Loggetto tipico di questi interventi sono diritti sociali specifici e programmi di welfare. Le modalità tipiche sono le relazioni stabili di party government o di tipo corporativo Esempi Assicurazioni sociali, sgravi fiscali a fasce con redditi più bassi, imposta Progressiva sul reddito

8 La tipologia di Wilson (1973) Tentativo di definire le politiche sulla base del reale contenuto Sovrapponibilità tendenziale con Lowi: politiche distributive tendenzialmente a costo concentrati e benefici concentrati; politiche regolative a costi concentrati e benefici diffusi; politiche redistributive a costi e benefici diffusi …) Al di la dellutilizzazione pratica, importanza del tentativo perché enfatizza lanalisi del contenuto della decisione Luca Verzichelli8 Costi concentratidiffusi Benefici Concentrati Diffusi

9 Tipi di gioco nelle politiche Il contributo della teoria dei giochi fondamentale per lo sviluppo dellAPP. Versione dura della Rational choice che nega un ruolo ad attori collettivi e istituzionali (individualismo metodologico) Riportare lanalisi anche al ruolo delle istituzioni ma sulla base della definizione dei veri attori (actor centred institutionalism) Luca Verzichelli9

10 Due tipologie di gioco Luca Verzichelli PURO CONFLITTO PURO COORDINAMENTO

11 La posta in gioco È il contenuto di una decisione così come viene percepito nei vari momenti del processo. Equivale alla somma algebrica dei payoffs dei singoli attori La posta in gioco rende il gioco a somma zero, o a somma positiva La posta in gioco può essere percepita sulla base di informazioni corrette sulle percezioni degli attori Luca Verzichelli11


Scaricare ppt "Tipologie di politiche e tipi di gioco nelle politiche Luca Verzichelli Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche."

Presentazioni simili


Annunci Google