La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un approccio per la progettazione di Smart Cities

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un approccio per la progettazione di Smart Cities"— Transcript della presentazione:

1 Un approccio per la progettazione di Smart Cities
Digital Cities of the Future Milano, 14/10/2013 Massimo Pellegrino - PwC

2 La Legge dei Ritorni Accelerati
Crescita lineare vs Crescita Esponenziale Casella della scacchiera Numero di chicchi di riso 1 2 3 7 4 15 n (2^n)-1 64 (2^64)-1 Technology Capacity Prima metà della scacchiera: 100,00 kg di riso Tutta la scacchiera: 461,168,602,000 tons Una montagna più alta del Monte Everest!! Time Digital Cities of the Future Ottobre 2013

3 Time before present (years) Time to next event (years)
La Legge dei Ritorni Accelerati Verso la Singolarità Linear Plot Logaritmic Plot Time before present (years) Time to next event (years) Life Eukaryotic cells, Multicellular Organisms Cambrian Explosion (body plans) Reptiles Class Mammalia Primates Superfamily Hominodae Family Hominidae Humans Ancestors walk upright Genus Homo, Homo Erectus, Specialized stone tools Spoken Language Homo Sapiens Homo Sapiens Sapiens Art, Early Cities Agriculture Writing, Wheel City-States Printing, Experimental Method Industrial Revolution Telephone, Electricity, Radio Computer Personal Computer Genus Homo, Homo Erectus, specialized stone tools First half of board: 100,00 kg of rice Entire board: 461,168,602,000 tons A heap larger than Mount Everest Digital Cities of the Future Ottobre 2013

4 La Legge dei Ritorni Accelerati
La Legge di Moore Pentium IV “Il numero di transistor di un circuito integrato raddoppia approssimativamente ogni due anni” Pentium III Pentium II Pentium 486 386 Number of Transistors 288 Il tasso complessivo di progresso tecnologico sta raddoppiando approssimativamente ogni decade… 8086 8080 8008 4004 …quindi, il progresso tecnologico del ventunesimo secolo sarà equivalente a quanto sarebbe stato necessario – con una proiezione lineare – in circa 200 secoli Digital Cities of the Future Ottobre 2013

5 La crescita di Internet
La Legge dei Ritorni Accelerati La crescita di Internet Source: Source: Internet System Consortium (www.isc.org) Digital Cities of the Future Ottobre 2013

6 In quanto tempo 50 milioni di utenti?
La Legge dei Ritorni Accelerati In quanto tempo 50 milioni di utenti? Source: gkofiannan.com Digital Cities of the Future Ottobre 2013

7 Le tecnologie digitali stanno cambiando l’ecosistema nel quale viviamo
La Legge dei Ritorni Accelerati Le tecnologie digitali stanno cambiando l’ecosistema nel quale viviamo Le aziende e le istituzioni pubbliche devono sfruttare i trend tecnologici per rendersi più flessibili, abilitare l’innovazione, creare efficienza operativa, entrare in nuovi mercati, incrementare la fedeltà dei clienti e guadagnare terreno nei confronti dei competitor. Mobility L’adozione esponenziale di Smartphone e Tablet sta ridisegnando le modalità di fruizione di Internet, e sta creando una nuova miscelta di esperienze fisiche e digitali. La crescente adozione dei social media, da parte degli individui e delle aziende, sta indirizzando il comportamento sociale delle persone verso il mondo digitale. Social Media collaboration Il modello SOA (Service Oriented architectures) si sta fondendo con I modelli Cloud, per una nuova modalità di fruizione dei servizi IT sia a livello individuale che di business. On demand computing Si sta allargando il gap tra varietà, volume e velocità di produzione dei dati e le capacità di analisi dei dati stessi. Il risultato è la necessità di un nuovo approccio analitico. Big data I circuiti integrati miniaturizzati sono, ormai, presenti ovunque, donando intelligenza e connettività a quasi ogni oggetto con cui ci relazioniamo. Internet delle cose Digital Cities of the Future Ottobre 2013

