La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto LA PERIFERIA AL CENTRO. Perché la periferia al centro? Le economie socio – solidali pur essendo una realtà ormai attestata, occupano un posto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto LA PERIFERIA AL CENTRO. Perché la periferia al centro? Le economie socio – solidali pur essendo una realtà ormai attestata, occupano un posto."— Transcript della presentazione:

1 Progetto LA PERIFERIA AL CENTRO

2 Perché la periferia al centro? Le economie socio – solidali pur essendo una realtà ormai attestata, occupano un posto periferico nellofferta formativa e culturale della scuola Le economie socio – solidali pur essendo una realtà ormai attestata, occupano un posto periferico nellofferta formativa e culturale della scuola Noi intendiamo offrire formazione teorica e pratica di economia solidale Noi intendiamo offrire formazione teorica e pratica di economia solidale

3 I nostri territori stanno diventando periferia dei processi produttivi allinterno del Piano territoriale per loccupazione intendiamo formare e orientare a : allinterno del Piano territoriale per loccupazione intendiamo formare e orientare a :

4 Cooperazione Terzo settoreFinanza etica

5

6

7 Responsabilità sociale dimpresaCommercio equo e solidaleReti di economia socio solidale

8

9 Facendo interagire: SCUOLA Imprese Eco-equo- solidali COOPERATIVE, TERZO SETTORE E FINANZA ETICA ISTITUZIONI RETI INTERNAZIONALI DI ECONOMIE SOCIO SOLIDALI

10 Quadro concettuale del progetto Moduli formativi sulle economie socio solidali (classi quarte e quinte) Stages nelle realtà socio solidali e imprese RSI presenti sul territorio studio e comunicazione di un prodotto delle Cooperative giovanili del Consorcio AROEIRA Piano territoriale per lorientamento al lavoro e lo sviluppo delle economie socio-solidali

11

12 Soggetti attualmente coinvolti: Istituto Russell Newton ScandicciComune di ScandicciConsorzio 100% Italiano

13 Consorzio CO&SOBanca Etica Associazione ETICAMENTE e VILLAGGIO DEI POPOLI scrl

14

15 Unicoop – Progetto Noi con gli altri FORUM Economia SOLIDALE Stato Santa Catarina - BRASILE Solidarius Italia – ACLI nazionale Centro Culturale Escrava Anastacia – Incubatore Popolare di Cooperative – Florianopolis (Brasile)

16 Comprende attualmente Moduli formativi nelle classi III/IV/V dellIstituto Russell Newton (gennaio-maggio 2010 e 2011 ); Moduli formativi nelle classi III/IV/V dellIstituto Russell Newton (gennaio-maggio 2010 e 2011 ); Corso di formazione sulleconomia solidale per insegnanti e le realtà associative collegate; Corso di formazione sulleconomia solidale per insegnanti e le realtà associative collegate; Convenzione di rete con i soggetti coinvolti; Convenzione di rete con i soggetti coinvolti; Stages in varie realtà sociosolidali del territorio(giugno e settembre ) Stages in varie realtà sociosolidali del territorio(giugno e settembre ) Stage in Brasile con allievi e professori (luglio - agosto2011 Stage in Brasile con allievi e professori (luglio - agosto2011

17 Modulo formativo I 1. Presentazione e documentazione di esperienze di cooperazione in realtà giovanili di periferia (Prof G. Avogadri) in Uruguay, Argentina, Brasile, 2. Applicare elementi di analisi dei contesti presentati (analisi SWOT) 3. Elaborare un ciclo di progetto semplificato 4. Progettare un intervento cooperativo e solidale

18

19 Modulo formativo II Elementi e teorie economiche del commercio internazionaleProf. M. Sergio Berardi 1. Le ragioni del commercio internazionale 2. Politiche commerciali nel commercio internazionale 3. Guida al consumo critico

20

21

22 Modulo formativo III Teoria e pratica della responsabilità – Prof. Stefano Floris 1. La responsabilità al tempo della globalizzazione – gioco di ruolo nei panni degli altri 2. Responsabilità sociale dimpresa 3. Il ruolo del consumatore

