La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISIS Bertola Rimini1 Piano di diffusione della LIM nelle scuole Auditorium Scuola Secondaria di 1° Grado A. Bertola Dirigente Scolastico: Prof.ssa Giuseppina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISIS Bertola Rimini1 Piano di diffusione della LIM nelle scuole Auditorium Scuola Secondaria di 1° Grado A. Bertola Dirigente Scolastico: Prof.ssa Giuseppina."— Transcript della presentazione:

1 ISIS Bertola Rimini1 Piano di diffusione della LIM nelle scuole Auditorium Scuola Secondaria di 1° Grado A. Bertola Dirigente Scolastico: Prof.ssa Giuseppina Martinini Dirigente Scolastico: Prof.ssa Giuseppina Martinini Conferenza di Servizio - Rimini 14 maggio 2009

2 ISIS Bertola Rimini2 In collaborazione con Ministero Istruzione Università e Ricerca Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dellAutonomia Scolastica (ex INDIRE – ex IRRE.ER) Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna Ufficio Scolastico Provinciale – Rimini

3 3 Punto Ordinante Provincia di Rimini (Decreto USR n. 80/09) Piano di diffusione della LIM nelle scuole Scuola Secondaria di 1° Grado A. Bertola - Rimini Scuole in rete - Alighieri – Fermi – Rimini - IC Miramare – Rimini - IC Valle del Conca – Morciano - IC Coriano - IC Bellaria - Manfroni/Cervi/Pascoli – Riccione - IC Cattolica - IC S.Giovanni in Marignano - IC Misano Adriatico - IC Marvelli – Rimini - SMS Teresa Franchini – Santarcangelo di R. - IC Mondaino - IC Verucchio

4 ISIS Bertola Rimini4 Che cosè il Punto Ordinante Punto Ordinante (P.O.) Lavagne Interattive Multimediali (LIM), LU.S.R. Emilia Romagna, al fine di procedere nella acquisizione delle LIM tramite accesso al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione avvalendosi altresì della CONSIP, ha individuato, per ogni provincia della Regione, unIstituzione Scolastica Punto Ordinante (P.O.) al quale sono state affidate le procedure di acquisto delle Lavagne Interattive Multimediali (LIM), Decreto P.O.

5 ISIS Bertola Rimini5 LAccordo di rete accordo di rete I P.O., al fine di avviare la procedura di acquisizione delle LIM, dovranno preventivamente formalizzare uno specifico accordo di rete con le scuole del territorio di pertinenza (utilizzando il modello appositamente approntato dallUSR) e assumendone il ruolo di capo-fila. Nellaccordo verranno condivise le scelte della LIM nel rispetto degli standard ottimali per luso didattico delle nuove tecnologie in classe. Accordo di rete LIM

6 ISIS Bertola Rimini6 Competenze del Punto Ordinante a) Riceve dallU.S.R. Emilia Romagna, ed acquisisce nel proprio bilancio il finanziamento per lacquisto dei beni e dei servizi previsti dallaccordo di rete. b) prende atto dei documenti di indirizzo del MIUR contenenti le indicazioni relative alle caratteristiche tecniche minime previste. c)Provvede al coordinamento delle attività. d)Indice le conferenze di servizio dei Dirigenti componenti la rete.

7 ISIS Bertola Rimini7 Competenze del Punto Ordinante e)Predispone le r rr richieste di offerta (R.d.O) e svolge la fase istruttoria di analisi delle offerte avvalendosi di esperti interni o appartenenti agli istituti della rete da individuare in conferenza di servizio. f)Procede allaggiudicazione della gara e firma lordine corrispondente di aggiudicazione previa acquisizione della delega di firma da parte dei dirigenti della rete. g)Provvede alla stipulazione del contratto previa acquisizione della delega di firma da parte dei dirigenti della rete.

