La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AdEx Book Luglio 2012 Mezzi Rilevati, regole di classificazione, coperture dei mezzi nella banca Dati AdEx.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AdEx Book Luglio 2012 Mezzi Rilevati, regole di classificazione, coperture dei mezzi nella banca Dati AdEx."— Transcript della presentazione:

1 AdEx Book Luglio 2012 Mezzi Rilevati, regole di classificazione, coperture dei mezzi nella banca Dati AdEx

2 Le novità 2012 in sintesi: Da Gennaio 2012 all’interno della Banca dati AdEx sono state apportate alcune modifiche; di seguito riportiamo in sintesi le principali. Per maggiori dettagli si rimanda ai capitoli successivi dell’AdEx book: Televisione – Nuove Emittenti rilevate : A partire dal primo Gennaio 2012, 39 emittenti digitali/satellitari non saranno più caricate in Banca dati partendo dai Log forniti dalle Concessionarie ma verranno fisicamente rilevate seguendo le consuete regole Adex. Rilevazione: Outdoor e Transit - Investimenti per singolo giorno della campagna: In precedenza, i dati di una campagna (valore e numero di impianti) venivano attribuiti solamente al giorno di inizio della campagna stessa. Da Gennaio 2012, invece, i dati di investimento e di numero di impianti della campagna saranno assegnati ad ogni singolo giorno della campagna in modo da agevolare le analisi e gestire più correttamente la competenza delle campagne sul mese.

3 INDICE I mezzi rilevati: Quotidiani (pay) Quotidiani free/pay press Periodici TV free to air TV satellitari TV digitali Radio Outdoor Cards, Out of Home TV, Transit Cinema, Direct Mail Internet Metodologie di rilevazione Quotidiani (pay e free/pay press) Periodici TV (free to air nazionali, satellitari e digitali) Radio Outdoor, Cards, Out of Home TV, Transit Cinema, Direct Mail Internet Metodologie di classificazione Classificazione della testata Stampa (quotidiani pay, free/pay press e magazines) TV free to air TV satellitari Radio, Outdoor, Cards, Out of Home TV, Transit, Cinema, Direct Mail Internet Classificazione della marca Sistematica AdEx Anagrafica AdEx Particolarità nella definizione di marca Caratteristiche dell’annuncio Commerciale Nazionale Autopubblicità

4 INDICE Campagne Sociali Commerciale Locale Rubricata Di Servizio TV Tipologie di comunicazione Internet – Tipologie di comunicazione Direct Mail Gli investimenti pubblicitari: Gli investimenti lordi Stampa Quotidiani (pay e free/pay press) TV (free to air nazionali) TV (satellitari e digitali) Radio, Outdoor, Cards, Out of Home TV, Transit Cinema, Direct Mail, Internet Gli investimenti netti I fattori di abbattimento La copertura Quotidiani pay e free/pay press Periodici TV (free to air, satellitari e digitali) Radio Outdoor e Transit Cinema Internet Cards, Direct Mail Out of home TV Riepilogo mercato I Grp’s Ulteriori informazioni sui servizi e i prodotti Nielsen sono disponibili al seguente indirizzo web: oppure contattandoci al numero di telefono:

5 I MEZZI RILEVATI

6 I MEZZI RILEVATI Nielsen rileva gli Investimenti Pubblicitari sui seguenti media: Quotidiani (pay press) Quotidiani (free/pay press) Periodici TV TV Satellitari TV Digitali Radio Affissioni Transit Cinema Internet Cards Direct Mail Out of home TV Gli investimenti in comunicazione al di fuori di questo elenco non vengono rilevati.

7 QUOTIDIANI A Pagamento
I MEZZI RILEVATI - QUOTIDIANI QUOTIDIANI A Pagamento Per i Quotidiani a pagamento, sono attualmente rilevate 61 testate, cui vanno aggiunte le coste locali separate dall’edizione nazionale (16), le edizioni settimanali (12), e le edizioni cittadine (17), per un totale di 106 rilevazioni. Per tutti i Quotidiani a pagamento che escono con più edizioni sul territorio (es. Repubblica con le edizioni di Milano, Roma, Bologna, Torino, Palermo etc.), si adotta una duplice metodologia: a) per Repubblica e Corriere della Sera sono rilevate l’edizione nazionale e tre coste locali, corrispondenti alle edizioni di Milano, Napoli e Roma. b) per le altre testate viene rilevata l’edizione nazionale e la sola costa locale principale. Per 19 testate la costa locale (o le coste locali nel caso di Repubblica e Corriere della Sera) rilevata viene considerata come testata a parte, allo scopo di separare gli annunci dell’edizione nazionale da quelli circoscritti ad un’area cittadina (es. Repubblica Milano, Repubblica Roma, Corriere della Sera Milano, Corriere della Sera Roma, Nazione Firenze, Stampa Torino etc.). Per 16 testate, quelle appartenenti ai Quotidiani nazionali, capizona e sportivi, è stata creata la testata “dorsi”, nella quale vengono inseriti tutti i supplementi che non escono sistematicamente. Le testate vengono acquistate in edicola a Milano, ad eccezione di quelle per cui la costa locale è differente nella composizione se acquistata in una città diversa da quella di origine. In questo caso perviene tramite abbonamento. Per due testate, Stampa e Messaggero, l’edizione nazionale rilevata è quella venduta a Milano, mentre la costa locale rilevata è quella dell’edizione della città di origine (Torino e Roma). Esistono 9 quotidiani in cui è rilevata come testata separata l’edizione di uno dei giorni della settimana. Le ragioni sono di due tipi: a) perchè la testata cambia nome in quel giorno (La Gazzetta del lunedì è l’edizione del lunedì del Corriere Mercantile, è l’edizione del lunedì di Italia Oggi, Milano Finanza l’edizione del sabato di MF) b) perchè per ragioni commerciali il concessionario preferisce considerare separatamente l’edizione di un particolare giorno (i tre giornali sportivi hanno tutti l’edizione del lunedì a parte). Aggiornare con FreePress

8 QUOTIDIANI Free/Pay Press I MEZZI RILEVATI - QUOTIDIANI
Anche gli allegati ai Quotidiani sono considerati come testate a sè stanti e sono trattati diversamente a seconda delle modalità di vendita pubblicitaria (pagina/modulo): 1. quelli venduti a pagina sono compresi nel mezzo Periodici (es. Io Donna, D, Repubblica donne, Il Venerdì, Repubblica salute, Corriere della Sera magazine...). 2. quelli venduti a modulo sono compresi nel mezzo Quotidiani (es. Corriere economia, Messaggero casa, QS, Repubblica Affari & Finanza). QUOTIDIANI Free/Pay Press Sono rilevate tutte le edizioni di City, Leggo, Metro (da gennaio 2007), D News (da giugno 2009) per un totale di 37 testate; 24 minuti non è più diffuso da Aprile 2009 ed E Polis da Settembre 2010. Nel totale sono incluse le testate fittizie Network che vengono create appositamente da Nielsen per tutte le testate Free/Pay Press e contengono tutti e soli gli annunci che vengono acquistati con tariffa “nazionale”, ossia che vengono pubblicati sulle diverse edizioni locali. Gli annunci inseriti nella testata Network non compariranno in nessuna delle edizioni locali. La denominazione Free/Pay deriva dal fatto che questa sezione include anche quotidiani ibridi come E Polis. L’elenco aggiornato delle testate rilevate è sempre reperibile all’interno dell’Area Riservata del sito Nielsen (http://www.nielsenmedia.it/nmrcustomers/login.aspx). Per avere un accesso chiedere una user e una password al vostro account di riferimento.

9 PERIODICI I MEZZI RILEVATI - PERIODICI
Sono attualmente rilevate 270 testate più 154 aperiodici (speciali o supplementi). Per quanto riguarda la periodicità sono presenti 46 settimanali, 195 mensili, 3 bisettimanali, 9 bimestrali, 5 trimestrali, 1 quadrimestrale e 11 semestrali. Le riviste specializzate sono 75. Complessivamente in banca dati sono disponibili 321 testate comprese quelle non più in rilevazione. L’attribuzione della definizione Speciali o Supplementi segue tali regole: 1) si definiscono Speciali le testate che, pur conservando il nome della testata base, vengono poste in vendita autonomamente dalla stessa. Spesso si configurano come testate a tema senza fissa periodicità. 2) si definiscono Supplementi le testate vendute insieme alla testata base tramite cellophanatura. Non sono cioè acquistabili separatamente da essa. In presenza di questo tipo di testate: a) se il supplemento ha tariffe di listino proprie, diverse dalla testata base, viene aperta la nuova testata con il nome effettivo (es. Gioia, Donna In Forma, Casa Amica…). b) se il supplemento ha tariffe di listino uguali a quelle della testata base, confluisce nella voce “Testata base Supplementi” (es. Gioia Accessori e Gioia Bambini sono entrambi compresi nella voce “Gioia supplementi”). Nel mezzo Periodici confluiscono anche le testate presenti in edicola come allegato di un Quotidiano, ma vendute pubblicitariamente a pagine e non a moduli. Le testate Periodiche vengono acquistate in edicola a Milano. Aggiornare numeri

10 I MEZZI RILEVATI - PERIODICI
Dal 1999 (e retroattivamente) è stata adottata una differenziazione all’interno del mezzo Periodici, distinguendo i Periodici dalle testate molto specializzate, i cosiddetti Professionali. Ciò nella convinzione che, pur facendo parte dello stesso mezzo di comunicazione, si tratti di due veicoli pubblicitari utilizzati per differenti esigenze e facenti parte di arene competitive diverse. Si distinguono pertanto: PERIODICI PROFESSIONALI 270 testate 42 con periodicità fissa 154 speciali/ supplementi Aggiornare numeri 33 speciali 424 rilevazioni 75 rilevazioni L’elenco aggiornato delle testate rilevate è sempre reperibile all’interno dell’Area Riservata del sito Nielsen (http://www.nielsenmedia.it/nmrcustomers/login.aspx). Per accedervi selezionare all’interno del riquadro “Accesso ai servizi online” la voce della tendina “Area Riservata”, inserire Username e Password e premere il pulsante “Accedi”. Il file “Veicoli in rilevazione.xls” è contenuto all’interno dell’aggregato “Mezzi”.

11 TV Free to air I MEZZI RILEVATI - TV
Le emittenti televisive rilevate sono 9: Rai Uno Rai Due Rai Tre Canale 5 Italia 1 Rete 4 La 7 Mtv DeeJay TV La storia delle emittenti TV rilevate da Nielsen è la seguente :

12 TV Satellitari I MEZZI RILEVATI
Da Gennaio 2012, le seguenti emittenti satellitari gestite dalla concessionaria Sky (marchi Sky e Fox) vengono rilevate direttamente da Nielsen: Fox, Fox Crime, Fox Life, National Geogr.Channel, Sky Cinema, Sky Sport 1 e 2, Sky Tg24 e Sky Uno. Le altre 99 emittenti Sky e Sky Terze continuano ad essere rilevate tramite Log: CALCIO 01 CALCIO 02 CALCIO 03 CALCIO 04 CALCIO 05 CALCIO 06 CALCIO 07 CALCIO 08 CALCIO 09 CALCIO 10 CALCIO 11 CALCIO 12 CALCIO 13 CALCIO 14 CALCIO 15 CALCIO 16 CALCIO 17 CALCIO 18 Cielo CULT FOX +1 FOX +2 FOX CRIME +1 FOX CRIME +2 FOX FX FOX LIFE +1 FOX LIFE +2 FOX RETRO HISTORY CHANNEL HISTORY CHANNEL +1 NAT GEO ADVENTURE NAT GEO WILD NATIONAL GEOGR.+1 NATIONAL GEOGR.HD NEXT HD OLIMPIA 1 OLIMPIA 2 OLIMPIA 3 OLIMPIA 4 OLIMPIA 5 SKY 3D SKY CINEMA +1 SKY CINEMA +24 SKY CINEMA CLASSICS SKY CINEMA COMEDY SKY CINEMA FAMILY SKY CINEMA HD SKY CINEMA HD +24 SKY CINEMA HITS SKY CINEMA ITALIA SKY CINEMA MANIA SKY CINEMA MAX SKY CINEMA MAX +1 SKY CINEMA PASSION SKY GRANDE FRATELLO SKY METEO 24 SKY MONDIALE 1 SKY MONDIALE 2 SKY MONDIALE 3 SKY MONDIALE 4 SKY SHOW SKY SPORT 16/9 SKY SPORT 24 SKY SPORT 3 SKY SPORT EXTRA SKY SPORT HD1 SKY SPORT HD2 SKY SUPERCALCIO SKY SUPERCALCIOMONDIAL SKY TG24 EVENTI SKY TG24 PRIMO PIANO SKY TG24 RASSEGNE SKY UNO +1 (ex Sky Show) SKY VIVO INTERATTIVO AXN AXN +1 AXN Sci Fi Babel TV COPA AMERICA 2 COPA AMERICA 3 COPA AMERICA 4 DISNEY CHANNEL DISNEY CHANNEL +1 Disney XD DISNEY XD +1 DOVE E! Entertainment Easy Baby Gambero Rosso Hip Hop TV Inter Channel La3 TV Lady Channel Lei MGM Channel Rock Tv Sky News UK Toon Disney Yacht and Sail

13 TV Digitali I MEZZI RILEVATI
Da Gennaio 2012 vengono rilevate direttamente ad Nielsen 30 emittenti digitali. I dati di tali emittenti, divise nei mezzi Tv Free e Tv Pay, erano state inserite, tramite log, a partire da Gennaio 2010. Le Concessionarie Sipra, Publitalia’80 e Digitalia08, a cui da Gennaio 2012 si è aggiunta Switchover Media (K2 e Frisbee), inviano direttamente i Log a Nielsen. Emittenti digitali in rilevazione: Emittenti digitali inserite tramite Log: DTT Free Mediaset Iris La5 Mediaset Extra Boing Italia 2 Rai Rai 4 Rai 5 (Extra) Rai Gulp Rai Premium DTT Pay Joi Mya Premium Calcio 1 Premium Calcio 2 Premium Calcio 3 Premium Calcio 4 Premium Calcio 5 Premium Calcio 6 Premium Calcio 7 Premium Calcio Premium Cimema Energy Premium Cinema Premium Cinema Emotion Premium Cinema Comedy Premium Crime Premium Extra 2 Steel Studio Universal Premium Extra 1 BBC KNOWLEGDE DISCOVERY WORLD DTT Free Mediaset Tgcom Rai Rai Movie Rai News Rai Sport 1 Rai Sport 2 Rai Storia Rai Yoyo Switchover Media K2 Frisbee DTT Pay Hiro Premium Calcio 8 Premium Calcio 9 Premium 7 (Extra) (MotoGp)

14 RADIO I MEZZI RILEVATI Le emittenti radiofoniche rilevate sono 18:
Concessionaria Emittente Sipra: Rai Radio1 Rai Radio2 Rai Radio3 Mondadori Pubbl.: R101 (1) Radio Kiss Kiss 24 Ore System: Radio 24 Manzoni: M2O Radio Capital Radio Deejay Net. Radio Rismi Gruppo Finelco-Nove Nove: Radio 105 Network Radio Montecarlo Virgin Radio Italia (2) Openspace: Rtl Hit Radio Radio e Reti: Radio Italia5 Rds Advertising: Radio Rds Prs Pubbl.: Cnr Radio Lattemiele Best Radio (1) In precedenza era rilevata come 101 ONE-O-ONE NETWORK (2) In precedenza era rilevata come RIN RADIO IT. NETWORK e poi come Play radio

15 I MEZZI RILEVATI La storia della rilevazione Radio negli ultimi 15 anni : Verificare in Millennium R101 e Play Radio anni coperti.

