La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Eutonia = normotonia (ritmo normale giorno/notte) Fase di stress (simpaticotonia permanente) Fase di ricarica (vagotonia permanente) Shock DHS Conflittolisi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Eutonia = normotonia (ritmo normale giorno/notte) Fase di stress (simpaticotonia permanente) Fase di ricarica (vagotonia permanente) Shock DHS Conflittolisi."— Transcript della presentazione:

1 Eutonia = normotonia (ritmo normale giorno/notte) Fase di stress (simpaticotonia permanente) Fase di ricarica (vagotonia permanente) Shock DHS Conflittolisi Simpaticotonia Vagotonia Evoluzione del conflitto Fase PCL-A Fase espansiva Fase PCL-B Fase ricostitutiva- cicatriziale Crisi epilettoide SINDROME DI ADATTAMENTO CRONICO ALLO STRESS (SELYE) Qualunque stressor (shock=DHS) vada a perturbare lequilibrio omeostatico corporeo determina una fase di conflitto attivo (fase di stress) o di simpaticotonia permanente (delle mani fredde) che permetterà allorganismo di attivare tutte le sue risorse (Glucocorticoidi) per superare ed allontanare lo stressor: tanto più perdurerà nel tempo levoluzione di tale conflitto tanto più si protrarrà la fase di rilassamento (fase di ricarica) o di vagotonia permanente (delle mani calde) o fase di riparazione cicatriziale delle lesioni determinate dallo stressor. Alla soluzione del conflitto (Conflitto-Lisi) segue la fase di riparazione o di vagotonia permanente (fase di ricarica o Post-Conflitto-Lisi = PCL). Nel mezzo della fase di riparazione la vagotonia permanente è interrotta dalla crisi epilettica o epilettoide (piccola fase di simpaticotonia) che è la virata di timone verso il ritorno alla normalità. Da questo momento lorganismo tende di nuovo a ripristinare tutte le sue funzioni e rientra nel ritmo normale giorno/notte (simpaticotonia/vagotonia). Se lallontanamento dello stressor non è fattibile in tempi brevi lorganismo si adegua tentando di arginarlo attraverso un processo di cronicizzazione che determinerà lattivazione costante e permanente dellasse H.P.A. (Ipotalamo-Ipofisi-Surrene) con conseguente immunosoppressione. La crisi epilettoide capita perché nella fase di vagotonia nel focolaio di Hamer (caratterizzato da vasocostrizione e fenomeni elettromagnetici) compare un edema celebrale lieve (fase PCL-A) che determina il mal di testa;nella fase epilettoide tale edema viene spremuto fuori dal cervello e a questo punto si scarica la tensione a livello somatico secondo la legge di Hering permettendo la ricostituzione cicatriziale del Focolaio di Hamer (fase PCL-B) secondo cui ad ogni shock psichico corrisponde un area del cervello che si attiva e contemporaneamente si scarica a livello di un organo bersaglio. Fig. 1

2 NEOENCEFALO: -lamore è frutto delluso della (SENTIMENTI) neocorteccia nella sua elabo- razione di emozioni e affetti che attraverso lelaborazione cognitiva vengono trasformati e immagazzinati mentalmente come sentimenti. Lequilibrio psichico è dato dalla perfetta integrazione e coerenza di fase vibrazionale di uno stimolo che interessi i diversi livelli evolutivi creatisi nel tempo nel nostro cervello Evoluzione filogenetica anatomo-funzionale del cervello e conseguenti capacità di integrazione ( Mac Lean 1971 ) PALEOENCEFALO: (EMOZIONI – AFFETTI) -comportamenti per cui il piccolo segue la madre o si aggrappa alla madre (Bolby); programma per lattaccamento con le capacità materne di rassicurare il bambino (contatto e piacere). La capacità di fidarsi dellaltro comincia col fidarsi della madre fiducia di sé e di poter essere autonomi in assenza della madre ARCHIENCEFALO: - istinti e risposte agli stessi (SENSAZIONI) -istinti dei predatori, -del pericolo,dellaggressione e della sopravvivenza CERVELLO: INTEGRAZION E TRA: Implicazioni Discrimina origine del dolore (fisico/psicologico); Coscienza di esistere e morire, delle emozioni; Processi intellettivi superiori. Implicazioni Comportamento sessuale; Allevamento della prole; Difesa del territorio. Implicazioni Motilità cranio-tronco-viscerale; Ritmo sonno-veglia. ES IOIO SUPER IO Fig. 2

