La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gli ausili tecnologici

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gli ausili tecnologici"— Transcript della presentazione:

1 Gli ausili tecnologici
dott.ssa Elisabetta Brancaccio

2

3 Strumenti compensativi
SONO QUEGLI STRUMENTI CHE PERMETTONO DI COMPENSARE DIFFICOLTA’ DI ESECUZIONE DI COMPITI AUTOMATICI DERIVANTI DA UNA DISABILITA’ SPECIFICA METTENDO IL SOGGETTO IN CONDIZIONI DI OPERARE PIU’ AGEVOLMENTE G. Stella 2001

4 Tra gli strumenti compensativi essenziali vengono indicati:
- Tabella dei mesi, tabella dell’alfabeto, e dei vari caratteri. - Tavola pitagorica. - Tabella delle misure, tabella delle formule geometriche. - Calcolatrice. - Registratore. - Computer con programmi di video-scrittura con correttore ortografico e sintesi vocale. Prot. n 4099/A/4 del

5 E' importante che gli strumenti compensativi siano:
introdotti al momento opportuno (evitare la frustrazione per mantenere la motivazione all' apprendimento); scelti ed adattati ai bisogni diversi (situazioni diverse, stadi diversi); sfruttati in modo da realizzare appieno le loro potenzialità.

6 Tabelle compensative L'Associazione Italiana Dislessia ha pubblicato questo libro “smontabile” che contiene tabelle compensative per le varie materie. Il sito contiene molte notizie utili ed altre pubblicazioni a cura dell'Associazione

7 Il computer ... L'utilizzo del computer permette al dislessico di esprimere le sue potenzialità aiutandolo nei vari problemi che incontra nella lettoscrittura. Il computer è un valido supporto per l'insegnante e consente ai familiari di aiutare il ragazzo con uno strumento che ne favorisce l'autonomia.

8 Nonostante i tanti aspetti a favore, l' adozione di un ausilio informatico non è semplice. Certamente un training di utilizzo rivolto all' utente, alla famiglia, e alla scuola consentirebbe di mettere in luce molte delle potenzialità dello strumento informatico per i ragazzi dislessici.

9 Per alcuni genitori l'adozione del computer rappresenta quasi la rinuncia alla rieducazione e l' ausilio viene considerato un visibile segno di diversità. L'utilizzo degli strumenti informatici certo non arresta lo sviluppo delle abilità, anzi ne consente un miglioramento continuo, sia pure attraverso modalità diverse e non ancora chiaramente identificate.

10 Per gli insegnanti l'adozione di questi strumenti in classe non è sempre possibile: esistono ostacoli organizzativi ed economici e, spesso, la mancanza di formazione e attrezzature.

11 Si potrebbe pensare che gli unici a non avere problemi siano proprio i nostri ragazzi “in difficoltà”. Invece, anche per loro le difficoltà sono molteplici, ad esempio: dover accettare il computer come strumento di studio e non solo di svago: doversi adattare a percorsi alternativi nei quali i risultati non sempre sono immediati.

12

13 Il Word e il PowerPoint L'utilizzo della scrittura con la tastiera presenta una serie di facilitazioni : Carattere stampato maiuscolo Uso del correttore Scelta dei sinonimi Prodotto soddisfacente Anticipo di parola

14 Le presentazioni multimediali
Le presentazioni multimediali sono semplici da realizzare e permettono l' inserimento di immagini, suoni e testo. Le presentazioni possono diventare: materiale didattico utile per la comprensione e l'esposizione delle materie orali, “memoria” per la ripetizione di alcune materie, prodotti che valorizzano il lavoro dell' alunno dislessico.

15 Audiolibri

16 Luigi Sailer La vispa Teresa La vispa Teresa avea tra l’erbetta a volo sorpresa gentil farfalletta e tutta giuliva stringendola viva gridava distesa: ”L’ho presa! L’ho presa!” A lei supplicando l’afflitta gridò: “Vivendo, volando che male ti fò? Tu sì mi fai male stringendomi l’ale! Deh! Lasciami anch’io son figlia di Dio!”. Teresa, pentita, di colpo arrossì, dischiuse le dita e quella fuggì.

