La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Pag. 1 di 33 M2_UD3_1 BUDGET E MICROBUDGET Addestramento Specialistico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Pag. 1 di 33 M2_UD3_1 BUDGET E MICROBUDGET Addestramento Specialistico."— Transcript della presentazione:

1 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Pag. 1 di 33 M2_UD3_1 BUDGET E MICROBUDGET Addestramento Specialistico

2 Uso: Aziendale Pag. 2 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 BISOGNO BENE IMPRESA DESIDERIO DI DISPORRE DI UN BENE O DI UN SERVIZIO IDONEO A FAR CESSARE UNO STATO DI INSODDISFAZIONE MEZZO NECESSARIO A SODDISFARE UN BISOGNO ORGANIZZAZIONE FINALIZZATA ALLA PRODUZIONE DI BENI O SERVIZI PER LA SODDISFAZIONE DI CERTI BISOGNI

3 Uso: Aziendale Pag. 3 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 LIMITATEZZA DEI FATTORI DI PRODUZIONE COSTI CONSEGUENTI NECESSITA DI CONTENIMENTO DEI COSTI NECESSITA DI SVILUPPO QUALITATIVO QUANTITATIVO CONTROLLO DI GESTIONE PORSI OBIETTIVI E CONTROLLARLI CAPITALI LAVORO MATERIE PRIME PER PRODURRE BENI ACCEDE A FATTORI DI PRODUZIONE IMPRESA

4 Uso: Aziendale Pag. 4 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 DISPONIBILITA FINANZIARIA COMPLESSIVA MUCCHIO DI DENARO PER ATTIVITA IPOTIZZATE SU BASE STATISTICA PER LANNO n + 1 CONCETTO DENARO SEGUE LATTIVITA REALIZZATA GESTIONE PRIMA DELLAVVENTO DEL BUDGET (PIANI FINANZIARI) GESTIONE PRIMA DELLAVVENTO DEL BUDGET (PIANI FINANZIARI)

5 Uso: Aziendale Pag. 5 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 DISPONIBILITA FINANZIARIA ACCORPANDO SINGOLI CAPITOLI DI SPESA PACCHETTI DI DENARO PER ATTIVITA CONTRATTATE E PREVISTE PER LANNO n + 1 CONCETTO DENARO PREVISTO PER SINGOLA ATTIVITA DA REALIZZARE GESTIONE PER OBIETTIVI (BUDGET) GESTIONE PER OBIETTIVI (BUDGET)

6 Uso: Aziendale Pag. 6 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 CONTROLLO DI GESTIONE E IL PROCESSO CHE PERMETTE DI PERSEGUIRE GLI OBIETTIVI AZIENDALI A MEZZO DI ATTIVITA OPPORTUNE RISORSE APPROPRIATE GESTIONE PER OBIETTIVI BUDGET GESTIONE PER OBIETTIVI BUDGET

7 Uso: Aziendale Pag. 7 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 IL BUDGET SI PROPONE DI: ORIENTARE LINTERO SISTEMA AD UNA GESTIONE PER OBIETTIVI INDIRIZZARE IL PROCESSO DI CONTROLLO DIREZIONALE AI RISULTATI PIUTTOSTO CHE AI SINGOLI ATTI COLLEGARE LA GESTIONE DELLE ATTIVITA CON LA PIANIFICAZIONE ECONOMICA SENSIBILIZZARE I RESPONSABILI AI VARI LIVELLI AD UNA CORRETTA GESTIONE DELLE RISORSE AFFIDATE COSTITUIRE STRUMENTI DI AUTOCONTROLLO DELLE UNITA OPERATIVE RESPONSABILIZZARE TUTTE LE COMPONENTI AZIENDALI: - DIREZIONALI, ALLA DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI - SPECIALISTICHE E DI SERVIZIO A PROGRAMMARE LE PROPRIE ATTIVITA IN FUNZIONE DI QUELLE UTILIZZATRICI - OPERATIVE A GESTIRE LE RISORSE ASSEGNATE IN FUNZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DI OBIETTIVI CONTRATTATI

8 Uso: Aziendale Pag. 8 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 PROCESSO DI UNA CORRETTA GESTIONE AZIENDALE CONOSCENZA DELLA REALTA AZIENDALE INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA REPERIMENTO DELLE RISORSE CONTROLLO IN FASE DI REALIZZO FINE PERIODO GESTIONALE ANALISI DEI RISULTATI O & M EVENTUALE STUDIO RIMEDI E AZIONI CORRETTIVE

