La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giovanna DE LUCIA Direttore Fondartigianato I Fondi Interprofessionali per la formazione continua Definizione istituiti con L.388/2000, sono enti di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giovanna DE LUCIA Direttore Fondartigianato I Fondi Interprofessionali per la formazione continua Definizione istituiti con L.388/2000, sono enti di."— Transcript della presentazione:

1

2 Giovanna DE LUCIA Direttore Fondartigianato

3 I Fondi Interprofessionali per la formazione continua Definizione istituiti con L.388/2000, sono enti di natura privata, costituiti dalle Organizzazioni Imprenditoriali e Sindacali maggiormente rappresentative in forma di associazioni riconosciute, alle quali viene devoluto dalle aziende aderenti la quota dello 0,30 versata, sul monte salari, allinterno del contributo contro la disoccupazione involontaria (1,61%). Gestiscono pertanto risorse pubbliche dal 2001 ad oggi sono stati costituiti 21 Fondi Interprofessionali a livello nazionale. Non tutti sono articolati a livello regionale Mission finanziano, in tutto o in parte, piani formativi individuali, aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese aderenti decidono di realizzare per i propri dipendenti, oltre attività propedeutiche o comunque connesse alle iniziative formative.

4 IL PROFILO GIURIDICO – ORGANIZZATIVO Fondartigianato, acronimo di Fondo Artigianato Formazione, è costituito dal 6 giugno 2001 in forma di libera associazione Riconosciuto con decreto del Ministro del Lavoro del 31 ottobre 2001, Fondartigianato si è dotato di personalità giuridica Soci di Fondartigianato sono CONFARTIGIANATO, CNA, CASARTIGIANI e CLAAI, per la parte datoriale, e CGIL, CISL E UIL, per la parte sindacale Fondartigianato, pur essendo un soggetto di diritto privato, svolge attività di natura pubblicistica IL PROFILO GIURIDICO – ORGANIZZATIVO

5 Gli Organi del Fondo, a composizione paritetica fra Organizzazioni Imprenditoriali e Sindacali, sono: l'Assemblea (24 componenti) il Presidente ed il Vice Presidente il Consiglio di Amministrazione (12 componenti) il Collegio dei Sindaci (due componenti indicati dalle Parti; il Presidente nominato dal Ministero del Lavoro) Lattività degli Organi, in particolare della Presidenza e del Consiglio di Amministrazione, e della struttura centrale si avvale del supporto di consulenti in materia di avvisi e gare, aiuti di Stato, legale, fiscale, diritto del lavoro, privacy. Una società esterna, individuata con procedura di gara, effettua la revisione contabile.

6 LERISORSE LE RISORSE Nazionali Regionali 10% ammontare 90% ammontare annuo complessivo delle risorse da adesioni di cui - non meno del 90% per la formazione - fino al 10% per lo svolgimento delle attività delle Articolazioni Regionali

7 La Struttura nazionale A livello centrale, la struttura del Fondo si compone della Direzione e di quattro Aree funzionali: Amministrazione Valutazione e Monitoraggio Qualitativo Controllo e Monitoraggio Quantitativo Promozione

8 LE ARTICOLAZIONI REGIONALI A livello periferico, il Fondo si è dotato di proprie Articolazioni Regionali costituite ed operanti in tutte le Regioni, ad eccezione della Provincia Autonoma di Bolzano e del Molise Lattività delle Articolazioni Regionali sono regolate dallo Statuto, dal Regolamento e dagli accordi delle Parti Sociali Esse operano attraverso i: Comitati Paritetici Gruppi tecnici di Valutazione composti dai soggetti nominati dal CdA su designazione delle Organizzazioni Imprenditoriali e Sindacali Regionali

9 Il Fondo in numeri Le adesioni Imprese Dipendenti (*) dati a dicembre 2012 rilevati al al netto delle imprese cessate e delle revoche

10 Il Fondo in numeri La formazione Inviti e risorse messe a bando –N ° di cui di risorse a regime di start up iniziale Importi finanziati totali di cui a carico delle risorse del Fondo di start up iniziale –Contributo medio imprese pari a circa il 26%

11 Il Fondo in numeri La formazione Piani formativi finanziati N ° aziendali 50% territoriali 44% di filiera 1,5% settoriali 4% di distretto 0,5%

12 Il Fondo in numeri La formazione Progetti di formazione finanziati N° aziendali 61,8% territoriali 30,7% di filiera 0,5% settoriali 6,8% di distretto 0,2% Contributo medio per progetto

13 Il Fondo in numeri La formazione Imprese coinvolte (media dipendenti per impresa 8,6) Lavoratori coinvolti uomini donne ,7% ,3% Tempo indeterminato ,5 Tempo determinato ,5 Totale ,0 Inquadramento Operai ,6 Impiegati ,0 Quadri ,6 Dirigenti ,8 Totale ,0

