La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Acqua e Sovranità alimentare in America Latina

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Acqua e Sovranità alimentare in America Latina"— Transcript della presentazione:

1 Acqua e Sovranità alimentare in America Latina
Torino, 26 aprile 2012 Confluenze Acqua e Sovranità alimentare in America Latina La ricostruzione del legame uomo/terra/acqua. Uno sguardo su Bolivia, Cile e Brasile. Davide M. Giachino

2 Acqua e S.A. in America Latina
Indice Acqua e America Latina Una visione d’insieme Un approfondimento su Cile e Bolivia Sovranità alimentare in America Latina Cosa significa Sovranità alimentare Ricostruzione dei legami

3 Acqua e S.A. in America Latina

4 Acqua e America Latina Precipitazioni

5 Acqua e America Latina Risorse idriche

6 Acqua e America Latina Acque sotterranee

7 Acqua e America Latina Utilizzo d’acqua

8 Acqua e America Latina Il caso del Cile 44 mm/anno 3.263 mm/anno

9 Il caso del Cile La proprietà e la legge Codice civile, 1855
“Le acque sono beni nazionali di uso pubblico, di proprietà della nazione e di tutti i suoi abitanti; non si possono commercializzare anche se lo Stato può concedere a privati l’uso esclusivo di acque pubbliche”. Costituzione politica dello Stato, 1980 “I diritti dei privati sulle acque, riconosciuti o costituiti in conformità alla legge, conferiscono ai titolari la proprietà sopra di esse”. Codigo de Agua: Utilizzo gratuito (previa semplice richiesta) delle acque Una volta concessi i diritti, lo Stato non interviene più Separa i diritti sulle acque dal possesso della terra La privatizzazione è totale: sulla gestione e sulla risorsa in sé

10 Acqua e America Latina Uso dell’Acqua Consuntivo
Acque per il consumo : domestico (4,4%), minerario (6,7%), industriale (7,9%), agricolo (81%). Non consuntivo Acque che ritornano negli alvei senza pregiudicare gli utilizzatori a valle.: piscicoltura, centrali idroelettriche.

11 Consultazione del Bìo Bìo
Acqua e America Latina Uso consuntivo Dal 1988 inizia il processo di vendita dei servizi a multinazionali, appoggiato da FMI, BM, Banca interamericana per lo Sviluppo. Compagnie che attualmente gestiscono la potabilizzazione e i sistemi fognari: Thames Water, Anglian Water (UK) Suez Lyonnaise des Eaux, Vivendo Veolia (Francia) Rwe (Germania) Bechtel (USA) Iberdrola , Agbar, Aguas de Barcelona (Spagna) Partecipazione: Consultazione del Bìo Bìo Lo Stato finanzia direttamente le imprese garantendo loro una redditività minima e, indirettamente, con un sistema di sussidi per le famiglie a basso reddito, coprendo il pagamento delle tariffe.

12 Acqua e America Latina Uso dell’Acqua Consuntivo
Acque per il consumo : domestico (4,4%), minerario (6,7%), industriale (7,9%), agricolo (81%). Non consuntivo Acque che ritornano negli alvei senza pregiudicare gli utilizzatori a valle.: piscicoltura, centrali idroelettriche. Aisén (Patagonia): Consuntivo: 4% Non consuntivo: 96% ENDESA

13 Acqua e America Latina ENDESA
1943, nasce la Compagnia statale dei servizi elettrici ENDESA CHILE 1990, La maggior azionista diventa ENDESA ESPAÑA 2006, Unificazione dei capitali con ULBUN S.A., nasce il consorzio HydroAysén (di fatto controllato da Endesa) 2007, La maggior azionista di ENDESA ESPAÑA diventa ENEL

14 Acqua e America Latina La Patagonia
Seconda riserva d’acqua dolce del pianeta; Lago General Carrera, Lago O’Higgins; Rio Baker, Rio Aysén km ² ricoperti di ghiacciai

15 Acqua e America Latina Il progetto
Da circa 10 anni si parla (anche pubblicamente, anche attraverso dichiarazioni di esponenti del Governo) di 5 grandi dighe sui fiumi Baker e Pascua Fino al 2008 HidroAysén non aveva ancora presentato il progetto al Governo Saranno inondati circa ettari Verrebbero prodotta energia da trasportare fino a Santago con una linea di corrente continua di circa km. Qui verrebbe immessa nel Sistema interconnesso centrale (Sic) che distribuisce da Taltal a Chiloé. “Benefici sul territorio”: strade, ospedali, strutture educative, porti, piste d’atterraggio, posti di lavoro per 10 anni, dinamizzare l’economia locale per soddisfare le necessità di alimentazione