23

24 Incontri a scuola e sul territorio pre parazione agli stages Incontro a scuola con un formatore della Fondazione Banca Etica 2. Incontro con responsabile formazione del consorzio CO&SO – cooperative sociali 3. Visita alla SAPAF (certificata SA8000) e consorzio 100% italiano - I Place 4. Visita e laboratorio alla bottega ETICAMENTE di Scandicci 5. Incontro con Euclides Andrè Mance, Rete Brasiliana delle economie sociosolidali, relatore a TERRA FUTURA

25

26 Stages nelle realtà sociosolidali giugno 2010 Consorzio 100% italiano Consorzio 100% italiano Banca Etica Banca Etica Consorzio CO&SO Consorzio CO&SO Bottega Eticamente Bottega Eticamente Villaggio dei popoli Villaggio dei popoli

27

28 LA PERIFERIA AL CENTRO La visione strategica del nostro progetto è quello di interconnettere centri e periferie a livello micro e macro, partendo da esperienze e soggetti concreti, creando e rafforzando relazioni di reciprocità per costruire reti di cittadinanza planetaria, attiva, solidale e conviviale.

29

30 LA PERIFERIA AL CENTRO Il progetto la periferia al centro nasce in collaborazione con le attività del Centro Cultural Escrava Anastacia, in particolare nellambito del progetto Aroeira – Consorcio Social da Juventude Florianopolis, Stato di Santa catarina Brasile

31 A Florianopolis, capitale dello Stato di Santa Catarina, nella regione sud del Brasile. Si trova a 705 Km de São Paulo, 476 Km da Porto Alegre Km da Asunción Km da Montevideo Km da Buenos Aires. DOVE CI TROVIAMO

32 La città formale e quella informale convivono fianco a fianco

33

34

35 Centro Culturale Schiava Anastasia Sorto a Mont Serrat, collina situata no Maciço do Morro da Cruz, nel 1994, a partire dalla forza e dalla intuizione delle donne della comunità, le quali desideravano che mai più i loro figli fossero merce del traffico di droga e della criminalità.

36 Centro di formazione professionale

37 Gruppo di disarmamento

38 Surf e sport estremo per chi è ancora nel giro ed è disposto a lasciare la pistola

39 CCEA – Progetti: Aroeira Corsi orientati allinserimento nel mercato del lavoro formale Meccanica, Turismo, Vendita, Informatica

40 Lapprendista è contattato dalle imprese

41 Incubatore Popolare di Cooperative Su un totale di 2.500, circa 600 giovani hanno intrapreso il cammino del cooperativismo e ricevono un accompagnamento sistematico ed una formazione specifica attraverso l Incubatore Popolare di Cooperative (IPC - Incubadora Popular de Cooperativas),

42 CCEA – Projetos: Incubadora Popular de Cooperativas - IPC Ragazzi tra i 16 e 24 anni, provenienti dalle comunità impoverite del Maciço e del Continente, che intendono organizzarsi in cooperative

43 Ex Istituto medico legale, che durante quattro anni aveva ricevuto 840 giovani assassinati dal narcotraffico, adesso può formare al lavoro 850 giovani allanno.

44 Le cooperative dei ragazzi: Catering, panetteria, gastronomia; Catering, panetteria, gastronomia; Salone di bellezza estetica AFRO (capelli, manicure) Salone di bellezza estetica AFRO (capelli, manicure) Recupero hardware e soluzioni software libero Recupero hardware e soluzioni software libero Collezione di moda ispirata al surf Collezione di moda ispirata al surf Riciclaggio carta metalli Riciclaggio carta metalli

45 CCEA – Projetos: Aroeira Collezione moda surf e borse riciclate Fabbricazione e manutenzione di strumenti musicali

46 CCEA – Projetos: Aroeira Collezione moda surf e borse riciclate Fabbricazione e manutenzione di strumenti musicali

47 Cosa faremo noi: 1. Individuare un manufatto prodotto dalle cooperative giovanili; 2. Studiare il mercato italiano per modulare insieme una proposta; 3. Stages di scambio con studenti, educatori, professori, cooperanti in Brasile (luglio 2011) e in Italia (gennaio marzo 2012)

