La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.MU.P. Imposta Municipale Propria 1 A cura di. I.MU.P. 2 Applicata, in via sperimentale, dall'anno 2012 al 2014 La normativa di riferimento e la seguente:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.MU.P. Imposta Municipale Propria 1 A cura di. I.MU.P. 2 Applicata, in via sperimentale, dall'anno 2012 al 2014 La normativa di riferimento e la seguente:"— Transcript della presentazione:

1 I.MU.P. Imposta Municipale Propria 1 A cura di

2 I.MU.P. 2 Applicata, in via sperimentale, dall'anno 2012 al 2014 La normativa di riferimento e la seguente: - art. 13 D.L n. 201 (Decreto Monti ) - artt. 8 e 9 D.Lgs n. 23 (Decreto Federalismo Fiscale), in quanto compatibili - D.Lgs , n. 504 (I.C.I.), in quanto richiamato

3 CHI DEVE PAGARE? PROPRIETARIO PROPRIETARIO USUFRUTTUARIO USUFRUTTUARIO TITOLARE DI ALTRO DIRITTO REALE ( ABITAZIONE-USO-ENFITEUSI-SUPERFICIE ) TITOLARE DI ALTRO DIRITTO REALE ( ABITAZIONE-USO-ENFITEUSI-SUPERFICIE ) di IMMOBILI ed AREE EDIFICABILI ubicati nel COMUNE 3

4 4 COME SI CALCOLA LI.MU.P.?

5 5 COME SI CALCOLA LI.MU.P. SUI FABBRICATI Rendita Catastale; Applicare la rivalutazione del 5% Moltiplicare per i seguenti coefficienti: 55 per categorie C/1 (negozi) 60 per categorie D (capannoni), esclusi D/5 80 per categorie D/5 (banche) e A/10 (uffici) 140 per categorie B (scuole, chiese, etc.) e categorie C/3, C/4, C/5 (laboratori, magazzini) 160 per categorie A (escluso A/10) e categorie C/2, C/6, C/7

6 ...al VALORE DEL FABBRICATO così ottenuto: applicare l'aliquota prevista; applicare l'aliquota prevista; rapportare alla quota di possesso; rapportare alla quota di possesso; rapportare ai mesi di possesso; rapportare ai mesi di possesso; sottrarre le detrazioni, se spettanti sottrarre le detrazioni, se spettanti 6 COME SI CALCOLA LI.MU.P. SUI FABBRICATI

7 ABITAZIONE PRINCIPALE = una unica unità immobiliare nella quale il soggetto passivo dimora abitualmente e risiede anagraficamente 7 I.MU.P. Abitazioni principali e pertinenze

8 Sono considerate ABITAZIONI PRINCIPALI (ex lege) anche: le unità immobiliari di proprietà delle cooperative edilizie assegnate a propri soci, che vi siano dimoranti e residenti (per la sola detrazione); le unità immobiliari di proprietà delle cooperative edilizie assegnate a propri soci, che vi siano dimoranti e residenti (per la sola detrazione); le unità immobiliari il cui soggetto passivo, a seguito di separazione legale del matrimonio, non risulti assegnatario della casa coniugale; le unità immobiliari il cui soggetto passivo, a seguito di separazione legale del matrimonio, non risulti assegnatario della casa coniugale; 8 I.MU.P. Abitazioni principali e pertinenze

9 I.MU.P. Abitazioni principali e pertinenze Si applicano aliquota e detrazione previste per ABITAZIONE PRINCIPALE (ex regolamento) anche: all'unità immobiliare posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. all'unità immobiliare posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. 9

10 PERTINENZE dell' ABITAZIONE PRINCIPALE = unità immobiliare a servizio dell'abitazione principale dell'abitazione principale nella misura massima di una unità per ciascuna categoria catastale C/2, C/6, C/7 10 I.MU.P. Abitazioni principali e pertinenze

