La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Monitoraggio della Qualità dei dati nel Sistema Informativo dellAssistenza Specialistica (SIAS) 27 Maggio 2010 - Fondazione S. LUCIA Cinzia Torri Maria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Monitoraggio della Qualità dei dati nel Sistema Informativo dellAssistenza Specialistica (SIAS) 27 Maggio 2010 - Fondazione S. LUCIA Cinzia Torri Maria."— Transcript della presentazione:

1 Monitoraggio della Qualità dei dati nel Sistema Informativo dellAssistenza Specialistica (SIAS) 27 Maggio Fondazione S. LUCIA Cinzia Torri Maria BalducciElena San Martini Luca Sementilli Luciano Urbinelli

2 OBIETTIVO CONTINUO MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DEL SISTEMA INFORMATIVO MAGGIORE COMUNICAZIONE TRA I DIVERSI ATTORI DEL SISTEMA, AL FINE DI INCENTIVARE LA COESIONE DEI DIVERSI ATTORI

3 In un Sistema Informativo la qualità dei dati consiste nella corrispondenza tra il contenuto informativo dei dati e la realtà che rappresentano QUALITA

4 I CONTROLLI FORMALI Agiscono sugli errori di registrazione Riguardano completezza corretta codifica (puntuale o in base a range) congruità tra i campi Vengono effettuati principalmente in fase di accettazione dei dati mediante il software QUASIAS on LINE

5 Vengono effettuati sulla base dati regionale consolidata e possono fornire indicazione per successivi controlli sul campo Riguardano la corrispondenza delle informazioni del SI con quelle di fonti esterne la plausibilità delle informazioni derivanti dalle elaborazioni dei dati Agiscono sulle distorsioni causate da una errata interpretazione delle regole sulle distorsioni indotte dal sistema di pagamento a tariffa sulle distorsioni indotte dalla necessità di superare i controlli formali I CONTROLLI SOSTANZIALI

6 Art. 50 L. n.326 del 2003 Nellambito della legge finanziaria del 2003 è stato varato lart. 50 relativamente al monitoraggio della spesa sanitaria che si basa sostanzialmente sulla: identificazione certa, e rilevabile, dellassistito (Codice Fiscale mediante Tessera Sanitaria) identificazione certa del prescrittore comunicazione responsabilizzata, e monitorabile, dellavvenuta erogazione delle prestazioni del SSN. La Società Sogei sta procedendo allimplementazione delle modifiche - finalizzata alladeguamento delle procedure vigenti - per lacquisizione del flusso unico da SOGEI ad ASP.

7 Ruoli e Responsabilità Gestire le informazioni amministrative delle strutture erogatrici. Effettuare i controlli di accreditamento e il monitoraggio del budget Coordinare l'attività di rilevazione e le fasi di acquisizione dei dati relativi alle prestazioni di specialistica ambulatoriale erogate dall'azienda Garantire i controlli formali e sostanziali di qualità del dato. Supportare tutte le strutture erogatrici per gli aspetti tecnici/normativi/gestionali/organizzativi sono proprietari dei dati e responsabili dei controlli di validità e veridicità dei dati sia in termini di validazione che in termini di altre verifiche.

8 SIAS – Anno 2009 Maria Balducci

9 prestazioni Numero di prestazioni

10 Attività SIAS 2009 ASL N. Strutture Volume Punti di specialità RM/A RM/B RM/C RM/D RM/E RM/F RM/G RM/H VT RI LT FR TOTALE

11 Mobilità

12 Saldo di attività Attività erogata dalle strutture ubicate nella ASL ai residenti di altre ASL Attività erogata ai residenti della ASL dalle strutture ubicate nelle altreASL

13 RMAFRRMB RMD SALDO POSITIVO RMB

14 RMD RMERMF SALDO NEGATIVO RMD

15 Saldo

16 SIAS – Anno 2009 Monitoraggio di specifiche informazioni Maria Balducci

17 Data di richiesta Data di compilazione Data di inizio ciclo Data di effettuazione Data di refertazione <<<< Monitoraggio Congruenza delle date Indica la data nella quale la struttura ha ricevuto la richiesta di effettuazione della prestazione (la data in cui è avvenuta la prenotazione) Nel caso in cui non vi sia stata prenotazione, ma la prestazione sia stata erogata direttamente, allaccesso, riporta la data di effettuazione.

18 Attesa ex ante, he consiste nella rilevazione ( prospettica ), in un determinato periodo indice, del tempo di attesa calcolato come differenza tra la data di erogazione prospettata e la data della richiesta della prestazione rivolta allerogatore ( rappresenta, in sostanza, il tempo dattesa così come viene percepito dallutente ); ex post, che consiste nella rilevazione ( retrospettiva ) del tempo di attesa calcolato come differenza tra la data della effettiva erogazione della prestazione e quella della richiesta rivolta dal cittadino allerogatore SIAS rilevazioneex post

19 Tempo di Attesa Tempo intercorso tra: Data di richiesta e Data di erogazione della prestazione

20

21

22

23

24 Data di richiesta Data di compilazione Data di inizio ciclo Data di effettuazione Data di refertazione <<<< Monitoraggio Congruenza delle date Per le prestazioni che recano la dicitura ciclo/seduta si intende la data della prima seduta. Per tutte le altre prestazioni singole che non recano la dicitura ciclo/seduta, si intende la data di effettuazione.