8 ISIS Bertola Rimini8 h) Verifica il rispetto dei tempi e dei modi per la consegna delle dotazioni agli istituti della rete (non oltre il 31 agosto 2009) e per le altre obbligazioni contrattuali da parte della ditta fornitrice. i) Liquida limporto della fornitura alla ditta fornitrice. Competenze del Punto Ordinante

9 ISIS Bertola Rimini9 Pertinenze degli Istituti associati 1)Partecipano, tramite il dirigente, alla conferenza di servizio, collaborando con proprio personale alla fase istruttoria del progetto. 2)Individuano un incaricato che si occupi di seguire le attività di consegna, installazione, collaudo e addestramento alluso delle dotazioni. 3)Rilasciano la delega di firma al Dirigente del P.O.

10 ISIS Bertola Rimini10 Pertinenze degli Istituti associati 4)Redigono un verbale di presa carico delle dotazioni con un numero di inventario per ciascuno dei componenti delle dotazioni acquisite. 5)Redigono un verbale di collaudo firmato dal DS, dal DSGA e dal referente dIstituto da inviare alla scuola capofila. 6)Comunicano alla scuola capofila qualsiasi difformità o controversia circa le problematiche che si dovessero riscontrare durante la fase di acquisizione delle dotazioni tecnologiche.

11 ISIS Bertola Rimini11 Il percorso intrapreso Il percorso intrapreso LUfficio Scolastico Regionale e lAgenzia Scuola, negli ultimi due mesi, hanno svolto una approfondita azione di supporto nei confronti delle II.S.S. individuate quali Punti Ordinanti allinterno del Piano Operativo per la diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali : 23 marzo 2009 – U UU USR – Emilia Romagna Bologna: Presentazione delle procedure operative finalizzate all acquisizione delle LIM sul MEPA (CONSIP) 30 marzo 2009 – A AA ANSAS – Firenze: Presentazione delle varie tipologie di LIM (sono stati presentatati 7 tipi di LIM con diverse funzionalità e di diverse marche – ad ogni lavagna è stata dedicata all incirca un ora di presentazione)

12 ISIS Bertola Rimini12 15 aprile 2009 – U UU USR – Emilia Romagna Bologna: Organizzazione del DOCEBO – TECH presso listituto Aldini Valeriani di Bologna e relativo convegno promosso dalla Scuola di formazione permanente per i Dirigenti Scolastici. Obiettivo dell'incontro è stato quello di diffondere la cultura delle tecnologie per la didattica allinterno delle scuole dell'Emilia-Romagna, in vista delle prossime azioni di diffusione delle tecnologie nelle scuole di ogni ordine e grado (acquisizione delle LIM, classi tecnologicamente avanzate, adozione degli e-book, ecc.) 15 aprile 2009 – U UU USR – Emilia Romagna Bologna Riunione Punti Ordinanti per chiarificazioni e tempi di attuazione del progetto

13 ISIS Bertola Rimini13 … e il calendario futuro 18 – 21 maggio – A AA ANSAS – Firenze: Dopo la chiusura della selezione pubblica per lindividuazione dei Tutor Regionali sono stati attivati i Corsi di formazione per i Tutor LIM provinciali selezionati. Giugno 2009 – P PP Punto Ordinante - Richiesta di Offerta e analisi comparativa dei prodotti con la collaborazione dei docenti referenti delle scuole Giugno 2009 – R RR Rete Scuole - Conferenza di servizio per approvazione preventivi e avvio delle acquisizioni Agosto 2009 – D DD Ditta Fornitrice Installazione lavagne Primi giorni di Settembre D DD Ditta Fornitrice a aa appalto Formazione tecnico- pratica (3 ore) Settembre e Ottobre – P PP Punto ordinante Corsi di Formazione per i docenti utilizzatori iscritti al progetto

14 ISIS Bertola Rimini14 Per informazioni e comunicazioni con il P.O. Dirigente Scolastico A. Bertola: tel Fax: Dirigente Scolastico A. Bertola: Posta Elettronica Certificata: Punto Ordinante: Referente LIM e tutor per la formazione per la Provincia di Rimini: Sito Web:

15 ISIS Bertola Rimini15 Piano di diffusione della LIM nelle scuole Tipologia delle strumentazioni

16 ISIS Bertola Rimini16 Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) è una superficie che consente di visualizzare ed interagire con applicazioni software e contenuti in formato digitale quali testi, immagini, animazioni, video, ecc. La LIM che cosè

17 ISIS Bertola Rimini17 Come funziona la LIM La LIM necessita, per il suo funzionamento, di essere collegata ad un computer (per mezzo di un cavo Usb) e ad un videoproiettore (per mezzo di un cavo VGA).