16 Precedenti: la diga Ralco
Acqua e America Latina Precedenti: la diga Ralco Nel 1993 Endesa Chile propone allo Stato la costruzione di una diga nella conca superiore del fiume Bìo Bìo, nel valico Ralco. 1999, il progetto viene approvato 2003, inaugurato l’impianto 3.500 ettari inondati, di territorio boschivo e agricolo-pastorale, territori ancestrali Mapuche 6 comunità Mapuche trasferite in altre aree. Leggi violate: Legge , legge statale di Protezione e Sviluppo delle Popolazioni Indigene (1993) Legge , legge di Base sull’Ambiente (1994)

17 La guerra del Agua (Bolivia)
Acqua e America Latina La guerra del Agua (Bolivia)

18 La guerra del Agua (Bolivia)
Acqua e America Latina La guerra del Agua (Bolivia) Cochabamba, 4 settembre 1999 Viene firmato e celebrato in Plaza 14 de Setiembre il contratto che dà in concessione ad Aguas del Tunari la gestione del servizio idrico municipale. Presenti il presidente Banzer, il sindaco e il presidente della Regione. In fondo alla piazza scoppia un petardo ad opera di attivisti del Comité de Defensa del Agua. Fine ottobre Baznar emana, improvvisamente, la Ley del Servicio de Agua potable y Alcantarillado sanitario (Ley 2029), che rende legale il monopolio della gestione dell’acqua in una certa regione.

19 La guerra del Agua (Bolivia)
Acqua e America Latina La guerra del Agua (Bolivia) Ley 2029 Include le acque potabili, di irrigazione e per produzione idroelettrica Obbliga cittadini e contadini a collegarsi alla rete di distribuzione Include l’acqua piovana Retroscena La Banca Mondiale si rifiutò di rinnovare un prestito di 25 ml di dollari se il paese non avesse accettato la privatizzazione del servizio idrico; La maggior azionista di Aguas del Tunari è la multinazionale statunitense Bechtel.

20 La guerra del Agua (Bolivia)
Acqua e America Latina La guerra del Agua (Bolivia) Prime conseguenze Nel gennaio del 2000 le tariffe aumentarono del 100%; Il Comité de Defensa del Agua si trasforma in un movimento più ampio: nasce la Coordinadora de Defensa del Agua y la Vida; 4 febbraio 2000, prima toma pacifica della città. Il Governo risponde con 700 agenti armati; 5 febbraio, le proteste aumentano e viene raggiunto un accordo che riporta le tariffe al valore originario; A fine marzo la Coordinadora organizza una Consulta Popular: la maggioranza della popolazione si schiera a favore della recisione del contratto e la modifica della legge;

21 La guerra del Agua (Bolivia)
Acqua e America Latina La guerra del Agua (Bolivia) Il 4 aprile inizia uno sciopero generale per la Batalla Final; Battaglia mediatica Rinegoziazione Il terzo giorno vengono incarcerati alcuni rappresentanti della Coordinadora Il giorno successivo persone scendo in piazza, il Prefecto libera i prigionieri e annuncia l’uscita dalla città di Aguas del Tunari; Prefecto destituito dal Governo e dichiarato lo stato d’assedio della città Incarcerati e fatti scomparire altri rappresentanti Giornate di conflitti Negoziazioni: uscita dalla città di Aguas del Tunari e modifiche alla Ley 2029

22 Sicurezza Alimentare in America Latina
Sovranità Alimentare in America Latina Sicurezza Alimentare in America Latina Cos’è la Sovranità alimentare? Cos’è la Sicurezza alimentare? Diritto delle comunità a definire le proprie politiche e strategie sostenibili di produzione, distribuzione e consumo di alimenti per poter garantire il diritto all'alimentazione di tutta la popolazione, rispettando le singole culture e la diversità dei metodi contadini e poter garantire quindi a ogni comunità l'accesso e il controllo delle risorse di base per la produzione, quali la terra, l'acqua, il patrimonio genetico e il credito (Via Campesina). Alcuni principi su cui si basa: Ogni individuo ha diritto a un cibo sufficiente, sano e nutriente; Il cibo non è una merce ma un diritto umano; Conservazione degli ecosistemi e della loro biodiversità; L’agricoltura familiare e diversificata è efficiente e produttiva; Riduzione degli spostamenti dal campo al piatto; Diritto dei consumatori di conoscere e scegliere i prodotti; Divieto di brevetto e monopolio sugli esseri viventi; Protezione dell’identità culturale indigena.