25 Durata di un ciclo di prestazioni Tempo intercorso tra: Data di erogazione della prima prestazione (data di inizio ciclo) e la data di erogazione dellultima prestazione (data di prestazione)

26 Durata ciclo (gg) VolumeRipetizioni N(%)N ,6% ,9% ,0% ,6% ,4%4.3570,4% ,1%9850,1% ,0%4500,0% ,0%480,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0%1 Totale ,0% ,0% Durata di un ciclo di prestazioni (escluso Laboratorio Analisi e le prestazioni a quantità 1)

27 Durata ciclo = 0 giorni VolumeRipetizioni Volume totale prestazioni con quantità > 1 N(%)N Rieducazione Motoria Individuale In Motuleso Segmentale Semplice ,3% ,4% ,4% Rieducazione Motoria Individuale In Motuleso Segmentale Strumentale Complessa ,8% ,2% ,0% 93.15Mobilizzazione Della Colonna Vertebrale ,9% ,6% ,7% Elettroterapia Di Muscoli Normo O Denervati Di Altri Distretti ,1% ,8% ,3% Irradiazione Infrarossa ,7% ,7% ,9% Rieducazione Motoria In Gruppo ,9% ,2% ,4% Emodialisi In Bicarbonato E Membrane Molto Biocompatibili ,9% ,2% ,9% Rieducazione Motoria Individuale In Motuleso Grave Strumentale Complessa ,6% ,0% ,4% Rieducazione Motoria Individuale In Motuleso Grave Semplice ,6% ,9% ,7% Anamnesi E Valutazione, Definite Complessive ,2%9.6142,6% ,1% Magnetoterapia ,9% ,9% ,0% Teleterapia Con Acceleratore Lineare Con Campi Multipli, Di Movimento ,1%6.4961,8% ,1% Esercizi Posturali - Propriocettivi ,0%6.0901,6% ,8% Altra Emodiafiltrazione ,9%5.9981,6% ,1% Emodiafiltrazione ,3%4.2471,1% ,6% 93.16Esercizi Posturali-Propriocettivi ,3%3.9151,1% ,6% Totale ,0% ,0% Durata di un ciclo di prestazioni (escluso Laboratorio Analisi e le prestazioni a quantità 1)

28 Durata ciclo (gg) CompartoTotale PubblicoPrivatoClassificato IRCCS Pubblico P.U. Pubblico Azienda Ospedaliera IRCCS Privato P.U. Privato Extra- territoriale N(%) ,1% ,4% ,6% ,3% ,1% ,1% ,1% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% ,1% ,0% ,0% ,0% > ,0% Totale ,0% Durata di un P.A.C.

29 Data di richiesta Data di compilazione Data di inizio ciclo Data di effettuazione Data di refertazione <<<< Monitoraggio Congruenza delle date E la data in cui viene prescritta la prestazione ed è apposta sulla ricetta

30 Tempo trascorso tra la prescrizione e lerogazione della prestazione Compilazione della ricetta N. Ricette% Dopo l'erogazione ,4% Entro due anni dall'erogazione ,6% Oltre due anni dall'erogazione ,0% Totale complessivo ,0% 22/01/ /06/2209

31 AmbulatorialeAPA/PAC

32 MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE

33 Medicina Fisica e Riabilitazione – anno 2009 CompartoN. AssistitiVolumeDiversi codiciPrest/AssistitoN.Strutture Pubblico Privato Classificato IRCCS Pubblico PU Pubblico Azienda Ospedaliera IRCCS Privato PU Privato Extra-territoriale Totale

34 Assistiti Numero di prestazioni N(%) ,5% ,0% ,1% ,8% ,9% ,4% ,3% ,2% ,2% ,1% ,1% ,1% ,0% ,0% ,0% ,0% ,0% >= ,1% Totale ,0% Numero di prestazioni per assistito

35 Prestazione % 10 e RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE IN MOTULESO SEGMENTALE SEMPLICE % RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE IN MOTULESO SEGMENTALE STRUMENTALE COMPLESSA % 93.15MOBILIZZAZIONE DELLA COLONNA VERTEBRALE % ELETTROTERAPIA DI MUSCOLI NORMO O DENERVATI DI ALTRI DISTRETTI % IRRADIAZIONE INFRAROSSA % RIEDUCAZIONE MOTORIA IN GRUPPO % RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE IN MOTULESO GRAVE STRUMENTALE COMPLESSA % RIEDUCAZIONE MOTORIA INDIVIDUALE IN MOTULESO GRAVE SEMPLICE % MAGNETOTERAPIA % Totale Quantità di prestazioni erogate

36 CODICE MEDICO PRESCRITTORE

37 CompartoErratoCorrettoTotale Errato (%) Pubblico ,3% Privato ,5% Classificato ,2% IRCCS Pubblico ,3% PU Pubblico ,8% Azienda Ospedaliera ,6% IRCCS Privato ,8% PU Privato ,6% Extra-territoriale ,6% Totale ,2% Codice MMG N. Ricette Medici di base e pediatri di libera scelta