3 Dallosservazione che la rugiada contenuta nei fiori aveva le stesse proprietà vibrazionali del fiore Bach preparò i suoi rimedi con l'aiuto di 4 elementi: TERRA che nutriva la pianta nella sua maturazione TERRA che nutriva la pianta nella sua maturazione SOLE che irradiava e permetteva la fusione ed il ritrasferimento dellenergia vibrazionale, con le sue virtù guaritrici, dalla pianta allacqua SOLE che irradiava e permetteva la fusione ed il ritrasferimento dellenergia vibrazionale, con le sue virtù guaritrici, dalla pianta allacqua ACQUA che tratteneva il messaggio vibrazionale della pianta per trasmetterlo al paziente ACQUA che tratteneva il messaggio vibrazionale della pianta per trasmetterlo al paziente I 4 elementi : terra – aria – sole – acqua ARIA che favoriva la crescita e la trasformazione dellenergia in materia ARIA che favoriva la crescita e la trasformazione dellenergia in materia Fig. 3

4 ALTERAZIONE COMPORTAMENTALE APPROCCI DIFFERENZIATI PER LINTERVENTO TERAPEUTICO DANNO ENERGETICO (CHAKRA) DANNO FUNZIONALE DANNO DORGANO Metallo Spagirico CromoterapiaCristalloterapiaSuono Fiori Himalayani Meditazione trascendentale Farmaci chimici Fitoterapia occidentale Omotossicologia a bassa diluizione Spagiria Omeopatia a bassa diluizione Chirurgia Omeopatia a media e alta diluizione Agopuntura AyurvedaSpagiria Oligoelementi Omotossicologia a media e alta diluizione Fiori di Bach-Flower Plex Psicoterapia ad Integrazione Corporea Omeopatia ad alta e altissima diluizione Omotossicologia ad alta ed altissima diluizione RegMatEx e T.A.M. Microimmunoterapia Fig. 4

5 SE SUPERIORE: è il vero IO o SÈ che sta al di sopra dellio cosciente come centro permanente della nostra identità e che continua la sua attività anche quando non siamo coscienti (sonno, coma, ecc.) INCONSCIO SUPERIORE (SUPERCOSCIENTE) INCONSCIO MEDIO IO o SE COSCIENTE INCONSCIO INFERIORE AZIONE DEI FIORI DI BACH PSICOSINTESI E FLORITERAPIA ( BACH ) SÈ SUPE- RIORE contenuti che difficilmente possono essere portati allo stato di coscienza (serbatoio istintuale, conflitti del rimosso, tendenze ed impulsi primitivi, ansie, fobie, ossessioni, deliri paranoidi). INCONSCIO SUPERIORE: contenuto dei valori potenziali e virtuali difficilmente presenti alla coscienza ma dai quali provengono le intuizioni le ispirazioni superiori, artistiche, filosofiche e scientifiche vi risiedono le energie superiori dello SPIRITO, le facoltà e i poteri supernormali di tipo elevato. CAMPO DELLA COSCIENZA : Rappresenta la realizzazione della personalità della quale siamo direttamente consapevoli (il continuo avvicendarsi di elementi psichici e di stati danimo di ogni genere che possiamo osservare, analizzare e giudicare). INCONSCIO MEDIO: contenuti facilmente accessibili al campo della coscienza e sola zona a contatto con il conscio (elaborazione delle esperienze, archivio della memoria, programmi per il futuro e lavoro intellettuale-creativo) IO O SÈ COSCIENTE: lIO è il centro della coscienza che contiene e percepisce i contenuti della coscienza stessa essendo capace di non identificarsi con i contenuti stessi: è come lo schermo su cui possiamo individuare le immagini che la nostra vita ci proietta. INCONSCIO COLLETTIVO: sono i continui processi di osmosi psichica esistenti fra i vari esseri umani dai quali possiamo essere influenzati e a nostra volta influenzare con il nostro comportamento e le nostre azioni (psiche di massa) AZIONE DEI FIORI DI BACH AZIONE DEI FIORI DI BACH AZIONE DEI FIORI DI BACH AZIONE DEI FIORI DI BACH AZIONE DEI FIORI DI BACH AZIONE DEI FIORI DI BACH Fig. 5