18 ISIS Bertola Rimini18 La superficie è interattiva La superficie interattiva, sulla quale è proiettata limmagine generata dal computer, permette la gestione delle applicazioni e dei contenuti digitali attraverso luso di appositi dispositivi (puntatori, penne, ecc.) e/o direttamente con le mani.

19 ISIS Bertola Rimini19 Contenuti e applicazioni sulla LIM Contenuti e applicazioni visualizzati sulla superficie interattiva sono gestibili esattamente come sul computer ad essa collegato.

20 ISIS Bertola Rimini20 La LIM permette ad insegnanti e ragazzi di partecipare in modo interattivo alle attività proiettate su di essa da un videoproiettore connesso al computer A cosa serve

21 ISIS Bertola Rimini21 Da quali elementi è composta Il Kit Base è composto da 3 elementi: una lavagna interattiva un computer (notebook, desktop, netbook o netpc o mini pc ) un videoproiettore

22 ISIS Bertola Rimini22 I tre elementi interagiscono in stretta relazione

23 ISIS Bertola Rimini23 Tre diverse tecnologie Le tecnologie di rilevamento sulla superficie della LIM possono essere diverse e, a seconda di quella utilizzata, la superficie può essere toccata con un dito od un qualsiasi altro oggetto non appuntito oppure va toccata con un apposito stilo che incorpora un pennarello a secco. Esistono tecnologie fondamentali, derivanti dal mondo dei touchscreen, che sono utilizzate nel mondo delle IWB Interactive White Board, (Lavagne Interattive) Le 3 tecnologie utilizzate per le lavagne interattive sono: Elettromagnetica: (Attiva e Passiva) Resistiva A A Triangolazione: Onda superficiale acustica, Laser, Infrarosso

24 ISIS Bertola Rimini24 Tecnologia Elettromagnetica (sempre con lutilizzo di una penna) quando la penna fa contatto con la griglia digitalizzata della lavagna interattiva. Il segnale viene inviato al computer che lo decodifica in termini di coordinate X e Y in modo da determinare esattamente la posizione della penna sulla superficie della lavagna. Una penna speciale digitale contiene un "transponder" (un chip localizzatore simile ad un GPS – navigatore satellitare) che emette un segnale elettrico quando la penna fa contatto con la griglia digitalizzata della lavagna interattiva. Il segnale viene inviato al computer che lo decodifica in termini di coordinate X e Y in modo da determinare esattamente la posizione della penna sulla superficie della lavagna. L'interazione con la lavagna funziona esclusivamente con la penna in dotazione associata alla lavagna. Elettromagnetica Attiva risulta + veloce (penna a batteria) Elettromagnetica Passiva risulta + lenta (penna a bobina)

25 ISIS Bertola Rimini25 Tecnologia Resistiva ( con lutilizzo di una penna o con le dita) Questo determina un impulso elettrico che viene inviato al computer che lo decodifica in termini di coordinate X e Y in modo da determinare esattamente la posizione del tocco sulla superficie della lavagna La lavagna interattiva è rivestita da diversi strati di membrana "flessibile" e "conduttiva". Quando la membrana superiore è premuta, essa flette causando una aderenza con la membrana inferiore ed i due strati conduttivi vengono in contatto con il substrato base. Questo determina un impulso elettrico che viene inviato al computer che lo decodifica in termini di coordinate X e Y in modo da determinare esattamente la posizione del tocco sulla superficie della lavagna. L'interazione con la lavagna funziona sia con la penna in dotazione sia col tocco delle dita sia con altro dispositivo di puntamento