11 CALCOLO IMUP ABITAZIONE PRINCIPALE: Rendita catastale (dellabitazione + pertinenze) rivalutata del 5% e moltiplicata per 160. Al valore ottenuto si applica l'aliquota prevista del 4 per mille I.MU.P. Abitazioni principali e pertinenze

12 LA DETRAZIONE.... si sottrae la detrazione per abitazione principale di Euro 200,00 rapportata a quota e mesi di utilizzo I.MU.P. Abitazioni principali e pertinenze

13 LA DETRAZIONE FIGLI.... la detrazione per abitazione principale è maggiorata di Euro 50,00, per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, residente e dimorante con il soggetto passivo

14 IMMOBILI STRUMENTALI ALL'ATTIVITA' AGRICOLA Al valore catastale (rendita X 5% X moltiplicatore) si applica l'aliquota prevista ( 2,0 per mille ) 14 I.MU.P. sugli altri fabbricati urbani

15 ALTRI FABBRICATI URBANI Al valore catastale dell'immobile si applica l'aliquota prevista ( 7,75 per mille ) 15 I.MU.P. sugli altri fabbricati

16 Terreni Agricoli Esenti nei territori montani Terreni Agricoli Esenti nei territori montani Aree fabbricabili l'IMUP si calcola sul VALORE DI MERCATO al 1° gennaio 2012, al quale si applica l'aliquota prevista ( 7,75 per mille). Aree fabbricabili l'IMUP si calcola sul VALORE DI MERCATO al 1° gennaio 2012, al quale si applica l'aliquota prevista ( 7,75 per mille). 16 COME si calcola lI.MU.P. sui terreni?

17 L'IMUP si versa : - con una quota allo Stato, pari alla metà dell'imposta calcolata ad aliquote standard (3,8 per mille = metà di 7,6) fatta eccezione per abitazioni principali con relative pertinenze e immobili rurali. 17 COME SI VERSA LI.MU.P.?

18 L'IMUP si versa : - con una quota al Comune, per l'intera imposta dovuta su abitazioni principali con relative pertinenze e immobili rurali; per l'intera imposta dovuta su abitazioni principali con relative pertinenze e immobili rurali; Per la differenza fra aliquota complessiva stabilita e quota attribuita allo Stato (3,8 per mille), per tutte le altre tipologie di immobili. Per la differenza fra aliquota complessiva stabilita e quota attribuita allo Stato (3,8 per mille), per tutte le altre tipologie di immobili. 18 COME SI VERSA LI.MU.P.?

19 L' I.MU.P. va versata ESCLUSIVAMENTE con il modello F.24 (Banca, uffici postali, on-line) 19 COME SI VERSA LI.MU.P.?

20 L' I.MU.P. va versata in due rate : ACCONTO 50 % entro il 16 giugno 2012* ACCONTO 50 % entro il 16 giugno 2012* SALDO 50 % entro 16 dicembre 2012* SALDO 50 % entro 16 dicembre 2012* oppure in UNICA SOLUZIONE entro il 16 giugno 2012* * o primo giorno feriale utile 20 QUANDO SI VERSA LI.MU.P.?

21 Moltiplicatori I.C.I. – I.MU.P. Categ.DescrizioneICIIMUP% AUM AAbitazioni A10Uffici BUffici pubblici collegi, scuole, ecc C01Negozi ,76 C02-C06-C7Magazzini, posti auto, tettoie C03-C04-C05Laboratori, palestre e stabilimenti balneari DAlberghi, case di cura, industrie5060*+20 D05Banche *65 a partire dallanno 2013

22 ABITAZIONI PRINCIPALI ICI dal 2008 esenti, fatta eccezione per gli immobili di lusso (categoria A/1, A/8, A/9) IMUP Soggette ad imposta con aliquota agevolata (4 per mille), detrazione (. 200,00) ed ulteriore detrazione figli (. 50,00 cad.) 22 Significative differenze tra I.C.I. e I.MU.P.