38 TipologiaCodici MedicoRicette Errato Corretto Totale Codici Errati 000… … % ricette 5XXXXX Medico 5XXXXX ricette di cui in un solo presidio 87% attività prescrittiva del medico 20% dei MMG della struttura Medici di base e pediatri di libera scelta

39 ASL MMG con più di ricette Massimo ricette per MMG Media ricette per MMG RMA ,3 RMB ,0 RMC ,5 RMD ,3 RME ,1 RMF ,6 RMG ,2 RMH ,7 VT ,0 RI ,8 LT ,5 FR ,0 Aziendalizzati ,9 Totale ,4 Medici di base e pediatri di libera scelta con più di ricette

40 Comparto non rilevato 88888… della struttura erogante di altra struttura Totale Pubblico12,0%62,2%25,8%100,0% Privato75,7%2,8%21,5%100,0% Classificato21,5%73,0%5,5%100,0% IRCCS Pubblico3,0%88,9%8,1%100,0% PU Pubblico0,0%96,1%3,9%100,0% Azienda Ospedaliera0,8%90,4%8,8%100,0% IRCCS Privato13,4%69,0%17,6%100,0% PU Privato4,3%88,4%7,3%100,0% Extra-territoriale16,0%81,7%2,3%100,0% Totale14,6%69,4%16,0%100,0% ASL/Azienda non rilevato 88888… della struttura erogante di altra struttura Totale RMA27,4%54,2%18,5%100,0% RMB40,1%46,0%13,9%100,0% RMC31,4%45,2%23,4%100,0% RMD13,7%59,8%26,6%100,0% RME8,7%63,4%27,9%100,0% RMF10,8%85,9%3,3%100,0% RMG16,3%48,7%35,0%100,0% RMH5,8%54,2%40,1%100,0% VT2,0%97,3%0,7%100,0% RI1,0%71,9%27,1%100,0% LT64,8%34,6%0,6%100,0% FR8,0%49,2%42,8%100,0% Aziendalizzati4,0%89,1%7,0%100,0% Totale14,6%69,4%16,0%100,0% Specialisti di struttura pubblica e SUMAI

41 Comparto Comparto Azienda ASLPubblicoPrivatoClassificatoACISMOM RMA IRCCS Pubblico RMB PU Pubblico RMC Azienda Ospedaliera RMD IRCCS Privato6.561 RME PU Privato5.523 RMF Extra-territoriale 516 RMG Totale RMH VT RI LT FR Totale Specialisti di struttura pubblica e SUMAI Numero dei distinti codici medico

42 INTERVALLO

43 SIAS – Anno 2009 Monitoraggio di specifiche informazioni Luca Sementilli

44 Visita Specialistica

45 La richiesta di visita specialistica ha scopo di consulenza diagnostica o terapeutica e deve quindi essere correlata dal quesito diagnostico o dalla diagnosi. In una ricetta può essere prescritta una sola visita specialistica e le prestazioni relative al quesito diagnostico afferenti alla medesima branca Visita Specialistica

46 Prestazione Branca Specialistica ANAMNESI E VALUTAZIONE, DEFINITE BREVI Storia e valutazione abbreviata, visita successiva alla prima, per tutte le branche specialistiche Consulenza ginecologica: preconcezionale, oncologica, per climaterio, post chirurgica, prenatale, NAS Consulenza ostetrica per controllo gravidanza a rischio, per fisiopatologia riproduttiva ed endocrinologia Consulenza genetica Esame neuropsicologica clinico nurocomportamentale: esame psicodiagnostico Visita di sorveglianza terapia anticoagulante 89.07CONSULTO, DEFINITO COMPLESSIVO Valutazione multidimensionale geriatrica d' équipe 89.13VISITA NEUROLOGICA VISITA GINECOLOGICA Visita ostetrico-ginecologica/andrologica, Esame pelvico VISITA GENERALE Visita specialistica, prima visita Escluso: visita neurologica (89.13), visita ginecologica (89.26), visita oculistica (95.02) VISITA PSICHIATRICA DI CONTROLLO Visita neuropsichiatrica infantile di controllo ESAME COMPLESSIVO DELL'OCCHIO Visita oculistica, esame dell'occhio comprendente tutti gli aspetti del sistema visivo 34 Visite Specialistiche