9 Uso: Aziendale Pag. 9 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 PIANIFICAZIONE Budget di UBT anno N+1 Il Budget dellanno n+1 delle UBT, diversamente dal passato si inserisce nel più vasto contesto di un PIANO PLURIENNALE (Business Plan). Ad agosto dellanno N, GEM rilascia le linee guida per la formulazione delle attività di spese. Le risorse per le quali le UBT dichiarano a GEM il programma di spesa e di attività sono: PERSONALE TERZI* MATERIALI* SPESE GENERALI* IMPOSTE E CANONI** INTERCOMPANY (società gruppo Enel) INTRACOMPANY (scambi interni ad Enel P) *) Definite risorse esterne **) Risorse fuori perimetro (difficilmente comprimibili)

10 Uso: Aziendale Pag. 10 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 INDICATORI GLI INDICATORI PRINCIPALI SCELTI PER IL MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA SONO: PER MANUTENZIONE K/MW Somma di tutti i costi delle risorse esterne di manutenzione impianti + investimenti di mantenimento/Potenza lorda installata PER FUNZIONAMENTO /MWh Somma di tutti i costi delle risorse esterne di funzionamento impianti/Energia netta prodotta

11 Uso: Aziendale Pag. 11 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 La proposta di spese/attività (V1)è articolata nei macro capitoli: OPERATION E MAINTENANCE (O&M) K/MW Manutenzioni correnti impianti Manutenzione di fermata Manutenzioni straordinarie Altre…. CHIUSURA CICLO COMBUSTIBILE Ceneri-Gessi-Fanghi Ammoniaca Altri reagenti INVESTIMENTI Business Development (nuovi impianti) Stay in Business (investimenti di mantenimento) Mandatory (sicurezza-obblighi di legge-ecc) Tutto il consolidato delle UBT viene aggregato in macro dati e sottoposto allapprovazione dellAD. Una volta approvato da AD tutto il programma di spese/attività viene caricato in SAP in versione V2 (budget approvato) Seguiranno con step quadrimestrali i controlli in fase di esercizio.(riprevisioni V3-V4-V5). PIANIFICAZIONE Budget di UBT anno N+1

12 Uso: Aziendale Pag. 12 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 BUDGET CONTROLLI IN FASE DI ESERCIZIO CONSISTE IN UNA NUOVA PREVISIONE MIRATA AL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI BUDGET (CONFRONTO CON LE PREVISIONI DI BUDGET CON LA MIGLIORE PREVISIONE ELABORABILE AL MOMENTO DEL CONTROLLO) LA PREVISIONE E COSTITUITA DA: VALUTAZIONE DEI CONSUNTIVI DELLE ATTIVITA GIA REALIZZATE IN TUTTO O IN PARTE ANALISI PREVISIONALI DELLE ATTIVITA CHE SARANNO REALIZZATE NEL RESTANTE PERIODO DELLANNO CONFRONTO TRA PREVISIONI OBIETTIVI DEI CONTROLLI PROMUOVERE AZIONI CORRETTIVE INTESE A FAR CONVERGERE I RISULTATI DI GESTIONE VERSO GLI OBIETTIVI DICHIARATI NEL BUDGET

13 Uso: Aziendale Pag. 13 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 BUDGET CONTROLLI DI FINE ESERCIZIO E UN CONTROLLO A CONSUNTIVO DI TUTTE LE ATTIVITA SVOLTE NELLANNO IN ESAME E ESPLETATO AL FINE DI: EVIDENZIARE IL VALORE DI SCOSTAMENTO RISPETTO AGLI OBIETTIVI PREFISSATI (POSITIVI E/O NEGATIVI) ANALIZZARE LE CAUSE INDIVIDUARE EVENTUALI AZIONI CORRETTIVE PER IL FUTURO

14 Uso: Aziendale Pag. 14 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 CENTRI DI RESPONSABILITA DELLA FUNZIONE MANUTENZIONE OBIETTIVI - PRODUZIONE - INDISPONIBILITA - CONSUMO SPECIFICO - IMPATTO AMBIENTALE ATTIVITA - MANUTENZIONE IMPIANTO - INVESTIMENTI - FORMAZIONE PROFESSIONALE - CONTROLLI RISORSE - OPERATIVI DI MANUTENZIONE - MATERIALI E PARTI DI RICAMBIO - PRESTAZIONI DI TERZI

15 Uso: Aziendale Pag. 15 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 OBIETTIVI PRODUZIONE - INDISPONIBILITA RISPETTO DEI PROGRAMMI DI MANUTENZIONE COLLABORAZIONE CON LESERCIZIO IN PARTICOLARE PER ATTIVITA CHE CONDIZIONANO LA PRODUZIONE (manutenzioni mirate, prove e controlli, operazioni di messa in sicurezza, coordinamento e propositività con lorganizzazione dellesercizio) INTERFACCIA CON ALTRE FUNZIONI ESEMPIO DI POSSIBILI AZIONI DI INTERVENTO