6 ANALISI DELLA DOMANDA (RELAZIONE PSICOMETRICA) RICHIESTE MASCHI N° % FEMMINE N° % TOTALE N° % DROP OUT 2 9, , ,3 SINTOMI SOMATICI 3 13, , ,6 SINTOMI PSICHICI 7 31, , ,8 TERAPIA DI COPPIA 10 45,5 10 8, ,3 TOTALE ,0 15, ,0 84, ,0 TAB. 1

7 INTERVENTO TERAPEUTICO RICHIESTE MASCHI N° % FEMMINE N° % TOTALE N° % SINTOMI PSICHICI 7 35, , ,0 SINTOMI SOMATICI 3 15, , ,3 TERAPIA DI COPPIA 10 50, , ,7 TOTALE ,0 16, ,0 83, ,0 TAB. 2

8 ANALISI DELLA DOMANDA PER FASCE DETÀ ED ETÀ MEDIA DEL CAMPIONE ESAMINATO __ETÀ__ DOMANDA < 25 ANNI N° % ANNI N° % ANNI N° % > 44 ANNI N° % ETÀ MEDIA ANNI ± DS TOTALE N° % SINTOMI PSICHICI 12 70,5 20, ,7 35, ,5 31,7 8 53,3 13,3 33,68 10, ,0 100,0 SINTOMI SOMATICI 4 23,5 10, ,6 47, ,5 6 40,0 15,0 34,70 9, ,3 100,0 TERAPIA DI COPPIA 1 6,0 5,0 8 16,7 40, ,0 50,0 1 6,7 5,0 34,55 5, ,7 100,0 TOTALE ,0 14, ,0 40, ,0 33, ,0 12,5 34,47 9, ,0 TAB. 3

9 RICHIESTA DI INTERVENTO _____SESSO____ RICHIESTA DI INTERVENTO * MASCHI N° % FEMMINE N° % TOTALE N° % SINTOMI PSICHICI 7 35,0 11, ,0 88, ,0 100,0 Apparato Urogenitale SINTOMI Apparato Gastrointestinale SOMATICI SNC-Periferico-Fibromialgie TOTALE 0 0, , ,7 2 10,0 7 7,0 9 7,5 1 5, ,0 11 9,1 3 15,0 7, ,0 92, ,3 100,0 TERAPIA DI COPPIA 10 50, ,0 50, ,7 100,0 TOTALE ,0 16, ,0 83, ,0 TAB. 4. * p < 0,001

10 UTILIZZO DI PSICOFARMACI AL MOMENTO DEL COUNSELIG ___UTENTI___ UTILIZZO COSTANTE DI PSICOFARMACI * UTENTI PSICHICI N° % UTENTI SOMATICI N° % UTENTI RELAZION. N° % TOTALE N° % PRESENTE 37 61,7 66, ,0 28,6 3 15,0 5, ,7 100,0 ASSENTE 23 38,3 35, ,0 37, ,0 26, ,3 100,0 TOTALE ,0 50, ,0 33, ,0 16, ,0 TAB. 5. * p < 0,001