47 Codice Visita Specialistica Branca % Branca 00 9,91%0,18%0,00% 1,17%0,00% 4,31% 05 0,65%1,64%0,00% 1,83%0,00% 1,13% 08 7,79%0,00%0,08%0,00%13,49%0,00%0,38%9,42% 09 2,26%0,92%0,00% 5,16%0,00% 3,32% 12 0,39%0,00% 0,79%0,00% 0,53% 15 0,00% 19 6,60%0,00%0,01%0,00%4,52%0,00%0,13%4,67% 29 1,42%0,00% 0,71%0,00%0,01%0,88% 30 0,19%0,00% 0,50%0,00% 0,31% 32 3,63%0,08%99,91%0,00%0,01%0,00%0,02%3,42% 34 8,68%8,78%0,00% 0,65%0,00%97,56%11,21% 35 2,03%0,00% 3,91%0,00% 2,64% 36 6,81%0,05%0,00% 11,63%0,00% 8,13% 37 3,32%0,94%0,00%99,99%0,08%0,00% 4,85% 38 2,41%0,41%0,00% 8,36%0,00% 4,91% 40 0,17%0,50%0,00% 1,26%100,00%0,00%1,39% 43 1,85%0,00% 3,39%0,00% 2,32% 52 4,24%0,00% 11,15%0,00% 6,93% 56 0,91%0,00% 2,90%0,00% 1,73% 58 2,42%0,00% 0,01%2,48%0,00% 2,10% 61 0,51%0,00% 1,70%0,00% 1,01% 64 3,51%0,20%0,00% 1,31%0,00% 1,95% 68 2,22%0,63%0,00% 2,56%0,00% 2,06% 69 0,15%1,10%0,00% 0,22%0,00% 0,17% 70 2,01%2,75%0,00% 0,31%0,00% 0,92% 80 0,55%0,00% 0,45%0,00%1,80%0,56% 82 0,36%0,73%0,00% 0,61%0,00% 0,43% 99 25,02%81,08%0,01%0,00%18,80%0,00%0,09%18,69%

48 La Geriatria studia le malattie che si verificano nellanziano (Si definisce "anziano" il soggetto di età superiore ai 65 anni) e le loro conseguenze disabilitanti, con l'obiettivo fondamentale di ritardare il declino funzionale e mentale, mantenendo al contempo l'autosufficienza e la miglior qualità di vita possibileanziano La Gerontologia è la branca che cerca di identificare i meccanismi biologici dellinvecchiamento e della senescenza, compresi gli aspetti sociali e psicologici che si verificano nella terza età, e che sono in grado di influenzare direttamente lo stato di salute e linsorgenza delle malattie tipiche della persona anziana. Il Geriatra è quel medico che opera avendo ben presenti le nozioni fornite dalla gerontologia; non è rara la denominazione di MedicoMedico – Visita Geriatrica

49 Numero Prestazioni: Età Media: 74,89 anniEtà Modale: 79 anniEtà Mediana: 78 anni

50 89.07 – Visita Geriatrica

51 Esenzione Patologia di esenzione

52 Distribuzioni delle ricette esenti/non esenti – Anno 2009

53

54 Esente Totale 1 Non Esente 2 Esente Per età e reddito 3 Esente per patologia 4 Esente per prestazioni finalizzate alla diagnosi precoce dei tumori 5 Esente per categoria 6 Donne in stato di gravidanza 7 esente parziale per invalidità (invalidità parziale) 8 Altre categorie 9 Esenzione T09: cessazione degli effetti del DPCA n. 24 con Decreto del presidente in qualità di commissario ad acta n. 92 del 24/12/2009. Codice Esenzione

55 Distribuzione delle Tipologie esenzione per comparto e territorio

56

57 Volume e percentuali di ricette con Esenzione non coerente con Patologia esenzione

58 Metodiche dialitiche ad alta efficienza e biocompatibili

59 Metodiche dialitiche ad alta efficienza e biocompatibili DGR n.603 del 09/07/2004 Estensione allesercizio delle metodiche dialitiche ad alta efficienza e biocompatibili alle strutture private autorizzate ai sensi della DGR del 14 marzo 1995 n.1650 DGR n.773 del 06/08/2004 Rettifica alla Delibera n° 603/04 esteso l'erogabilità delle metodiche dialitiche ad alta efficienza e biocompatibili da parte dei centri privati già autorizzati all'esercizio dell'emodialisi in acetato o bicarbonato; Fissato il limite ad effettuare le prestazioni dialitiche ad alta efficienza e biocompatibili nella misura del 20,1% delle prestazioni totali.

60 Metodiche dialitiche ad alta efficienza e biocompatibili

61

62

63 Luciano Urbinelli FAQ Sistema Informativo Assistenza Specialistica ambulatoriale (SIAS)

64 Numero di Prestazioni per Ricetta In ogni ricetta possono essere prescritte fino ad un massimo di otto prestazioni della medesima branca. Fanno eccezione le prestazioni di medicina fisica e riabilitazione incluse nel decreto del Ministero della sanità 22 luglio 1996 Prestazioni prescritte in regimi differenti "…ciascuna ricetta non può contestualmente recare la prescrizione di prestazioni erogabili in regime di esenzione dalla partecipazione di altre prestazioni non erogabili in regime di esenzione… (DM 28 maggio 1999 n. 329 art.3 comma 2 - G.U.226 del 25/09/1999) Considerazioni sul prelievo Gli eventuali prelievi (fino ad un massimo di cinque) indispensabili per l'effettuazione degli esami indicati,devono essere riportati come ultima prestazione. Qualora la ricetta contenga otto prestazioni, l'eventuale prelievo dovrà essere indicata come nona prestazione in aggiunta al numero massimo di otto. Nel caso di prelievi ripetuti (Curva glicemica ecc…), il numero di prelievi eseguiti dovrà essere indicato nel campo "Quantità".