48

49 I partners PROVINCIA DI FIRENZE; PROVINCIA DI FIRENZE; Comune di Scandicci, Assessorato alla Cooperazione, Pace e Volontariato; Comune di Scandicci, Assessorato alla Cooperazione, Pace e Volontariato; Solidarius Italia e Brasile; Solidarius Italia e Brasile; Università di Firenze, Cattedra UNESCO per lo Sviluppo Umano e Cultura di pace Università di Firenze, Cattedra UNESCO per lo Sviluppo Umano e Cultura di pace Consorzio CO&SO; Consorzio CO&SO; Banca Etica; Banca Etica; Associazione ETICAMENTE Associazione ETICAMENTE Coop VILLAGGIO DEI POPOLI; Coop VILLAGGIO DEI POPOLI; Consorzio 100%ITALIANO. Consorzio 100%ITALIANO. Azione per un Mondo Unito ONG e insegnanti collegati; Azione per un Mondo Unito ONG e insegnanti collegati; Centro Internazionale studenti G. La Pira, Firenze Centro Internazionale studenti G. La Pira, Firenze

50 Prospettive: Costruire una cabina di regia del progetto che articoli le azioni da svolgersi in Italia, attorno alla creazione di un Polo territoriale per lorientamento e lo sviluppo di economie e collaborazioni socio – solidali Costruire una cabina di regia del progetto che articoli le azioni da svolgersi in Italia, attorno alla creazione di un Polo territoriale per lorientamento e lo sviluppo di economie e collaborazioni socio – solidali

51 Costituita da: Provincia di Firenze Provincia di Firenze Istituto Russell Newton Istituto Russell Newton Comune di Scandicci Comune di Scandicci Associazione SOLIDARIUS ITALIA Associazione SOLIDARIUS ITALIA

52

53 Forum Nazionale Economia Solidale

54 Programa de Educação Superior para o Desenvolvimento Regional - PROESDE - Dopo le conferenze regionali sono state realizzate 27 conferenze statali, che hanno eletto delegati e delegate 365 dei poteri pubblici 365 delle associazioni società civile 730 delle imprese delleconomia solidale. Politiche pubbliche ed Economia Solidale II Convegno nazionale II Conferência Estadual Lages - Santa Catarina

55 Forum Statale Economia solidale

56

57

58

59

60 Recente espansione dell Economia Solidale in Brasile Brasil:

61 1 - Alternativa alla disoccupazione (46%) 2 – Completare il reddito (44%) 3 – Migliori ricavi con lazione associata (36%) 4 – Possibilità di gestione collettiva (27%) 5 – Condizioni per laccesso al credito(25%) PRINCIPALI MOTIVI della creazione I. Solidali FORME ORGANIZZATIVE DELLE IMPR. SOLIDALI AssociazioniInformaliCooperativeAltro 52%36,5%10%1,5%

62 ATTIVITA ECONOMICHE PRODOTTI PER TIPO DI ATTIVITA % IS AGRICOLA, ALLEVAMENTO, ESTRAZIONE E PESCA 41% ALIMENTI E BEVANDE 17% ARTIGIANATO 17% TESSILE E CONFEZIONI 10% SERVIZI 7% ATTIVITA INDUSTRIALI 2% RACCOLTA E RICICLAGGIO 2% FITOTERAPIA, IGIENE E PULIZIA 2% CREDITO E FINANZA SOLIDALE 1% ALTRI PRODOTTI E SERVIZI 1% TOTAL 100%

63 DESAFIOS


Scaricare ppt "Progetto LA PERIFERIA AL CENTRO. Perché la periferia al centro? Le economie socio – solidali pur essendo una realtà ormai attestata, occupano un posto."

Presentazioni simili


Annunci Google