La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Origo per ISD! © MITaly 2010 all rights reserved.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Origo per ISD! © MITaly 2010 all rights reserved."— Transcript della presentazione:

1 1 Origo per ISD! © MITaly 2010 all rights reserved

2 Toolkit Lezione 7: IL PRODOTTO Titolo: Sviluppo di un prodotto e di un servizio Durata: 4 ore (divisibili a piacere in accordo con gli studenti) Docente: … 2

3 Condizioni Il docente incaricato ha libertà di personalizzazione dei contenuti della lezione e delle loro modalità di erogazione posto che gli argomenti cardine e la struttura generale delineata in questo documento vengano rispettati. Il docente potrebbe essere rimosso dallincarico nel caso la commissione del progetto ISD! ritenga che la struttura o i contenuti previsti per la lezione siano stati volontariamente pesantemente sconvolti compromettendo lapprendimento da parte degli studenti. In ogni caso, la qualità della lezione realizzata costituisce il criterio principe con cui la commissione ISD! valuta leventuale ricandidatura del docente per gli anni successivi. Il materiale prodotto fa parte di una rielaborazione creata dagli autori per il progetto sullo studio della cultura di azienda denominato Origo. I contenuti di tale progetto sono ceduti in uso per la prima edizione del corso ISD! 3

4 Contenuti Lezione Mini Caso Slytech Sviluppo del prodotto/servizio Fasi del processo di sviluppo di un prodotto Il caso di Mopinion Il caso di Rewards Aggregator.com Compito sullo sviluppo del prodotto (vedi piattaforma ISD!)

5 IL CASO SLYTECH Startup nel mondo dello sport Ruolo: venditore di parabraccia e altre protezioni per lo sci olimpionico Mercato di riferimento: USA, Italia, Mondo Ruolo del caso: come sviluppare un prototipo di prodotto e come commercializzare il prodotto finito 5

6 Dove si colloca il processo di sviluppo del prodotto Ecco come stiamo facendo tuning della nostra idea di Business! 6 Flusso logico Scalare il business Presentare Oltre il BP Strategia finanziaria Strategie con investitori & Pitch Finanza Entrare nel mercato Vendite Marketing Esecuzione Affitto, prestiti, costi, etc. Prezzi da settare Biz Model Value proposition Vantaggio Competitivo Piano di sviluppo Prodotto Segmentazione Competizione Mercato Creazione del team Valori Definire le aspettative Persone Generazione Analisi Test sui key stakeholders Idea Pianificare di creare valore Pianificare di Catturare il valore

7 Sviluppo del prodotto: design 7 1. Ricerca e sviluppo 2. Disegno del prodotto 3. Crea il tuo prototipo 4. Testa il prodotto Prodotto e` ok Aggiustamenti del prodotto A. Stabilire cosa vuoi e cosa voglioni I tuoi clienti B1. Indentificare parametri e componenti B2. indentificare costrizioni fisiche o sociali C. Scrivere le specifiche di performance del prodotto D. Stabilire la configurazione del prodotto E. Selezionare le componenti del prodotto F. Ottimizzare i parametri del prodotto

8 Missione del Disegno industriale 8 Missione: Migliorare la esperienza degli utilizzatori (clienti) Come fare il prodotto? Farlo bello – estetica Farlo funzionale – funzione Farlo che ti faccia sentire bene – fattore umano Farlo che attragga – WOW factor, innovativo, trendy, etc. Dunque prodotti di oggi considerano molte e diverse metriche!

9 Processo lineare di disegno del prodotto 9

10 Creare un prototipo: tipi di prototipi 10

11 A cosa serve un prototipo? 11 Sia che la tua idea sia un prodotto o un servizio: 1.Devi dimostrarne la fattibilità 2.Devi conoscerne il costo 3.Devi verificare che sia meglio di altre idee simili 4.Devi convincere un finanziatore con qualcosa in mano 5.Devi capire quali sono i difetti e i pregi di quello che hai inventato 6.Devi migliorare la tua idea gradualmente partendo da una idea grezza Un prototipo spesso si può realizzare a bassi costi (vedi caso di C. Salmini..700 euro per una pompa a vuoto e un garage..) In genere e` il tuo primo investimento …

12 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 12 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Puoi partire da una idea esistente e migliorarla: Modello brevettato ma manuale.. Ne vogliamo creare uno elettrico..