65 Codice soggetto prescrittore e registrazione Il campo del codice soggetto prescrittore è costituito da 16 caratteri 1. Nel caso di prescrittori MMG/PLS (Medici Medicina Generale / Pediatri Libera Scelta) (tipo soggetto prescrittore = 1) corrisponde alla parte numerica del timbro apposto sulla ricetta, allineata a destra e preceduta da zeri (valido anche per prescrittori di tipo 1 fuori regione); 2. Nel caso di specialista dipendente da struttura pubblica o SUMAI (tipo soggetto prescrittore = 2 e 3) corrisponde alle 16 cifre che identificano il medico come da timbro apposto sulla ricetta. Nel caso in cui il timbro sia mancante o non leggibile, è possibile, temporaneamente, inserire 16 otto ( ). Per gli specialisti prescrittori di altra regione, il codice deve essere ricostruito come per lAccesso Diretto (punto 3) utilizzando, al posto del progressivo finale, cinque 9 (99999); 3. nel caso di Accesso Diretto (tipo soggetto prescrittore = 4) il codice deve essere così costruito: 3 caratteri per lAzienda di ubicazione della struttura erogatrice + 6 caratteri per il codice della struttura erogatrice + 2 caratteri per il codice della branca di appartenenza dello specialista o di erogazione della ricetta + 5 caratteri per il progressivo univoco per struttura. Nel caso che il presidio erogatore sia una struttura aziendalizzata, dovrà essere utilizzato il codice Azienda (da 901 = San Camillo – Forlanini a 920 = Tor Vergata) e non il codice dellAsl dove insiste la struttura stessa; 4. nel caso di Medico INPS, INAIL, Polizia, Ministero della Sanità … (tipo soggetto prescrittore = 5), il codice relativo dovrà essere compilato utilizzando il codice fiscale del medico o la codifica descritta al punto 3.

66 Chi deve e chi non deve pagare il ticket In applicazione della Legge 24 dicembre 1993 n. 537 e successive modificazioni ed integrazioni, tutti i cittadini sono soggetti alla partecipazione alla spesa sanitaria (ticket) per lassistenza specialistica ambulatoriale, di diagnostica strumentale e di laboratorio fino ad un importo massimo di 36,15 per ricetta, che può contenere fino ad un massimo di otto prestazioni appartenenti alla stessa branca specialistica (prestazioni di branche specialistiche diverse devono essere prescritte su ricette diverse). Sono attualmente esenti dal ticket i cittadini appartenenti alle seguenti categorie: - Cittadini di età inferiore a 6 anni o superiore a 65, purchè appartenenti a nucleo; - Familiare con reddito lordo complessivo non superiore a ,98 riferito allanno precedente; - Titolari di pensioni sociali ed i familiari a carico; - Disoccupati (compresi i lavoratori in mobilità) ed i familiari a carico; - Titolari di pensioni al minimo ultrasessantenni ed i familiari a carico: queste condizioni sono subordinate allappartenenza a nucleo familiare con reddito complessivo lordo inferiore a 8.263,31; - Invalidi civili con percentuale superiore a 2/3; - Ciechi e sordomuti; - Le categorie dalla I^ alla V^ degli invalidi di guerra;

67 Codici Esenzioni Individua il tipo di esenzione secondo la seguente codifica: 1 = esente totale 2 = non esente 3 = esente per età e reddito 4 = esente per patologia 5 = esente per prestazioni finalizzate alla diagnosi precoce dei tumori 6 = esente per categoria (pensionati sociali e familiari a carico, disoccupati e familiari a carico, titolari di pensioni al minimo oltre i 60 anni e loro familiari a carico) 7= donne in stato di gravidanza 8= esente parziale per invalidità (invalidità parziale) 9= altre categorie (soggetti sottoposti ad accertamenti previsti per il riconoscimento di malattie rare, soggetti affetti da HIV, tossicodipendenti in trattamento di disassuefazione, donatori, detenuti,…)

68 Tessera TEAM (TESSERA EUROPEA ASSICURAZIONE MALATTIA) In Italia è in vigore dal 1° novembre La tessera permette di usufruire delle cure medicalmente necessarie (e quindi non solo urgenti). Il cittadino, per ottenere le prestazioni, può recarsi direttamente presso un medico o una struttura sanitaria pubblica o convenzionata ed esibire la TEAM, che da diritto a ricevere le cure alle stesse condizioni dei residenti del Paese in cui ci si trova. Lassistenza è in forma diretta e pertanto nulla è dovuto, eccetto il pagamento di un eventuale ticket che è a carico del cittadino. La TEAM, viene rilasciata, in linea di principio a tutte le persone iscritte al Servizio sanitario nazionale in possesso della cittadinanza italiana che hanno la residenza in Italia Costruzione del File C Per la tipologia di soggetto proscrittore 6, si dovrà creare contestualmente un file contenente le informazioni indicate sul retro della ricetta relative agli assistiti in possesso di Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM). Il file dovrà essere consegnato contestualmente ai file di attività ambulatoriale, con le modalità abituali, e dovrà essere denominato come segue: C + Asl+Azienda di appartenenza della struttura + Codice Soggetto Erogatore + mese + Anno +.txt

