La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

R ete O ndametrica N azionale Italian Data Buoy Network.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "R ete O ndametrica N azionale Italian Data Buoy Network."— Transcript della presentazione:

1 R ete O ndametrica N azionale Italian Data Buoy Network

2 RETE ONDAMETRICA NAZIONALE LA SPEZIA ALGHERO SINISCOLA PONZA CAGLIARI MAZARA DEL VALLO PALERMO ANCONA VENEZIA CATANIA CROTONE MONOPOLI ORTONA CETRARO CIVITAVECCHIA

3 Operativa dal 1° luglio 1989 con 8 boe a disco direzionali tipo WAVEC Trasmissione su ponte radio dal Mare al CLR senza concentrazione Dati triorari o semiorari (sopra soglia) Accesso ai dati trimestrale con possibilità di interrogare la stazione in modo interattivo via modem Servizi: Bollettino Ondametrico Fornitura dati su richiesta Studi ed analisi di eventi … quando nasce la rete ondametrica ISPRA ?

4 1999 installazione delle boe di Cetraro ed Ancona 2000 installazione del sistema di gestione dati su database SQL presso il Centro diControllo di Roma 2001 implementazione graduale della rete in tempo reale (6 boe nel 2001) 2001 inizio attività del sistema SIMM per la previsione dello stato del mare mediante modelli numerici ad altissima risoluzione (BOLAM +WAM) potenziamento (4 nuovi siti: P.ta Maistra, Palermo, Civitavecchia, Siniscola) e sostituzione boe con TRIAXYS 2007 installazione boa di Cagliari … come è stata sviluppata …

5 … le difficoltà operative

6 Sostituzione dei vecchi ondametri Triaxys con ondametri Watchkeeper configurati anche con stazione meteorologica Implementazione della trasmissione dei parametri sintetici via Inmarsat da tutte le boe come backup caldo della trasmissione su ponte radio real time Modifica della topologia di rete per connettere i Centri Locali di Ricezione, in tempo reale, al Centro di Controllo mediante addenda di comunicazioni VPN basata su IP MPLS su rete Telecom Centro di Controllo con tecnologia IBM BLADE. Bus in fibra ottica da 400 GHz. Dischi da GBytes in Raid 1 - Connettività internet xDSL ad 1 Mbps simmetrico Costituzione di 3 centri di manutenzione, Nord, Centro e Sud, implementazione di un Call Center Il progetto della nuova rete in sintesi

7 perché le nuove boe

8 la configurazione delle nuove boe Meteo wind speed wind direction wind gust air temperature barometric pressure relative humidity Water sea surface temperature significant and maximum wave height wave period and direction Position (GPS) Latitude, longitude

9 le operazioni di varo di una boa

10 le caratteristiche principali

11 Le boe attualmente in uso nella rete sono perfettamente in grado di ospitare, oltre ai sensori di serie, altri numerosi sensori per misurazioni fisiche e chimiche in continuo con acquisizione dei dati in tempo reale. In tal modo si aumenta lo spettro di operatività rappresentato da una rete con copertura nazionale: 1)·di serie: pieno soddisfacimento delle precisioni di misura ondametrica 2) di serie: misure meteorologiche in mare 3)·in sperimentazione: misurazioni di superficie di temperatura, conducibilià e salinità con sonda multiparametrica esterna 4) in progetto: misurazioni sulla colonna dacqua di temperatura, conducibilià, salinità, ed in superficie di ossigeno disciolto, pH, e misure biochimiche con sonde multiparametriche 5) in progetto: misure cinematiche (velocità e direzione corrente, anche nella colonna dacqua utilizzando correntometri doppler) la possibilità di integrazione della sensoristica

12 Architettura di rete La soluzione di rete per linterconnessione dei centri locali di ricezione verso il Centro di controllo ISPRA prevede la duplicazione delle vie di comunicazione e la diversificazione di tecnologie di rete, per aumentare laffidabilità della raccolta dei dati rilevati dalle boe. La comunicazione principale è realizzata mediante una Rete Privata Virtuale (VPN) in tecnologia IP MPLS, che utilizza le infrastrutture di rete a larga banda di Telecom Italia (ADSL / BGAN); mentre la via di comunicazione secondaria è realizzata mediante accessi ISDN BRA, precedentemente utilizzati per la RON

13 Televideo RAI Pag. 719 attivata nel 2002 I servizi di diffusione dei dati in tempo reale

14 Conclusioni La RON costituisce un patrimonio prezioso di informazioni sulle caratteristiche delle onde nei mari italiani con utilità sia scientifiche sia operative Al fine di migliorare le stime delle onde estreme è necessario mantenere efficiente la rete con continuità nel lungo periodo La prolungata operatività della rete e la realizzata implementazione di strumentazione meteo, fornisce dati preziosi anche per lo studio delle variazioni climatiche in atto Loperatività della rete rende possibile la calibrazione dei sofisticati sistemi previsionali utili per le molteplici ripercussioni nei campi della protezione civile, delloperatività portuale e della navigazione.

15 ISPRA Marine Service Phone: +39 (06) Web:


Scaricare ppt "R ete O ndametrica N azionale Italian Data Buoy Network."

Presentazioni simili


Annunci Google