11 ABBANDONO DEGLI PSICOFARMACI DURANTE LA TERAPIA ___UTENTI___ UTILIZZO DI PSICOFARMACI * UTENTI PSICHICI N° % UTENTI SOMATICI N° % UTENTI RELAZION. N° % TOTALE N° % CONTINUA LUTILIZZO DI PSICOFARMACI 18 30,0 69,2 6 15,0 23,1 2 10,0 7, ,7 100,0 INTERROMPE LUTILIZZO DI PSICOFARMACI 19 31,7 63, ,0 33,3 1 5,0 3, ,0 100,0 NON HA MAI ASSUNTO PSICOFARMACI 23 38,3 35, ,0 37, ,0 26, ,3 100,0 TOTALE ,0 50, ,0 33, ,0 16, ,0 TAB. 6. * p < 0,01

12 DROP-OUT COLLABORAZIONE TERAPEUTICA E ABBANDONO DEGLI PSICOFARMACI COLLABORAZIONE ___TERAPEUTICA___ UTILIZZO DI PSICOFARMACI * DROP-OUT POST- RELAZIONE N° % TERAPIA NON COLLA- BORANTE N° % TERAPIA COLLA- BORANTE N° % TOTALE N° % CONTINUA LUTILIZZO DI PSICOFARMACI 1 10,0 3, ,6 92,2 1 1,3 3, ,7 100,0 INTERROMPE LUTILIZZO DI PSICOFARMACI 0 0, ,0 100, ,0 100,0 NON HA MAI ASSUNTO PSICOFARMACI 9 90,0 14, ,4 17, ,7 68, ,3 100,0 TOTALE ,0 8, ,0 29, ,0 62, ,0 TAB. 7. * p < 0,001

13 MOTIVAZIONE DELLA RICHIESTA DI INTERVENTO ___UTENTI___ MOTIVAZIONI * SINTOMI PSICHICI N° % SINTOMI SOMATICI N° % TERAPIA DI COPPIA N° % TOTALE N° % Perché ritengo di avere dei problemi psicologici che vorrei affrontare 43 71,7 66, ,0 24,6 6 30,0 9, ,2 100,0 Perché voglio conoscere meglio alcune mie caratteristiche psicologiche 9 15,0 28, ,0 50,0 7 35,0 21, ,7 100,0 Per una richiesta di collaborazione 6 10,0 31,6 6 15,0 31,6 7 35,0 36, ,8 100,0 Non so bene perché debba rispondere a questo questionario 2 3,3 50,0 2 5,0 50,0 0 0,0 4 3,3 100,0 TOTALE ,0 50, ,0 33, ,0 16, ,0 TAB. 8. * p < 0,01

14 APPOCCIO TERAPEUTICO ___UTENTI___ APPROCCIO TERAPEUTICO * SINTOMI PSICHICI N° % SINTOMI SOMATICI N° % TERAPIA DI COPPIA N° % TOTALE N° % PSICOTERAPIA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE 2 3,3 33,3 0 0,0 4 20,0 66,7 6 5,0 100,0 PSICOTERAPIA COGNIT.-COMPORT. + TERAPIA BIOLOGICA 18 30,0 54,5 7 17,5 21,2 8 40,0 24, ,5 100,0 PSICOTERAPIA COGNIT.-COMPORT. + TERAPIA BIOLOGICA + PSICOTER. A INTEGRAZ. CORPOR ,7 49, ,5 40,7 8 40,0 9, ,5 100,0 TOTALE ,0 50, ,0 33, ,0 16, ,0 TAB. 9. * p < 0,01

15 FIORI DI BACH E CORRELAZIONI PSICOMETRICHE (1) ___SCALE M.M.P.I.___ FLORITEST E FIORI DI BACH HsDHyPdMfPaPtScMaSi Media In.PsicoPat In.Ansia In.Psicosi In.Nevrosi Aggressività Forza Io FLORITEST POSITIVO PER <2 / / >10 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,01 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 PAURA p < 0,01 p < 0,001 p < 0,01 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 INCERTEZZA p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,05 p < 0,01 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 DISINTERESSE p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,05 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,01 p < 0,001 SOLITUDINE p < 0,025 N.S. p < 0,01 N.S. p < 0,05 N.S. p < 0,05 IPERSENSIBILITÀ p < 0,001 p < 0,001 p < 0,01 p < 0,01 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,01 N.S. p < 0,01 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 DEPRESSIONE p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 ALTRUISMO N.S. p < 0,05 N.S. p < 0,05 N.S. TAB. 10