16 OUTDOOR I MEZZI RILEVATI
L’Outdoor fa parte del grande mezzo Out of Home e identifica l’Affissione Esterna Statica (poster, arredo urbano e comunale), ovvero un sistema di comunicazione legato ad un manifesto cartaceo affisso su una struttura fissa esterna. I dati sono forniti direttamente da AUDIOUTDOOR, che si occupa di raccogliere ed uniformare le dichiarazioni autocertificate prodotte dalle Imprese di Affissione aderenti. Le Imprese aderenti ad AUDIOUTDOOR sono: A&P - Pubblicità Esterna srl CBS Outdoor srl CLEAR CHANNEL ITALY OUTDOOR srl IGP Decaux spa IPAS spa OPE OLCESE spa Fino a Giugno 2010 erano inclusi nei dati Outdoor anche i poster luminosi di ILLPA, concessionaria che non aderisce ad AUDIOUTDOOR.

17 I MEZZI RILEVATI La tipologia di impianti (attivi nel 2008/2012*) di cui tali Imprese forniscono la certificazione è la seguente: Tipologia Formato Tipologia Formato Tipologia Formato POSTER POSTERS/CASS.LUM X9 COLONNE/CILINDRI X200 POSTER X200 COMUNALE X140 DIAPASON BIF X200 POSTER X19 COMUNALE X70 DIAPASON MONO X200 POSTER X17,6 COMUNALE X200 DISSUASORI TRIF X140 POSTER X 9 COMUNALE X140 EUROLIGHT X180 POSTER X4 COMUNALE X3 FERM.BUS BIF X 4 POSTER X300 COMUNALE X100 FERM.BUS MONO X140 POSTER X2 BRIDGE DOM X2 FERM.BUS MONO X70 POSTER X6 BRIDGE DOM X2 FERM.BUS MONO X70 POSTER X9 BRIDGE DOM ,2X2,2 FERM.BUS MONO X100 POSTER X 4 BRIDGE DOM ,5X2 FERM.BUS MONO X110 POSTERS X18 BRIDGE DOM X2 FERM.BUS MONO ATAC X140 POSTERS X5 BRIDGE DOM ,2X3,2 FERM.BUS MONO ATAC 70X100 POSTERS X17 BRIDGE DOM X3 FERM.BUS.MONO X100 POSTERS X5,5 BRIDGE DOM X2 FIORIERE BIF X140 POSTERS X3 BRIDGE DOM X2 FIORIERE BIF X 3 POSTERS X6 BRIDGE DOM X2 FIORIERE MONO X140 POSTERS X4,5 BRIDGE DOM X2 POSTERS X3 BRIDGE DOM X2 FIORIERE MONO X200 POSTERS X6 CABINE TELEF X140 FRONTE PONTI FS X140 POSTERS X12 CASKO PARK.BIF X140 FRONTE PONTI FS X200 POSTERS X3 CESTINI X100 FSU X170 POSTERS X6 CIL.BIF X325 GONFALONI X140 POSTERS X4 CILIN.BIF X350 GONFALONI X200 POSTERS X4,5 CILINDRI BIF X180 GONFALONI X100 POSTERS/CASS.LUM X6 CILINDRI BIF X200 IMBARC/PONTILI X103 POSTERS/CASS.LUM X300 CIRCUITO MISTO X140 IND.STR.LI X90 POSTERS/CASS.LUM X8 CIRCUITO MISTO X180 IND.STRAD.LUM X90 POSTERS/CASS.LUM X3 COLONNE METEO X352 INDIC.FARMACIA X140 POSTERS/CASS.LUM X6 COLONNE METEO X176 INDIC.PARCH.MONO X140

18 I MEZZI RILEVATI Tipologia Formato Tipologia Formato Tipologia Formato
INDIC.TOPOGRAF X140 PLANCE/TABELLE X140 STEND.SPQR X200 INDIC.TOPOGRAF X140 PLANCE/TABELLE X200 STEND.TUTTOC.MONO X140 INDIC.TOPOGRAF.L X140 PORTA VESS X140 STRISCIONI X 1 MAN.SU ST X140 PORTACARRELLO X140 TAB./PLANCE X140 MINI POSTERS X200 PRISMA/SENIOR/ROTOR 320X240 TAB./PLANCE X200 MINI POSTERS X150 PRISMA/SENIOR/ROTOR 6X3 TAB./PLANCE X140 MINI POSTERS X200 SEGNALAT.SERVIZIO X140 TAB./PLANCE X200 MINIPOSTER X200 SPEND.BIF.PERS X140 TAB.IN FFSS X180 MUPI X180 STEND.BIF X140 TAB.INT.STAZ.FNM X140 MUPI X200 STEND.BIF X200 TAB.INT.STAZ.FS X140 MUPI INT.STAZ X180 STEND.BIF X100 TAB.METRO X180 OROLOGI X140 STEND.BIF X140 TAB.METRO X140 PALI LUCE BIF X140 STEND.BIF X200 TAB.METRO X200 PALI LUCE MONO X140 STEND.BIF X280 TARGHE ROMA EUR X140 PALINE BIF X140 STEND.BIF X400 TOTEM BIF X140 PALINE BIF X200 STEND.BIF X200 TOTEM BIF X200 PALINE MONO X140 STEND.BIF X200 TRESPOLI X280 PALINE MONO X200 STEND.BIF.PERS X140 TRESPOLI X200 PARAPEDONALI X70 STEND.LUM.BIF X140 VETRINETTE MONO X140 PENS.MONO X150 STEND.MONO X140 VETRINETTE MONO X200 PENS.ROTOR X180 STEND.MONO X180 PENSILINE X150 STEND.MONO X200 PENSILINE MONO X140 STEND.MONO X3 PENSILINE MONO X200 STEND.MONO X140 PENSILINE MONO X172 STEND.MONO X200 PENSILINE MONO X150 STEND.MONO X150 PENSILINE MONO X180 STEND.MONO X200 PENSILINE MONO X200 STEND.MONO X200 PENSILINE MONO X140 STEND.MONO X300 PLANCE/TAB X140 STEND.MONO PERS X140

19 CARDS OUT OF HOME TV TRANSIT I MEZZI RILEVATI
I dati di cui Nielsen dispone sono forniti direttamente dalla concessionaria Promocard che nel 2007 raccoglieva il 90% degli investimenti sul mezzo. I dati del mezzo Cards non sono più disponibili in Banca Dati poiché da Ottobre 2011 non ci vengono più inviati dalla concessionaria Promocard. Le Cards fanno parte del grande mezzo Out of Home. OUT OF HOME TV L’out of Home tv, i cui dati sono disponibili da Gennaio 2008, è un mezzo all’interno del grande mezzo Out of Home. Include le pubblicità sui circuiti video dotati di palinsesto presenti nelle metropolitane e negli aeroporti, dal 2010 sono stati aggiunti anche quelli presenti nei punti vendita della rete mediamarket e nei punti di ristoro delle tangenziali di Milano. I dati sono forniti a Nielsen tramite Log file dalle Concessionarie: Telesia Neo Advertising (da Gennaio 2010) TRANSIT Il mezzo Transit, inserito a partire da Gennaio 2009, è un mezzo all’interno del grande mezzo Out of Home. Fanno parte del Transit: la Dinamica di superficie (300x70, BigFive, Maxiretro, Vetture decorate, ecc. ) le affissioni pubblicitarie nelle Metropolitane (420x200, 300x140, 100x140, 120x180, 300x140, Decormetro, ecc.), negli Aeroporti (tutti i formati: interno/esterno aerostazione, tranne Aeroporti di Roma). Per l’elenco esaustivo ed aggiornato di quanto è compreso nella rilevazione è consigliabile consultare i siti delle concessionarie che forniscono i dati direttamente a Nielsen: IGP Decaux spa CLEAR CHANNEL ITALY OUTDOOR srl CBS Outdoor srl

20 CINEMA DIRECT MAIL I MEZZI RILEVATI
I dati di cui Nielsen dispone sono forniti direttamente dalle concessionarie di pubblicità nazionale (Moviemedia, Sipra, MP Media Advertising e Visibilia) che gestiscono un totale di schermi. DIRECT MAIL Viene rilevato l’advertising indirizzato evidenziando i dati di investimento. Il dati sono disponibili a partire da Gennaio 2008.

21 INTERNET I MEZZI RILEVATI
In collaborazione con FCP-Assointernet, Nielsen, a partire dal 2005, raccoglie i dati relativi al mezzo Internet. I dati sono forniti direttamente dalle seguenti Concessionarie, aderenti all’Osservatorio FCP-Assointernet, per un totale di circa 600 siti. Nel 2010 tali concessionarie sono: Hi-Media (ex AdLink) Libero (ex Bread&Butter, Wind) Lumata (ex Buongiorno) Class Dada (solo Gen-Feb 2012) Il Sole 24 Ore Websystem Manzoni Matrix MediaMond (da gennaio 2010) Microsoft Publikompass Rcs Sipra Tiscali Yahoo! (senza dati di Search Marketing) Edizioni Condé Nast (da Gennaio 2006) TgAdv (ex Tuttogratis - da Gennaio 2007) SportNetwork (da Gennaio 2007) Banzai Advertising (ex Pixel Advertising) - (da gennaio 2009) Gruppo Finelco (da gennaio 2009) Arcus Pubblicita’ (da gennaio 2009) Hearst Magazine Italia (ex Hachette Rusconi - da gennaio 2009) Spe  (da gennaio 2009) Sky Pubblicita’ (da gennaio 2009) Tag Advertising (da Gennaio 2010) Advit (da Gennaio 2010) WebAds (da Gennaio l 2010) Spm (dal gennaio 2010)

22 METODOLOGIE DI RILEVAZIONE

23 QUOTIDIANI A PAGAMENTO E FREE/PAY PRESS
METODOLOGIE DI RILEVAZIONE QUOTIDIANI A PAGAMENTO E FREE/PAY PRESS I Quotidiani e la Free/Pay press sono rilevati dall’operatore che effettua il riconoscimento della marca e identifica l’annuncio. La procedura di rilevazione consente di classificare l’annuncio secondo: la TESTATA su cui è stato pubblicato il NUMERO DI EDIZIONE e/o la DATA della testata lo SPAZIO in pagine/moduli il NUMERO DELLA PAGINA nella quale è stato pubblicato la POSIZIONE SPECIALE occupata se in B/N o a COLORI la MARCA pubblicizzata

24 PERIODICI METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
Per le testate periodiche vengono applicati i concetti di numero di edizione e di data Nielsen, assegnati alla testata al momento del suo arrivo negli uffici di rilevazione. Questo intervento è necessario per garantire la possibilità di compiere corrette analisi di trend, soprattutto nel caso delle testate Settimanali. Poiché, infatti, il numero di uscite di un Settimanale in uno stesso mese può variare di anno in anno, ciò inficerebbe il confronto dei dati. E’ necessario perciò forzare una convenzione per garantire confronti omogenei sui periodi. Si assegna alla testata un numero di edizione progressivo, in funzione del numero di uscita nell’anno, a cui corrisponde una data convenzionale Nielsen. Ad un dato numero di edizione corrisponde sempre la medesima data (cambia solo l’anno). Il numero di settimane contenute in un determinato mese è sempre lo stesso nel corso degli anni (es: Gennaio ha sempre 5 settimane). Il numero di uscite previsto in un anno per una testata settimanale può essere al massimo di 53. Nel caso di una 54° uscita, i dati relativi ad essa vengono accorpati al numero precedente (il 53). Settimanali: Alle testate con numero doppio in copertina viene assegnato un solo numero di edizione, il più alto tra quelli indicati. Ad esempio nel caso di prima uscita dell’anno contrassegnata con il numero 1/2, viene assegnato ad essa il numero di edizione 2. Al fine di poter affinare ulteriormente le analisi, a partire dalle testate rilevate da Gennaio 2004 è stata inserita anche la data di copertina. Tale inserimento completa le informazioni sulla stampa periodica ed inoltre fornisce un ulteriore punto di appoggio per tutte le indagini sulla banca dati. Mensili: i mensili che pubblicano un numero doppio valido per due mesi consecutivi, frequente il caso di una sola uscita nel bimestre Luglio/Agosto, sono datate con il primo dei mesi (Luglio), anche se uscite nel mese precedente.

25 METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
Per le testate con frequenza bimestrale/trimestrale/ quadrimestrale/semestrale, la data imposta è quella dell’ultimo mese valido. Le testate aperiodiche, con uscite irregolari senza fissa cadenza, vengono datate con il mese di pubblicazione. La numerazione delle pagine di una testata effettuato da Nielsen può talvolta non coincidere con quella stampata sulle pagine dall’Editore. Questo perchè Nielsen effettua il conteggio puntuale di tutte le pagine, escluse: le Iniziative Speciali (coupon, inserti, posters etc.) le Pagine Locali (pagine di pubbl. tabellare di investitori locali, inserite all’interno della testata solo per le copie distribuite in aree predefinite) Secondo tale regola vengono conteggiate anche le pagine eventualmente non numerate dall’Editore. Nel caso, per esempio, della presenza di un battente in 2° di copertina, l’Editore considera la pagina a fianco (I° Romana) come pag. 3, mentre Nielsen, rilevando l’annuncio pubblicato sul battente come presente a pag. 2 e 3, considera la medesima I° Romana come pag. 4.

