La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

"EDUCARE ALL'ASCOLTO, ALL'ATTENZIONE, ALLA CONCENTRAZIONE SIA A SCUOLA CHE A CASA" Dott.ssa Panciroli Chiara Giovane Come Te Unione Val dEnza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: ""EDUCARE ALL'ASCOLTO, ALL'ATTENZIONE, ALLA CONCENTRAZIONE SIA A SCUOLA CHE A CASA" Dott.ssa Panciroli Chiara Giovane Come Te Unione Val dEnza."— Transcript della presentazione:

1 "EDUCARE ALL'ASCOLTO, ALL'ATTENZIONE, ALLA CONCENTRAZIONE SIA A SCUOLA CHE A CASA" Dott.ssa Panciroli Chiara Giovane Come Te Unione Val dEnza

2 L ATTENZIONE ….DEFINIZIONI… è …presente fin dalla nascita, si perfeziona nei suoi modi di manifestarsi insieme al progredire dello sviluppo percettivo e cognitivo. (Canestrari, 1984) Processo cognitivo in grado di selezionare alcune informazioni a scapito di altre, al fine di regolare il comportamento. (Dizionario di psicoterapia cognitivo-comportamentale) Creativ-Giovane Come Te

3 Ci sono vari tipi di processi attentivi: selezione, sforzo, concentrazione Poi ci sono altri aspetti direttamente collegati allattenzione : comprensione delle consegne, la motivazione e la memoria. Cerchiamo di fare ordine per mettere in collegamento tutte questi aspetti. Creativ-Giovane Come Te

4 Gli studi sullattenzione hanno distinto tra: ATTENZIONE SELETTIVA : selezionare stimoli importanti da far giungere alla coscienza, ignorare informazioni irrilevanti (A.S. visiva/uditiva) ATTENZIONE FOCALE: cioè la capacità di concentrarsi su un certo numero di informazioni in una determinata situazione (es. svolgere un problema matematico/giocare agli scacchi) Non ci sono attività cognitive umane che implicano il solo utilizzo esclusivo di questi due tipi di attenzione; esse agiscono tra loro in modo sinergico e coordinato

5 Creativ-Giovane Come Te ATTENZIONE MANTENUTA : sforzo cognitivo prolungato, ma poco complesso: ha a che fare con la vigilanza. Dipende dall età (gli adulti hanno i tempi di attenzione più elevati) e dal compito (la ripetitività; la complessità; la monotonia del compito non aiutano!). ATTENZIONE DIVISA: seguire contemporaneamente diverse attività: es. imparare a guidare una macchina prevede unattenzione divisa su più compiti…quali?? Per una migliore attenzione divisa devono essere ridotte 2 tipi di interferenze: Interferenza Strutturale: situazione in cui per eseguire 2 compiti serve lo stesso apparato: es. parlare e masticare il chewingum Interferenza da Risorse: compiti vengono eseguiti bene se ci sono risorse mentali sufficienti! Es. Seguire una relazione alle 21 di sera? SHIFT DATTENZIONE : Lo spostamento del fuoco attentivo da un oggetto (o evento) nello stesso ambiente: es. guido e cerco linsegna di un negozio..

6 QUINDI LATTENZIONE.. Creativ-Giovane Come Te

7 E ALLORA NOI CHE SI FA?? PER AUMENTARE LO SVILUPPO DELLATTENZIONE DEI BAMBINI e RAGAZZI POSSIAMO LAVORARE A CASA LAVORARE A SCUOLA LAVORARE INSIEME! Creativ-Giovane Come Te

8 PER OTTENERE ATTENZIONE OCCORRE DARE ATTENZIONE!! CHE VUOL DIRE TEMPO DEDICATO, SENZA DOVER CORRERE, SENZA ESSERE INTERROTTI DA PENSIERI DI ANDARE/FARE/UFF. LAVORARE… CI VUOLE UNA BUONA DOSE DI PAZIENZA Creativ-Giovane Come Te CARI ADULTI!

9 Lintervento sullattenzione Creativ-Giovane Come Te Con la PERSONA con la SCUOLA con la FAMIGLIA Sviluppare abilità di autoregolazione Creare un ambiente facilitante Lavorare sugli antecedenti dellattenzione: lorganizzazione-le regole-la serenità

10 Antecedente: Arrivare in Orario con tutto loccorrente Creativ-Giovane Come Te Un alunno che arriva a scuola in orario e con tutto loccorrente è pronto a godersi la giornata di lavoro! Limportante è che tra sveglia-lavarsi-vestirsi- colazione e saluto (compreso comunicazioni di cosa succederà in giornata)si riesca a mettere in pratica una procedura il più possibile serena..a piccoli passi, una cosa alla volta in modo che diventi Unabitudine CASA