23 PERTINENZE ICI TUTTE le pertinenze di categoria C/2, o C/6, o C/7 (potestà regolamentare) IMUP UNA unità pertinenziale per CIASCUNA categoria C/2, C/6, C/7 (ex lege) 23 Significative differenze tra I.C.I. e I.MU.P.

24 Usi gratuiti a parenti 1° grado ICI il Comune poteva equiparare ad abitazioni principali IMUP disciplinati come altre tipologie di fabbricato (aliquota ordinaria) 24 Significative differenze tra I.C.I. e I.MU.P.

25 Immobili strumentali all'attività agricola ICI esenti (ex lege) IMUP soggetti ad imposta (ex lege) 25 Significative differenze tra I.C.I. e I.MU.P.

26 Abitazioni principali possedute da imprenditori agricoli ICI esenti (ex lege) IMUP soggetti ad imposta (ex lege) 26 Significative differenze tra I.C.I. e I.MU.P.

27 Immobili posseduti da cittadini A.I.R.E. ICI aliquota ordinaria e detrazione abitazione principale (ex lege ) abitazione principale (ex lege ) IMUP aliquota ordinaria, senza detrazione (ex lege ) (ex lege ) 27 Significative differenze tra I.C.I. e I.MU.P.

28 Il Comune, oltre alle norme di legge, disciplina: - art. 6 – Agevolazione su abitazioni di anziani e disabili ricoverati in istituto - art. 9 – Differimento dei termini e versamenti rateali - art. 10 – Applicazione dellistituto dellaccertamento con adesione, compensazione somme a rimborso e dilazione versamento eredi. - art. 12, Rimborso aree divenute inedificabili 28 REGOLAMENTO I.MU.P.

29 CALCOLO DEL'I.MU.P. CALCOLO DEL'I.MU.P.QUALCHE - ESEMPIO PRATICO - - ESEMPIO PRATICO - 29 Come si calcola lI.MU.P.?

30 Immobile:Cat. A/2, cl. 5, cons.6 vani, rendita 418,33; Pertinenza: n. 1 garage (C/6, cl. 3), mq. 25, rendita 59,39 Pertinenza: n. 1 cantina (C/2, cl. 1), mq. 25, rendita 67,14 Destinazione: Abitazione principale ICI ESENTE IMUP. 166,15 (544,86+5%x160x0,4%-200,00) 30 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

31 Immobile: Cat. A/2, classe 5, cons. 6 vani, rend. 418,33; Pertinenza: n. 1 garage (C/6, cl. 3), mq. 25, rend. 59,39; Pertinenza: n. 1 cantina (C/2, cl. 1), mq. 25, rend. 67,14; Destinazione:Locato o a disposizione Destinazione:Locato o a disposizione ICI 343,26 (544,86*1,05*100*6/1000) IMUP 709,41 (+106,67%) (544,86*1,05*160*7,75/1000) (544,86*1,05*160*7,75/1000) 31 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

32 VILLINO Immobile: Cat. A/7, cl. 3, cons.10 vani, rend ,19 Pertinenza: n. 1 garage (C/6, cl. 3), mq. 25, rend. 59,39 Pertinenza: n. 1 cantina (C/2, cl. 1), mq. 25, rend. 67,14 Destinazione: Abitazione principale Destinazione: Abitazione principale ICI. 0 IMUP. 943,56 (1.701,72*1,05*160*4/ ,00) 32 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

33 VILLINO Immobile: Cat. A/7, cl. 3, cons.10 vani, rend ,19 Pertinenza: n. 1 garage (C/6, cl. 3), mq. 25, rend. 59,39 Pertinenza: n. 1 cantina (C/2, cl. 1), mq. 25, rend. 67,14 Destinazione: Locata o a disposizione Destinazione: Locata o a disposizione ICI 1.072,08 (1.701,72*1,05*100*6/1000) IMUP 2.215,64 (+106,67%) (1.701,72*1,05*160*7,75/1000) 33 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