26 PERIODICI - Data Nielsen
METODOLOGIE DI RILEVAZIONE PERIODICI - Data Nielsen SETTIMANALI numero ediz. Nielsen numero ediz Nielsen data Nielsen data Nielsen 01 1 Gennaio 27 1 Luglio 02 7 Gennaio 28 8 Luglio 03 14 Gennaio 29 15 Luglio 04 21 Gennaio 30 22 Luglio 05 28 Gennaio 31 1 Agosto 06 4 Febbraio 32 5 Agosto 07 11 Febbraio 33 12 Agosto 08 18 Febbraio 34 19 Agosto 09 25 Febbraio 35 26 Agosto 36 2 Settembre 10 4 Marzo 37 9 Settembre 11 11 Marzo 38 16 Settembre 12 18 Marzo 39 23 Settembre 13 25 Marzo 40 1 Ottobre 14 1 Aprile 41 7 Ottobre 15 8 Aprile 42 14 Ottobre 16 15 Aprile 43 21 Ottobre 17 22 Aprile 44 1 Novembre 18 1 Maggio 45 4 Novembre 19 6 Maggio 46 11 Novembre 20 13 Maggio 47 18 Novembre 21 20 Maggio 48 25 Novembre 22 27 Maggio 49 2 Dicembre 23 3 Giugno 50 9 Dicembre 24 10 Giugno 51 16 Dicembre 25 17 Giugno 52 23 Dicembre 26 24 Giugno 53 28 Dicembre

27 PERIODICI - Data Nielsen
METODOLOGIE DI RILEVAZIONE PERIODICI - Data Nielsen QUINDICINALI numero ediz Nielsen numero ediz. Nielsen data Nielsen data Nielsen 01 1 Gennaio 14 1 Luglio 02 15 Gennaio 15 15 Luglio 03 25 Gennaio 16 1 Agosto 04 1 Febbraio 17 15 Agosto 05 15 Febbraio 18 1 Settembre 06 1 Marzo 19 15 Settembre 07 15 Marzo 20 25 Settembre 08 1 Aprile 21 1 Ottobre 09 15 Aprile 22 15 Ottobre 10 1 Maggio 23 1 Novembre 11 15 Maggio 24 15 Novembre 12 1 Giugno 25 1 Dicembre 13 15 Giugno 26 15 Dicembre 27 25 Dicembre MENSILI numero ediz. Nielsen numero ediz Nielsen data Nielsen data Nielsen 01 1 Gennaio 07 1 Luglio 02 1 Febbraio 08 1 Agosto 03 1 Marzo 09 1 Settembre 04 1 Aprile 10 1 Ottobre 05 1 Maggio 11 1 Novembre 06 1 Giugno 12 1 Dicembre

28 TV TV Sat TV Digitali METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
La rilevazione della Tv avviene mediante l’utilizzo di un robot, in funzione 24 ore su 24 per tutte emittenti rilevate (fa eccezione MTV che non viene rilevata tra le 3 e le 7 di notte perché non ha un palinsesto in quella fascia) Il robot è in grado di individuare automaticamente la presenza del break e di riconoscere lo spot se già presente nella Banca Dati. Lo spot viene classificato secondo: l’EMITTENTE su cui è stato trasmesso la DATA di trasmissione la DURATA in secondi la RUBRICA (pubblicitaria) nella quale è contenuto il break di cui fa parte lo spot Se lo spot è già presente nella Banca Dati il software, tramite un riconoscitore, ne associa la Marca pubblicizzata; se, viceversa, lo spot è inedito o non riconosciuto è l’intervento manuale ad assegnare la corretta Marca. TV Sat Le informazioni delle emittenti satellitari disponibili sono le stesse, i dati vengono raccolti o direttamente da Nielsen o tramite Log, come precedentemente specificato. TV Digitali Le informazioni delle emittenti digitali disponibili sono le stesse, i dati vengono raccolti o direttamente da Nielsen o tramite Log, come precedentemente specificato.

29 RADIO METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
La rilevazione della Radio avviene mediante l’utilizzo di un robot che registra continuamente il segnale radio di tutte le emittenti rilevate tra le ore 5:00 e le ore 25:00 tutti i giorni. Il software è in grado di riconoscere automaticamente lo spot se già presente nella Banca Dati e conseguentemente di individuare la presenza del break "intorno" ad esso. Allo scopo di garantire la maggior qualità possibile, il risultato della fase automatica viene confrontato con i palinsesti pubblicitari ufficiali editi dalle concessionarie. Laddove il software non abbia segnalato la presenza di alcun break in un punto ora che ne prevedeva la trasmissione, interviene la fase manuale che controlla l'effettiva messa in onda o meno degli spot scandagliando il suddetto punto ora ed il suo intorno (+/- 5 minuti). Lo spot viene classificato secondo: l’EMITTENTE su cui è stato trasmesso la DATA di trasmissione il PUNTO ORA (inizio dello spot) la DURATA in secondi normalizzati (*) la RUBRICA (pubblicitaria) nella quale è contenuto il break di cui fa parte lo spot la MARCA il SOGGETTO Se lo spot è già presente nella Banca Dati il software ne associa automaticamente la Marca pubblicizzata; se, viceversa, lo spot è inedito o non riconosciuto è l’intervento manuale ad assegnare la corretta Marca e ad aggiornare la Banca Dati. All’interno delle 18 ore di programmazione registrate e rilevate, vengono scartati i break in cui l’emittente dichiara (il riferimento è il listino ufficiale) di vendere spazi di pubblicità Locale. (*) In fase di rilevazione il Robot acquisisce lo spot e ne rileva la durata riallineandola ai seguenti secondaggi prefissati: 5 secondi, 7, 10, 15, 20 (e così a seguire di cinque in cinque). L’elenco aggiornato delle rubriche attive è sempre reperibile all’interno dell’Area Riservata del sito (http://www.nielsenmedia.it/nmrcustomers/login.aspx). Per accedervi selezionare all’interno del riquadro “Accesso ai servizi online” la voce della tendina “Area Riservata”, inserire Username e Password e premere il pulsante “Accedi”. Il file “Rubriche attive Radio_TV.xls” è contenuto all’interno dell’aggregato “Mezzi”.

30 OUTDOOR CARDS OUT OF HOME TV TRANSIT METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
I dati provengono ogni 14 gg da AUDIOIUTDOOR e contengono: la MARCA della campagna il TIPO DI IMPIANTO / FORMATO utilizzato la REGIONE la CLASSE di città la DATA della campagna la DURATA della campagna il NUMERO TOTALE DI IMPIANTI utilizzati dalla campagna, interpretabile come il numero di annunci pubblicato. CARDS I dati provengono ogni mese dalle Concessionarie e contengono: l’AZIENDA la MARCA la DATA DI INIZIO la DURATA della CAMPAGNA la QUANTITA’ – NUMERO DI CARTOLINE OUT OF HOME TV I dati vengono inviate ogni mese dalle Concessionarie aderenti al progetto e contengono: l’AZIENDA la MARCA la DATA DI INIZIO la DURATA della CAMPAGNA il NUMERO DI SPOT TRASMESSI la DURATA (in secondi) TRANSIT I dati provengono ogni mese dalle concessionarie e contengono: l’AZIENDA la MARCA della campagna la REGIONE la DATA la DURATA il NUMERO DI IMPIANTI.

31 CINEMA DIRECT MAILING METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
I dati provengono ogni mese dalle Concessionarie e contengono: l’AZIENDA la MARCA della campagna la DATA DI INIZIO della campagna (*) la DURATA dello spot il NUMERO TOTALE DI SALE utilizzate dalla campagna (*) L’investimento viene attribuito al 1° del mese DIRECT MAILING Viene rilevato l’advertising indirizzato, I dati disponibili sono: la MARCA della campagna la DATA DI INVIO la TIPOLOGIA di COMUNICAZIONE il NUMERO DI INVII

32 INTERNET METODOLOGIE DI RILEVAZIONE
I dati provengono ogni mese dalle Concessionarie e contengono: l’AZIENDA la MARCA la DATA DI INIZIO della campagna (attribuito al primo del mese) la TIPOLOGIA di COMUNICAZIONE la QUANTITA’ – NUMERO DI IMPRESSION, GIORNI, INVII, CLICK (dipendente dalla tipologia di comunicazione) Laddove la concessionaria non indichi l’informazione del “prodotto” e per Nielsen non sia possibile risalirvi, la campagna verrà associata a una generica marca composta dal nome dell’azienda + il per indicarne la particolarità. Inoltre gli investimenti di piccole aziende a realtà locale saranno cumulati all’interno di un’unica voce “Servizi non nazionali”, divisa per tipologia di comunicazione. Gli investimenti di pubblicità Classificata (Rubricata+Di Servizio) non saranno dettagliati per azienda, ma classificati all’interno di voci cumulative divise ovviamente per tipologia di comunicazione. Infine può accadere che la concessionaria indichi tra gli investitori alcuni intermediari (es: i Portali) senza che sia in alcun modo possibile risalire agli investitori finali. In questo caso vengono create un’Azienda e una Marca fittizie inserite nel settore Varie, non potendo operare una classificazione più precisa. Nell’azienda fittizia

33 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE

34 RILEVAZIONE ANNUNCIO Testata (*) Caratteristiche Soggetto Media Brand
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE RILEVAZIONE ANNUNCIO Testata (*) Caratteristiche Soggetto Media Brand Conc/Edit Media Gr. Soggetto Marca Mezzo Brand Brand Provincia Azienda Cl.Prod. Fam.Br. Soggetto Regione Holding Categoria Country Settore (*) Testata/Emittente/Impianto

35 CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA

36 RILEVAZIONE ANNUNCIO Testata (*) Media Brand Conc/Edit Media Gr. Mezzo
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA RILEVAZIONE ANNUNCIO Testata (*) Media Brand Conc/Edit Media Gr. Mezzo Country (*) Testata/Emittente/Impianto

37 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
Ad ogni testata/emittente rilevata è collegato un Editore e una Concessionaria. Quando una concessionaria X acquisisce in gestione una testata da una concessionaria Y, nella Banca Dati AdEx prende in carico anche tutta la storia della suddetta testata. Quest’ultima perciò risulterà come da sempre gestita da X, mentre non rimarrà alcuna traccia del legame avuto con Y. Tale regola è seguita per permettere confronti omogenei nel tempo, al di là delle singole composizioni di portafoglio delle concessionarie. LA STAMPA Le testate rilevate all’interno del mezzo Stampa vengono divise in Media Groups e Media Brand. Media Groups Lo scopo è creare una segmentazione all’interno della quale i Media-Groups raggruppino testate “omogenee” tra loro. I criteri guida della segmentazione delle testate sono: Contenuti/Target Distribuzione sul territorio (per i Quotidiani) Diffusione Periodicità (per i Periodici) Sono presenti: 8 Media-Group per i Quotidiani 22 Media-Group per i Periodici 8 Media-Group per i Periodici Professionali 2 Media-Group Per la Free/pay press Nella definizione dei Media Group per i Quotidiani i Supplementi sono stati considerati diversamente a seconda della loro posizione rispetto alla testata madre. Se sono interni alla testata e compresi nella sua numerazione vengono considerati nello stesso Media Group delle proprie testate madri. Se sono allegati esterni confluiscono nel Media Group “Supplementi”. Media Brands Per il mezzo Quotidiani il Media Brand include la testata principale, le sue edizioni locali, i relativi dorsi e tutti i supplementi fatta eccezione per le testate vendute allegate alla testata principale ma con un prezzo maggiorato. Frequency Nel caso della stampa viene indicata la cadenza di pubblicazione (quotidiani, settimanale, bisettimanale…) vedi tabella:

38 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
Frequency 14 Quindicinale AP Aperiodico J2 Semestrale J4 Trimestrale J6 Bimestrale M Mensile W Settimanale Media Brands Per il mezzo Quotidiani il Media Brand include la testata principale, le sue edizioni locali, i relativi dorsi e tutti i supplementi fatta eccezione per le testate vendute allegate alla testata principale ma con un prezzo maggiorato. Esempio: Media Brand: LA REPUBBLICA Include: LA REPUBBLICA LA REPUBBLICA DORSI LA REPUBBLICA MILANO LA REPUBBLICA NAPOLI LA REPUBBLICA ROMA LA REPUBBLICA AFF&FIN. Per il mezzo Periodici il livello di Media Brand includerà la testata principale, tutti i suoi supplementi e tutti gli speciali. Esempio: Media Brand: VOGUE ITALIA Include: VOGUE ITALIA VOGUE ITALIA SUPPL. CASA VOGUE

39 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
TELEVISIONE Media Groups Le emittenti rilevate all’interno del mezzo televisivo vengono divise in 15 emittenti Tv Rai Tabellare Tv Rai Tlp Tv Rai Brevi Tv Mediaset Tabellare Tv Mediaset Tlp/Tlv Tv Mediaset Brevi Mtv Music Television Tv Mtv Tlp/Tlv Tv Mtv Brevi Tv La 7 Tv La 7 Tlp/Tlv Tv La 7 Brevi Tv Deejay Tv Deejay Tlp/Tlv Tv Deejay Brevi Media Brand Per il mezzo TV il livello di Media Brand accorpa per ogni emittente la parte di pubblicità Tabellare e le diverse tipologie di comunicazione: Telepromozioni, Televendite e Brevi. Esempio: Media Brand: TV RAI 1 Include: TV RAI 1 TV RAI 1 TLP TV RAI 1 BREVI

40 TV Satellitari TV Digitali
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA TV Satellitari Vi è un unico Media group: SAT SKY PUBBL., che contiene 108 emittenti. Tutte le emittenti vengono ricondotte ad una Media Brand: a) Es.1: selezionando la media brand MB FOX CRIME si potranno valutare contemporaneamente i valori delle emittenti FOX CRIME e FOX CRIME +1 b) Es.2: tutte le emittenti CALCIO (da 01 a 18) verranno ricondotte alla media brand MB SKY SPORT 1 TV Digitali Vi sono 5 Media group: Media Group N° Emittenti Free Mediaset 5 Free Rai 10 Free Mediaset-Kids 1 Free Switchover Media 2 Pay Mediaset 26 Ogni Media Brand comprende una sola emittente, tranne Premium Calcio che contiene le emittenti Premium Calcio 1 – 9.

41 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
RADIO Media Groups Le emittenti rilevate all’interno del mezzo radio vengono divise in 9 Media Group, che corrispondono alle Concessionarie (vedere elenco a pagina Xx). Media Brand La Media Brand ricalca l’indicazione della Testata. OUTDOOR Gli impianti rilevati all’interno del mezzo Outdoor vengono divisi in 4 Media Groups: 1) POSTERS 2) POSTERS LUMINOSI 3) COMUNALE 4) ALTRI IMPIANTI La Media Brand ricalca l’indicazione del Mezzo, non essendo significativa alcun tipo di ulteriore aggregazione. CARDS Per il mezzo Cards il Media Group e la Media Brand ricalcano l’indicazione del Mezzo, non essendo significativa alcun tipo di ulteriore aggregazione. OUT OF HOME TV Il mezzo viene suddiviso in: 1) AEROPORTI 2) METROPOLITANE 3) RETAIL ADVERTISING 4) REST AREA ADVERTISING Il Media Brand riprende le Tipologie di Comunicazione rilevate dal Media Groups.

42 TRANSIT METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
Il Media Group e la Media Brand ricalcano l’indicazione del Mezzo, non essendo significativa alcun tipo di ulteriore aggregazione CINEMA il Media Group e la Media Brand ricalcano l’indicazione del Mezzo, non essendo significativa alcun tipo di ulteriore aggregazione. DIRECT MAIL Media Groups All’interno del mezzo Direct Mail le 10 Testate vengono suddivise in 5 Media Group: Media Group Testata PT MAILING DM ELETTORALE DM ESTERO PT BASIC PT CREATIVE PT GOLD PT CARD PT CATALOG PT MAGAZINE MAILING NO PROFIT MAILING EDITORIA Media Brand La Media Brand corrisponde alla Testata.