11 Antecedente: La cartella Creativ-Giovane Come Te La cartella fatta la sera prima di cena (con la supervisione del genitore) e messa vicino alla porta dingresso è una soddisfazione e una sicurezza. Nessuna scuola richiede cartelle e astucci firmati In cartella niente cellulare o Ipod Fino ad almeno 13/14 anni i ragazzi non hanno bisogno di cellulare né mentre vanno/tornano da scuola; né tantomeno in classe dove sono controllati e sicuri CASA

12 Post-scuola: tornare a casa da scuola sereni Creativ-Giovane Come Te Ci sono bambini che non amano raccontare di sé, soprattutto appena hanno staccato da una occupazione importante come la scuola. Anche i bambini sono persone e vanno rispettati. Se non vogliono raccontare già alluscita la giornata di scuola, è bene rimandare largomento in altri momenti Nel quarto dora del tragitto sarà ladulto a fare da modello e raccontare la propria giornata! Per aspettarsi un giorno la fatidica domandaComè andata oggi? per una volta fatta dai figli! CASA

13 Strategie con i bambini più piccoli: la scuola dellinfanzia Creativ-Giovane Come Te

14 Aree di intervento Organizzazione degli ambienti e della didattica Intervento individuale sui bambini più distratti Sensibilizzazione dei compagni con più abilità autoregolative a dare una mano Dialogo con i genitori …..e con i servizi territoriali nei casi di particolari situazioni (svantaggio sociale/cognitivo..) Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA

15 1. Stabilire le regole Le regole vengono stabilite con i bambini (ES. conversazione sul tema: a cosa servono le regole?) Le regole devono essere brevi e chiare Giochiamo senza picchiarci Parliamo a bassa voce Riordiniamo i giochi Ascoltiamo le maestre/Ascoltiamo i genitori Rappresentare le regole con disegni e appenderle in classe/a casa Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA e CASA

16 2. Intervento sul bambino: rinforzo Premiare il bambino quando osserva le regole Il premio deve essere qualcosa che piace al bambino Cambiare i premi BECCATELI QUANDO SONO BUONI!! Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA e CASA

17 3. Per ridurre limpulsività e liperattività Attività di routine turni, calendario, camerieri, scambio di giochi con timer… Giochi psicomotori con comandi (es. stop, via …): giochi ritmati percorsi movimenti al rallentatore… Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA E CASA

18 4. Migliorare lattenzione Collocare il bambino disattento vicino allinsegnante Esplicitare le consegne in tutti i passaggi con poche parole, semplici e renderle accattivanti anche nel tono della voce. Eliminare elementi di disturbo per i bambini Proporre compiti e tempi di esecuzione adatti alle capacità di tutti Proporre giochi per favorire lattenzione (es. tieni lo sguardo, scoprire il rumore, loggetto mancante, il gioco dello specchio, …) Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA

19 5. Intervento sul comportamento scorretto Bloccare lazione scorretta Spiegare il motivo per cui il comportamento non è adeguato Suggerire il comportamento alternativo ed evidenziarne il vantaggio Analizzare i comportamenti attraverso: Drammatizzazione negativa/corretta Lettura di storie Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA e CASA

20 6. Organizzazione degli spazi Organizzare gli spazi differenziando le attività: Cucina Attività espressiva Manipolazione Musica Travestimenti … Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA e CASA

21 7. Confronto con la famiglia Condividere con le famiglie le linee educative Quando è necessario consigliare la consulenza specialistica Creativ-Giovane Come Te SCUOLA DELLINFANZIA

22 Strategie per la scuola elementare Creativ-Giovane Come Te

23 CREARE UN CONTESTO FACILITANTE E PREVEDIBILE Organizzazione della classe Organizzare lo spazio e gli elementi della classe (es.disposizione dei banchi) La collocazione del bambino con attenzione disturbata nella classe deve favorire la sua partecipazione ai lavori e limitare il numero delle distrazioni Ridurre gli elementi che possono distrarre i bambini Creativ-Giovane Come Te SCUOLA ELEMENTARE

24 Interventi Per il comportamento 1. Contratto educativo 2. Note di merito Per incrementare lattenzione: 1. Training sul controllo della postura 2. Pulizia del setting (banco-classe) 3. Interrogazioni programmate 4. Riformulare i concetti 5. Promuovere consapevolezza e conoscenza dei meccanismi dellattenzione 6. Abitudine di pensare e riflettere prima di dare una risposta 7. Intervento su antecedenti- conseguenze Creativ-Giovane Come Te SCUOLA ELEMENTARE