8 La città del futuro Farmscrapers
In futuro i tradizionali grattacieli che domina lo skyline delle nostre città saranno rimpiazzati da edifici multifunzione dotati di “fattorie verticali”. Le eco-tower garantiranno spazio ai residenti, uffici, vendita al dettaglio al pari della produzione di cibo. Smart networks Fibre super performanti saranno uno standard nel Non sarà implementato un modello FTTH ma bensì un Fiber to Everything. Tutti i servizi (salute, educazione, governo, …), abitazioni e utilities saranno connesse nella stessa rete. Delivery drones Le consegne a domicilio realizzate tramite droni sostituiranno le consegne tradizionali. Una società di consegne di pizza ha già testato un servizio di questo tipo realizzato tramite macchine volanti automatizzate. Delivery drones Farmscrapers Smart networks Urban spaces Pedoni e veicoli potranno condividere lo stesso spazio. Le aree industriali, commerciali e residenziali si uniranno. Le eco-fabbriche saranno la normalità e saranno garantiti sostenibilità e modelli green. Smart buildings Gli edifici avranno una vita propria. Controlleranno il calore, l’illuminazione, la sicurezza minimizzando l’intervento umano. Gli architetti disegneranno edifici autonomi e molto più sostenibili a livello ambientale. Smart buildings Urban spaces Shopping Shopping La stampa 3D sarà disponibile in negozi specializzati. Assistenti robotizzati aiuteranno i consumatori a disegnare gli oggetti di cui necessitano e si occuperanno anche della gestione delle scorte in magazzino. La città del futuro Fonti: Delivery drones: There is nothing an urbanite values more than a fast-food delivery so how about a takeaway delivered by drone? One pizza manufacturer has already tested drone delivery and some predict these automated flying machines will fill the skies replacing the motorbike and cycle couriers of today. Smart buildings: Buildings will have taken on a life of their own, controlling heating, lighting and security with little human intervention. Architects envisage buildings becoming far more sustainable, producing their own power and reusing rain water. Buildings may be able to store energy in huge batteries, while homes put excess electricity back into the smart grid. Shopping: Going to the shops may be very different in D printing is likely to be available in many shops allowing people to create bespoke items. Robot assistants will help you find what you are looking for as well as performing tasks such as stock-taking. Boundaries between the virtual and the real will blur. Goods will be shown in huge virtual displays with layers of augmented reality showing you how products will look out of the box. Sensor networks: Experts predict that everything, from street furniture to roads to the homes we live in, will be connected to the network. All these objects will produce vast amounts of data and some cities may build Nasa-style control centres to make predictions about city life, including where crimes may be committed. Human network: Rather than mobile phones in our pockets, the urban citizen is much more likely to be wearing a computer, possibly something similar to Google Glass (pictured). Robo-Taxi: It is likely cars will be self-driving. The lines between public and private transport will blur and we will all be hailing robo-taxis. Traffic lights will no longer be necessary. Living street lights: Imagine instead of a row of street lights, the trees that line our cities could produce their own energy and light up. Cambridge University has already proved the principle of glowing trees and predicts they could be one way of saving energy. Urban spaces: Pedestrians and vehicles may share space. Designated areas for business, manufacturing and leisure may merge. Eco-factories that make and sell goods may be the norm while leisure spaces are likely to be greener. Smart networks: Super-fast fibre optics will be standard in the city of 2050 but it won't just be fibre to the home, more a case of fibre to everything. All services, from health, education and government to homes and utilities will be connected into the same network which will become the nerve-centre of the city. Farmscrapers: Forget the skyscrapers that dominate our city skylines. Buildings will be multi-purpose and some even predict huge vertical farms. The eco-towers would provide space for residents, offices, retail and recreation as well as food production. Sensor networks Living street lights Le piante ai lati delle carreggiate garantiranno l’illuminazione stradale e urbana. L’università di Cambridge ha già dimostrato la fattibilità dei “glowing trees” che garantiranno inoltre un notevole risparmio energetico. Living street lights Robo-Taxi Human network Source: BBC Human network I dispositivi indossabili sostituiranno completamente quelli handheld e porteranno ad una rivoluzione del nostro modello di iterazione, simile a quello registrata con l’introduzione dei dispositivi mobili. Sensor networks Il modello di internet of things sarà la normalità. Tutti gli oggetti, dalle strade alle abitazioni in cui viviamo saranno connessi. La mole di dati generata da questi dispositivi dovrà essere gestita da centri di calcolo che potranno stimare l’evoluzione futura delle nostre vite. Robo-Taxi Le automobili saranno completamente automatizzate e la linea che divide trasporto pubblico e privato è destinata a sfumare. Inoltre, queste soluzioni renderanno l’illuminazione delle strade non necessaria.