43 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA TESTATA
INTERNET Media Groups Il mezzo Internet viene diviso in 9 Tipologie di Comunicazione: 1) IN PAGINA 2) FUORI PAGINA 3) VIDEO ADV 4) PERFORMANCE 5) MOBILE ADV DIRECT 6) MOBILE ADV DISPLAY 7) NEWSLETTERS E ADV 8) CLASSIFIED E DIRECTORIES 9) ALTRE TIPOLOGIE E PODCASTING AUDIO Per le analisi anteriori al 2009 sono ancora presenti nel database le 5 Tipologie di Comunicazione precedenti : 1) BANNERS 2) NEWSLETTERS/ 3) SMS 4) SPONSORSHIP/BOTTONI 5) ALTRE INTERNET Nota: KEYWORDS E SEARCH ADV attualmente non sono disponibili. Media Brand Per il mezzo Internet la Media Brand ricalca l’indicazione del Media Groups, non essendo significativa alcun tipo di ulteriore aggregazione.

44 CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA

45 RILEVAZIONE ANNUNCIO Soggetto Marca Brand Provincia Azienda Cl.Prod.
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA RILEVAZIONE ANNUNCIO Soggetto Marca Brand Provincia Azienda Cl.Prod. Fam.Br. Regione Holding Categoria Settore

46 SISTEMATICA DI MERCATO AdEx
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA SISTEMATICA DI MERCATO AdEx La Marca cui viene attribuito un annuncio viene obbligatoriamente inserita all’interno della Sistematica AdEx, cioè ad una segmentazione del mercato. In particolare, la Marca viene associata ad una Classe di Prodotto e quindi ad un contesto di tipo merceologico con cui ha attinenza per ragioni di funzione d’uso o pubblicitarie. La Classe di Prodotto, insieme ad altre, compone una Categoria che a sua volta, con altre categorie, compone un Settore. All’interno della Sistematica sono presenti: MARCA CLASSE DI PRODOTTO CATEGORIA SETTORE MERCEOLOGICO La sistematica aggiornata è sempre reperibile all’interno dell’Area Riservata del sito Nielsen (http://www.nielsenmedia.it/nmrcustomers/login.aspx ). Per accedervi selezionare all’interno del riquadro “Accesso ai servizi online” la voce della tendina “Area Riservata”, inserire Username e Password e premere il pulsante “Accedi”. Il file “Sistematica.xls” è contenuto all’interno dell’aggregato “Sistematica AdEx”. Se non foste in possesso delle Username e Password, contattare Nielsen.

47 Marca Brand Brand assegnata Brand Marca Unexisting Brand
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA SISTEMATICA DI MERCATO AdEx Ad ogni Marca cui viene attribuito un annuncio può inoltre essere assegnato un marchio che prende il nome di “Brand”. Tutte le Marche possono appartenere al massimo ad una sola Brand, mentre viceversa ad ogni singola Brand appartengono una o più Marche. Ad esempio la marca “FIAT PUNTO DIESEL” appartiene solo alla brand “FIAT PUNTO”, ma all’interno della brand “FIAT PUNTO” troveremo tutte le marche che rientrano in tale insieme (“FIAT PUNTO DIESEL”, “FIAT PUNTO DIESEL PRO.”, “FIAT PUNTO ACTIVE PRO.” ecc.). Questo strumento introdotto a partire dal 2004 permette di effettuare analisi a carattere aggregato che sfruttino il concetto di marchio dei prodotti. Non a tutte le Marche della sistematica viene agganciata la propria Brand: alcune di esse infatti non veicolano alcun “marchio” (es. “ACEA ROMA BIL.”). Tali marche vengono quindi inserite in una Brand generica denominata “UNEXISTING BRAND”. In secondo luogo esistono marche alle quali potenzialmente si potrebbe attribuire una Brand, ma l’attribuzione di un marchio aggregante non permetterebbe di migliorare le analisi di scenario; tali Marche vengono tutte inserite in un’altra generica Brand che prende il nome di “UNATTRIBUTED BRAND”. Vengono inserite in tale insieme anche quelle nuove marche in attesa di ricevere l’assegnazione della propria brand. Marca Brand Nel dettaglio di quanto spiegato sopra: Brand assegnata Marca Unexisting Brand Brand Unattributed Br.

48 Marca Brand Fam.Br. Brand assegnata Fam.Brand Brand Unexisting Brand
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA SISTEMATICA DI MERCATO AdEx Ad ogni Brand può inoltre essere assegnata un’ulteriore aggregazione che prende il nome di “Family Brand”. Tutte le Brand possono appartenere al massimo ad una sola Family Brand, mentre viceversa ad ogni singola Family Brand appartengono una o più Brand. Ad esempio la Brand “FIAT PUNTO” appartiene solo alla family brand “FIAT”, ma all’interno della family brand “FIAT” troveremo tutte le brand che rientrano in tale insieme (“FIAT PUNTO”, “FIAT PANDA.”, “FIAT BARCHETTA” ecc.). Questo strumento introdotto a partire dal 2004 permette di effettuare analisi a carattere aggregato che sfruttino un concetto di macro-aggregazione dei marchi. Non a tutte le Brand viene agganciata una propria Family Brand: per molte di esse infatti non è possibile creare una ulteriore aggregazione. Tali marche vengono quindi inserite in una unica Family Brand generica denominata “UNATTRIBUTED FAMILY BRAND”. In tale generico aggregato vengono inserite tutte quelle Marche che appartengono all’insieme delle UNATTRIBUTED BRAND. La UNEXISTING BRAND è inoltre inserita all’interno della apposita Family Brand “UNEXISTING FAMILY BRAND”. Marca Brand Fam.Br. Nel dettaglio di quanto spiegato sopra: Brand assegnata Fam.Br. assegnata Brand Unexisting Brand Unexisting Fam.Br. Fam.Brand Unattributed Fam.Br. Unattributed Br.

49 Marca Soggetto ANAGRAFICA AdEx
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA A partire dal 2005 per la TV (no satellitari), ed a partire dal 2006 per gli altri mezzi disponibili, alla marca viene collegato il soggetto e la relativa creatività. Nel dettaglio il soggetto è disponibile per: TV (solo tabellare) Radio (tutti i mezzi rilevati) Quotidiani pay (16 testate) Magazine (60 testate) Marca Soggetto ANAGRAFICA AdEx La Marca, con le stesse modalità viste in precedenza, viene contemporaneamente associata ad un’Azienda. Le Aziende, qualora il mercato ne segnali l’esigenza, vengono a loro volta raggruppate in una Holding. In tali casi la holding viene creata sulla base della composizione dei gruppi societari tenendo però distinte realtà che appartengono ad arene competitive molto differenti in modo da facilitarne l’utilizzo nelle analisi di mercato. L’aggiornamento delle attribuzioni Marca-Azienda o Azienda-Holding avviene con tempestività, compatibilmente con l’ottenimento dell’informazione, su contatti diretti con le Aziende medesime. All’interno dell’Anagrafica sono presenti: MARCA AZIENDA HOLDING Quando un’Azienda acquisisce una marca da un’altra Azienda, nella Banca Dati AdEx vengono ad essa attribuiti anche i dati storici della suddetta marca. Tale regola permette confronti omogenei nel tempo.

50 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA
ANAGRAFICA AdEx L’Azienda è inserita all’interno di una zona geografica, sulla base della locazione della propria sede legale. L’Azienda è in primo luogo associata ad una Provincia, che è legata ad una Regione, che è all’interno di uno Stato (Country). Le Aziende che hanno sede fuori dall’Italia rientrano nella voce “Estero”. Le Aziende cui non è possibile associare una sede (es. le linee di intrattenimento telefonico) sono comprese nella generica voce “Varie”. All’interno dell’Anagrafica sono presenti: AZIENDA PROVINCIA REGIONE COUNTRY

51 PARTICOLARITA’ NELLA DEFINIZIONE DI MARCA
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA PARTICOLARITA’ NELLA DEFINIZIONE DI MARCA Esistono alcune particolarità nell’assegnazione di una marca ad un annuncio. In particolare impongono una particolare classificazione: le promozioni i concorsi gli annunci in comarketing gli spots combinati gli annunci che sono promossi da consorzi di Aziende gli annunci di carattere istituzionale gli annunci che pubblicizzano più prodotti (linea) Inoltre per alcune tipologie non viene dettagliato il singolo annuncio, ma gli spot vengono aggregati in un’unica marca generica. Di seguito proporremo alcuni esempi di tali raggruppamenti. PROMOZIONI All’interno della Marca, vale a dire nella descrizione del prodotto reclamizzato nell’annuncio, viene evidenziato quando si tratta di una campagna con una promozione. In questo caso la descrizione della Marca si conclude con il suffisso “pro.” Sono considerate promozioni: raccolta punti - 3x2 - omaggi sull’acquisto del prodotto (“e in più…”, “...compreso nel prezzo” - omaggi non legati all’acquisto del prodotto - sconti dichiarati - valutazione dell’usato - pagamenti rateali senza interessi - pagamenti rateali con riduzione di interessi - offerta lancio/prezzo di lancio/prezzo eccezionale/prezzo d’applauso - offerta assaggio - ai primi…/i primi…che rispondono/ acquistano/ prenotano…viene offerto uno sconto/facilitazione/omaggio - offerta valida fino al… - sampling di prodotto incollato alla pagina di pubblicità tabellare anche se nell’annuncio non viene citata nessuna promozione - offerta per un periodo limitato di tempo, anche senza riduzioni di prezzo specificatamente indicate. Nell’ambito di promozioni riguardanti un prodotto editoriale (Periodico o Quotidiano), a partire da Marzo 1999 si distingue ulteriormente la tipologia di promozione: “pro.” se riguarda uno sconto sul prezzo della testata.

52 INIZIATIVE UMANITARIE O CAMPAGNE DI MARKETING SOCIALE
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA “pro. video” se la testata è in vendita con una videocassetta o un DVD. “pro. audio” se è con Cd Audio o Musicassetta. “pro.pc” se è con un CdRom o un Floppy Disk per PC. “pro. Gadget” se è con un oggetto di vario genere. “pro. Edit.” se è in vendita con un altro prodotto editoriale. Se siamo in presenza di un annuncio su più pagine riferite allo stesso prodotto con l’indicazione della promozione riportata anche su di una sola pagina, tutte le pagine vengono rilevate come promozione. Non è invece definita come promozione la dicitura “a soli Euro…” in assenza di almeno una delle condizioni citate nella pagina precedente. CONCORSI All’interno della Marca viene altresì evidenziato se si tratta di un annuncio/campagna che evidenzia la possibilità di partecipare ad un estrazione a premi. In questo caso la Marca si conclude con il suffisso “co.”. Se nello stesso annuncio fosse presente la possibilità di partecipare sia ad una promozione che ad un concorso, è quest’ultimo ad avere la prevalenza. COMARKETING Nel caso di operazioni di Comarketing e quindi di annunci che presentano al loro interno marche di aziende diverse, il messaggio pubblicitario viene attribuito alla marca dell’azienda che lo ha di fatto pagato. In tal caso i prodotti pubblicizzati vengono elencati nella descrizione della marca separandoli con il carattere riconoscitivo “//” L’informazione perviene tramite contatto con la concessionaria o con le aziende interessate. INIZIATIVE UMANITARIE O CAMPAGNE DI MARKETING SOCIALE A partire dal 1 gennaio 2002 vengono rilevati e classificati con l’abbreviazione “I.U.” tutti gli annunci relativi alle Iniziative umanitarie. Per essere definiti tali, gli annunci devono contenere almeno due protagonisti che ricavano beneficio dalla comunicazione: l’azienda/prodotto promotore, che paga la comunicazione, e l’organizzazione umanitaria (di volontariato o di interesse sociale) che beneficia dell’iniziativa. Ad esempio: Omnitel/Telethon, Dash/Missione bontà, etc.

53 CAMPAGNE ISTITUZIONALI
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA SPOT COMBINATI Quando uno spazio Tv viene acquistato da un solo cliente ed utilizzato per la messa in onda di filmati di prodotti diversi, tali filmati vengono considerati come singoli comunicati. CAMPAGNE COLLETTIVE E’ la pubblicità predisposta da gruppi o da aziende riunite nel sostegno di un genere di prodotto o un servizio a loro comune. CAMPAGNE ISTITUZIONALI E’ la pubblicità che propone l’immagine dell’Azienda e non di una sua marca specifica. LINEA DI PRODOTTO E’ la pubblicità che all’interno della stessa Classe di Prodotto presenta più tipi dello stesso prodotto. LINEA DI CATEGORIA E’ la pubblicità che comprende prodotti appartenenti a più Classi di Prodotto all’interno della stessa Categoria. GLI AGGREGATI DI PIU’ MARCHE GENERICHE Alcuni annunci vengono aggregati in un’unica marca in quanto difficilmente dettagliabili e poco funzionali per l’analisi dei dati. Di seguito proponiamo alcuni esempi di tali marche: LOCALI E MANIFESTAZIONI (Radio Comm.) Nella rilevazione delle Radio Commerciali esistono due peculiarità: gli annunci che reclamizzano Locali/Discoteche non vengono rilevati singolarmente, ma raggruppati nell’unica marca Discoteche Radio Comm.

54 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CLASSIFICAZIONE DELLA MARCA
gli annunci che reclamizzano Spettacoli/Manifestazioni Sportive non vengono rilevati singolarmente, ma raggruppati nell’unica marca Man. Sport/Spett. Radio Comm.. COMUNICATI I comunicati, gli avvisi e le diffide private sono codificate nell’unica marca Comunicati/Diffide private e non attribuiti ai singoli inserzionisti. L’elenco aggiornato delle abbreviazioni utilizzate nella Banca Dati AdEx è sempre reperibile all’interno dell’Area Riservata del sito Nielsen (http://www.nielsenmedia.it/nmrcustomers/login.aspx). Per accedervi selezionare all’interno del riquadro “Accesso ai servizi online” la voce della tendina “Area Riservata”, inserire Username e Password e premere il pulsante “Accedi”. Il file “Abbreviazioni AdEx.xls” è contenuto all’interno dell’omonimo aggregato “Abbreviazioni AdEx”. Se non foste in possesso delle Username e Password, contattare Nielsen.