17 Gli audiolibri sono consigliati non solo per accedere a testi scolastici. E' importante che, nonostante le difficoltà, il bambino dislessico non perda curiosità per i libri, le storie, i fumetti. I testi possono essere registrati (audiocassetta, mp3 etc.). In tal modo si compensa la mancanza di esercizio che porta ad un impoverimento lessicale.

18 Scanner e sintesi vocale
Importando qualsiasi testo con il software OCR , è possibile attivare la sintesi vocale per ascoltarlo

19 La sintesi vocale Può leggere a voce alta la singola parola, la frase, e...

20 ...l'intero testo. La sintesi vocale, quindi può leggere sia il testo digitato al momento che quello importato con lo scanner dal libro di testo o copiato da internet

21 Il libro digitale Oggi esiste anche un’altra forma alternativa di libro quello digitale, che è il formato digitalizzato della versione stampata: si presenta dunque come la versione cartacea, ma direttamente dentro al computer, in formato solitamente pdf. Tale strumento permette quindi di evitare la fase di scannerizzazione e dell' utilizzo dell’OCR. Si passa, quindi, direttamente all’utilizzo del software di gestione della sintesi vocale per la lettura attraverso l’ascolto. L’AID si sta adoperando per fornire ai soggetti con dislessia il formato digitale dei libri di testo scolastici, contattando e stringendo accordi con le case editrici. Attualmente è possibile fare richiesta di un libro in formato digitale attraverso il sito internet .

22 I software didattici Sappiamo che la motivazione ha un ruolo fondamentale nell’apprendimento. A questo proposito altre caratteristiche tipiche dei software didattici assumono una grande importanza: aspetto ludico; le caratteristiche multimediali ed interattive; il controllo attivo dell’apprendimento da parte dell’utente; la possibilità di intervenire a livelli diversi di difficoltà e la presenza di molti esempi

23 Come scegliere un software
Il mercato propone numerosi prodotti, talvolta anche piuttosto costosi. Gli elementi da valutare sono : Tipo di grafica Obbiettivi Requisiti tecnici Adattabilità Semplicità di utilizzo

24 Dove visionare i software
… e tanti altri

25 I software gratuiti www.ivana.it www.softwaredidatticofree
… e tanti altri

26

27 Diventare autonomi Per raggiungere l’autonomia formativa occorrono:
adeguati strumenti compensativi; buona motivazione; un ambiente favorevole. L’informatica offre alcune risposte per tutti questi aspetti.

28 Il computer è, infatti, veloce e consente di memorizzare enormi quantità di dati. Produce documenti ben impaginati, riproducibili e rielaborabili e di facile reperibilità e scambio. In altre parole, il computer è un ottimo “applicatore di regole”. Infatti, per spiegare in parole povere cosa fa il computer, si può affermare che si limita ad applicare delle regole in modo veloce e corretto. Il computer non prende iniziative e non fa cose che non sono state “programmate”.

29 Nell' esecuzione di compiti di letto-scrittura, i dislessici sono spesso lenti, hanno un difficile accesso alla memoria, e, se sono disgrafici, producono testi illeggibili. Il materiale prodotto è difficilmente riproducibile o rielaborabile, raramente i dislessici rileggono quanto hanno prodotto. Anche la reperibilità dei materiali può essere compromessa da difficoltà nella classificazione e ordinamento. Tutte queste difficoltà si possono sintetizzare in una inefficiente capacità di applicare con costanza le regole che governano queste attività.

30 L’informatica rappresenta un’ottima opportunità per chi convive con la dislessia, in quanto, ponendosi come strumento vicariante, consente un utilizzo pieno delle abilità integre, quali l’intelligenza e la fantasia. Il computer permette sicuramente anche un vantaggio di tipo psicologico dovuto ad un aumento di sicurezza nelle proprie capacità.

31

32


Scaricare ppt "Gli ausili tecnologici"

Presentazioni simili


Annunci Google