69 Registrazione STP Per STP si intendono tutti gli extracomunitari clandestini che risiedono nel nostro territorio, che non hanno documenti e la possibilità di pagarsi le prestazioni sanitarie. Sul tesserino è indicato un codice a 16 cifre composto dai caratteri STP…. e altri 13 numeri. Per il rilascio del tesserino bisogna presentarsi alle strutture competenti senza fornire dati anagrafici e al momento della registrazione del paziente per le eventuali prestazioni fornite cè lobbligo di scrivere il codice STP del tesserino al posto del codice fiscale. Registrazione ENI Per ENI si intendono tutti i cittadini comunitari che risiedono nel nostro territorio ma che non hanno la tessera TEAM del loro paese oltre alla mancata possibilità di pagarsi le prestazioni sanitarie erogate. Sul tesserino è indicato un codice a 16 cifre composto dai caratteri ENI…. e altri 13 numeri. Per il rilascio della tessera ENI il cittadino deve presentarsi alle struture competenti e fornire i suoi dati anagrafici. Al momento della registrazione del paziente per le eventuali prestazioni fornite cè lobbligo di scrivere il codice ENI del tesserino al posto del codice fiscale.

70 Per un corretto inserimento dei dati di autenticazione (Username e Password) senza che avvenga lautocompilazione dei moduli e per laggiornamento dei file temporanei ad ogni visualizzazione siamo tenuti a verificare alcune impostazioni del Browser che stiamo usando.

71 STRUMENTI Selezionare dal menù della finestra la voce STRUMENTI e spostarsi sulla riga OPZIONI INTERNET Istruzione per i Moduli

72

73 STRUMENTI Selezionare dal menù della finestra la voce STRUMENTI e spostarsi sulla riga OPZIONI INTERNET Istruzione per i File Temporanei

74 Si apre la finestra delle OPZIONI INTERNET alla pagina GENERALE. Qui ci spostiamo alla sezione CRONOLOGIA ESPLORAZIONI andando a modificare le impostazioni, cliccando sul pulsante IMPOSTAZIONI

75 A questo punto non rimane altro che verificare, ed eventualmente cambiare, limpostazione del check abilitando la voce ALLAPERTURA DELLA PAGINA WEB E confermiamo il tutto cliccando più volte sul tasto OK fino alla chiusura della finestra Opzioni Internet

76 File Xml

77 asl di appartenenza Codice sias struttura Percorso file anagrafico Percorso file sanitario Percorso eventuale file c Solo dopo aver inserito tutti i dati si può procedere Con la creazione del file xml cliccando sul tasto Crea

78 Erogabilità APA e PAC (1) Si riportano le modalità di attivazione degli APA e dei PAC come da normativa: APA DGR 731/2005 Introduzione nel Nomenclatore Tariffario dellassistenza specialistica ambulatoriale di Accorpamenti di Prestazioni Ambulatoriali (APA) 1. In analogia a quanto già previsto dalla DGR 837/02……vengono modificate nel nomenclatore tariffario regionale … le tariffe, le note di erogabilità e le descrizioni delle seguenti prestazioni che vanno a costituire gli accorpamenti di prestazioni ambulatoriali… 5. Gli accorpamenti di prestazioni ambulatoriali e possono essere erogati solo presso le strutture ospedaliere pubbliche, equiparate e private provvisoriamente accreditate che già eroghino le prestazioni (DRG 006) e (DRG 039) in regime di ricovero ordinario e/o day hospital e risultino anche provvisoriamente accreditate allo svolgimento di attività ambulatoriale in una delle branche di riferimento. Tenendo conto della sostanziale sovrapponibilità tra le attività di day surgery e la chirurgia ambulatoriale, le strutture ospedaliere che già effettuino le prestazioni in ricoveri a regime diurno, ma non siano provvisoriamente accreditate per le attività ambulatoriali nelle discipline di riferimento, possono richiedere lautorizzazione.

79 Si riportano le modalità di attivazione degli APA e dei PAC come da normativa: APA DGR 143/2006 Accorpamenti di prestazioni ambulatoriali (APA) … Tenendo conto della sostanziale sovrapponibilità tra le attività di day surgery e la chirurgia ambulatoriale, le strutture ospedaliere pubbliche, equiparate e private provvisoriamente accreditate che già effettuino le prestazioni (DRG 006) e (DRG 039) in regime di ricovero ordinario e/o day hospital possono effettuare, a partire dal 1 gennaio 2006 gli accorpamenti di prestazioni ambulatoriali (APA) e 13.41, in regime ambulatoriale, a carico del Servizio Sanitario Regionale. DPCA 1/2010 Allegato 2 - Accorpamenti di prestazioni ambulatoriali (APA) … Tenendo conto della sostanziale sovrapponibilità tra le attività di day surgery e la chirurgia ambulatoriale, si stabilisce che le strutture ospedaliere pubbliche, equiparate e private provvisoriamente accreditate che già effettuino le suddette prestazioni in regime di ricovero ordinario e/o day hospital possono effettuare i nuovi accorpamenti di prestazioni ambulatoriali (APA), in regime ambulatoriale, a carico del Servizio Sanitario Regionale. Erogabilità APA e PAC (1)