55 CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO

56 RILEVAZIONE ANNUNCIO Caratteristiche Country
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO RILEVAZIONE ANNUNCIO Caratteristiche Country

57 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO Le caratteristiche di un annuncio di cui si parla in questa sezione non riguardano il suo formato o la posizione speciale che esso occupa all’interno della testata/emittente: questo tipo di definizione dell’annuncio è contestuale alla rilevazione dello stesso. Per caratteristiche si vuole invece indicare la tipologia di pubblicità/comunicazione in cui esso viene classificato. Le tipologie considerate in AdEx possono essere comuni a tutti i mezzi o, a causa delle caratteristiche peculiari di un mezzo, tipiche del mezzo stesso. Così mentre per la Stampa, per l’Affissione, per il Cinema e per Internet esistono diverse tipologie pubblicitarie, su Tv e Radio tutto il rilevato si configura come Pubblicità Commerciale Nazionale. Nel caso della Tv, tuttavia, si parla di tipologie di comunicazione poiché, all’interno della Commerciale Nazionale, esistono diverse forme su come veicolare il messaggio pubblicitario. TIPOLOGIE PUBBLICITARIE Tutti i mezzi Tipiche per mezzo Non Pagata Pagata Comm.Naz. Autopubblicità Camp. Sociali

58 COMMERCIALE NAZIONALE
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO COMMERCIALE NAZIONALE Vengono classificati con la tipologia Commerciale Nazionale gli annunci di: aziende che producono beni e servizi aziende che commercializzano beni e servizi banche assicurazioni grande distribuzione (alimentare e non) catene di negozi nazionali (marchi in franchising) catene di ristoranti catene di alberghi tour operator (con più sedi sul territorio) agenzie immobiliari Si tratta di una tipologia presente su tutti i mezzi. AUTOPUBBLICITA’ Si attribuisce la tipologia Autopubblicità a tutti quegli annunci pubblicitari che sono pubblicati/trasmessi ma non pagati, in quanto l’Azienda investitrice è in una posizione particolare rispetto alla Concessionaria o all’Editore della testata/emittente utilizzata. In particolare si parla di Autopubblicità quando: l’Azienda investitrice coincide con uno dei due soggetti: Concessionari o Editore. Esempi: Arnoldo Mondadori Editore pubblicizza una propria testata (Grazia) sulle pagine di una propria testata (Donna Moderna); la pubblicità che riguarda il pagamento del canone sulle reti Rai; una pagina di pubblicità istituzionale della concessionaria Rcs su una delle testate da essa gestite. l’Azienda investitrice è parte di un Gruppo in cui sono compresi anche gli altri due soggetti (Concess. o Editore). Esempi: un annuncio che pubblicizza le promozioni di “Repubblica” (Editore la Repubblica - Concess. Manzoni) su “Espresso”(Editore L’Espresso - Concess. Manzoni). Il concetto di Gruppo qui utilizzato può non coincidere con quello derivante dalla mappa dei rapporti azionari tra le Aziende, ma è stato definito con la collaborazione degli Editori e delle Concessionarie, sulla base dei loro oggettivi riscontri. L’attribuzione della tipologia Autopubblicità all’annuncio viene fatta in una fase posteriore rispetto alla rilevazione, mediante il controllo della Testata ed Aziende ad essa collegate (secondo le modalità sopra descritte) con l’Azienda che investe. Eccezione: l’autopubblicità non è rilevata all’interno del mezzo Internet.

59 AUTOPUBBLICITA’ - I budget ministeriali
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO AUTOPUBBLICITA’ - I budget ministeriali Rientrano nella voce Autopubblicità anche tutti gli annunci “ministeriali” trasmessi sui mezzi gestiti dal concessionario Sipra (Tv: RaiUno, RaiDue, RaiTre; Radio: RadioUno, RadioDue). Si tratta di investimenti pubblicitari effettuati dalla Presidenza del Consiglio, dai Ministeri (raggruppati sotto la Holding “Governo Italiano”), da alcuni Enti Statali o da organismi collegati. Per legge, infatti, questi soggetti hanno a disposizione per le loro comunicazioni un quantitativo di spazi gratuito sui mezzi Rai. Esempi: gli investimenti dell’ ”azienda” Pres(idenza) Cons(iglio) Min(istri) Dir(ezione) Gen(erale) Inf(ormazione) Ed(ucazione); gli investimenti dei vari Ministeri, delle forze armate, dei Carabinieri etc.. CAMPAGNE SOCIALI Si definiscono come Campagne Sociali tutti quegli annunci che sono pubblicati/trasmessi ma non pagati, in quanto l’Azienda investitrice opera con finalità particolari, in genere filantropiche, umanitarie o educative. In particolare vengono definite Campagne Sociali: la Pubblicità Progresso la pubblicità di istituzioni, associazioni o enti pubblicate gratuitamente, secondo le informazioni che forniscono direttamente le Concessionarie Tutti gli annunci classificati come Campagne Sociali sono contenuti nella Sistematica AdEx all’interno del Settore “Enti/Istituzioni”, nella Categoria “Campagne Sociali/Educative”, nella Classe di Prodotto “Campagne sociali gratuite”, le Aziende che vi compaiono sono: Campagne Sociali Italiane, Campagne Sociali Internazionali, Comuni, Province, Regioni, Pubblicità Progresso, ONU e UPA, i dettagli relativi all’annuncio sono visibili a livello di Marca.

60 QUOTIDIANI PERIODICI INTERNET TV RADIO OUT OF HOME CINEMA
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO QUOTIDIANI Commerciale Classificata Naz.le Locale Rubricata di Serv. Locale Cinema Pagine speciali Echi di cronaca Piccola Pubbl. Necrologie Legale Finanziaria Ric. personale PERIODICI INTERNET Comm.Naz.le Classificata Comm.Naz.le Classificata TV RADIO Comm. Nazionale Comm. Nazionale OUT OF HOME CINEMA Comm. Nazionale Comm. Nazionale

61 NON APPARTENENTE A CATENE
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO COMMERCIALE LOCALE Un annuncio pubblicitario viene contraddistinto con la tipologia Locale se: 1. l’Azienda investitrice è: - Agenzia di viaggi - Ristorante - Discoteca, Bar, Pianobar - Negozio - Agenzia immobiliare - Teatro - Manifestazione - Officina - Rivenditore auto usate - Scuole - Parrucchiere - Istituto di cura - Palestra Questa classificazione viene effettuata all’atto della rilevazione: non vengono attribuite singole marche, ma tutti gli annunci confluiscono nella marca indistinta “Locale”. Per i Quotidiani Free Press (a partire dal Settembre 2008) invece, la marca “Locale” viene dettagliata in una serie di marche che si riferiscono alla categoria merceologica pubblicizzata. In tabella riportiamo alcuni esempi: CON UN’UNICA SEDE E NON APPARTENENTE A CATENE

62 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO
2. Relativamente al mezzo Quotidiani a pagamento (escluso free/pay press) la Marca dell’annuncio è compresa in una delle 62 Classi di Prodotto elencate nella pagina successiva, indipendentemente dall’Azienda cui la Marca appartiene. In questo caso l’attribuzione della tipologia “Locale” avviene in una fase successiva rispetto alla rilevazione, e viene mantenuta l’indicazione della Marca per ogni singolo annuncio. SETTORE CATEGORIA CLASSE DI PRODOTTO

63 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO
SETTORE CATEGORIA CLASSE DI PRODOTTO La classificazione degli annunci compresi nelle suddette Classi di Prodotto con la tipologia “Locale” vale solo per il mezzo Quotidiani a pagamento (escluso free press). Su tutti gli altri mezzi tali annunci sono da considerarsi come tipologia Commerciale Nazionale.

64 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO
3. l’annuncio è all’interno delle “Pagine Speciali”, vale a dire quegli spazi presenti sui Quotidiani che riportano le seguenti scritte: - Speciale … - Speciale a cura di … - Pagina Speciale a cura del servizio… - Pagina realizzata a cura di… Tutti gli annunci classificati come Pagine Speciali sono codificati come una sola marca, rilevando lo spazio globale, con esclusione sia degli articoli firmati che di quelli non firmati, e non evidenziando i singoli inserzionisti (esempio “Speciale Auto”). La marca è contenuta nella Sistematica AdEx all’interno del Settore/Tipologia Locale, nella Classe di Prodotto “Pagine Speciali”. Eccezioni. A partire dal mese di giugno 2000 le "Pagine Speciali" sulle testate Corriere della Sera, La Repubblica, Il Sole 24 ore e sui relativi supplementi e dorsi vengono rilevate come se fossero pagine normali. Ogni singolo spazio pubblicitario viene rilevato e classificato separatamente. 4. l’annuncio che mostra le locandine dei cinema (Rubricata Cinema/Flanistica). La tipologia “Locale” è presente solo sul mezzo Quotidiani (in tutte le forme elencate nei cinque casi precedenti) Non è presente sugli altri mezzi (Periodici, Tv, Tv sat, Radio, Out Of Home, Cards, Cinema e Internet). Qualora su questi mezzi investano soggetti che rientrano nella situazione illustrata al punto 1, si considerano tali annunci come Pubblicità Commerciale Nazionale. In particolare: per la Tv si apre regolarmente la marca relativa all’annuncio per la Radio si apre la marca relativa all’annuncio, tranne il caso delle discoteche e degli spettacoli di cui si è parlato in precedenza per i Periodici, per l’Out of Home e per Internet l’annuncio rientra in un’unica marca nella Classe di Prodotto “Servizi non nazionali” (all’interno del settore “Varie”, categoria “Tipologie non commerciali”), senza quindi specificare i singoli inserzionisti.

65 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO
RUBRICATA Vengono classificati come tipologia Rubricata: gli annunci economici con spazio comprato a parole delle Aziende o di privati (Rubricata Piccola Pubblicità). gli annunci di morte (Rubricata Necrologie). Si tratta di una tipologia presente: sul mezzo Quotidiani (in entrambe le forme) sul mezzo Periodici (solo la Piccola Pubblicità) sul mezzo Internet Non è presente sugli altri mezzi (Tv, Radio, Affissioni, Cinema, Tv sat e Cards). DI SERVIZIO Vengono classificati come tipologia Di Servizio: gli annunci di aste giudiziarie, gare, bandi di concorso, appalti, diffide, citazioni, sentenze di tribunali, fallimenti... (Legale). gli annunci di relazioni semestrali, obbligazioni, prospetti, dividendi, bilanci, variazioni di capitale, Opa, Ops, Opas, Opv, Ops ... (Finanziaria). gli annunci di RPQ (Ricerche Personale Qualificato). Si tratta di una tipologia presente: sul mezzo Quotidiani (in tutte le forme elencate nei tre punti precedenti) sul mezzo Periodici (solo Ricerche Personale) sul mezzo Internet La Pubblicità Legale che compare sul mezzo Periodici è invece considerata come Commerciale Nazionale (settore “Varie”, categoria “Tipologie non commerciali”) . Non è presente sugli altri mezzi (Tv, Radio, Outdoor e Cinema).

66 TESTATE CON RILEVAZIONE DETTAGLIATA TIPOLOGIA LEGALE FINANZIARIA
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO Nella rilevazione delle due tipologie sopraelencate non vengono attribuite singole marche ma tutti gli annunci confluiscono, a seconda della tipologia in un’unica marca. In sede di rilevazione tali annunci possono non essere rilevati singolarmente quando in una pagina sono contigui; in questo caso viene rilevato lo spazio cumulato e un solo annuncio TESTATE CON RILEVAZIONE DETTAGLIATA TIPOLOGIA LEGALE FINANZIARIA Per le principali testate, ogni annuncio viene rilevato singolarmente e quindi ad ogni marca corrisponde un annuncio.

67 TV - TIPOLOGIE DI COMUNICAZIONE Nielsen
METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO TV Comm. Nazionale Tabellare Brevi Telepromozioni/Televendite Tabellare InLogo Diari Sponsor Televendite Telepromozioni Promos Inviti all’ascolto CEE (Billboards) Inviti all’ascolto senza valore TV - TIPOLOGIE DI COMUNICAZIONE Nielsen TABELLARE 1. Tabellare: Spot tradizionali di varia durata, in genere inseriti in un break, cioè un interruzione dei normali programmi televisivi a fini pubblicitari. In alcuni programmi (principalmente eventi sportivi) vengono trasmessi “spot isolati” della durata di 5/7 secondi. 2. InLogo: Sovraimpressione animata emessa all’interno del programma. Posizionata nel punto di massimo ascolto. BREVI Questa aggregazione contiene varie tipologie di pubblicità. I Diari: sono inviti all’ascolto inseriti in una cornice, collocati in testa ad un break e generalmente adiacenti ad un un evento promozionato. Nella cornice è indicato il nome dell’emittente che trasmetterà il programma pubblicizzato dal promo. 7x7: sono inviti all’ascolto inseriti in una cornice (differente da quella del diario). Sono posizionati alla fine del break e generalmente prima di un evento promozionato. Nella cornice è indicato il nome dell’emittente che trasmetterà il programma pubblicizzato dal promo. Cartoonissimo: invito all’ascolto della durata di 5” impaginato come i Diari, ma programmato come i 7x7. Viene realizzato con una grafica ad hoc a seconda del target di riferimento Manchette: sono i Diari trasmessi da La7 e MTV. Non è detto che l’evento promozionato sia presente. Farfalle: sono inviti all’ascolto impaginati in posizione unica dentro al programma prima della sigla del break. Nella banca dati AdEx per distinguerle è stato creato il Program Block “FARFALLE R1(IA)”

68 METODOLOGIE DI CLASSIFICAZIONE - CARATTERISTICHE DELL’ANNUNCIO
TELEVENDITE Spazi di varia durata interni ad un programma (minimo 3 min.), ma separati e ben riconoscibili da esso mediante un siparietto all’inizio e alla fine. Durante le televendite si descrive precisamente un’offerta al pubblico (prodotto, prezzo, garanzie, modalità di fornitura) e si concede ad un numero limitato di telespettatori, che si prenotano telefonando, l’opportunità di comprare ad un prezzo conveniente i prodotti presentati o parte di essi. TELEPROMOZIONI Spazi di varia durata interni ad un programma, durante i quali si descrive e si promuove un prodotto, spesso tramite gioco o concorso. Sono considerate telepromozioni anche le sovraimpressioni di breve durata, solitamente presenti durante i programmi sportivi. PROMOS Spot di breve durata (3/5 sec.) durante il quale l’Azienda o il Prodotto (tramite citazione del nome o logotipo dello sponsor) invitano alla visione di un programma che andrà in onda nei giorni successivi. INVITI ALL’ASCOLTO All’interno di questo insieme confluiscono le seguenti tipologie: Citazioni: sono situate vicino ad un promo e/o prima/dopo l’inizio/fine di un programma (sono anche dette Billboard CEE o Citazioni programma). Nel filmato non viene mai pubblicizzata la confezione del prodotto e non figura alcuna promozione (né audio, né video). Inoltre non viene esposta la sovraimpressione “pubblicità”, come accade negli altri inviti all’ascolto Prima fila: sono Billboard CEE da 10” legati alla presentazione e alla chiusura dei programmi, introdotti da una sigla con grafica e loghi di rete e dal seguente parlato: "Buona serata su Canale 5/Italia 1/Rete 4 con..." in apertura, nonché "Buon proseguimento di serata su Canale 5/Italia 1/Rete 4 con..." in chiusura Billboard inizio/fine: eventi di breve durata posizionati immediatamente prima e/o dopo l’inizio/fine di un programma Jingle: eventi di breve durata posizionati in prossimità di break trasmessi all’interno di programmi. L’inserzionista è sponsor del programma stesso