25 Creativ-Giovane Come Te Organizzare il lavoro Stabilire e prevedere i tempi di lavoro ANCHE A CASA! Stabilire attività programmate e routinarie ANCHE A CASA! Definire i tempi necessari per svolgere le attività ANCHE A CASA! Organizzazione del materiale ANCHE A CASA! Far ripetere le consegne dei compiti, dopo la loro spiegazione Pianificare delle attività per lintervallo che favoriscano la cooperazione con altri bambini Creare un momento per dettare i compiti per casa SCUOLA ELEMENTARE e CASA

26 Creativ-Giovane Come Te La gestione delle lezioni Accorciare i tempi di lavoro Rendere le lezioni stimolanti Prestare attenzione al ritmo della voce Interagire verbalmente e fisicamente Fare in modo che gli allievi debbano partecipare alla lezione con interventi Costruire delle situazioni di gioco per favorire la comprensione delle spiegazioni, per insegnare concetti Abituare i ragazzi a controllare il proprio lavoro svolto Alternare momenti di lezione attivi e momenti passivi/DI RICARICA SCUOLA ELEMENTARE

27 La gestione del comportamento Definire semplici regole allinterno della classe/della famiglia Spiegare quali sono i comportamenti adeguati e quelli inappropriati Far capire le conseguenze dei comportamenti positivi e negativi Rinforzare i comportamenti positivi Non punire i bambini togliendo lintervallo/le attività pomeridiane/le attività già promesse Stabilire giornalmente o settimanalmente semplici obiettivi Creativ-Giovane Come Te SCUOLA ELEMENTARE e CASA

28 ATTIVITA DA MONITORARE e… sulle quali stabilire SEMPLICI REGOLE Arrivo in classe Preparare il banco per la lezione Svolgimento del lavoro (dettato, esercitazioni di matematica, disegno, …) Comportamento durante la ricreazione (condivisione di giochi, rispetto degli spazi, rispetto dei tempi, …) Brevi momenti di pausa dopo unattività impegnativa … Creativ-Giovane Come Te SCUOLA ELEMENTARE

29 Strategie nella scuola secondaria di primo grado Creativ-Giovane Come Te29

30 ATTENZIONE! A questa età lutilizzo di gratificazioni di tipo concreto non funzionano perché il preadolescente le percepisce come qualche cosa di molto infantile. Lintervento più adeguato è la costruzione di un rapporto personale che si basa sulla fiducia. Creativ-Giovane Come Te MEDIE

31 COSTRUIRE IL RAPPORTO DI FIDUCIA: Mostrare attenzione al ragazzo Mostrare rispetto per le sue difficoltà Fare un contratto educativo con pochi obiettivi che vengono verificati nel breve tempo Devono essere indicate le regole che lo studente deve seguire Le modalità che linsegnante può attuare per aiutare il ragazzo Gli obiettivi Il tempo per raggiungere gli obiettivi La data della verifica degli obiettivi Condivisione dellintervento con il team docente e con il dirigente scolastico (figura di supervisione e autorità che verifica come sta andando il ragazzo). Creativ-Giovane Come Te MEDIE e CASA

32 N.B.: se si considera lo studente un delinquente e lo si tratta da delinquente non si fa altro che spingerlo a riconoscersi in questa etichetta e farla propria. QUINDI VIA AD ATTIVITA oltre la didattica, dove ognuno può spendersi in un modo diverso: ATTIVITA DI COLLABORAZIONE, DI SOCIALIZZAZIONE, DI SVILUPPO DI ABILITA SOCIALI, LABORATORI CIVICI…dove potere parlare del presente, del passato e del futuro, delle loro situazioni..e dove non sono per forza necessarie abilità didattiche eccellenti… Creativ-Giovane Come Te MEDIE

33 Coinvolgere la famiglia: informarla di quello che si sta facendo e dei comportamenti positivi e negativi dei figli. Comunicazioni regolari con la famiglia. Creativ-Giovane Come Te MEDIE

34 Creativ-Giovane Come Te

35 …monitoraggio… Le prime volte non avvertite che state monitorando ma potete rinforzare i minimi aspetti positivi rilevati (es. Bravo! … vedo che la matita è gia temperata… hai tirato fuori per fare i compiti, bravo!) Creativ-Giovane Come Te SCUOLA E CASA

36 Le regole La regola serve per dare indicazione su come dobbiamo comportarci nelle diverse situazioni. Es. In corridoio si cammina La regola, quindi, dovrebbe descrivere ciò che dovremmo/potremmo fare in una situazione e non solo quello che non possiamo fare. Es. se dico in corridoio no si corre, quando sono in corridoio posso camminare ma anche saltare, strisciare, …!!! Creativ-Giovane Come Te SCUOLA E CASA!!