80 Si riportano le modalità di attivazione degli APA e dei PAC: PAC DGR 731/2005 Indicazioni transitorie per favorire lavvio del Day Service (PAC) 1.… Lattività del Day Service può essere svolta presso le strutture ospedaliere pubbliche, equiparate e private provvisoriamente accreditate, limitatamente ai PAC per i quali queste strutture già eroghino prestazioni in regime di ricovero ordinario e/o day hospital e risultino anche autorizzate e provvisoriamente accreditate allo svolgimento di attività ambulatoriale in una delle branche di riferimento. Queste strutture devono comunicare alla competente Direzione Regionale dellAssessorato alla Sanità e, per conoscenza allASP, linizio dellattività, specificando i PAC erogabili con le relative modalità organizzative. Le strutture ospedaliere che già effettuano attività di ricovero ma che non siano provvisoriamente autorizzate ed accreditate per le attività ambulatoriali nelle discipline di riferimento, possono richiedere lautorizzazione alla Direzione regionale dellAssessorato alla Sanità (DPCA n.1/2010). Erogabilità APA e PAC (2)

81 Sconto Legge Finanziaria 2007 (1) La legge finanziaria 2007 stabilisce che a tutti gli erogatori privati di prestazioni ambulatoriali debba essere applicato uno sconto sulla valorizzazione economica. Lo sconto non viene applicato al reale valore della ricetta ma a quello ottenuto tariffando le prestazioni con gli importi del nomenclatore del DM96 (che differisce da quello regionale per il valore delle prestazioni dellallegato 5B). Il Ministero ha pubblicato una tabella dove per ogni prestazione viene riportato il valore dello sconto da applicare. La regione Lazio ha modificato, rispetto a questa tabella, solo lo sconto della prestazione IgE, riportandolo ad 1/12 del valore ministeriale poiché questultimo si riferisce a 12 allergeni mentre nel nomenclatore regionale la tariffa è relativa ad un singolo allergene.

82 Lo sconto previsto dalla normativa è pari al 20% della tariffa DM96 per le prestazioni di diagnostica di laboratorio e al 2% della tariffa DM96 per tutte le altre prestazioni. Le prestazioni introdotte dalla Regione, che quindi non compaiono nel DM, non hanno sconto. Esempio: Al valore totale della ricetta viene sottratto il ticket pagato dal cittadino (NETTO) e lo sconto. Il valore così ottenuto viene confrontato con il budget. Sconto Legge Finanziaria 2007(2)

83 CONTRIBUTO QUOTA FISSA Il DPCA 42/2008 stabilisce che tutti i cittadini non esenti debbano corrispondere una quota fissa a ricetta pari a 15 euro per RMN e TAC, 5 euro per FKT e 4 euro per le altre prestazioni. Questo importo viene riscosso dagli erogatori ed è considerato un anticipo su quello che la struttura deve ricevere da parte del SSR. Questo significa che se una struttura ha prodotto 100, ha uno sconto di 20 e un budget di 80, verrà prodotta una fattura di 80. Se la struttura ha percepito 30 dai cittadini come quota fissa, il SSR pagherà le restanti 50.

84 Sistema Informativo Specialistica Ambulatoriale Flusso Quasias on Line

85 EMISSIONE FATTURA IN SGV EMISSIONE FATTURA IN SGV Annulla Protocollo DA ACCETTARE ACCETTATO VALIDAZIONE ASL VALIDAZIONE ASL INVIO DATI A SGV – ABILITAZIONE FATTURA INVIO DATI A SGV – ABILITAZIONE FATTURA INVIO DATI A SGV - BLOCCO EMISSIONE FATTURA INVIO DATI A SGV - BLOCCO EMISSIONE FATTURA Annulla Validazione RICEZIONE DA SGV – ABILITAZIONE NC PER ASL RICEZIONE DA SGV – ABILITAZIONE NC PER ASL ABILITAZIONE ACCETTAZIONE PER STRUTTURA ABILITAZIONE ACCETTAZIONE PER STRUTTURA EMISSIONE NC IN SGV – ABILITAZIONE ANNULLA PROTOCOLLO EMISSIONE NC IN SGV – ABILITAZIONE ANNULLA PROTOCOLLO Nota di Credito INVIO DATI A SGV – PREDISPOSIZIONE NOTA CREDITO INVIO DATI A SGV – PREDISPOSIZIONE NOTA CREDITO STATO DI SOSPENSIONE LIQUIDAZIONE STATO DI SOSPENSIONE LIQUIDAZIONE FATTURA PER ASL LIQUIDAZIONE FATTURA PER ASL INVIO DATI A SGV INVIO DATI A SGV STAMPA DOCUMENTO LIQUIDAZIONE PER ASL DISABILITAZIONE NC PAGAMENTO DA SGV PAGAMENTO DA SGV

