La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

METODOLOGIA DEL LAVORO SOCIALE E SANITARIO EROGAZIONE DELLASSISTENZA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "METODOLOGIA DEL LAVORO SOCIALE E SANITARIO EROGAZIONE DELLASSISTENZA."— Transcript della presentazione:

1 METODOLOGIA DEL LAVORO SOCIALE E SANITARIO EROGAZIONE DELLASSISTENZA

2 LAVORO SOCIALE E SANITARIO Diverso dagli altri lavori per la finalità: erogare un servizio e non un bene (come succede negli altri lavori)

3 Lavoro sociale e sanitario Servizio : Non è sempre tangibile (interventi educazionali) Non è sempre tangibile (interventi educazionali) Viene fruito nel momento in cui viene erogato Viene fruito nel momento in cui viene erogato Quando si eroga è importante laspetto specialistico e relazionale Quando si eroga è importante laspetto specialistico e relazionale È al risposta ai bisogni conseguente allanalisi dei problemi È al risposta ai bisogni conseguente allanalisi dei problemi Bene : È sempre tangibile È sempre tangibile Il risultato è sempre un prodotto Il risultato è sempre un prodotto Non si consuma nel momento in cui viene prodotto Non si consuma nel momento in cui viene prodotto

4 AZIENDE SOCIO- SANITARIE SISTEMA APERTO: Sistema: un insieme costituito da diverse componenti Sistema: un insieme costituito da diverse componenti Aperto: si trasforma grazie agli elementi che lo compongono Aperto: si trasforma grazie agli elementi che lo compongono

5 METODO PER LA PIANIFICAZIONE E LORGANIZZAZIONE DELLASS.ZA Approccio alla persona assistita, che partendo dallindividuazione dei bisogni, conduca alla risposta attraverso un percorso razionale (non si improvvisa), coerente e condiviso.

6 PROCESSO DI ASSISTENZA PRIMA FASE: individuazione e definizione del problema. Raccolta dati attraverso: Osservazione diretta Osservazione diretta Analisi della documentazione (cartella) Analisi della documentazione (cartella) Colloquio (inf. o ass.soc.) Colloquio (inf. o ass.soc.)

7 PROCESSO DI ASSISTENZA SECONDA FASE: pianificazione Si definiscono gli obiettivi, gli interventi e le modalità attraverso: Obiettivi: chiari, raggiungibili Obiettivi: chiari, raggiungibili Interventi: mirati e finalizzati Interventi: mirati e finalizzati Modalità: chiare Modalità: chiare

8 PROCESSO DI ASSISTENZA TERZA FASE: attuazione delle pianificazione QUARTA FASE: valutazione

9 STRUMENTI OPERATIVI LINEE GUIDA: orientamento per gli operatori LINEE GUIDA: orientamento per gli operatori PROTOCOLLI:insieme di procedimenti necessari a sviluppare una certa attività (ES: igiene personalePROCEDURE: formalizzazione di una sequenza di comportamenti allo scopo di standardizzare unattività;documenti che descrivono in maniera dettagliata le azioni (strumento rigido che non lascia spazio alla discrezionalità);fa parte di un protocollo (es:pulizia della bocca) PROTOCOLLI:insieme di procedimenti necessari a sviluppare una certa attività (ES: igiene personalePROCEDURE: formalizzazione di una sequenza di comportamenti allo scopo di standardizzare unattività;documenti che descrivono in maniera dettagliata le azioni (strumento rigido che non lascia spazio alla discrezionalità);fa parte di un protocollo (es:pulizia della bocca)


Scaricare ppt "METODOLOGIA DEL LAVORO SOCIALE E SANITARIO EROGAZIONE DELLASSISTENZA."

Presentazioni simili


Annunci Google