9

10 Le città come espressioni del territorio
Le città del futuro Le città come espressioni del territorio La città deve essere intesa come opportunità espressione del territorio che rappresenta, nel rispetto delle caratteristiche e delle vocazioni specifiche. Diviene fondamentale creare un sistema di “rete” che, attraverso flussi di persone, informazioni, merci, risorse economiche e buone prassi, permetta di cogliere le opportunità, di creare sinergie e catalizzare uno sviluppo sostenibile. Città come spazio pluridimensionale, espressione di tutto il territorio Città come Motori di sviluppo che innescano reazioni di opportunità “fare rete” Connessioni intelligenti Persone, merci, dati, informazioni, flussi finanziari Digital Cities of the Future Ottobre 2013

11 Sostenibilità: soddisfare i bisogni tra presente e futuro
Le città del futuro Sostenibilità: soddisfare i bisogni tra presente e futuro La sostenibilità è un concetto complesso e imprescindibile, per il quale lo sviluppo umano deve essere tale da garantire la salvaguardia di un sistema di possibilità per le future generazioni di soddisfare i propri bisogni. 1 2 I centri urbani devono studiare interventi che consentano all’ambiente di mantenere il proprio equilibrio biofisico. Ambientale Sociale e culturale Il piano di sviluppo deve essere costruito in maniera tale da rispettare la comunità in cui si inserisce Trasporti che limitino l’inquinamento acustico e dell’aria Riduzione dell’inquinamento elettromagnetico Sensibilizzazione dei cittadini Infrastrutture accessibili per la comunità Pianificazione urbana rispettosa del patrimonio storico e dell’identità culturale locale Sostenibilità (… non solo tecnica) 4 3 Istituzionale Economico- finanziaria Processo decisionale partecipato su più livelli Burocrazia leggera e vicina alla cittadinanza Equa accessibilità dei servizi Riduzione dei costi tramite una supply chain più efficiente. Ricorso alle PPP. Bilanciamento delle fonti di finanziamento a tutela delle future generazioni Da non confondere con la definizione contabile, in una prospettiva sostenibile, il profitto include tutti i benefici sociali e i profitti positivi che non incidano negativamente sull’ambiente La pianificazione degli interventi deve essere in grado di garantire principi istituzionali fondamentali, quali democrazia, equità e partecipazione sociale Digital Cities of the Future Ottobre 2013

12 Effetto occupazionale
Le città del futuro Cities of opportunity Lo studio “Cities of Opportunity” ha indagato approfonditamente l’impatto di diversi driver economico-sociali (knowledge, technology, travel connection) sull’occupazione e la crescita del PIL urbano. A livello mondiale, le città che garantiscono maggiori opportunità di crescita (occupazione e valore aggiunto), hanno attivato un percorso di sviluppo fortemente basato sulla crescita del capitale umano e del livello medio di educazione, mentre lo sviluppo di connessioni (tecnologiche e legate al settore di sviluppo) generano esternalità positive sulla vivibilità delle città rendendole degli attrattori (di risorse) e aumentandone il potenziale di crescita. Area di virtuosità + Londra Parigi New York Effetto occupazionale Caratteristiche comuni delle Città performanti Livello medio di educazione Facilità di accesso rispetto al resto del mondo Sviluppo delle soluzioni ICT - - Valore aggiunto potenziale + Digital Cities of the Future Ottobre 2013