13 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 13 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Con un imbuto, il pezzo di una canna da giardino e altro materiale studi il problema dello spargimento di sale..

14 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 14 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Con un trapano e una bacinella cerchi di capire come spargere il sale con ausilio di un motore..

15 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 15 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Una bottiglia vuota, delle batterie e il motore del trapano..e ti inventi un ugello che spara fuori il sale..

16 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 16 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) fdd Ecco come potrebbe passare da prototipo a oggettto da vendere..ma il sistema dellaugello hai scoperto che non funziona (corta gittata)..

17 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 17 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Allora riprovi son il trapano un imbuto e una girella che spara fuori il sale..ok funziona ma la forma non e pratica…

18 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 18 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Ecco come montare meglio I pezzi e nascondere il tuo trapano..

19 Esempi di prototipi: una macchina spargisale per rimuovere la neve 19 Esempi tratti da ESD.40 MIT class. Matt Kressy (designer di prototipi) Il prototipo finale risulta essere meno bello del previsto ma funzionale quel che basta.. Quanto hai speso? Piu di Salmini? Fasi successive? Rendering 3d? NO! farlo vedere a un investitore..o a un papabile cliente..

20 2. Sviluppo del prodotto: mondo di oggi.. 20 Mondo di oggi e complesso perché: Vi sono molte incertezze e quindi cambi continui e repentini che dalla società si riflettono nei prodotti e quindi nelle aziende. Inoltre: Consumatori sono esigenti.. Rateo di obsolescenza e` alto..ovvero tecnologie ma anche processi invecchiano velocemente Fattori di moda prevalgono su funzionalità primaria Se un prodotto e` complesso allora ha molte funzionalità, da cui segue che e` molto difficile prevedere i cambi di requisiti da parte dei consumatori.. Allora lo sviluppo di un prodotto non e` più solo una questione tecnologica ! Essere flessibili nei processi e nel prodotto son elementi vincenti !

21 Esempio I: Mopinion Mopinion deve sviluppare una piattaforma (APP) su smartphones che abbia le seguenti caratteristiche: Funzione di registrazione nuovi utenti e di login per utenti esistenti Funzioni di pagamento (ogni utente viene pagato 5$/questionario) Funzione di questionario e di menu a domande multiple Funzione di aggregazione dati per spedirli a una centrale che li rielabora La APP deve funzionare su diversi telefoni con diversi sistemi operativi (Symbian, Win mobile, Droid, etc..) Questo sviluppo richiede tempo e soldi! Tuttavia esiste un time to market, ovvero le opportunità che esistono nel mercato non posso aspettare uno sviluppo puntuale di una piattaforma. Ma non si può avere un prodotto che entri nel commercio prima che venga testato … Commercializzare la versione beta e tipico.. I-phone nel 2006 era un prodotto finito o una beta version di una tecnologia ancora da testare? …

22 Esempio I: Mopinion Sviluppo di un prodotto web based o su telefonino ha dei tempi veloci e costi ridotti rispetto a prodotti fisici o ad alto contenuto tecnologico. Lo sviluppo e` preceduto da test e settaggi Fasi sono in genere: o Alpha (funzionalità embrionali e centrali al business) o Beta (funzionalità ancora grezze ma evolute rispetto a quelle prefissate ) o Versioni (si parte da Il prodotto e` completo ma al primo stadio di sviluppo definitivo)

23 Esempio I: Mopinion Allo sviluppo fisico una startup in genere abbina anche uno sviluppo territoriale. Quindi per il caso di Mopinion si e` pensato che le fasi dello sviluppo del prodotto sono accostate a sviluppo territoriale in USA. BENEFICI di questo approccio (pensate a Facebook..prima usato in Campus..): Controllo del prodotto non ancora evoluto in zona territoriale circoscritta Clientela locale da cui e` possibile avere feedback in tempo reale Costi limitati della gestione del prototipo di prodotto o servizio offerto Network di relazioni localizzato ( fornitori, produttori, clienti tutti in zona)