26 ISIS Bertola Rimini26 Tecnologia a Triangolazione Tecnologia a Triangolazione (Laser, Infrarosso, Acustica, ecc…) A differenza delle precedenti tecnologie, la lavagna interattiva ha una superficie inerte sulla quale "viaggiano" una serie di onde acustiche superficiali, raggi infrarossi o laser a bassa potenza. La propagazione avviene tramite un emettitore posto su un lato della lavagna interattiva ed un ricevitore dall'altro lato in modo da creare una matrice "attiva" che copre l'intera che emette un segnale, interferisce con la matrice "attiva" la sua posizione viene triangolata ed inviata al computer in termini di coordinate X e Y in modo da determinare la posizione precisa della penna. superficie. Quando una penna speciale digitale, che contiene un "transponder" (un chip localizzatore simile ad un GPS) e che emette un segnale, interferisce con la matrice "attiva" la sua posizione viene triangolata ed inviata al computer in termini di coordinate X e Y in modo da determinare la posizione precisa della penna. L'interazione con la lavagna funziona con la penna in dotazione (ultrasuoni) o con il tocco delle dita (infrarossi).

27 ISIS Bertola Rimini27 Comparazioni ElettromagneticaResistivaA triangolazione Velocità di risposta in modalità touchscreen OTTIMO (attiva) BUONO (passiva) BUONOOTTIMO Risoluzione, linearità, sensibilità BUONOOTTIMOBUONO Robustezza (atti vandalici, impatti violenti, graffi, solventi) BUONO OTTIMO Penna speciale necessaria SINO (infrarossi) NO (ultrasuoni) SI Visibilità e luminositàOTTIMO Funzionamento senza proiettore LIMITATO POSSIBILE Limitazioni o interruzioniPENNANESSUNA

28 ISIS Bertola Rimini28 Esempi Elettromagnetica INTERWRITE PROMETHEAN Resistiva SMART BOARD – SAHARA TOUCH BOARD – POLYVISION A Triangolazione (infrarossi) HITACHI SMART BOARD touch A Triangolazione (ultrasuoni e infrarossi): SAHARA CLEVER BOARD MIMIO

29 ISIS Bertola Rimini29 La non lavagna Mimio è lunica ditta che propone un dispositivo elettronico mobile e non una lavagna. Il supporto può essere qualunque sostegno bianco di legno, carta, plastica ecc…

30 ISIS Bertola Rimini30 Soluzione integrata per la didattica in classe Lavagne Interattive Multimediali – Videoproiettore – Computer Capitolato tecnico per accordo di rete

31 ISIS Bertola Rimini31 La dotazione da individuare deve avere le caratteristiche seguenti: 1)L IM e VIDEOPROIETTORE ad Ottica Ultra-corta 2) Personal Computer. Si propone di adottare una soluzione integrata, ossia u uu una soluzione in cui il videoproiettore è fissato alla struttura della lavagna stessa o posizionato tramite una staffa a parete sopra la LIM ad una distanza non superiore ai 1,5 metri. Le caratteristiche minime consigliate

32 ISIS Bertola Rimini32 - riduce il problema del cono dombra generato dallinterposizione dellutente tra sorgente luminosa e superficie di proiezione; Perché la soluzione integrata? 1° motivo Perché la soluzione integrata? 1° motivo

33 ISIS Bertola Rimini33 - minimizza il problema della calibrazione eliminando la possibilità di urti e movimenti del proiettore; Perché la soluzione integrata? 2° motivo Perché la soluzione integrata? 2° motivo La calibrazione è l'operazione in cui la lavagna viene regolata in modo da migliorare l accuratezza della proiezione. Senza la calibrazione la lavagna non risponde con precisione ai vari comandi inviati. Deve essere eseguita una tantum. durante la prima installazione e tutte le volte in cui si sposta il computer, la lavagna o il proiettore.