34 Caratteristiche: negozio Consistenza catastale: mq. 42 Rendita catastale: 1.145,29 Categoria Catastale: C/1- cl. 4 ICI. 245,32 (1.145,29*1,05*34*6/1000) IMUP. 512,59 ( + 108,95%) (1.145,29*1,05*55*7,75/1000) 34 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

35 Caratteristiche: supermercato/albergo Media dimensione Rendita catastale: ,41 Categoria Catastale: D/8-D/2 ICI 5.628,86 (17.869,41*1,05*50*6/1000) IMUP 8.724,74 ( + 55,00%) (17.869,41*1,05*60*7,75/1000) 35 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

36 Caratteristiche: istituto bancario medio Rendita catastale: ,28 Categoria Catastale: D/5 ICI ,80 (23.234,28*1,05*50*6/1000) (23.234,28*1,05*50*6/1000) IMUP ,52 ( + 106,67%) (23.234,28*1,05*80*7,75/1000) (23.234,28*1,05*80*7,75/1000) 36 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

37 Caratteristiche: ufficio Consistenza catastale: vani 4 Rendita catastale: ,58 Categoria Catastale: A/10-2 ICI. 637,74 (2.024,58*1,05*50*6/1000) IMUP ,00 ( + 106,67%) (2.024,58*1,05*80*7,75/1000) 37 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

38 Caratteristiche: capannone artigianale Consistenza catastale: mq. 965 Rendita catastale: ,99 Categoria Catastale: C/3-1 ICI ,06 (3.388,99*1,05*100*6/1000) (3.388,99*1,05*100*6/1000) IMUP ,91 ( + 80,83 %) (3.388,99*1,05*140*7,75/1000) (3.388,99*1,05*140*7,75/1000) 38 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

39 Caratteristiche: terreno edificabile + 29,17 % (da 6 a 7,75 per mille) 39 CALCOLO DELLI.MU.P. ESEMPI PRATICI

40 Presso Gest.E.L. srl Arco, via S. Caterina, 80 Dal lunedì al giovedì: ore 8:30 – 12:00 e 14:30 – 17:00 Venerdì: ore 8:30 – 12:00 Sul sito Internet Con richiesta I.MU.P. ALTRE INFORMAZIONI

41 Tabella comparativa I.MU.P. Aliq. 0,76%, ab. pr. 0,4% e detr. 200,00 TipologiaArcoRiva d/GTennoRoveretoTrento A/2 cl. 5, 6 vani, abit. princ.81,12289,320226,88341,41 A/2 cl. 5, 6 vani534,12929,77387,74811, ,68 Negozio C/1, 100 mq.1.196, ,84587, , ,45 Ufficio A10 vani ,451358,39520, , ,48 Attività artig. Mq.1000 (C/3)3.923, , , , ,36

42 Tabella comparativa I.MU.P. Aliq. 0,76%, ab. pr. 0,4% e detr. 200,00 TipologiaArcoRiva d/GTennoRoveretoTrento A/2 cl. 5, 6 vani, abit. princ.81,12289,320226,88341,41 A/2 cl. 5, 6 vani534,12929,77387,74811, ,68 Negozio C/1, 100 mq.1.196, ,84587, , ,45 Ufficio A10, vani ,451358,39520, , ,48 Attività artig. Mq.1000 (C/3)3.923, , , , ,36

43 COME VIENE SUDDIVISO QUANTO VERSATO DAL CONTRIBUENTE

44


Scaricare ppt "I.MU.P. Imposta Municipale Propria 1 A cura di. I.MU.P. 2 Applicata, in via sperimentale, dall'anno 2012 al 2014 La normativa di riferimento e la seguente:"

Presentazioni simili


Annunci Google