13 Come definire la città del futuro?
Un approccio per la progettazione di Smart Cities Come definire la città del futuro? Approccio PwC alle Smart Cities PwC, grazie alle esperienze maturate a livello internazionale, ha sviluppato una metodologia dedicata per i progetti in ambito Smart Cities. L’utilizzo di questa metodologia permette la riproposizione delle best practice internazionali e la rapida implementazione delle soluzioni smart. L’approccio PwC permette la definizione di una roadmap di trasformazione che integri in un modello strutturato le soluzioni e riesca ad assecondare le esigenze dei vari stakeholder. Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Prioritizza-zione Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Analisi opzioni finanziamento Smart Cities Fonte: Digital Cities of the Future Ottobre 2013

14 Modello di servizio Livello Dettaglio Stakeholder Interazioni
Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Modello di servizio Livello Dettaglio Stakeholder Popolazione Imprese Pubblica Amministrazione Residenti Turisti IT, telecoms... Finanza PMI Salute PA centrale Altro locale Municipa-lizzate Interazioni Educa-zione Svago Demo-crazia diretta Fisco Sicurezza Salute Trasporti Edilizia abitativa Utenze Categorizzazione dei servizi Per tutti Specifico per segmento Optional Canali di comunicazione Terminal Devices mobili PC Monitoraggio casalingo Network dei trasporti Faccia a faccia Smart Grid Network di comunicazione Accesso Wireless Telefonico Rete fissa Rete elettrica Mail Faccia a faccia Speciale Sicurezza Operazioni Erogazione dei servizi Fonti: Gestione utenze Fatturazione Gestione della privacy Sicurezza Comunicazioni 1:1 e 1:N Integrazione delle operazioni Sistemi informatici automatizzati Sistemi gestiti dall’utente Sistemi ibridi Modello operativo Operazioni core (erogazione dei servizi, raccolta fiscale, ecc. ) Operazioni temporanee (Expo, Olimpiadi, ecc.) Digital Cities of the Future Ottobre 2013

15 Analisi stakeholder 1) Identificazione 5) Gestione
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Analisi stakeholder Scopo I progetti Smart Cities interessano numerosi stakeholder. Questi devono essere coinvolti durante le varie fasi di progetto. Al fine di gestire i rischi legati agli stakeholder, PwC ha sviluppato una metodologia, in 5 fasi, che consente l’adattamento ad ogni tipo di scenario, dal più semplice al più complesso. La gestione degli stakeholder è un processo che necessita un’attività di comunicazione su misura per i principali attori coinvolti e la capacità di ascoltare, analizzare e tradurre in azioni progettuali i loro fabbisogni. 1) Identificazione Chi sono i maggiori stakeholder interni al progetto Smart Cities? Chi sono i maggiori stakeholder esterni? 5) Gestione Come si può monitorare il coinvolgimento degli stakeholder? Come si possono misurare le performance rispetto al raggiungimento delle aspettative degli stakeholder? Identificazione Mappatura Comprensione Coinvolgimento Gestione 2) Mappatura degli stakeholder Quanto sono importanti gli stakeholder? Che impatti hanno sull’implementazione dei progetti Smart Cities? Fonti: 4) Coinvolgimento Cosa possiamo fare per migliorare il coninvolgimento degli stakeholders? Che impatto hanno gli stakeholder sulle singole attività progettuali? 3) Comprensione dei fabbisogni Quali sono le esigenze e le aspettative degli stakeholder? Quali preoccupazioni generano queste aspettative? Quali sono i fattori incentivanti e motivanti per gli stakeholder? Digital Cities of the Future Ottobre 2013

16 I bisogni degli stakeholder
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities I bisogni degli stakeholder Il Customer Journey per le Smart Cities Definizione del perimetro di analisi Definizione tipologie stakeholder in analisi Definizione del Customer Journey Quali step sono necessari per fruire dei servizi? Analisi del Customer Journey Consultazione stakeholder e definizione punti di forza (love point) e debolezza (pain point) Identificazione iniziative Identificazione iniziative che risolvono i singoli pain point Valutazione continua degli impatti Monitoraggio costante della soddisfazione degli stakeholder rispetto alle iniziative I servizi pubblici devono rispondere ai bisogni dei cittadini, delle aziende e di tutti i vari stakeholder della costituenda Smart City. Tramite l’analisi del Customer Journey è possibile assumere il punto di vista dei reali fruitori dei servizi della Smart City, gli stakeholder appunto, e identificare con precisione le iniziative di trasformazione prioritarie. Un ulteriore beneficio derivante dall’utilizzo di questa metodologia è la stima dell’impatto delle iniziative sulla soddisfazione degli stakeholder. Queste tecniche di analisi sono mutuate dal mondo privato, dove ormai sono uno standard per la trasformazione delle compagnie e del loro rapporto con la clientela. Digital Cities of the Future Ottobre 2013