16 FIORI DI BACH E CORRELAZIONI PSICOMETRICHE (2) SCALE P.A.R.I.-LÜSCHER- ___M.A.S. - S.D.S. -_Q.E.__ FLORITEST E FIORI DI BACH ATT.MARTIRE CONFLIT.CONIU. IRRITAB.PAR. REPRE.AGGR. RIF.RUO.CAS. TRASCUR.PART LÜSCHER M.A.S S.D.S COSCIE.DI SÈ ESPRES.EMO. AUTONOMIA AUTOSTIMA CAPA.RELAZ. CAP.ASCOLTO Q.E. MEDIA FLORITEST POSITIVO PER <2 / / >10 N.S. p < 0,01 N.S. p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 PAURA N.S. p < 0,025 N.S. p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,01 N.S. p < 0,05 N.S. INCERTEZZA N.S. p < 0,025 N.S. p < 0,001 p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 N.S. p < 0,025 N.S. p < 0,01 DISINTERESSE N.S. p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,01 p < 0,01 p < 0,001 N.S. p < 0,01 SOLITUDINE N.S. p < 0,025 p < 0,05 p < 0,025 N.S. p < 0,01 p < 0,01 N.S. p < 0,025 IPERSENSIBILITÀ N.S. p < 0,01 p < 0,001 p < 0,01 N.S. p < 0,001 p < 0,05 p < 0,001 N.S. p < 0,01 DEPRESSIONE N.S. p < 0,01 N.S. p < 0,001 p < 0,001 N.S. p < 0,001 p < 0,01 p < 0,01 N.S. p < 0,001 ALTRUISMO N.S. TAB. 11

17 UTENZA E FIORI DI BACH ___UTENTI___ FIORI DI BACH UTENTI PSICHICI N° % UTENTI SOMATICI N° % UTENTI RELAZION. N° % TOTALE N° % FLORITEST POSITIVO p < 0,025 PRESENTE 5591,73075,01365,09881,7 ASSENTE 58,31025,0735,02218,3 PAURA p < 0,001 PRESENTI 5388,32460,0945,08671,7 ASSENTI 711,71640,01155,03428,3 INCERTEZZA p < 0,025 PRESENTI 4880,02460,01050,08268,3 ASSENTI 1220,01640,01050,03831,7 DISINTERESSE p < 0,001 PRESENTI 4676,71640,0630,06856,7 ASSENTI 1423,32460,01470,05243,3 SOLITUDINE N.S. PRESENTI 3253,31742,51050,05949,2 ASSENTI 2846,72357,51050,06150,8 IPERSENSIBILITÀ N.S. PRESENTI 4371,72357,5945,07562,5 ASSENTI 1728,31742,51155,04537,5 DEPRESSIONE p < 0,05 PRESENTI 4473,32050,01050,07461,7 ASSENTI 1626,72050,01050,04638,3 ALTRUISMO N.S. PRESENTI 2948,31332,5735,04940,8 ASSENTI 3151,72767,51365,07159,2 TAB. 12

18 RAPPORTO TRA UTENZA - DURATA E TEMPI MEDI DI TERAPIA DOMANDA* < 1 MESE N° % 2-3 MESI N° % 4-12 MESI N° % > 12 MESI N° % TEMPI MEDI DI TERAPIA MESI ± DS TOTALE N° % SINTOMI PSICHICI 12 63,2 20, ,3 35, ,2 41,7 2 20,0 3,3 4,4 3, ,0 100,0 SINTOMI SOMATICI 3 15,8 7,5 8 21,0 20, ,6 52,5 8 80,0 20,0 7,9 7, ,3 100,0 TERAPIA DI COPPIA 4 21,0 20,0 9 23,7 45,0 7 13, ,0 3,9 3, ,7 100,0 TOTALE ,0 15, ,0 31, ,0 41, ,0 8,3 5,5 5, ,0 TAB. 13. * p < 0,01