16 Uso: Aziendale Pag. 16 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 BUDGET CONCLUSIONI Il budget di area e/o di impianto è una parte del budget elaborato a livello Nazionale. Questi permette attraverso opportune risorse di raggiungere gli obiettivi prefissati. Il raggiungimento di questi obiettivi deve essere considerato il risultato minimo da ottenere. Il budget deve avere una pianificazione molto spinta a seguito di analisi approfondite ed essere quindi pronto a cambiamenti in caso di variabili esterne e/o nuovi obiettivi. Il Budget è lo strumento che permette la programmazione economica dellUnità, ed il relativo monitoraggio economico. Normalmente, al solo pronunciare la parola Budget si ravvisa da parte del Personale di manutenzione una insensibilità spontanea perché non è ritenuto di propria competenza in quanto di solo aspetto amministrativo/formale e non di esercizio/reale. Da quel che abbiamo visto invece la manutenzione risulta essere la funzione tra le più importanti poiché può intervenire concretamente con azioni adeguate per raggiungere gli obiettivi prefissati. Vediamo ora come può la manutenzione analizzare il budget senza perdersi nei meandri delle tabelle ivi contenute: NARRATIVA – Commento, in forma sintetica, che illustra tutti gli obiettivi previsti e come ottenerli. Questo dà un indirizzo ben preciso per capire poi come muoversi. 1) MASSIMIZZAZIONE/OTTIMIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE OBIETTIVI 2) MINIMIZZAZIONE DEI COSTI COMPLESSIVI DI PRODUZIONE

17 Uso: Aziendale Pag. 17 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 MASSIMIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE Riduzione delle indisponibilità Manutenzione preventiva in servizio Consumo specifico MINIMIZZAZIONE DEI COSTI COMPLESSIVI DI PRODUZIONE Risorse esterne Investimenti Fermate programmate Ecco i capitoli di spesa da analizzare e che più interessano la manutenzione: BUDGET CONCLUSIONI

18 Uso: Aziendale Pag. 18 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 CLASSIFICAZIONE DELLINDISPONIBILITÀ KIA Accidentale KCI = cause interne alla centrale KCEI = cause esterne alla centrale KCII = indisponibilità cause interne ENEL KCEE = indisponibilità esterna allENEL Limiti di legge e/o ordinanze-scioperi-eventi meteo/sismici KI INDISPONIBILITà TOTALE KCE = KCEI + KCEE KIP Programmata KIPB Prog. breve KIE Coda manut. KCEC Int. Prod. Term. KCET Est. Prod. Term.

19 Uso: Aziendale Pag. 19 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 DATI STATISTICI SULLINDISPONIBILITÀ

20 Uso: Aziendale Pag. 20 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 COSTO DELLINDISPONIBILITÀ

21 Uso: Aziendale Pag. 21 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 ESSERE COMPETITIVO MINIMIZZARE I COSTI DI PRODUZIONE con particolare attenzione alla qualità del prodotto finito COMPETITIVITA

22 Uso: Aziendale Pag. 22 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 RISORSA TEMPO IL TEMPO E UNA RISORSA PREZIOSA La riduzione dei costi è strettamente legata alla riduzione dei tempi necessari per effettuare le attività. A fronte di determinate attività ripetitive i margini di intervento per limitare tempi e costi relativi sono ancora molto ampi.

23 Uso: Aziendale Pag. 23 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 PROGETTO QUALITA TOTALE Obiettivi: coinvolgimento dal basso semplificazione delle procedure dare soluzione immediata agli intoppi burocratici modifica dellorganizzazione (se necessario) TUTTO E SEMPRE POSSIBILE MIGLIORARE TUTTO DEVE ESERE MESSO IN DISCUSSIONE E NECESSARIO VEDERE CON OCCHIO NUOVO

24 Uso: Aziendale Pag. 24 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 COORDINAMENTO TRA REPARTI A fronte di problematiche che possono sorgere durante lo svolgimento di una qualsiasi attività di manutenzione (es: ritardi per lapprovvigionamento materiali, ritardi per consegna macchinari e/o parti dimpianto, errata programmazione delle attività, ecc.) ESERCIZIO MANUTENZIONE MAGAZZINO analizzano i problemi ed individuano le soluzioni più idonee da proporre alla Direzione per eventuali interventi e/o modifiche organizzative. LA DIREZIONE Darà prontamente una risposta in merito

25 Uso: Aziendale Pag. 25 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 GESTIONE ECONOMICA ottimizzare La Manutenzione deve individuare concretamente, anche con iniziative individuali, le azioni volte a : ridurre le frequenze degli interventi ridurre i rischi eliminare il superfluo i tempi e i costi di intervento le operazioni per la messa in sicurezza del macchinario lutilizzo delle risorse (interne ed esterne) E necessario imparare a misurare ciò che gestiamo – prendere confidenza con i grandi numeri.