69 INTERNET - TIPOLOGIE DI COMUNICAZIONE
AUTOPUBBLICITA’ Si presenta come pubblicità classica, ma riguarda tutti quegli annunci pubblicitari che sono pubblicati/trasmessi ma non pagati, in quanto l’Azienda investitrice è in una posizione particolare rispetto alla Concessionaria o all’Editore della testata/emittente utilizzata. CAMPAGNE SOCIALI Sono tutti quegli annunci che sono pubblicati/trasmessi ma non pagati, in quanto l’Azienda investitrice opera con finalità particolari, in genere filantropiche, umanitarie o educative. In particolare vengono definite Campagne Sociali: 1. La Pubblicità Progresso 2. La pubblicità di istituzioni, associazioni o enti pubblicata gratuitamente, secondo le informazioni fornite direttamente dalle Concessionarie INTERNET - TIPOLOGIE DI COMUNICAZIONE IN PAGINA (n.impression) BANNER BOTTONE/ MANCHETTE BOX PROMOREDAZIONALE PUSHBAR SPOT COVER FUORI PAGINA (n.impression) D HTML INTROPAGE INTERSTITIAL JUMP PAGE OVERLAY POP-UP BANNER POP-UNDER BANNER VIDEO ADV (n.impression) Contenuto pubblicitario video che viene erogato in streaming o attraverso down-load. Spot-banner/Pop under Spot/Mediacenter Podcasting-video

70 PERFORMANCE (solo valore)
Guida il tipo di accordo definito con il cliente a prescindere dalla tipologia di pubblicità utilizzata. Viene considerata separatamente poiché le quantità erogate sono svincolate da quanto viene realmente pagato dall’inserzionista. • CAMPAGNE A LEAD (costo basato sul raggiungimento del risultato prestabilito) • CAMPAGNE PAY PER CLICK • CAMPAGNE A CPM CON RISULTATO PRESTABILITO Sono inclusi anche gli accordi con società che gestiscono servizi di commercio elettronico (es. E-Bay) MOBILE ADVERTISING DIRECT (numero di invii) Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione gli sms, mms, etc, misurati in quantità di invii e valore. MOBILE ADVERTISING DISPLAY (n.impression) Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione i banners misurati in quantità di impressions e valore. NEWSLETTERS/ MARKETING (numero di invii) Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione: NEWSLETTERS (con sponsorizzazione, con redazionali, con link sponsorizzati, ecc.) DIRECT MARKETING, Il Direct Marketing utilizza Internet come mezzo per veicolare i messaggi direttamente all’indirizzo di posta personale dell’utente. Permette di personalizzare l'annuncio pubblicitario, veicolando messaggi commerciali indirizzati ad un elenco di utenti iscritti in una mailing list. È uno strumento molto utile alla targettizzazione del messaggio pubblicitario e permette un contatto diretto con l'utente-consumatore. KEYWORDS/SEARCH ADV (n.click) [Attualmente non disponibili] Guida la modalità di erogazione. Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione i click su sponsorlinks effettuati con intermediari su motori di ricerca (KEYWORDS) Google-AdSense e Yahoo!-Content match.

71 CLASSIFIED/DIRECTORIES (solo valore)
Comprende le tipologie di pubblicità che nell’off-line vengono identificate come rubricata, classificata e di servizio: INSERZIONI DI RICERCA DI PERSONALE QUALIFICATO LEGALE ANNUNCI ECONOMICI ANNUNCI PERSONALI NECROLOGI FINANZIARIA NEGOZI ON LINE E SCHEDE VIDEO CLASSIFIED ALTRE TIPOL. E PODCASTING AUDIO (solo valore) Rientra in questa tipologia qualunque tipo di pubblicità che viene erogata generando del fatturato e che non può essere ricondotta alla altre categorie. ADVERTORIAL PODCASTING AUDIO MINISITO (microsite, promotional web site) PARTNERSHIP SPONSORSHIP, O SPONSORIZZAZIONE TEXT LINK (venduto direttamente dall’editore del testo) VETRINA (venduto direttamente dall’editore del testo) INIZIATIVE PUBBLICITARIE "AD HOC" Di seguito alcuni esempi di prodotti: CO-BRANDED FORMATI/PACCHETTI SPECIALI PERSONALIZZAZIONI DELLA HOME PAGE O DI ALTRE AREE DEI SITI SPECIALI GIORNALISTICI, EDITORIALI, MONOTEMATICI SPONSORIZZATI PACCHETTO SHOPPING PROGETTI E POSIZIONI SPECIALI PUBBLIREDAZIONALI CONCORSI CATALOGO JUMP PAGES LOGHI TESTI GRASSETTI BOX CENTRALE, BOX DESTRA MINI-SITI

72 INTERNET - TIPOLOGIE DI COMUNICAZIONE OLD- ancora disponibili in Millennium per il periodo 2005-2007
BANNERS Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione tutti i formati pubblicitari venduti ad impressions. Di seguito alcuni esempi di prodotti: BANNERS, POP UP, POP UNDER, …). Nota: Nella banca dati AdEx la quantificazione dei banners è sempre fornita in migliaia di impression. SPONSORIZZAZIONI E BOTTONI Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione tutti i formati pubblicitari venduti a tempo. Di seguito alcuni esempi: SPONSORIZZAZIONI, SPONSOR LINK e SPONSOR MENU, SPONSORIZZAZIONE DI SPECIALI O CONTENITORI EDITORIALI, BOTTONI e GIANT BUTTON, Strip, PUSHBAR, …). Nota: Nella banca dati AdEx la quantificazione delle sponsorizzazioni e dei bottoni è sempre fornita in numero di giorni. NEWSLETTERS e Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione le NEWSLETTERS (con sponsorizzazione, con redazionali, con link sponsorizzati, ecc.), le DEM (Direct Marketing), le CAMPAGNE DI PERMISSION MAIL MARKETING. Nota: Nella banca dati AdEx la quantificazione delle Newsletters è sempre fornita in migliaia di invii. SMS Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione gli SMS e gli MMS. Nota: Nella banca dati AdEx la quantificazione degli SMS e MMS è sempre fornita in migliaia di invii.

73 ALTRE TIPOLOGIE Sono inseriti in questa tipologia di comunicazione tutte le iniziative pubblicitarie "ad hoc" cioè concordate direttamente con il cliente e dunque senza listino. E’ qui inclusa qualunque tipo di customizzazione che non rientra nei prodotti/listini standard. Di seguito alcuni esempi di prodotti: CAMPAGNE A LEAD (costo basato sul raggiungimento del risultato prestabilito) , PARTNERSHIP e Co-branded, FORMATI/PACCHETTI SPECIALI , personalizzazioni della home page o di altre aree dei siti, speciali giornalistici, speciali editoriali, speciali monotematici sponsorizzati, Pacchetto Shopping , Progetti E POSIZIONI Speciali, Pubbliredazionali, vetrine, loghi, testi, grassetti, videospot, mini-siti, Manchettes, rpq, LEGALE, classified, …). Nota: Nella banca dati AdEx la quantificazione di tutte le altre tipologie è fornita in Euro. DIRECT MAIL Postatarget Basic: Mailing indirizzato di base Postatarget Creative: Sample, gadget e personalizzazione affrancatura Postatarget Gold: Servizio post-recapito, info statistiche sui destinatari Postatarget Card: Mailing per cartoline e pieghevoli Postatarget Catalog: Mailing per cataloghi di vendita Postatarget magazine: House organ, corporate magazine, pubblicazioni a carattere pubblicitario di beni e servizi.

74 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI

75 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI
Una volta rilevato e classificato il volume degli annunci pubblicitari, il passo successivo è quello di quantificare in termini economici il valore di tali annunci. Il primo termine di riferimento sono i listini che pubblicano le concessionarie. Assegnando agli spazi rilevati (moduli, pagine, secondi, impianti, schermi) le tariffe che essi prevedono e tenendo conto di tutte le variabili che concorrono a determinare le caratteristiche di un annuncio, si ottiene una prima valorizzazione (investimenti lordi) . In realtà, poiché sui prezzi indicati vengono applicati in sede di trattativa sconti di varia entità non specificatamente espressi nel listino stesso, il valore degli investimenti così ottenuto non rappresenta l’effettivo ammontare della spesa sostenuta, ma solo un elemento indicativo. Occorre dunque affiancare al calcolo degli investimenti lordi la stima dei dati di investimento netto. Il rapporto tra i due valori determina il fattore di ponderazione del contesto considerato: l’intero mercato, un singolo mezzo, una singola campagna. L’investimento netto della pubblicità Commerciale Nazionale stimato da Nielsen è comprensivo della Commissione di Agenzia del 15% nei casi in cui è prevista. Esempio Costo Spazio a listino:100 (lordo) Costo Spazio netto = lordo – fattore di ponderazione stimato (p.e. 30 %) = 70 (Stima Netta Nielsen) Costo Spazio nettissimo = netto – Commissione di Agenzia (15 %) = 59,5 Fattore di pond. (Nielsen) comm. d’Agenzia listino netto stimato Nielsen nettissimo I dati relativi alle tipologie pubblicitarie Locale, Rubricata, Di Servizio non sono invece comprensivi di alcuna commissione, in quanto si presume che la trattativa Azienda-Concessionaria si svolga senza alcun intermediario.

76 GLI INVESTIMENTI LORDI
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI GLI INVESTIMENTI LORDI

77 LA VALORIZZAZIONE STAMPA GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
Il procedimento di valorizzazione è il processo mediante il quale si arriva a determinare l’ammontare degli investimenti pubblicitari lordi a tariffe di listino, cioè quanto spenderebbero gli investitori se i costi degli annunci fossero effettivamente quelli indicati sui listini pubblicati dalle concessionarie. In assenza di listini aggiornati, fa riferimento l’ultimo listino ufficiale pubblicato. Nel caso di uscita di nuove testate gestite da Concessionarie che non pubblicano più listini (Rcs, Manzoni), è la stessa Concessionaria a comunicare le tariffe in via ufficiosa per permettere l’avvio del procedimento di valorizzazione. STAMPA Per ogni Testata (Quotidiano o Periodico) in rilevazione, esiste un listino ufficiale che evidenzia: i formati acquistabili le tariffe per ogni formato le tariffe per ogni tipologia di pubblicità le tariffe per le diverse caratteristiche dell’annuncio la scala degli sconti applicabili a seconda delle dimensioni dell’annuncio In sede di valorizzazione tuttavia Nielsen non applica tutte le tariffe, i supplementi, le regole espresse nel listino, per due ordini di motivi: 1. Non è sempre possibile riconoscere quando una particolare caratteristica dell’annuncio (es: solo in pagina) sia effettivamente frutto di una precisa scelta dell’investitore in sede di trattativa (nel qual caso sarebbe applicabile la tariffa legata a quel particolare tipo di caratteristica), o non sia invece frutto del caso. In quest’ultimo caso l’applicazione di una tariffa diversa da quella base, legata al tipo di formato dell’annuncio, sarebbe una sovrastima del valore lordo. 2. Non tutte le posizioni e le particolarità contemplate nei listini con tariffe particolari sono effettivamente “vendute”, cioè percepite come di particolare valore dagli investitori. Anche in questo caso l’applicazione della tariffa indicata a listino sovrastimerebbe il reale valore lordo degli annunci.

78 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
STAMPA Le posizioni speciali che in AdEx vengono evidenziate in sede di rilevazione, e poi utilizzate per valorizzare sono: QUOTIDIANI PERIODICI normale normale locale rubricata echi di cronaca di servizio cinema 1a copertina necrologie 2a copertina piccola pubblicità 3a copertina ricerca personale q. 4a copertina legale 2a cop + 1a romana finanziaria 1a romana finestrella battente finestrella L rovesc, battente 3a cop. piedino finestrella manchette 1a pagina piedino manchette interna manchette 1a pagina doppia centrale manchette interna ultima pagina uni / std editoria/libri mini pagina periodici quadrotto elettorale groupage finestrella libri finestrella periodici ultima libri ultima periodici ultima elettorale ultima locale centrale fondi In grassetto sono evidenziate le posizioni speciali che, in sede di rilevazione, vengono comunque segnalate, anche se il listino non prevede tariffe particolari legate ad essa .

79 . GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
Oltre ad un numero chiuso di posizioni speciali considerate, esistono poi alcune regole di valorizzazione: la tariffa particolare legata alle posizioni speciali viene applicata solo per la pubblicità Commerciale Nazionale. Se viene pubblicato un annuncio di pubblicità Locale sull’ultima pagina di una testata quotidiana, a tale annuncio verrà associata la posizione speciale “ultima pagina”, ma la valorizzazione sarà a tariffa di locale. non viene applicato alcun sovrapprezzo per la presenza dell’annuncio su di un Quotidiano in giorni particolari della settimana . Tutti i giorni sono equiparati e quindi lo stesso annuncio (medesimo formato e posizione) verrà valorizzato con la stessa tariffa indipendentemente dal giorno di pubblicazione. non viene applicato alcun sovrapprezzo per un annuncio comparso “solo in pagina” su di un Quotidiano. un annuncio viene rilevato o in b/n o a 4 colori. Non sono considerate altre opzioni (es. 3 colori). le tipologie Rubricata e Di Servizio sul mezzo Periodici sono valorizzate ad una tariffa convenzionale, uguale per tutte le testate, e proporzionata sulla base dello spazio occupato dell’annuncio. .

80 QUOTIDIANI - Tariffa Nazionale, Locale, Rubricata e Di Servizio
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI QUOTIDIANI - Tariffa Nazionale, Locale, Rubricata e Di Servizio La tariffa che viene applicata ad un annuncio in sede di valorizzazione può essere diversa se l’annuncio stesso è classificato come pubbl. Comm.le Nazionale o come pubbl. Comm.le Locale (in funzione del prodotto pubblicizzato). Ciò avviene quando il listino della testata su cui compare l’annuncio prevede prezzi differenti tra gli annunci pubblicati sulle pagine nazionali e quelli (di medesimo formato) pubblicati sulle pagine locali. In questo caso in AdEx si utilizza la tariffa delle pagine nazionali per valorizzare la pubblicità Comm.le Nazionale e quella delle pagine locali per valorizzare la pubblicità Comm.le Locale. Non è quindi rilevante ai fini della valorizzazione in quale parte della testata l’annuncio sia stato pubblicato (se costa nazionale o locale), ciò che risulta essere determinante è solo la tipologia di pubblicità in cui esso è stato classificato. Se, invece, la testata su cui compare l’annuncio presenta un’unica tariffa, è evidentemente quest’ultima che verrà sempre utilizzata per la valorizzazione. Testata con tariffa unica Testata con doppia tariffa Pubbl. Comm.le Nazionale tariffa di Nazionale tariffa Unica Pubbl. Comm.le Locale tariffa di Locale Discorso diverso per i Quotidiani Free Press. Ogni edizione Locale viene valorizzata con la propria tariffa locale. La testata fittizia Network viene invece valorizzata con la “tariffa nazionale” prevista a listino che tiene conto dell’uscita contemporanea dell’annuncio su ciascuna delle edizioni locali. Le tipologie di pubblicità Rubricata e Di Servizio, infine, vengono valorizzate per ogni singola testata con le proprie tariffe.