86 Numero di ricette a carico del SSR (consegnate – accettate – scartate) Non sono incluse ricette in intramoenia, paganti in proprio terzo pagante diverso da SSR e pacchetto di Dialisi V56.A Dettaglio del numero di ricette a carico del SSR per tipologia di pagamento Dettaglio del numero di ricette a carico del SSR per ASL di residenza dellassistito Per importo si intende il valore economico a carico del SSR (NETTO) Per ticket la quota a carico dellassistito La somma dei due valori fornisce limporto LORDO Dettaglio delle prestazioni a carico del SSR per branca di erogazione La colonna Totali rappresenta il dato riepilogativo La colonna Franchigia il dettaglio per le ricette a completo carico dellassistito (fino a 36,15 ) La colonna Rimborso il dettaglio per le ricette parzialmente a carico dellassistito (= 36,15 ) Non viene riportata la colonna Esenti (dettaglio delle ricette a completo carico del SSR) perché ottenibile come differenza tra la colonna Totali e le colonne Franchigia e Rimborso. Dettaglio per tipologie particolari di ricette e per le ricette non a carico del SSR

87 Dettaglio delle tipologie di errori per singolo campo del tracciato record. Le informazioni di ogni record mancante/errato/incongruo vengono riportate nel file Rest quando lerrore produce lo scarto della ricetta, e nel file RestMon quando per lerrore è prevista una soglia di accettabilità superata la quale si procede allo scarto totale della ricetta

88 Dettaglio delle prestazioni per il solo pacchetto V56.A. Per importo si intende il valore a carico del SSR Proposta di modifica con il ricalcolo della valorizzazione per le prestazioni di dialisi da ritariffare

89 Per le sole strutture private accreditate è prodotta la scheda che rappresenta i dati, per Tipo, che vengono inviati al San Giovanni Addolorata per la fatturazione. Sono, inoltre, riportati i dati degli APA/PAC (che vengono fatturati direttamente alla ASL di ubicazione della struttura) ed il valore della colonna Importo Netto (che è calcolata in sede di emissione della fattura così come eventuali detrazioni a cui è assoggettata la struttura). Lo Sconto finanziaria 2007 viene calcolato applicando alle prestazioni le tariffe del DM 96 e calcolando le percentuali sugli importi così ottenuti Fattura predisposta sul sito SGV Inserire n. e data Analoga alla scheda per superamento Tetto

90 Dettaglio delle prestazioni a carico del SSR per branca di erogazione degli APA/PAC. La colonna Totali rappresenta il dato riepilogativo La colonna Franchigia il dettaglio per le ricette a completo carico dellassistito (fino a 36,15 ) La colonna Rimborso il dettaglio per le ricette parzialmente a carico dellassistito (= 36,15 ) Non viene riportata la colonna Esenti (dettaglio delle ricette a completo carico del SSR) perché ottenibile come differenza tra la colonna Totali e le colonne Franchigia e Rimborso. La colonna Prestazioni si riferisce alla quantità totale di prestazioni indicate nellAPA/PAC. Per gli APA/PAC non è previsto il calcolo dello sconto PAC NON CONCLUSI = CODICE PAC + V finale

91 Dettaglio delle prestazioni a carico del SSR per: Tipo Specialità: (Ambulatoriale/APA/PAC/Dialisi/RMN) ASL di residenza: per residenti della regione Lazio 113 – Fuori Regione 113 – Stato Estero ENI STP Istituzioni Estere (file C) La somma della colonna Importo Lordo corrisponde alla somma degli importi (netto, franchigia e ticket) riportati nella Scheda Accettazione e nella Scheda Dialisi

92 Ambulatoriale/PAC - RMN – APA – DIALISI Prospetti :PRODUZIONE – ENTRO BUDGET – CONTRIBUTO – CONTABILE – VOLUMI ENTRO IL 10 DEL MESE SUCCESSIVO ALLACCETTAZIONE

93 CONCLUSIONI (1) Rendere effettivamente omogenee, su tutto il territorio regionale, le procedure di acquisizione dei dati relativi allassistenza specialistica ambulatoriale attraverso la condivisione di un linguaggio, di strumenti e di regole definiti.

94 CONCLUSIONI (2) Assicurare la qualità dei dati è indispensabile per evitare distorsioni interpretative dei risultati di elaborazioni utilizzate a fini economici, epidemiologici e di programmazione degli interventi sanitari a livello aziendale e regionale.

95 Conclusioni (3) Tipo soggetto prescrittore "5: 0,5% (Altro Prescrittore) Tipo soggetto prescrittore 1 :0,5% (MMG/PLS) Municipalità di residenza: 10% (Circoscrizione) Tipologia di Esenzione: 0,5% Patologia di Esenzione: 0,5% Codice Fiscale: 0% Cambiano le soglie!


Scaricare ppt "Monitoraggio della Qualità dei dati nel Sistema Informativo dellAssistenza Specialistica (SIAS) 27 Maggio 2010 - Fondazione S. LUCIA Cinzia Torri Maria."

Presentazioni simili


Annunci Google