La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE SOCIETA COOPERATIVE AREA DI PROGETTO DELLA CLASSE 5C/M ANNO 2006/2007 ITC C. COLAMONICO ACQUAVIVA DELLE FONTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE SOCIETA COOPERATIVE AREA DI PROGETTO DELLA CLASSE 5C/M ANNO 2006/2007 ITC C. COLAMONICO ACQUAVIVA DELLE FONTI."— Transcript della presentazione:

1 LE SOCIETA COOPERATIVE AREA DI PROGETTO DELLA CLASSE 5C/M ANNO 2006/2007 ITC C. COLAMONICO ACQUAVIVA DELLE FONTI

2 Cosè una cooperativa? Una cooperativa è unassociazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri bisogni economici, sociali, culturali e le proprie aspirazioni attraverso la creazione di unimpresa a proprietà comune, controllata democraticamente.

3 Caratteristiche della cooperativa Nella cooperativa ci sono diversi tipi di vantaggi, quali: maggiore retribuzione; acquisto di beni a un prezzo più basso; Inoltre: A differenza delle altre forme societarie, laccumulazione del capitale è destinata, per la maggior parte, ai reinvestimenti dellazienda e inoltre non è divisibile; I soci sono suoi gestori e il patrimonio costituito è affidato a nuove generazioni di soci; Vi è la partecipazione attiva dei soci alle decisioni imprenditoriali, influendo tutti ugualmente alle scelte dellimpresa.

4 Classificazione delle cooperative (parte 1°) Cooperative di consumoCooperative di consumo: si propongono di fornire ai soci e anche a terzi non soci (se muniti di apposite licenze), generi di consumo di migliore qualità alle migliori condizioni possibili; Cooperative di produzione e lavoro: attraverso la produzione di un bene, la fornitura di un servizio o lassunzione di lavori per conto terzi garantiscono ai soci un lavoro stabile e giustamente remunerato ;

5 Classificazione delle cooperative (parte 2°) Cooperative di edilizia abitativa: il loro obiettivo è quello di costruire alloggi da assegnare ai soci in proprietà o in affitto; Cooperative di trasporto: si occupano del trasporto di cose e persone, carico e scarico delle merci, spedizioni anche per conto terzi, pulizie, facchinaggio, ecc.; Cooperative della pesca: i soci sono pescatori che si propongono di esercitare in comune e con mezzi propri o conferiti alla cooperativa la pesca o attività ad essa affini sia in acque interne che marine;

6 Classificazione delle cooperative (parte 3°) Cooperative miste:sono cooperative che operano in più attività, nessuna delle quali prevalente, cooperative che operano nel settore del credito, delle assicurazioni, gestione di impianti ricreativi, turistici, sportivi ecc.; Cooperative sociali: hanno lo scopo di perseguire linteresse generale della comunità alla promozione umana e allintegrazione sociale dei cittadini. Nascono quindi con lo scopo di soddisfare bisogni che non coincidono esclusivamente con quelli dei soci proprietari, ma con quelli della più vasta comunità sociale, ovvero bisogni collettivi.

7 Classificazione delle cooperative (parte 4°) Cooperative agricole: si occupano di coltivazione della terra, di acquisti e servizi di raccolta, conservazione e trasformazione dei prodotti, allevamento e vendita del bestiame, agricoltura biologica, agriturismo, ecc.; Cooperative sociale: si tratta di cooperative di lavoro per la gestione di servizi socio- sanitari ed educativi o finalizzate allinserimento lavorativo di persone svantaggiate; Cooperative edilizia: finalizzata alla costruzione di alloggi per i proprio soci in un rapporto corretto tra qualità e prezzo.

8 Movimento cooperativo: dalle origini… 1844 Società dei probi pionieri (Inghilterra) Nasce la prima cooperativa di consumo con lobiettivo di migliorare la situazione economica e sociale dei soci 1848 Società operaia di produzioni uniformi (Francia) E la prima cooperativa di produzione 1849 nascono le Banche Popolari e le Casse Rurali (Germania). Sono le prime cooperative di credito 1880 cooperazione agricola in Danimarca Vengono fondati caseifici cooperativi, poi macelli e salumifici 1854 a Torino l Associazione generale degli operai apre la prima cooperativa di consumo; 1856 Altare (Savona) alcuni vetrai fondano una cooperativa di produzione e lavoro; 1864 la prima Banca Popolare nasce a Lodi; 1883 la prima Cassa rurale viene fondata a Loreggia (PD); 1884 a Ravenna nasce la prima cooperativa agricola

9 …ad oggi Nellattuale scenario economico un certo numero di consumatori si unisce, dando vita ad una cooperativa, per acquistare in comune i prodotti per le proprie necessità. Tali cooperative vendono non solo ai soci, ma anche alle generalità dei consumatori, operando nel mercato come un punto di vendita. Oggi infatti la filosofia della cooperazione non poggia più solo sul concetto di mutualità, ma su quello più generale di prestare un servizio per la qualità e la tutela del consumatore.

10 La cooperazione nella Costituzione I principi e i valori su cui si fondano le cooperative sono: autosufficienza, autoresponsabilità, eguaglianza e solidarietà. Questi sono considerati, sotto il profilo sociale, tanto importanti da ricevere tutela e riconoscimento costituzionale contenuto esplicitato nellArt. 45 della Costituzione : La Repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata

11 Cooperative nelle regioni italiane Fonte: elaborazione su dati Istat

12 I PRINCIPALI SETTORI Fonte: elaborazione su dati Istat

13 Cooperative di consumo COOPERATIVE DI CONSUMO - 1 Le cooperative di consumo appartengono alla categoria delle cooperative di utenza e hanno l'obiettivo di fornire beni al soci a condizioni più favorevoli di quelle presenti sul mercato, cioè al prezzo minore possibile salvaguardando l'aspetto qualitativo dei prodotti e dei servizi. Per queste cooperative valgono, in linea generale, le disposizioni dettate in materia di cooperazione, senza particolari agevolazioni dal punto di vista fiscale, se non quelle previste dalla legge per le società cooperative che rispettano, in seguito all'introduzione della riforma del diritto societario, i requisiti di mutualità prevalente.

14 Cooperative di consumo COOPERATIVE DI CONSUMO – 2 Tali cooperative si sono sviluppate soprattutto nel settore dei beni alimentari, ma si riscontrano numerosi esempi di cooperative di consumo anche nelle zone rurali, dove sono state costituite per fornire scorte agrarie agli associati e, contemporaneamente, collocare sul mercato i prodotti agricoli provenienti dalle aziende di questi ultimi. II vantaggio mutualistico viene generato dal fatto che i soci, per il tramite della cooperativa, fanno acquisti in comune, ottenendo delle condizioni di acquisto migliori, e la cooperativa vende loro, direttamente, prodotti a prezzi più competitivi senza coinvolgere altri intermediari.


Scaricare ppt "LE SOCIETA COOPERATIVE AREA DI PROGETTO DELLA CLASSE 5C/M ANNO 2006/2007 ITC C. COLAMONICO ACQUAVIVA DELLE FONTI."

Presentazioni simili


Annunci Google