La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 CENTRO INFORMATICO DI FORMAZIONE. 2 Il P.I.M.E. Il P.I.M.E. (Pontificio Istituto Missioni Estere) è un istituto missionario fondato nel 1850 da Padre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 CENTRO INFORMATICO DI FORMAZIONE. 2 Il P.I.M.E. Il P.I.M.E. (Pontificio Istituto Missioni Estere) è un istituto missionario fondato nel 1850 da Padre."— Transcript della presentazione:

1 1 CENTRO INFORMATICO DI FORMAZIONE

2 2 Il P.I.M.E. Il P.I.M.E. (Pontificio Istituto Missioni Estere) è un istituto missionario fondato nel 1850 da Padre Angelo Ramazzotti. Il P.I.M.E. è costituito da una comunità internazionale di sacerdoti e laici consacrati impegnati nelle varie parti del mondo per il bene spirituale, morale e materiale delluomo.

3 3 PIMEdit Obiettivo dei Missionari, oltre allevangelizzazione, è quello di promuovere uno sviluppo responsabile e sostenibile nel tempo. PIMEdit Onlus è lente non profit fondato dal P.I.M.E. per aiutare le popolazioni del Sud del Mondo attraverso progetti di sviluppo, adozioni a distanza ed aiuti umanitari.

4 4 Gli ambiti di intervento sanità di base alfabetizzazione istruzione formazione professionale promozione di attività artigianali locali Sviluppo: campi di azione Assistenza: soggetti coinvolti disabili poveri emarginati ultimi in genere (in particolare bambini e donne)

5 5 La presenza nel mondo Bangladesh Cambogia Hong Kong India Giappone Thailandia Papua Nuova Guinea Guinea-Bissau Brasile Cameroun Costa Davorio Messico

6 6 I progetti attivi adozioni a distanza; 30 progetti di aiuto allo sviluppo: In particolare: educazione salute agricoltura promozione della donna evangelizzazione

7 7 La modalità di azione Cono- scenza della realtà Individuazione dei bisogni Definizione dei progetti prioritari Definizione attività di promozione dellistituto Divulgazione dei progetti Raccolta fondi (da singoli privati o istituzioni) Sul campo In Italia Organizzazione, gestione, realizzazione e monitoraggio dei progetti proposti

8 8 Pregi e difetti di questa modalità Difetti Pregi Gli interventi sono studiati sul posto, non sulla carta; Le relazioni costruite sono durature; Gli effetti degli interventi non si esauriscono concluso il progetto e sono inseriti in un quadro di continuità; Gli interventi sono conosciuti e finanziati dalle molte persone vicine allistituto. I fondi dai privati non sono programmabili/prevedibili; I tempi di realizzazione dipendono dalla raccolta fondi; Non si colgono opportunità derivanti da collaborazioni con realtà aziendali private in Italia; Vengono finanziati i progetti a maggiore impatto emotivo e non necessariamente a maggiore utilità per la comunità di base.

9 9 Il progetto proposto Internet Cafè aperto alla popolazione Servizio Internet a domicilio (per villaggi o corti familiari) Creare un centro di formazione professionale informatico a Mansoa - Guinea Bissau - che offra: Formazione Accesso Corsi di informatica di base Corsi su Internet e su come utilizzare questo strumento per la ricerca scolastica e/o professionale Corsi professionali via internet

10 10 Perché la Guinea Bissau E uno dei paesi più poveri del continente africano La Guinea Bissau è al 172 o posto si 177 paesi considerati per lIndice di Sviluppo Umano: Laspettativa di vita è di 45,2 anni (78,7 in Italia) Il tasso di alfabetizzazione è del 39,5% (98,5% in Italia) Il reddito annuo pro-capite è di $ 710 ( in Italia) La realtà locale è particolarmente conosciuta dallistituto, in quanto il PIME è presente dal 1947 ed è molto stimato dalle autorità locali. (UNDP Report 2004)