24 Esempio I: Mopinion Il prodotto deve catturare la value proposition… Discutete in classe le caratteristiche dellidea di Mopinion e stilate una lista di caratteristiche che il prodotto/servizio dovrà incorporare.. Interfaccia facile da usare Ridotto, da 2-4 settimane delle società tradizionali a pochi secondi (simile alle società operanti su Internet) Ridotto, da 1 settimana delle società tradizionali (o 2-3 giorni) a pochi minuti Rimosso: i risultati in tempo reale (a differenza dei 2-3 giorni per le società operanti su Internet e dei mesi per le società tradizionali). Scientificamente accurato (al contrario delle inaffidabili società operanti su Internet) Comparabile alle società operanti su Internet, significativament e inferiore alle società tradizionali Preparazione delle domande Fonte - Gruppo campione Effettuazione dellindagine Compilazione del rapporto Pagamento

25 Esempio II: Rewards Aggregator.com (RA.com) Considera una startup che offra il seguente servizio: Aggregazione di punti fedeltà da diversi programmi punti e possibilità di riscuotere premi o soldi direttamente stornabili sul tuo conto bancario online. Facendo log-in dal tuo smartphone o da internet puoi vedere lo stato dei tuoi punti. Per esempio se viaggi con Alitalia vinci delle miglia, e se fai la spesa da Esselunga ottieni dei punti fragola. Con RA.com potresti convertire le miglia alitalia in punti fragola e avere piu velocemente diritto a uno dei premi di Esselunga. Al contrario puoi convertire punti fragola in miglia e fare prima un viaggio aereo gratis. Se nessuna delle due opzioni ti piace.. Converti i tuoi punti in soldi che metti direttamente sul tuo conto online. Guarda il video di Rewards Aggregator.com (in inglese):

26 Esempio II: Rewards Aggregator.com (RA.com) Immaginando che questo business possa funzionare ora rispondi alle seguenti domande: Quale e` il prodotto che RA.con deve sviluppare? Dividi la idea in una prodotto e servizio e cerca di definire per entrambe quale potrebbe essere un prototipo da mostrare a un investitore. Credi che sia piu difficile sviluppare un prototipo di software che gestisca i punti di diversi programmi di fidelizzazione, o creare il servizio in se stesso? Quali le differenze tra servizio e piattaforma? E` piu facile creare un business come RA.com o uno come Mopinion?

27 Sviluppo del prodotto e problemi dentro una startup 1.Hai trascorso due anni per sviluppare il tuo prodotto. Funziona. Ora vorresti dedicare soldi al marketing, vendita, servizio clienti e ridurre i costi dello sviluppo del prodotto. 2.Non hai concorrenza.. ancora. Ma sai che sarà presto il caso. Miglioreresti il tuo prodotto oggi ? Vieni fuori con una nuova release il prossimo trimestre? Il prossimo anno? 3.Quando intendi passare a un prodotto completamente migliorato "? 4.Si può creare più prodotti per lo stesso mercato.. o prendere la tua tecnologia e entrare in nuovi mercati. Ma non si può fare entrambe le cose (troppo rischioso e costoso). In breve, devi decidere se sfruttare la tecnologia o il canale di vendita / marca.. 5.È possibile effettuare una versione di prezzo inferiore del prodotto... o una versione più cara. Cosa scegli di fare ?... 27