81 TV GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
La valorizzazione degli spazi televisivi si basa sui listini pubblicati dalle concessionarie. I listini non sono a cadenza annuale, come avviene in genere per la Stampa, ma vengono emessi quattro volte l’anno in coincidenza con le stagioni. In essi sono contenuti: - i palinsesti - le politiche commerciali stagionali - gli sconti di periodo - la gestione di eventi particolari (Festival di Sanremo, Mondiali di Calcio, Coppa del Mondo di sci...). Le tariffe pubblicate sono relative: alla singola rubrica nella quale è contenuto il break per gli spazi acquistabili in libera, cioè senza alcun vincolo ad un gruppo di rubriche per i break acquistabili solo all’interno di un pacchetto/modulo predefinito Le tariffe sono differenti a seconda delle tipologie di comunicazione. La tariffa generalmente indicata è relativa ad un secondaggio standard (es. per lo spot tradizionale 30 secondi), diverso per ogni tipologia di comunicazione. E’ prevista quindi una tabella di riproporzionalizzazione per secondaggi differenti. Non vengono applicati in sede di valorizzazione i sovrapprezzi previsti nei listini per posizioni particolari all’interno del break. Il prezzo del listino applicato è sempre al netto degli sconti dichiarati.

82 TV - Sipra GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI TABELLARE
Esistono due modalità di vendita dei break: in libera in moduli predefiniti (insieme di più break) Nel primo caso vengono valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. Nel secondo caso il prezzo totale dei pacchetti (a listino, al netto degli sconti dichiarati) viene diviso sui singoli spot che lo compongono, tramite un algoritmo di riproporzionalizzazione che tiene conto di un prezzo di base per break comunicato dalla stessa concessionaria. Per Sipra l’algoritmo utilizzato è di tipo semplice in quanto la rubrica/il break appartenenti ad un modulo sono esclusivi, cioè non possono far parte di altri moduli. TELEPROMOZIONI Valorizzate a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. PROMOS Sono sempre venduti in pacchetto con le Telepromozioni. Non vengono valorizzati, ma il prezzo del pacchetto è attribuito interamente alle Telepromozione. INVITI ALL’ASCOLTO Valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. FARFALLE Valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati.

83 TV - Publitalia GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI TABELLARE
I break possono essere divisi in: Punti Ora Qualità Punti Ora Convenienza Nel primo caso rientrano: - i break contenuti nelle rubriche Top e Top Posizioni Speciali - i break appartenenti al Modulo Oro, contenuti in rubriche che possono prevedere al loro interno anche Punti Ora Convenienza Si tratta di break acquistabili in modalità libera, anche se per il Modulo Oro occorre rispettare delle regole di proporzione tra rubriche. Vengono perciò valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. Qualora i Punti Ora Qualità siano acquistati con una precisa richiesta di messa in onda (emittente, rubrica, punto ora) da parte dell’investitore, il listino prevede un sovrapprezzo del 10%. Tale sovrapprezzo non viene però applicato in sede di valorizzazione in quanto è impossibile per chi rileva capire quando uno spazio venga acquistato secondo tale modalità. I Punti Ora Convenienza possono essere invece acquistabili solo all’interno di moduli precostituiti. Anche qui il prezzo totale dei pacchetti (a listino, al netto degli sconti dichiarati) viene diviso sui singoli spot che lo compongono, tramite un algoritmo che tiene conto di un prezzo di base per break comunicato dalla stessa concessionaria. Per Publitalia però l’algoritmo è di tipo complesso in quanto uno stesso break rientra nella composizione di più moduli. Si utilizza allora un modello statistico (IPF) che riproporzionalizza il costo per break per minimizzare le differenze sul prezzo totale dei moduli .

84 TV - Publitalia TV – La 7 TV - MTV
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI TV - Publitalia DIARI + 7 x 7 Valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. TELEVENDITE Valorizzate a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. TELEPROMOZIONI Valorizzate a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. PROMOS Sono sempre venduti in pacchetto con le Telepromozioni/Televendite. Non vengono valorizzati, ma il prezzo del pacchetto è attribuito interamente alle Telepromozione/Televendita. INVITI ALL’ASCOLTO Possono essere venduti sia autonomamente sia a pacchetto con le Telepromozioni/Televendite. Nella prima ipotesi sono valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. Nella seconda non vengono valorizzati, ma il prezzo del pacchetto è attribuito interamente alle Telepromozione/Televendita. TV – La 7 I listini non prevedono l’esistenza di moduli precostituiti; quindi tutti i break sono acquisibili in libera e sono valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. TV - MTV TABELLARE Esistono due modalità di vendita dei break: - in libera - in moduli predefiniti (insieme di più break) Il prezzo che viene applicato da Nielsen in sede di valorizzazione parte dal costo dei pacchetti indicato dal listino e al netto degli sconti dichiarati. Tale costo viene diviso sui singoli spot che lo compongono, tramite un algoritmo che tiene conto del prezzo in libera del break.

85 TV – DEE JAY TV (ex ALL MUSIC)
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI PROMOS Sono sempre venduti in pacchetto con gli Inviti all’Ascolto. Vengono valorizzati tramite un prezzo di base per fascia oraria di trasmissione dell’annuncio, comunicato dalla stessa concessionaria. INVITI ALL’ASCOLTO Sono sempre venduti in pacchetto con i Promos. Vengono valorizzati tramite un prezzo di base per fascia oraria di trasmissione dell’annuncio, comunicato dalla stessa concessionaria. SPOT PANEUROPEI La programmazione di Mtv Italia contiene un certo numero di spots (tabellare o promospons.) Paneuropei, cioè venduti direttamente da Mtv Networks a Londra e trasmessi su tutto il territorio europeo coperto da Mtv. Poichè è impossibile per Nielsen isolare ed evidenziare a parte questi spots, essi vengono trattati come tutti gli altri annunci emessi da Mtv Italia e quindi classificati secondo le regole già illustrate. TV – DEE JAY TV (ex ALL MUSIC) TABELLARE Esistono due modalità di vendita dei break: - in libera - in moduli predefiniti (insieme di più break) Il prezzo che viene applicato da Nielsen in sede di valorizzazione parte dal costo in libera indicato dal listino e al netto degli sconti dichiarati. DIARI Vengono valorizzati tramite un prezzo di base per fascia oraria di trasmissione dell’annuncio, comunicato dalla stessa concessionaria.. PROMOS Sono sempre venduti in pacchetto con gli Inviti all’Ascolto. Vengono valorizzati tramite un prezzo di base per fascia oraria di trasmissione dell’annuncio, comunicato dalla stessa concessionaria. INVITI ALL’ASCOLTO Sono sempre venduti in pacchetto con i Promos. Vengono valorizzati tramite un prezzo di base per fascia oraria di trasmissione dell’annuncio, comunicato dalla stessa concessionaria.

86 TV Sat – Sky pubblicità GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
TABELLARE Esistono due modalità di vendita dei break: - in libera - in posizione (prima o ultima posizione all’interno del più break) SUPER SPOT 15” E 30” Posizionati al di fuori dei break pubblicitari BILLBOARD Inviti all’ascolto o sponsorizzazioni o spot che promuovono, in apertura o chiusura, un programma FRAME SPOT Diari o spot riquadrati ovvero spot incorniciati con grafica del canale posizionati in primissima o ultimissima posizione all’interno del break SUPER FRAME SPOT Diari o spot riquadrati ovvero spot incorniciati con grafica del canale in posizione speciale fuori dal break Controllare Manzotti CODINI AI PROMO Billboard in coda ai promo di rete a rotazione sui canali della piattaforma EVENTI SPORTIVI Listino legato al singolo evento sportivo (serie A, champions league, formula 1, top event sport) La valorizzazione di Nielsen avviene in base alle informazioni sul pianificato inviate tramite Logs.

87 TV Digitali GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI TABELLARE
I break possono essere di tre tipi: in libera in posizione (prima o ultima posizione all’interno del più break) in moduli predefiniti (insieme di più break) Nel primo e nel secondo caso vengono valorizzati a prezzo di listino, al netto degli sconti dichiarati. Nel terzo caso il prezzo totale dei pacchetti (a listino, al netto degli sconti dichiarati) viene diviso sui singoli spot che lo compongono, tramite un algoritmo di riproporzionalizzazione che tiene conto di un prezzo di base per break comunicato dalla stessa concessionaria. Controllare Manzotti

88 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
RADIO Gli spazi radiofonici valorizzati utilizzando un’unica tariffa desunta dai listini ufficiali. Gli spazi radiofonici vengono così valorizzati: per le reti Rai sono valorizzati al prezzo della singola rubrica cui fanno parte; per le Radio Commerciali il prezzo applicato, quando è previsto, è quello della tariffa a rotazione (nel caso esistano più tariffe a rotazione viene scelta quella che prevede 6 spazi a rotazione dalle 6 alle 24). OUTDOOR La valorizzazione avviene utilizzando i listini ufficiali in libera delle singole concessionarie. La tariffa utilizzata tiene conto del Concessionario, Impianto, Formato, Durata, Classe di città/Comune (per le Classi 1,2 e 3, città con più di abitanti, la valorizzazione avviene per Classe/Comune, per le Classi 4 e 5, città con meno di abitanti, la valorizzazione si limita a considerare la Classe di città). CARDS La concessionaria Promocard fornisce mensilmente a Nielsen i dati di investimento lordo e le quantità di cartoline prodotte e distribuite. OUT OF HOME TV Le concessionarie forniscono mensilmente i log con le campagne il relativo valore lordo di ogni campagna. TRANSIT Le concessionarie forniscono mensilmente i log con le campagne il relativo valore lordo di ogni campagna.

89 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LORDI
CINEMA La valorizzazione avviene utilizzando i listini ufficiali delle singole concessionarie. La tariffa utilizzata tiene conto del Concessionario, Durata dello spot, del Numero di sale, della tipologia di break e della posizione speciale (solo quelle effettivamente acquistate). DIRECT MAIL Viene rilevato l’advertising indirizzato evidenziando i dati di investimento. INTERNET Le concessionarie forniscono a Nielsen un listino medio per ogni tipologia di comunicazione. Il listino sarà annuale, ma sarà passibile di eventuali correzioni o aggiunte nel corso dell’anno. Unendo questi listini alle quantità si ottiene l’investimento lordo. Fanno eccezione le “Altre Tipologie”, “Performance” e “Classified/Directories” per le quali non esiste un listino. In tal caso le concessionarie forniscono direttamente non le quantità ma l’investimento lordo.

90 GLI INVESTIMENTI NETTI
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - NETTI GLI INVESTIMENTI NETTI

91 LA STIMA GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - NETTI
Il procedimento di stima è un processo mediante il quale si arriva a determinare l’ammontare degli investimenti pubblicitari netti. L’aggiornamento della stima è mensile. Molteplici sono gli elementi che concorrono in diversa misura ed in tempi diversi alla formulazione dei dati. Per il mezzo Tv la base delle stime sono le dichiarazioni delle concessionarie ed i contatti diretti intrapresi a scadenze regolari con alcune di esse, il dato a cui si giunge è suddiviso per le diverse tipologie di Comunicazione. Nel caso di Mtv il valore degli investimenti netti indicato non è l’introito effettivo della concessionaria, ma è comprensivo della stima degli spots Paneuropei, che non sono di spettanza di Mtv Italia. Questo processo viene effettuato allo scopo di rendere attendibile il confronto tra valori lordi e valori netti. Per la Radio i fattori di ponderazione derivano dalla collaborazione tra Nielsen ed FCP. A partire da Gennaio 2009 tutto il mezzo è abbattuto con gli stessi sconti sia per Radio Rai che per e altre Radio. Per il mezzo Stampa è in atto un’intensa collaborazione con la Federazione delle Concessionarie di Pubblicità (FCP) che ha portato alla messa a punto di un algoritmo per la stima degli investimenti mese per mese, prendendo in esame le diverse Tipologie di Pubblicità . Per il mezzo Outdoor i dati di investimento netto provengono da Audiposter, e comprendono la somma di comm. Nazionale e Locale. Per il mezzo Cards i dati provengono direttamente dalla concessionaria Promocards. Per i mezzi OUT OF HOME TV e TRANSIT i dati provengono direttamente dalle concessionarie. Per il mezzo Cinema si tratta di stime Nielsen avallate dalle concessionarie. Per il mezzo Direct Mail i dati provengono dalla concessionaria. Per il mezzo Internet i dati di investimento netto provengono da FCP-AssoInternet e sono dettagliate per tipologia di comunicazione. Oltre a ciò vengono messi in atto una serie di controlli incrociati per garantire e confermare l’attendibilità delle stime, sulla base dei dati provenienti dalla rilevazione e nel rispetto dei trends. In una fase successiva i bilanci pubblicati delle concessionarie rappresentano un’ulteriore fonte di controllo.

92 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - NETTI
LA STIMA DEI NETTI NELLA STAMPA FCP riceve mensilmente da ogni singola concessionaria affiliata i rispettivi dati di pagine vendute e di fatturato pubblicitario, al netto degli sconti delle politiche commerciali e dello sconto di agenzia. I dati così pervenuti vengono aggregati per formare un totale mercato e poi totalizzati per tipologia di quotidiano (A pagamento – Free Press). Ogni mese viene prodotto un riepilogo dei dati di investimento a valore e a volume. Non sono invece previsti dettagli per testata o per concessionaria. Quotidiani a pagamento Il procedimento di stima Nielsen si articola come segue: Tipologia Commerciale Nazionale Il fatturato Fcp viene rivalutato dello sconto di agenzia del 15% Tipologia Locale - Rubricata - Di Servizio Attraverso un algoritmo si ottiene il fatturato mensile, l’algoritmo tiene conto delle seguenti variabili: 1. Calcolo del prezzo medio per pagina sulla base dei dati in Euro e spazio comunicati da FCP per tipologia di pubblicità 2. Variazione mese su mese dei prezzi medi 3. Spazi rilevati da Nielsen per tipologia di pubblicità Nota: Eventuali sensibili differenze tra gli spazi rilevati da Nielsen e quelli di Fcp potrebbero portare ad un adeguamento della stima iniziale. Quotidiani Free Press/Pay Press 2. Spazi rilevati da Nielsen per tipologia di pubblicità 3. Applicazione dello sconto di agenzia del 15%, dove necessario (pubbl. Comm.le Nazionale)

93 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - NETTI
Periodici FCP riceve mensilmente da ogni singola concessionaria affiliata i rispettivi dati di pagine vendute e di fatturato pubblicitario al netto degli sconti delle politiche commerciali e dello sconto di agenzia. I dati così pervenuti vengono aggregati per formare un totale mercato e poi totalizzati per gruppi di testate (Segmenti). Ogni mese, per ogni Segmento, viene prodotto un riepilogo dei dati di investimento a valore e a volume. Non sono invece previsti dettagli per testata o per concessionaria. Sulla base di ciò, attraverso un algoritmo, si ottiene il fatturato mensile per tipologia di periodico (Consumer e Professionali), l’algoritmo tiene conto delle seguenti variabili: 1. Calcolo del prezzo medio per pagina, per ogni Segmento o tipologia di periodico (Consumer e Professionali), sulla base dei dati in Euro e spazio comunicati da FCP. 2. Variazione mese su mese dei prezzi medi 3. Spazi rilevati da Nielsen 4. Applicazione dello sconto di agenzia del 15%, dove necessario (pubbl. Comm.le Nazionale). 5. Testate “esclusive” Nielsen. Le testate rilevate da Nielsen ma non da FCP in quanto gestite da concessionarie non affiliate.