11 11 Perché Mansoa Mansoa è una città che si trova a circa 80 kilometri dalla capitale (Bissau) e costituisce un terreno particolarmente fertile per iniziative di questo tipo. In particolare a Mansoa sono in funzione da qualche tempo: un liceo superiore (frequentato da circa 750 studenti ogni anno) una radio che trasmette dal 2001 per 14 ore al giorno (Radio Sol Mansi) e copre circa la metà del territorio nazionale

12 12 Perché un centro informatico Dalla lettera di Padre Davide Sciocco, in Guinea Bissau dal 1992 al 2004 Dopo vari anni di vita in Guinea Bissau, posso dire che se da un lato resta importante rispondere alle urgenze umanitarie (abbiamo costruito dispensari, centri per bambini denutriti, pozzi, …), dallaltra occorre pensare a nuove forme di intervento miranti alla vera urgenza dellAfrica: la formazione. LAfrica non è un museo, né lo sviluppo potrà mai seguire i tempi e le modalità dellEuropa. Ci saranno salti di secoli, che lo si voglia o no. Occorre quindi saper cogliere il positivo di queste opportunità, e educare al buon utilizzo della modernità. Riguardo limportanza dellinformatica in ogni campo lavorativo e di studio credo che non esistano dubbi. Internet può suscitare qualche perplessità, anche per il suo utilizzo ludico o negativo spesso fatto in Europa. In realtà Internet è lunico strumento che mette a pari condizioni e opportunità labitante di Tokyo con un giovane di Mansoa in Guinea Bissau; con Internet si può avere accesso a informazioni e formazioni impensabili e inaccessibili con qualunque altro mezzo o iniziativa; e il tutto al costo di una telefonata urbana!

13 13 Gli utenti - destinatari giovani che studiano nel Liceo di Mansoa (750 circa) e nelle scuole dei dintorni; persone che sono alla ricerca di una specializzazione che integri gli studi medi realizzati e faciliti lingresso nel mondo del lavoro; insegnanti delle scuole locali; associazioni e ONG locali e internazionali; tecnici del territorio (tecnici dellospedale regionale di Mansoa, funzionari statali, …). Il centro di formazione professionale informatico si rivolge in particolare a:

14 14 Loccasione da sfruttare La direzione di Radio Sol Mansi con i suoi volontari si è resa disponibile a gestire lo start up del centro formativo e ad offrire laccompagnamento necessario perché il Centro divenga autonomo in tre anni. La realizzazione di questo progetto comporterà dunque un impegno (economico e operativo) ridotto, focalizzato nella costruzione di un edificio con due sale e una segreteria dove collocare i computer e nel completamento delle dotazioni e attrezzature da mettere a disposizione del centro informatico (server, accessi internet, computer, allacciamenti idrici ed elettrici).

15 15 Le fasi del progetto Fase 1: recinzione del terreno e costruzione delledificio; dotazione dei beni strumentali Fase 2 : prima serie di corsi di informatica; apertura del Internet Cafè Fase 3: seconda serie di corsi di informatica; primi corsi professionali via Internet giu Fase 4 messa a regime della gestione corrente tecnico/operativa ed economica

16 16 Dinamica finanziaria prevista Il sostegno economico che cerchiamo è per linvestimento di start up (circa in 3 anni) % investimenti sul totale degli esborsi Peso % dell impegno finanziario per il Partner % della gestione corrente sul totale degli esborsi

17 17 PIMEdit Onlus PONTIFICIO ISTITUTO MISSIONI ESTERE Centro di Cultura e Animazione Missionaria Via Mosè Bianchi, 94 – MILANO Tel.: Fax: e.mail:


Scaricare ppt "1 CENTRO INFORMATICO DI FORMAZIONE. 2 Il P.I.M.E. Il P.I.M.E. (Pontificio Istituto Missioni Estere) è un istituto missionario fondato nel 1850 da Padre."

Presentazioni simili


Annunci Google