17 Processi partecipativi
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Processi partecipativi Pubblico Privato Municipalizzate Cittadini Ambiente di collaborazione Forum, Società di scopo, Comunità online, Assemblee, Survey, … Istituzioni Società Differente valutazione dei contributi Promozione della reciprocità Fonti: Co-innovazione Co-ownership Creazione reti sociali Soluzioni user-driven Co-produzione Co-creazione Digital Cities of the Future Ottobre 2013

18 Complessità ecosistema
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Prioritizza-zione Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Analisi opzioni finanziamento Smart Cities Approccio e modello operativo Complessità ecosistema Quadro illustrativo degli stakeholders privati del Progetto Smartcity Malaga Relazioni pre-esistenti Interazioni complesse Elevato numero di stakeholder Fonti: Importanza comprensione, coinvolgimento e gestione Digital Cities of the Future Ottobre 2013

19 Quick assessment Il Maturity Model di una Smart City Big/Open Data
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Quick assessment Il Maturity Model di una Smart City Livello 1 Livello 2 Livello 3 Livello 4 Livello 5 Empowerment Social Technologies Green Technologies Big/Open Data Integrazione Servizi Mobiles Technologies Augmented Reality Integrazione Processi organizzativi Internet of Things Adozione Fonti: Consapevolezza Integrazione Infrastr. ICT Infrastruttu- razione ICT Processi ICT Servizi. ICT Sostenibilità servizi ICT Digital Cities of the Future Ottobre 2013

20 Analisi impatti ex-post Roadmap d’implementa-zione
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Prioritizza-zione Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Analisi set soluzioni L’individuazione di quick win permette di raggiungere gli obiettivi con rapidità e il recupero dei costi operativi nel breve periodo, a beneficio dell’intero programma. Quick win L’analisi del mercato e le esperienze maturate a livello globale da PwC permettono la definizione di un ampio set di soluzioni e best practice cui riferirsi. Portfolio soluzioni La selezione dei partner permette di definire strategie di engagement che offrano ulteriori parametri di selezione e permettano risparmi nel breve periodo Partner Tecnologie abilitanti Mobile Trasmissione in tempo reale di informazioni sui segni vitali rivelanti, gestione di crisi e pronto intervento Social Opinion mining e sentiment analysis agevoleranno la partecipazione dei cittadini al processo decisionale Internet of things Automazione di abitazioni, fabbriche ed edifici, reti energetiche e dei trasporti intelligenti Green Le smart grids aumenteranno la penetrazione di fonti altamente variabili, senza la necessità di stoccaggio Fonti: Big and open data Dati integrati di posizionamento, sul traffico, il meteo, ecc permettono di diagnosticare congestioni stradali Augmented reality Accesso in real time ad informazioni relative a punti di interesse (monumenti, uffici del turismo, ecc.) Digital Cities of the Future Ottobre 2013

21 Analisi opzioni finanziamento
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Analisi opzioni finanziamento Analisi e supporto alla gestione dei finanziamenti PwC è una società leader nell’assistenza tecnica alle Regioni e alle amministrazioni centrali nella gestione e monitoraggio dei programmi e dei progetti finanziati dai Fondi Strutturali (FSE, FESR, FEASR, …). Negli anni, PwC ha offerto i propri servizi di consulenza a numerosi clienti, sia in ambito pubblico che privato, per la realizzazione di operazioni di PPP. PwC ha una struttura con sede a Bruxelles e Lussemburgo dedicata alla gestione di progetti con la Commissione Europea. PwC supporta le città nell’individuazione di progetti Smart City potenzialmente finanziabili, nello scouting degli strumenti agevolativi disponibili, a livello nazionale ed europeo nell’assistenza nella predisposizione delle proposte, nella ricerca Partner, nella rendicontazione e chiusura dei progetti finanziati. Uno dei programmi di finanziamento più importanti in ambito Smart Cities è Horizon 2020 Fonti: Supporto definizione e gestione PPP PwC supporta le città nell’individuazione e nella gestione di modelli contrattuali efficaci di PPP sulla base delle esigenze del territorio e delle caratteristiche del progetti che si intende realizzare. Digital Cities of the Future Ottobre 2013