19 UTENZA E COLLABORAZIONE TERAPEUTICA ___UTENTI___ COLLABORAZIONE TERAPEUTICA * UTENTI PSICHICI N° % UTENTI SOMATICI N° % UTENTI RELAZION. N° % TOTALE N° % DROP-OUT POST-RELAZIONE PSICOMETRICA 6 10,0 60,0 1 2,5 10,0 3 15,0 30,0 10 8,3 100,0 TERAPIA NON COLLABORANTE 21 35,0 60,0 8 20,0 22,9 6 30,0 17, ,2 100,0 TERAPIA COLLABORANTE 33 55,0 44, ,5 41, ,0 14, ,5 100,0 TOTALE ,0 50, ,0 33, ,0 16, ,0 TAB. 14. * p < 0,05

20 APPROCCIO TERAPEUTICO E COLLABORAZIONE TERAPEUTICA APPROCCIO ___TERAPEUTICO___ COLLABORAZIONE TERAPEUTICA * PSICOTERAPIA COGNITIVO- COMPORTAMENT. N° % PSICOTERAPIA COGNITIVO- COMPORTAMENT. + TERAPIA BIOLOGICA N° % PSICOTERAPIA COGNITIVO- COMPORTAMENT. + TERAPIA BIOLOGICA + PSICOTERAPIA A INTEGRAZIONE CORPOREA N° % TOTALE N° % DROP-OUT POST- RELAZIONE PSICOMETRICA 4 66,6 40,0 6 18,2 60,0 0 0,0 10 8,3 100,0 TERAPIA NON COLLABORANTE 1 16,7 2, ,5 48, ,0 48, ,2 100,0 TERAPIA COLLABORANTE 1 16,7 1, ,3 13, ,0 85, ,5 100,0 TOTALE 6 100,0 5, ,0 27, ,0 67, ,0 TAB. 15. * p < 0,001

21 CORRELAZIONI PSICOMETRICHE COUNSELING - CONTROLLO PUNTEGGI PATOLOGICI _____ALLE SCALE PSICOMETRICHE_____ COUNSELING TOTALE (UTENTI TOTALI) COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) HsDHyPdMfPaPtScMaSi Media In.PsicoPat LIEVEMENTE DIMINUITI <25 %COUNSELING TOTALE MEDIAMENTE DIMINUITI %COUNSELING INIZIALE MOLTO DIMINUITI > 50 %CONTROLLO SIGNIFICATIVITÀ p < 0,01 p < 0,05 N.S. p < 0,05 N.S. PUNTEGGI PATOLOGICI _____ALLE SCALE PSICOMETRICHE_____ COUNSELING TOTALE (UTENTI TOTALI) COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) In.Ansia In.Psicosi In.Nevrosi Aggressività Forza Io COSCIE.DI SÈ ESPRES.EMO. AUTONOMIA AUTOSTIMA CAPA.RELAZ. CAP.ASCOLTO Q.E. MEDIA LIEVEMENTE DIMINUITI <25 %COUNSELING TOTALE MEDIAMENTE DIMINUITI %COUNSELING INIZIALE MOLTO DIMINUITI > 50 %CONTROLLO SIGNIFICATIVITÀ N.S. p < 0,01 N.S. p < 0,05 N.S. TAB. 16

22 STRUTTURA DEL FLORITEST: Fig Items Ciascun item A. 2 serie di affermazioni: B Ciascuna affermazione 4 possibili risposte: V = assolutamente Vera v = prevalentemente vera f = prevalentemente falsa F = assolutamente Falsa

23 FREQUENZA FIORI DI BACH SIGNIFICATIVI COUNSELING / CONTROLLO FIORI DI BACH _SIGNIFICATIVI_ COUNSELING CONTROLLO < 2 FIORI N° % 2–5 FIORI N° % 6–10 FIORI N° % > 10 FIORI N° % TOTALE N° % COUNSELING TOTALE (TOTALE UTENTI) 22 18, , , , ,0 COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) 2 4, , , , ,0 CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) 11 25, , ,7 8 18, ,0 TAB. 17. * p < 0,025