34 ISIS Bertola Rimini34 - minimizza l'ingombro e le problematiche relative alla sicurezza grazie alla riduzione del numero e della lunghezza dei cavi. - possibilità di utilizzare la tecnologia Bluetooth Perché la soluzione integrata? 3° motivo Perché la soluzione integrata? 3° motivo

35 ISIS Bertola Rimini35 Requisiti di conformità Le apparecchiature oggetto della fornitura devono essere in possesso delle certificazioni riconosciute dallUnione Europea ed essere conformi alle norme relative alla compatibilità elettromagnetica. La conformità deve essere estesa alle disposizioni internazionali e alle norme vigenti ai fini della sicurezza degli utilizzatori, in particolare: Ergonomia (Direttiva CEE 90/270) Tossicità (2002/95/CE RoHS – D.Lgs 151/05 Bassa tensione (2006/95/CE-LVD)

36 ISIS Bertola Rimini36 Dimensioni dellarea attiva Date le finalità e il contesto di utilizzo della LIM, si definisce come requisito minimo una dimensione dellarea attiva non inferiore ai 77 pollici, in modo da garantire un adeguato livello di visibilità allinterno dellaula, e non superiore agli 80 pollici.

37 ISIS Bertola Rimini37 Connettività – Sistemi audio - Accessori Connettività Connessione al computer tramite porta U UU USB e/o wireless (Wi-Fi rete lan e/o tecnologia B BB Bluetooth). Sistema audio La fornitura deve essere corredata di 2 casse acustiche di almeno 20 WATT per canale stereo. Accessori Assieme alla dotazione deve essere fornito: - un set completo degli eventuali dispositivi di interazione; (penne, pennarelli, ecc,,,) - supporto per il montaggio a parete della LIM; - staffa di supporto per il videoproiettore; - cavi per il collegamento audio tra il pc e i diffusori acustici.

38 ISIS Bertola Rimini38 Accessori

39 ISIS Bertola Rimini39 Software a corredo della fornitura Congiuntamente alla LIM deve essere fornito, a titolo g gg gratuito, il software che permette la gestione delle funzionalità di base della LIM. Tale software deve essere installabile s ss senza restrizioni duso almeno su tutti i computer degli alunni e dei docenti e dovrà consentire il maggior livello di interoperabilità con i più diffusi formati digitali. Il software di installazione e il software applicativo a corredo delle apparecchiature devono essere in i ii italiano, dotati di m mm manuale duso in italiano e compatibili con sistemi operativi W WW Windows (XP e Vista), M MM Mac OS, Linux.

40 ISIS Bertola Rimini40 Software LIM In dotazione alla LIM viene rilasciato il software che tipicamente si specializza in due applicativi

41 ISIS Bertola Rimini41 Software Gestione Preferenze

42 ISIS Bertola Rimini42 Software Gestione Preferenze

43 ISIS Bertola Rimini43 Software Autore

44 ISIS Bertola Rimini44 Software Autore Aree di lavoro

45 ISIS Bertola Rimini45 Software Autore - Barre Strumenti Mobili Fisse

46 ISIS Bertola Rimini46 Software Autore – Funzioni Comuni Scrivere Disegnare Manipolazione Immagini Collegamenti Uso di contenuti multimediali

47 ISIS Bertola Rimini47 Software Autore – Scrittura a mano libera

48 ISIS Bertola Rimini48 Altre funzioni a mano libera

49 ISIS Bertola Rimini49 Sempre a mano libera

50 ISIS Bertola Rimini50 Scrivere con la tastiera normale o virtuale

51 ISIS Bertola Rimini51 Creare forme o oggetti

52 ISIS Bertola Rimini52 Creazione di sequenza di schermate

53 ISIS Bertola Rimini53 Contenuti multimediali

54 ISIS Bertola Rimini54 Librerie e clipart

55 ISIS Bertola Rimini55 Salvataggio Contenuti

56 ISIS Bertola Rimini56 Salvare o fotografare lo schermo

57 ISIS Bertola Rimini57 Salvataggio registrazione

58 ISIS Bertola Rimini58 Visualizzare i software contenuti del computer

59 ISIS Bertola Rimini59 Il Video Proiettore

60 ISIS Bertola Rimini60 Requisiti minimi del videoproiettore Dimensioni dell'immagine proiettata e distanza di proiezione La dimensione dell'immagine proiettata deve essere tale da permettere la distribuzione dellimmagine sullintera diagonale dellarea attiva della LIM, in funzione della distanza e del posizionamento di LIM e videoproiettore.