22 Prioritizzazione Attività
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Prioritizzazione Attività Comprendono le attività che bisogna porre in essere per la realizzazione di una Smart City. Skill assessment & gap analysis Valutazione degli skill e i gap da coprire per realizzare una Smart City. Risorse Comprendono gli asset richiesti (gli skills, le risorse umane, finanziarie, infrastrutturali ..) Specializzazione territoriale Valutazione risorse e specializzazioni locali che possono essere utilizzate. Costi Comprendono la struttura dei costi relativi all’adozione delle soluzioni. Sostenibilità finanziaria Valutazione delle modalità di finanziamento e sostenibilità del progetto nel lungo periodo. Digital Cities of the Future Ottobre 2013

23 Roadmap d’implementazione
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Roadmap d’implementazione Roadmap e piano attività La definizione della roadmap d’implementazione comprende la pianificazione di dettaglio delle attività per la realizzazione delle iniziative in ambito Smart Cities, la definizione degli output attesi e delle scadenze previste. In progetti complessi è importante avere un approccio strutturato. PwC propone l’utilizzo della metodologia proprietaria Transform per allinearsi alle best practice internazionali. Fonti: Digital Cities of the Future Ottobre 2013

24 Realizzazione Implementazione
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Realizzazione Implementazione Comprende il piano delle attività che riguardano la realizzazione delle varie soluzioni e la conseguente esecuzione dei task previsti secondo le priorità definite nella roadmap. In questa fase PwC può agire sia affiancando i vari stakeholder nell’implementazione delle soluzioni sia monitorando lo stato di avanzamento delle attività. Comunicazione Comprende le attività di informazione e comunicazione finalizzata alla diffusione delle soluzioni proposte e alla disseminazione dei risultati. PwC può supportare le attività previste assicurando l’allineamento al piano previsto e/o può agire da facilitatore gestendo i flussi di informazione tra i vari stakeholder. Digital Cities of the Future Ottobre 2013

25 Analisi impatto ex post
Modello di servizio Analisi stakeholder Quick assessment Analisi set soluzioni Analisi opzioni finanziamento Analisi impatti ex-post Realizzazione Roadmap d’implementa-zione Prioritizza-zione Smart Cities Un approccio per la progettazione di Smart Cities Analisi impatto ex post Modellizzazione, definizione KPI Modelli di analisi dell’impatto L’analisi dei risultati e degli impatti delle iniziative in ambito Smart Cities è fondamentale per il controllo e la ridefinizione della strategia basata su risultanze oggettive. Le attività di questa fase comprendono: La modellizzazione ai fini della simulazione degli impatti che abilita analisi raffinate sui costi- benefici, costi-efficacia, analisi sulle regressioni e analisi dei sistemi La definizione e il monitoraggio di un ampio set di indicatori di performance (KPI) che permettano l’alimentazione di un balance scorecard e un continuo controllo del miglioramento dei servizi al cittadino Modelli di Misura degli Impatti Modelli di Valutazione degli Impatti Modelli di Pianificazione e Simulazione delle interrelazioni tra processi (macro-micro) Modelli di misurazione delle “Key Performance Indicators” delle prestazioni Smart City Categorie di indicatori di performance Intellectual Capital and Innovation Technology Readiness Transportation and Infrastructure Health, Safety and Security Sustainability and the natural environment Economic Clout Ease of doing business Cost Demographics and Livibility City Gateway Digital Cities of the Future Ottobre 2013

26 Thank you! Thinking for the future
Massimo Pellegrino Associate Partner T: +39 (02) E:


Scaricare ppt "Un approccio per la progettazione di Smart Cities"

Presentazioni simili


Annunci Google