26 Uso: Aziendale Pag. 26 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 GESTIONE ECONOMICA Aumentare la produttività, ridurre i tempi, i costi e gli sfridi non significa schiavizzare il personale anzi significa individuare modi per lavorare meglio e quindi in definitiva lavorare meno. Bisogna essere credibili affinché il personale sia propositivo. La Direzione deve dare risposte immediate. Bisogna eliminare la visione pessimistica del futuro che deriva da una mancanza di conoscenza degli obiettivi aziendali o da una visione poco chiara degli stessi. La valutazione dei rischi nellesecuzione dei lavori deve permettere di svolgere il lavoro in completa sicurezza senza eccedere ad esagerati allarmismi.

27 Uso: Aziendale Pag. 27 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 MICROBUDGET

28 Uso: Aziendale Pag. 28 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Ogni singola UB è divisa in centri di responsabilità in funzione della sua complessità organizzativa e impiantistica. Il budget di UB viene suddiviso per centri di responsabilità. Ad ogni centro di responsabilità è affidata una parte di budget ossia un microbudget. Ogni microbudget ha un preciso perimetro di attività/risorse da monitorare (ad esempio prestazioni terzi, ore straordinario Enel, ecc….) I centri di responsabilità individuati possono corrispondere a diversi livelli organizzativi (sezione, reparto, linea, isole, ecc…) MICROBUDGET GENERALITA

29 Uso: Aziendale Pag. 29 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Modalità di applicazione Come si applica Mediante un insieme di regole e con lausilio di supporti informatici Perché si applica Ottimizzazione dei processi di predisposizione budget e controllo in fase di esercizio Responsabilizzazione delle persone sulla gestione dei costi Diffusione degli obiettivi aziendali Misurazione dei risultati Analisi dei costi per parti di impianto Dove si applica Strumento per le unità operative: - termo - idro (grande e mini) - geo - LSC MICROBUDGET

30 Uso: Aziendale Pag. 30 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 perché non regola unica? Diversità degli impianti Microbudget da implementare presso impianti - termo (carbone, olio gas, CCGT) - idro (grande e mini) - geo - LSC Diversità delle organizzazioni Termo:reparti isole Idro:gruppi di impianti Diversità delle esigenze Monitoraggio di perimetri estremamente diversificati per costi, attività e risorse MICROBUDGET

31 Uso: Aziendale Pag. 31 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Mappatura e segmentazione degli impianti Carbone Olio Gas CCGT Impianto/UEComplessità Organizzazione attuale Piano strategico Clusters Brindisi Fusina La Spezia Sulcis Genova Bastardo P.Marghera mista tradizionale isole tradizionale carico base Montalto Porto Tolle Torre Nord Rossano Piombino Termini Portoscuso Livorno S.Barbara Augusta Bari P.Empedocle tradizionale da mid merit a punta La Casella Porto Corsini Priolo La Spezia 1-2 Trino Pietrafitta tradizioanle da carico base a mid merit grande carbone medio carbone piccolo carbone cicli combinati grande olio gas medio olio gas piccolo olio gas

32 Uso: Aziendale Pag. 32 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Mappatura e segmentazione degli impianti Grande idro Mini idro Impianto/UEComplessità Organizzazione attuale Piano strategico Ascoli Bergamo Cagliari Ceprano Feltre Lucca Novara Palermo Parma Torino Cuneo Domodossola Sondrio Castellanza Cedegolo Bergamo Bologna Vittorio Veneto Montorio Presenzano Trento Bolzano Bussolengo Taloro Chieti Roma Acri Catania tradizionale alta remuneratività tradizioanle alta remuneratività Clusters mini idro unità maggiori unità minori

33 Uso: Aziendale Pag. 33 di 33 M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Livelli di dettaglio per attività per raggruppamento impianti (cluster) Lavori speciali di esercizio Fermate programmate Accidentale Preventiva Ordini interni Manutenzione straordinaria differibile e di entità rilevante, gestita a progetto Manutenzione periodica fuori servizio, derivante dai programmi base e gestita con di cicli di manutenzione Quota statistica, di norma suddivisa per gruppo a budget e per sede tecnica di dettaglio a consuntivo Altri costi diretti (vigilanza, pulizie civili, giardinaggio, smaltimenti non di funzionamento, materiali vari di consumo) Impianto Reparto 1 Reparto 2 Reparto 3 Gruppo 1 Gruppo 2 Attività 1 Attività 2 Attività 3 Impianto Gruppo 1 Gruppo 2 Reparto 1 Reparto 2 Attività 1 Attività 2 Attività 3 Reparto 3 Analisi in corso sulla disaggregazione ottimale in funzione del cluster di impianto


Scaricare ppt "M2_UD3_1 Budget e microbudget_rev.1 Pag. 1 di 33 M2_UD3_1 BUDGET E MICROBUDGET Addestramento Specialistico."

Presentazioni simili


Annunci Google