61 ISIS Bertola Rimini61 Livelli di contrasto Il proiettore deve essere caratterizzato da un rapporto di contrasto almeno pari a 500:1 con tecnologia LCD e 1000:1 con tecnologia DLP (metodo di misura a norme ANSI). Luminosità Il proiettore deve essere caratterizzato da una luminosità pari ad almeno 1500 ANSI lumen (consigliabile + di 2000) e comunque tale che limmagine proiettata sia visibile in condizioni di elevata luminosità dellambiente. Requisiti minimi del videoproiettore Contrasto – Luminosità

62 ISIS Bertola Rimini62 Cosa sono gli Ansi Lumen ANSI: ( American National Standard Institute) Organizzazione privata senza fini di lucro che produce standard industriali per gli USA. E membro dellISO (Organizzazione Internazionale per la Normazione) e delle IEC (Commissione Elettromagnetica Internazionale) LUMEN: Unità di misura della quantità di luminosità emessa da una sorgente luminosa. Il Lumen definisce il flusso luminoso di energia percepita come luce. Una candela misura 13 Lumen, una comune lampadina ad incandescenza di 100 Watt produce circa 1200 Lumen

63 ISIS Bertola Rimini63 Requisiti minimi del videoproiettore Risoluzione – Profondità e Compatibilità Risoluzione Il proiettore deve essere caratterizzato da una risoluzione almeno pari a 1024 punti x 768 linee dati, in modalità XGA nativa. Profondità bit Il proiettore deve essere caratterizzato da una profondità di bit almeno pari a 24 bit e quindi ad un numero di colori visualizzabili almeno pari a 16,777 milioni. Compatibilità video Il proiettore deve essere compatibile con i seguenti standard video: -NTSC - PAL - SECAM Compatibilità sistemi operativi e hardware Il proiettore deve essere compatibile almeno con computer basati su sistemi Microsoft, Linux e Mac OS e con le più diffuse schede video

64 ISIS Bertola Rimini64 Requisiti minimi del videoproiettore Sorgente Luminosa e Staffa Sorgente luminosa La sorgente luminosa del proiettore deve essere costituita da una lampada sostituibile con potenza almeno pari a 150 Watt e deve essere caratterizzata da una durata almeno pari a ore in modalità di utilizzo economy.Accessori La dotazione del proiettore deve essere corredata di: - cavi di collegamento per trasmissione segnale video, di lunghezza adeguata per consentire la posizione del computer ad una distanza di almeno 2 metri dalla LIM; telecomando; manuale duso (in italiano e/o inglese). Staffa di Supporto La Staffa di supporto del videoproiettore può essere posizionata nella parte superiore della LIM ad una distanza sufficiente per la corretta visualizzazione dellimmagine proiettata su tutta superficie attiva della lavagna.

65 ISIS Bertola Rimini65 Requisiti minimi del Computer

66 ISIS Bertola Rimini66 Caratteristiche del computer Sistema operativo Il computer deve essere corredato di sistema/i operativo/i, preinstallato/i e di copia originale di tutto il software installato e, ove disponibile, una copia completa originale della documentazione cartacea tecnica e duso. Possono essere preinstallati uno o più tra i seguenti sistemi operativi: -Apple MAC OS - Linux - Microsoft Windows XP Professional (Service Pack 2) o Windows Vista. Dei sistemi operativi preinstallati dovranno essere forniti i CD/DVD.