94 I FATTORI DI ABBATTIMENTO
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - I FATTORI DI ABBATTIMENTO I FATTORI DI ABBATTIMENTO

95 X GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI – I FATTORI DI ABBATTIMENTO
Il “fattore di ponderazione” dunque non è altro che il risultato di un rapporto tra due dati: uno stimato (il “netto”) e uno calcolato (il “lordo”). Tramite le procedure Nielsen (valorizzazione AdEx e processo di Stima), ogni mese sono disponibili i fattori di ponderazione per ogni mezzo e tipologia di Pubblicità. TESTATA CONCESS. MED.GR. MEZZO ANNUNCIO AZIENDA SETTORE X MERCATO Il fatto di calcolare un fattore di ponderazione per mezzo/tipologia/mese garantisce sia le particolarità tipiche di ogni mezzo di comunicazione sia il rispetto di fenomeni quali la stagionalità e le politiche commerciali. E’ altresì evidente che gli abbattimenti così ottenuti sono una media, efficace per rappresentare l’universo nel suo insieme, soggetta a inevitabili approssimazioni se si prendono in considerazione sezioni minime del suddetto universo.

96 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA

97 LA COPERTURA GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA
Una delle informazioni più utili per comprendere al meglio i dati forniti, è capire non solo come e cosa si rileva, ma anche quanto viene coperto da Nielsen. A tale proposito sulla base delle testate/emittenti/impianti/schermi e delle tipologie pubblicitarie rilevate, nelle pagine seguenti forniremo: La percentuale di copertura della banca dati AdEx sullo specifico ambito rilevato da Nielsen La percentuale di copertura della banca dati AdEx sull’intero universo rappresentato dal mezzo Per effettuare tale comparazione, si è scelto di adottare come totale di riferimento i dati UPA (Utenti Pubblicità Associati) e la relativa classificazione che è possibile trovare nel documento annuale di riepilogo del mercato: “Il futuro della pubblicità”. Gli ultimi dati UPA disponibili risalgono al 2008, abbiamo deciso di confrontarci ancora con questi ultimi poiché non sono disponibili dati più recenti da fonti altrettanto autorevoli. Dai dati sono stati esclusi gli investimenti relativi al cosiddetto “below the line” (composto da sponsorizzazioni di eventi, pubbliche relazioni, direct marketing, promozioni di vario genere) e le spese di produzione delle comunicazioni. Il totale di riferimento dunque è quello relativo agli investimenti pubblicitari dell’area classica: Tv, Periodici, Quotidiani, Radio, Outdoor e Transit, Cinema e Internet. Il peso di Direct Mailing, Out of home Tv e Cards è stimato in base al peso nel mercato degli operatori che forniscono i dati a Nielsen.

98 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA I QUOTIDIANI TESTATE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Tutti le principali testate Alcune edizioni locali per testata Free Press (dal 2007) Varie edizioni locali TIPOLOGIE PUBBLICITARIE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Comm.le Naz.le Locale Rubricata Di Servizio Sponsorizzazioni Inserti Redazionali Nel calcolo della copertura totale Mezzo: usato il dato Nielsen vs UPA Nel calcolo della copertura sulla Comm.Naz.: difficile stabilire cosa loro attribuiscono come locale e cosa come Comm.le. E’ stato riportato il dato di Nielsen anche per UPA giungendo alla copertura del 100% Percentuale di copertura : 99% sul mercato di riferimento 98% sul Totale Mezzo

99 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA I PERIODICI TESTATE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Mass media Specializzati Magazines Principali Periodici Tecnici e Professionali Altri periodici Tecnici e Professionali TIPOLOGIE PUBBLICITARIE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Comm.le Naz.le Rubricata (Picc. Pubbl.) Di Servizio (Rpq) Publiredazionali Sponsorizzazioni Inserti Redazionali (compresi “le Aziende informano”) Pagine “locali” Per l’estrazione Nielsen il calcolo della copertura dei periodici escluso i professionali deve essere fatto spostando i Professionali Arte, Audiovisivi, Moda e Industria all’interno del gruppo dei periodici. Percentuale di copertura : 94% Su Mass media, Specializzati e Magazines 85% Sul Totale Mezzo

100 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA LA TV (comprese Satellitari e Digitali) EMITTENTI SI RILEVA: NON SI RILEVA: Emitt. nazionali generaliste Emittenti satellitari Sky Emittenti Digitali (delle Concessionarie Sipra, Publitalia, Digitalia08, Switchover Media) Emitt. Locali IPTV Altre Satallitari Altre Digitali Terrestri TIPOLOGIE PUBBLICITARIE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Tabellare (Tab+Brevi) Promosponsorizzazioni (Televend.+Teleprom.+ Promos+ Inviti ascolto CEE) Promos di Rete Dato UPA: è la somma tra il tot comm.naz Nielsen (xchè è + alto) detratte le tv tematiche+le tv a pagamento+il dato Nielsen (xchè è + alto) per le tematiche free. Percentuale di copertura : sulle emittenti nazionali generaliste, satellitari, digitali 99% 92% sul Totale Mezzo

101 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA LA RADIO EMITTENTI SI RILEVA: NON SI RILEVA: Emittenti nazionali Locali TIPOLOGIE PUBBLICITARIE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Comm.le Naz.le Locale Sponsorizzazioni Redazionali Promos di Rete Inviti all’ascolto Ricerca personale UPA: preso il dato della locale+il dato totale Nielsen della comm.naz (xchè + alto) Percentuale di copertura : 92% sulle Emittenti nazionali 77% sul Totale Mezzo.

102 OUTDOOR E TRANSIT GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA
IMPIANTI SI RILEVA: L’affissione esterna statica (poster, arredo urbano e comunale) delle Imprese aderenti ad Audiposter. Transit (Dinamica di Superficie, Metropolitane, Aeroporti e Stazioni Ferroviarie) NON SI RILEVA: Circuiti tematici Maxi Affissioni Cartellonistica fissa Altre insegne luminose Aeroporti di Roma (relativamente a Transit) Il totale mezzo è il dato Nielsen/UPA. Sull’esterna statica oggetto di ns rilevazione è il dato Nielsen/(Poster e Arredo Urbano) Percentuale di copertura : 83% sull’Outdoor e Transit 53% sul Totale Mezzo

103 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA IL CINEMA SALE SI RILEVA: NON SI RILEVA: Le altre sale Tutte le sale di prima visione relative alle concessionarie rilevate da Nielsen TIPOLOGIE PUBBLICITARIE NON SI RILEVA: SI RILEVA: Comm.le Naz.le Locale Iniziative speciali all’interno delle sale Preso il dato Nielsen xchè + alto su entrambe Percentuale di copertura : 97 % sulla Comm.le Nazionale 89 % sul Totale Mezzo

104 TIPOLOGIE PUBBLICITARIE
GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA INTERNET SITI SI RILEVA: NON SI RILEVA: Tutti i siti gestiti dalle concessionarie rilevate da Nielsen Altri siti TIPOLOGIE PUBBLICITARIE SI RILEVA: NON SI RILEVA: • In Pagina • Fuori Pagina • Video Adv • Performance • Mobile Adv Direct • Mobile Adv Display • Newsletters E Adv • Classified E Directories • Altre Tipologie E Podcasting Audio Autopubblicità Keywords e Search Percentuale di copertura : 97 % sulle Tipologie rilevate 35 % sul Totale Mezzo

105 Cards Direct Mail GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA
EMITTENTI SI RILEVA: NON SI RILEVA: La concessionaria Promocard Le altre concessionarie Percentuale di copertura : 90% sul Totale Mezzo Direct Mail EMITTENTI SI RILEVA: NON SI RILEVA: Posta Indirizzata Posta non Indirizzata Percentuale di copertura : 95% sul Totale Mezzo

106 Out of Home TV GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA EMITTENTI
SI RILEVA: NON SI RILEVA: Telesia Neoadvertising Le altre concessionarie Percentuale di copertura : 68% sul Totale Mezzo

107 GLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI - LA COPERTURA - TOTALE
MERCATO RIFERIMENTO TOTALE MERCATO Quotidiani (compresa Free/pay) 99 % 98 % (1) Periodici 94 % 85% (1) Tv – comprese Sat e DTT 99% 92 % (1) Radio 92 % 77 % (1) Outdoor e Transit 83 % 53 % (1) Cinema 97 % 89 % (1) Internet 97 % 35 % (2) Cards 100 % 90 % (3) Direct Mailing 100 % 95 % (3) Out of Home TV 100 % 68% (3) Stima Nielsen su ultimo dato disponibile UPA M.R.: Fonte FCP-AssoInternet (anno 2010) ; T.M.: Fonte IAB (anno 2010) Stima Nielsen su dichiarazione Concessionarie Per Riferimento si intende un mercato di mezzi/tipologie pubblicitarie più mirato rispetto al totale e che comprende: Quotidiani: Edizioni Nazionali, principali Edizioni Locali, Free Press (dal 2007) Periodici: Mass media, Specializzati, Magazines, principali Periodici Professionali Tv: emittenti nazionali generaliste, tv Satellitari e Digitali Radio: emittenti nazionali Outdoor e Transit: Esterna statica e dinamica, metropolitane, aeroporti e stazioni ferroviarie Cinema: pubbl. Commerciale Nazionale Internet: siti gestiti dalle Concessionarie rilevate da FCP-AssoInternet, escluso Keywords/Search Adv. Cards: cards distribuite dalla Concessionaria Promocard Direct Mail: posta indirizzata Out of Home Tv: gli investimenti raccolti da Telesia e NeoAdvertising

108 GRP

109 x 100 = Copertura x Frequenza GRP =
Nielsen fornisce dal 2001, all’interno dei propri software e accanto ai numeri di investimento pubblicitario, i dati di audience per i seguenti mezzi: Televisione, Stampa e Radio. Tali dati vengono espressi in Grp, che rappresentano un indicatore sintetico dell’intensità con la quale un messaggio (campagna) colpisce il target-group. I Grp forniti da Nielsen si riferiscono ad un numero consistente di target predefiniti e vengono calcolati secondo la seguente formula: audience lorda target group x 100 = Copertura x Frequenza GRP = Audience lorda: numero di individui esposti al messaggio, considerati ogni volta che vengono “colpiti”, cioè al lordo delle duplicazioni. Target group: gruppo di individui scelti all’interno di un universo, sulla base di parametri sociodemografici e/o qualitatitivi. TELEVISIONE Dato di partenza: Fonte: AUDITEL Numero di spettatori per minuto per emittente. Dati forniti da Nielsen: Audience media degli spot per rubrica pubblicitaria del mese (tutte le tipologie di pubblicità compresi Diari, Inviti all’ascolto e TLV/TLP), tale media è calcolata sulla media degli spettatori dei singoli spot all’interno della stessa rubrica nell’arco di un mese. Per quanto riguarda le TV satellitari i dati sui GRP’S sono relativi alle sole emittenti pubblicate in Auditel, non a tutte quelle presenti nella banca dati. Aggiornamenti: Avvengono mensilmente con il calcolo della relativa audience media per rubrica pubblicitaria.

110 GRP Dato di partenza: STAMPA Fonte: AUDIPRESS Lettori giorno medio (Quotidiani) per testata - rappresenta il numero di coloro che leggono o sfogliano il quotidiano almeno una volta in un giorno medio del periodo di rilevazione. Il dato viene stimato calcolando la media dei lettori giornalieri della testata negli ultimi sette giorni; Lettori numero medio (Periodici) per testata - rappresenta il numero di coloro che leggono o sfogliano il periodico almeno una volta nel corso di una settimana media/due settimane consecutive medie/un mese medio del periodo di rilevazione. Il dato viene stimato calcolando la media dei lettori della testata nell’ultimo periodo (7, 14, 30 gg.). Dati forniti da Nielsen: Quotidiani: lettori giorno medio per testata Periodici: lettori numero medio per testata Aggiornamenti: Dal 2010 vengono pubblicate tre ricerche all’anno, precedentemente se ne facevano due. I risultati di ogni ciclo sono cumulati con quelli del ciclo precedente. Attualmente stiamo utilizzando il 1° ciclo del 2012, quando sarà disponibile il secondo ciclo del 2012 I dati verranno aggiornati con questi ultimi. I grp’s in banca dati coprono un periodo di 5 anni. PERIODO DATI 01/ /2008 2° ciclo anno 2008 07/ /2008 01/ /2009 07/ /2009 01/ /2010 1° ciclo anno 2010 04/2010-7/2010 2° ciclo anno 2010 08/ /2010 3° ciclo anno 2010 01/ /2011 1° ciclo anno 2011 04/ /2011 2° ciclo anno 2011 08/ /2011 3° ciclo anno 2011 01/ /2012 1° ciclo anno 2012

111 GRP RADIO Dato di partenza: Fonte: AUDIRADIO ascolto nel giorno medio (ieri) per emittente - per convenzione viene definito come giorno medio quello antecedente all'intervista, che è composto da 24 ore e va dalle ore 6.00 del mattino precedente alle ore 6.00 di questa mattina. Viene dunque considerato ascoltatore nel giorno medio colui che ha dichiarato di aver ascoltato la radio, almeno per un quarto d'ora consecutivamente, nel corso della giornata precedente all'intervista. Dati forniti da Nielsen: media ascoltatori nel giorno medio da lunedì a venerdì per quarto d’ora per emittente ascoltatori nel giorno medio di sabato per quarto d’ora per emittente ascoltatori nel giorno medio di domenica per quarto d’ora per emittente Aggiornamenti: Fino al 2009 I dati erano pubblicati bimestralmente (sei volte l’anno), nel 2010 Audiradio ha sospeso la fornitura dei risultati, in seguito ad un discusso cambio di metodologia, confermando la validità dei dati del Per l’anno 2012 non è ancora previsto un aggiornamento dell’indagine, saranno quindi presenti gli ultimi dati disponibili. Per CNR continuiamo ad usare l’ultimo dato annuale disponibile. I grp’s in banca dati coprono un periodo di 5 anni. PERIODO Altre emittenti CNR 10/01/ /02/2009 I bimestre 2009 annuale 2008 28/02/ /04/2009 II bimestre 2009 25/04/ /06/2009 III bimestre 2009 13/06/ /07/2009 IV bimestre 2009 12/09/ /10/2009 V bimestre 2009 31/10/ /12/2009 VI bimestre 2009 10/01/ /12/2010 annuale 2009 10/01/2011-…

112 Grazie!


Scaricare ppt "AdEx Book Luglio 2012 Mezzi Rilevati, regole di classificazione, coperture dei mezzi nella banca Dati AdEx."

Presentazioni simili


Annunci Google