28 Chiedi... a chi? A.INTERNO DELLA TUA STARTUP.. Alle vendite? Vogliono più caratteristiche. Ad ingegneria? Vogliono più eleganza tecnica. Alla produzione? Ti rispondono che lunghi cicli di produzione con un prodotto che non cambia Alla divisione finanziaria? Ti chiedono quando arriviamo al punto di break-even B. ESTERNO ALLA TUA STARTUP.. Chiedi al tuo cliente? Quali? Quelli che hai? Quelli che vorresti? I più esigenti? Se volessero lo stesso prodotto ma meno costoso? Oppure alcune caratteristiche un po' strane ? Come bilanciare richieste interne con quelle esterne? Devi sapere trovare giusta linea di demarcazione tra essere precoce nel costruire nuovi prodotti e quindi anticipare i tuoi competitori e mantenere il giusto costo e le giuste motivazioni allinterno del tuo team di sviluppo

29 Alcune risposte pratiche sono: 1. A un certo punto devi FREEZARE lo sviluppo del design.. o non lo venderai mai! 2. Probabilmente sarai costretto a dividere il tuo team di sviluppo del prodotto in parti: chi migliora prodotti esistenti e chi ne crea di nuovi. Se tutti I tuoi sforzi vanno nel miglioramento del prodotto allora arriverai troppo tardi sul mercato per labaciarne di nuovi. Se invece non migliori il tuo prodotto lasci spazio ai tuoi competitori per superarti. 3. Considera che il numero di persone capaci e dedicate allo sviluppo e` limitato Metti in linea di sviluppo le 4 caratteristiche principali che hai promesso ai tuoi clienti e testale entro il prossimo semestre. Ridisegna il prodotto in manisera piu semplice cosi che possa essere prodotto al 40% del suo costo al di fuori degli USA (o dallItalia). Semplifica il prodotto per I mercati asiatici e indiano. Piglia la tecnologia e riconsiderala.. 29

30 Molto spesso la decisione che realisticamente si puo prendere e: decidere che cosa NON fare ! Esempio: Ci concentreremo su due industrie: radiologia negli ospedali e servizi medici che richiedano riposte rapide. Non ci sposteremo nel campo della sicurezza, non andremo in India anche se ce mercato, non saremo degli integratori..o almeno non ancora! 30

31 Domanda I: cosa serve a creare un prodotto? Risposta: basta partire da un semplice disegno..31

32 Domanda II: ma alluniversita potro mai fare qualcosa di creativo? Si, magari non da solo, ma..32 Da quano il MIT e` stato fondato nel 1861: Gli studenti e i professori hanno: Iniziato 4000 startup che hanno dato lavoro a > persone con delle vendite complessive stimate > $230 Billion/yr Se le startup create al MIT fossero state messe dentro una nazione questa sarebbe = 24 th paese del mondo (come PIL generato) Studio della Banca di Boston eseguito nel 1997 Si, ma in Italia? Beh come individui e creativita vale pure la stessa regola…vale la pena di citare ironico conto fatto da sole 24 ore qualche giorno fa: Lorenzo Thione (fondatore del motore di ricerca Bing) e Massimo Marchiori (professore che suggeri lalgoritmo di funzionamento di Google ai suoi futuri fondatori) hanno con le loro idee hanno generato una capitalizzazione in borsa pari a 405 miliardi di dollari e cioe` pari a tutto il volume di affari in export dellItalia in un anno!

33 Riferimenti 1.Corsi di imprenditoria a MIT e Harvard 2.Technology Ventures Byers, Dorf, Nelson 3.Interviste ad imprenditori 4.Libri di testo vari 5.Esperienza professionale di Carlo Salmini 6.Business plan della idea di business denominata MOPINION 7.Mini caso Slytech elaborato da Edoardo Cavalieri dOro e prodotto Carlo Salmini 33

34 Autore: Edoardo - Responsabile della didattica del progetto ISD! Affiliazione: Associazione MITaly Progetto culturale Origo per lo scambio di idee e consulenza in ambito imprenditoriale. Materiale ceduto per la prima versione del corso ISD! Mail: Materiale Rivisto in Data: 14 ottobre 2010 Codice Modulo: Corso ISD/Modulo 7/Sviluppare/Il Prodotto 34


Scaricare ppt "1 Origo per ISD! © MITaly 2010 all rights reserved."

Presentazioni simili


Annunci Google