23 Sovranità Alimentare in America Latina
Mercato dei cereali Esportazione Importazione

24 Sovranità Alimentare in America Latina
Mercato della frutta Importazione Esportazione

25 Sovranità Alimentare in America Latina
Mercato degli ortaggi Esportazione Importazione

26 Sovranità Alimentare in America Latina
Chi sostiene l’agricoltura industriale FMI (Fondo Monetario Internazionale) BM (Banca Mondiale) WTO (Organizzazione Mondiale del Commercio) Da questi presentata come: Garanzia di qualità per i prodotti consumati al Nord (controlli, certificazioni, prezzi contenuti, ecc.); Motore di sviluppo economico per i paesi del Sud (aumento delle esportazioni e dell’occupazione); Garanzia di alti guadagni per la coltivazione di specie destinate alla produzione di biocarburanti; Garanzia di abbondanza di cibo per tutti.

27 Sovranità Alimentare in America Latina
Alcuni strumenti “contro” PAC, Politica Agricola Comunitaria Sussidi ai produttori Dumping EPA, Accordi di Partenariato Economico Accordi, dal 2002, tra UE e paesi ACP (ex colonie dell’Africa, Caraibi e Pacifico) L’obiettivo è stabilire “nuovi aggiustamenti negli scambi, compatibili con le regole del Wto, che rimuovano progressivamente le barriere agli scambi tra Ue e paesi ACP” Creazione, per il periodo tra il 2008 e il 2020, di Aree di Libero Scambio (sul modello statunitense), all’interno delle quali i mercati dei paesi aderenti siano aperti e vi sia libera circolazione dei prodotti Prevedono anche la liberalizzazione dei servizi, la protezione dei diritti di proprietà intellettuale, la standardizzazione delle misure sanitarie e fitosanitarie, la definizione di regole di concorrenza, di promozione e difesa degli investimenti delle imprese estere

28 Sovranità Alimentare in America Latina
Il caso del Cile Il 75% delle terre coltivate sono latifondi Monocolture di eucalipto e alcune specie frutticole Restante 25% per piccoli produttori e comunità indigene Difficile o mancato accesso all’Acqua Il Cile importa il 50% dei cerali base: riso, mais, grano Nel maggio 2011 il Governo ha venduto i diritti sulle proprie sementi a Monsanto, concedendo a questa i guadagni futuri sulla produzione di specie vegetali autoctone Il Cile ha km di costa: allevamento intensivo di salmone e produzione di mangimi per bovini a base di pesce (1kg salmone= 13kg pesce non allevato, pescato con sistemi tradizionali) Il prezzo del cibo è in aumento

29 Sovranità Alimentare in America Latina
Il caso del Brasile Il latifondo e la lotta per la terra: il movimento Sem Terra La deforestazione I biocarburanti Il caso di Corumbà

30 Sovranità Alimentare in America Latina
Il caso della Bolivia Le colture tradizionali e le sementi moderne Quinoa: proprietà del Colorado

31 Acqua e Sovranità Alimentare in America Latina
Ricostruire i legami Sovranità alimentare Acqua Elementi sociali Elementi ambientali Elementi culturali Elementi economici

32 Acqua e Sovranità Alimentare in America Latina
Fonti e risorse Link utili viacampesina.org (Brasile) (Cile) (Documentario: Tutta l’Acqua del Mondo, Cile) patagoniasinrepresas.cl (Cile) (Abuela Grillo, Bolivia) (Tambien la lluvia, Bolivia)

33 Acqua e Sovranità Alimentare in America Latina
Fonti e risorse Testi e documenti Comitato Italiano per il Contratto mondiale sull’Acqua. Ripubblicizzare l’Acqua. Leggi e pratiche di democrazia da Nord a Sud del mondo. MC editrice. Milano, 2005. Infanti della Mora, Dacci oggi la nostra acqua quotidiana, EMI, Bologna,2010. Vandana Shiva, Le guerre dell’Acqua, Feltrinelli, 2004. Manuel de la Fuente, La guerra por el agua en Cochabamba. Cronica de una dolorosa victoria. Cochabamba, 2000.


Scaricare ppt "Acqua e Sovranità alimentare in America Latina"

Presentazioni simili


Annunci Google