67 ISIS Bertola Rimini67 Caratteristiche del computer Processore Il computer deve essere dotato di cpu appartenente alla generazione dual core, che abbia un indice di performance basato sullOverall rating del benchmark Sysmark 2007 Preview non inferiore a 90. Il computer equipaggiato con CPU Intel Core 2 Processor E2180 o AMD Athlon 64 X (o cpu equivalenti o superiori) soddisfano tale requisito. Hard Disk drive -C-Capacità di almeno 160 gigabyte - Velocità di rotazione 7200 rpm - Interfaccia S-ATA II. Memoria RAM - Nel caso di S.O. Microsoft Windows Vista, lapparecchiatura deve essere dotata di almeno 3 GB di RAM - Nel caso di S.O. Microsoft Windows XP Professional, o altri sistemi operativi almeno 2 Gb di RAM

68 ISIS Bertola Rimini68 Unità di masterizzazione DVD Dual Layer Capacità di masterizzazione: 8,5 GB Dual Layer e 4,7 GB standard Porte di Comunicazione - 4 porte USB porta seriale UART da 9 pin o, in alternativa, cavo adattatore da USB a seriale compatibile con tutte le periferiche a protocollo seriale e connettore di tipo DB9 Scheda Grafica Scheda grafica almeno da 256 MB di memoria dedicata con almeno: - una uscita VGA (o DVI); - una uscita S-Video. Mouse e Tastiera Italiana, entrambi wireless. Dichiarazioni/certificazioni di Conformità per ciascun componente Caratteristiche del computer

69 ISIS Bertola Rimini69 Servizi per la fornitura I seguenti servizi sono compresi nella fornitura della dotazione tecnologica e totalmente a carico della ditta fornitrice. Consegna e Installazione Consegna e Installazione, imballaggio, trasporto, facchinaggio, consegna al piano, collaudo, posa in opera, cablaggio, asporto imballaggi.Garanzia Garanzia 36 mesi on-site, inclusiva di assistenza e manutenzione con decorrenza dalla data di collaudo positivo della fornitura e con intervento in loco entro il termine di 3 gg lavorativi (esclusi sabato, domenica e festivi) successive alla segnalazione di anomalia.

70 ISIS Bertola Rimini70 Devono essere previste almeno 3 ore di training tali da coprire i seguenti aspetti: Componenti del setting e collegamenti Avvio e arresto delle apparecchiature Calibrazione del sistema Scrittura sulla lavagna (a mano o con gli strumenti) Riconoscimento OCR del testo Uso della tastiera virtuale Visualizzazione a lente, a tendina e a occhio di bue Salvataggio, importazione, esportazione, registrazione Gestione risorse multimediali ecc, ecc………………………………………………………… A questo training potranno partecipare i docenti iscritti ai corsi di formazione di ogni Istituzione Scolastica Addestramento tecnico al personale della scuola Addestramento tecnico al personale della scuola

71 ISIS Bertola Rimini71 Dimensioni LIM 77 Superficie bianca antiriflesso, rigida e indistruttibile Continuità al funzionamento anche in caso di danneggiamenti alla superficie Utilizzabile sia in touchscreen sia a penna digitale a batteria Integrabile con videoproiettore ad ottica corta o ultra corta Luminosità pari o superiore a 2000 ansi lumen Dotata di software licenziato utilizzabile da tutti i docenti e gli studenti Da gestirsi con un notebook di fascia medio/alta Ricapitoliamo i criteri fondamentali per R.d.O Ricapitoliamo i criteri fondamentali per R.d.O Opzioni aggiuntive (a costo zero) utilizzo contemporaneo da parte di due utenti (studente e docente) utilizzo contemporaneo di entrambe le mani collegamento per videoconferenza

72 ISIS Bertola Rimini72 ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SECONDARIA A. BERTOLA – RIMINI DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.ssa Giuseppina Martinini REFERENTE LIM E TUTOR FORMAZIONE Prof. Mario Menghi F I N E


Scaricare ppt "ISIS Bertola Rimini1 Piano di diffusione della LIM nelle scuole Auditorium Scuola Secondaria di 1° Grado A. Bertola Dirigente Scolastico: Prof.ssa Giuseppina."

Presentazioni simili


Annunci Google