37 Come stabilire le regole Per quanto possibile le regole devono essere corte, espresse positivamente e facili da ricordare Ogni regola deve specificare un comportamento e le sue conseguenze Le regole devono essere espresse in modo da poter essere ben capite e messe in atto Creativ-Giovane Come Te SI: Lavarsi le mani prima di andare a mensa/a tavola NO: Non puoi mangiare se non hai lavato le mani SI: Riordina il banco/fai la cartella prima di fare merenda NO: Devi riordinare per poter fare merenda SI: Devi riordinare il banco prima di fare la merenda. Per riordino intendo le matite nell astuccio, i libri in cartella. NO: Non puoi mangiare se non hai riordinato decentemente!/ se non è completo!/Non dimenticare niente! SCUOLA E CASA!!

38 Ricordare le regole e metterle in pratica puntando sui comportamenti positivi Sono molto contenta, sei stato molto bravo a riordinare il banco, puoi fare merenda! Inserire le regole UNA PER VOLTA, UNA PER SETTIMANA O ANCHE PER DUE premiando il raggiungimento del successo Creativ-Giovane Come Te SCUOLA E CASA!!

39 CORAGGIO RICORDATE CHE SIETE INSIEME IN QUESTA AVVENTURA DI FARE CRESCERE!! Creativ-Giovane Come Te SCUOLA E CASA!!

40 Creativ-Giovane Come Te

41

42 Scuola e famiglia: un comune pro-cedere un procedere insieme una collaborazione educativa per trasmettere al bambino messaggi educativi unitari e coerenti ma anche un venirsi incontro attraverso il dialogo e lascolto, losservazione e la condivisione dei reciproci punti di vista. Creativ-Giovane Come Te

43 43 Bueb B. (2007), Elogio della Disciplina, Milano: RCS Libri. Bettelheim B. (1988), Un genitore quasi perfetto, Milano, Feltrinelli. Duclos G., Laporte D., Ross J. (2006), Lautostima degli adolescenti, Milano: San Paolo. Gordon T. (1970), Genitori Efficaci, Bari: La Meridiana, Gordon T. (1975), Insegnanti Efficaci, Firenze: Giunti, Kapalka G. (2011), Bambini capricciosi e disubbidienti, Milano: Red Edizioni. Laporte D. (2006), Lautostima dei bambini (da 0 a 6 anni), Milano: San Paolo. Laporte D., Sévigny L. (2006), Lautostima dei ragazzi (da 6 a 12 anni), Milano: San Paolo. Levorato R. e A. (2001), La famiglia incontra la scuola, Milano: San Paolo. Marzocchi G.M., Molin S., Poli S., ( 2000), Attenzione e Metacognizione: come migliorare la concentrazione della classe, Trento: Erickson. BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA

44 Creativ-Giovane Come Te Phillips A. (2003), I no che aiutano a crescere, Milano: Feltrinelli. Rigon E. (2009), Turbolento, agitato, iperattivo. Come vivere con un piccolo uragano, Milano: De Vecchi. Rizzi L. (2007), Fate i bravi!, Milano: BUR Rizzoli. Rizzi L. (2008), Fate i compiti!, Milano: BUR Rizzoli. Rosci M. (2010). Scuola: istruzioni per l'uso. Risolvere e affrontare con serenità i piccoli problemi di ogni giorno, Firenze: Giunti. Thompson C. (2007), Genitori che amano troppo e figli che non riescono a crescere, Milano: Mondadori. Da Disturbi dellattenzione e iperattività, Numero 3/2 aprile 2008, R.A. Fabio, Rilevazione del DDAI e intervento nella scuola, pagg

45 Creativ-Giovane Come Te Cè una scuola grande come il mondo, Ci insegnano maestri, professori, Avvocati, Muratori, Televisori, giornali, cartelli stradali, Il sole, i temporali, le stelle. Ci sono lezioni facili e lezioni difficili, Brutte, belle e così così. Ci si impara a parlare, a giocare, A dormire, a svegliarsi, A voler bene e perfino ad arrabbiarsi. Ci sono esami tutti i momenti Ma non ci sono ripetenti: Nessuno può fermarsi a dieci anni, a quindici, a venti e riposare un pochino. Di imparare non si finisce mai E quel che non si sa È sempre più importante di quel che si sa già. Questa scuola è il mondi intero. Quanto è grosso: Apri gli occhi e anche tu sarai promosso. G. Rodari

46 BUON LAVORO!!!


Scaricare ppt ""EDUCARE ALL'ASCOLTO, ALL'ATTENZIONE, ALLA CONCENTRAZIONE SIA A SCUOLA CHE A CASA" Dott.ssa Panciroli Chiara Giovane Come Te Unione Val dEnza."

Presentazioni simili


Annunci Google