24 SINGOLI FIORI DI BACH SIGNIFICATIVI COUNSELING - CONTROLLO (1) __SINGOLI_FIORI DI BACH_SIGNIFICATIVI__ COUNSELING TOTALE (UTENTI TOTALI) COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) PAURAALTRUISMO ASPEN CHERRY PLUM MIMULUS RED CHESTNUT ROCK ROSE BEECH CHICORY ROCK WATER VERVAIN VINE LIEVEMENTE DIMINUITI <25 %COUNSELING TOTALE MEDIAMENTE DIMINUITI %COUNSELING INIZIALE MOLTO DIMINUITI > 50 %CONTROLLO SIGNIFICATIVITÀ N.S. p < 0,05 N.S. ___________FIORI DI BACH___________ COUNSELING TOTALE (UTENTI TOTALI) COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) SOLITUDINEDISINTERESSE HEATER 1MPATIENS WATER VIOLET CHESTNUT BUD CLEMATIS HONEYSUCKLE MUSTARD OLIVE WHITE CHESTNUT WILD ROSE LIEVEMENTE DIMINUITI <25 %COUNSELING TOTALE MEDIAMENTE DIMINUITI %COUNSELING INIZIALE MOLTO DIMINUITI > 50 %CONTROLLO SIGNIFICATIVITÀ N.S. p < 0,05 N.S. TAB. 18

25 SINGOLI FIORI DI BACH SIGNIFICATIVI COUNSELING - CONTROLLO (2) __SINGOLI_FIORI DI BACH_SIGNIFICATIVI__ COUNSELING TOTALE (UTENTI TOTALI) COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) INCERTEZZAIPERSENSIBILE CERATO GENTIAN GORSE HORN BEAM SCLERANTHUS WILD OAT AGRIMONY CENTAURY HOLLY WALNUT LIEVEMENTE DIMINUITI <25 %COUNSELING TOTALE MEDIAMENTE DIMINUITI %COUNSELING INIZIALE MOLTO DIMINUITI > 50 %CONTROLLO SIGNIFICATIVITÀ N.S. p < 0,05 N.S. __SINGOLI_FIORI DI BACH_SIGNIFICATIVI__ COUNSELING TOTALE ( UTENTI TOTALI) COUNSELING INIZIALE (UTENTI CONTROLLO) CONTROLLO (UTENTI CONTROLLO) DEPRESSIONE CRAB APPLE ELM LARCH OAK PINE STAR BETHLEHEM SWEET CHESTNUT WILLOW LIEVEMENTE DIMINUITI <25 %COUNSELING TOTALE MEDIAMENTE DIMINUITI %COUNSELING INIZIALE MOLTO DIMINUITI > 50 %CONTROLLO SIGNIFICATIVITÀ N.S. p < 0,001 N.S. p < 0,01 TAB. 19

26 Modello Esistenziale Noumenico-evolutivo Modello Esistenziale Indotto e normativo EQUILIBRIO Il concetto di salute e malattia in Floriterapia MENTE ( PERSONALITÀ ) VERO SÈ COSCIENZA DELLE PROPRIE POTENZIALITÀ CORPO Salute: comunicazione e sinergia tra Vero sé, Mente e Corpo fisico Aumento della Sintropia e dellordine universale. CONSAPEVOLEZZA DEI PROPRI VISSUTI INTERFERENZE DA FAMIGLIA, RELAZIONI,SOCIETÀ, Malattia: conflitto interiore, dato dalla carenza e dalla distorsione di comunicazione tra il Vero Sé, la Mente e il Corpo fisico con aumento di livello Entropico del sistema. INCOSCIENZA DELLE PROPRIE POTENZIALITÀ ALEXITIMIA E MANCANZA DI CONSAPEVOLEZZA DEI PROPRI VISSUTI Fig. 7


Scaricare ppt "Eutonia = normotonia (ritmo normale giorno/notte) Fase di stress (simpaticotonia permanente) Fase di ricarica (vagotonia permanente) Shock DHS Conflittolisi."

Presentazioni simili


Annunci Google