14 VOUCHER FINANZIATI N. Progetti451 N. imprese1.588 N. lavoratori4.669 Risorse assegnate progetti finanziati ,6 Il Fondo in numeri La formazione I Voucher formativi a Progetto

15 Il Fondo in numeri La formazione Ore formazione – (ore previste) Contenuti formazione –professionalizzante52% –trasversale38% –misti10% Metodologie –aula85% –fad – project work – esercitazioni – verifiche 15%

16 REGIONE RISORSE VERSATE (*) % RISORSE FORMAZIONE RISORSE ASSEGNATE (*) % SU RISORSE FORM.NE RESIDUI DA RINUNCIA RISORSE UTILIZZATE % SU RISORSE FORM.NE ABRUZZO ,08 0, , ,56 188, , ,72 164,87 BASILICATA ,35 0, , ,54 985, , ,60 939,61 BOLZANO ,38 1, , ,00 2, , ,76 0,51 CALABRIA ,15 0, , ,00 112, , ,48 93,09 CAMPANIA ,30 0, , ,00 158, , ,62 133,26 EMILIA ROMAGNA ,68 28, , ,31 99, , ,78 92,54 FRIULI V.G ,29 3, , ,49 16, , ,89 15,16 LAZIO ,81 0, , ,10 27, , ,06 19,63 LIGURIA ,23 1, , ,63 36, , ,11 30,26 LOMBARDIA ,05 22, , ,26 66, , ,40 58,70 MARCHE ,79 4, , ,15 82, , ,67 78,21 MOLISE ,73 0, , ,00 16, ,95 16,84 PIEMONTE ,64 5, , ,39 82, , ,49 71,27 PUGLIA ,92 1, , ,87 160, , ,18 137,49 SARDEGNA ,10 1, , ,91 44, , ,26 32,08 SICILIA ,30 0, , ,09 222, , ,66 208,27 TOSCANA ,22 6, , ,33 89, , ,35 79,03 TRENTO ,43 2, , ,92 35, , ,87 28,88 UMBRIA ,01 1, , ,00 90, , ,45 80,21 VALLE D'AOSTA ,07 0, , ,00 16, , ,00 14,10 VENETO ,59 16, , ,53 53, , ,91 46,30 TOTALE ,12 100, , ,08 78, , ,21 70,30

17 Il Fondo in numeri FOCUS SUGLI ULTIMI TRE ANNI Totale risorse offerte Totale risorse richieste pari a Progetti presentati Totale contributi deliberati pari a Progetti approvati Totale contributi rinunciati pari a 329 Progetti rinunciati

18 Il Fondo in numeri Fondartigianato: il Fondo della piccola impresa Circa 80% aziende aderenti risultano essere imprese artigiane Meno dell1% delle aziende aderenti risultano avere più di 50 dipendenti Meccanica ed Edilizia i settori più rappresentati

19 Il Fondo in numeri Fondartigianato: il Fondo della piccola impresa nelle finalità generali degli Inviti sostenere e diffondere la cultura della formazione continua con particolare attenzione alle piccole e piccolissime imprese è diventata la prima delle finalità generali degli Inviti adottati dal Fondo favorire la predisposizione e realizzazione di interventi di formazione continua che, impiegando risorse del Fondo integrate con quelle rese disponibili dai soggetti pubblici e/o privati a livello regionale, integrino la platea dei destinatari per creare maggiori occasioni di nuova occupazione per le persone e più solide opportunità di tenuta e di crescita per il sistema impresa

20 Il Fondo in numeri Fondartigianato: il Fondo della piccola impresa con lobiettivo di interpretare in termini innovativi le difficoltà organizzative delle micro-aziende per facilitarne la individuazione ed esplicitazione dei bisogni formativi fare emergere e sostenere fabbisogni formativi congiunti tra più imprese che, seppur collocate in territori diversi, agiscono tra loro attraverso forme di cooperazione/relazione produttiva e/o organizzativa sperimentare nuovi modelli organizzativi e di servizi di formazione sostenere le innovazioni di processo, di prodotto, tecnologiche sviluppare e fare emergere il fabbisogno di acquisto di servizio formativo sostenere e diffondere utilizzo di nuove metodologie formative: formazione su misura accompagnare la micro-impresa nel suo agire e/o divenire luogo di apprendimento e di eccellenza formativa creare le condizioni per la messa in trasparenza dei requisiti organizzativi e didattici/formativi di riconoscimento per le micro-imprese della eccellenza formativa

21 Il Fondo in numeri Fondartigianato: il Fondo della piccola impresa attraverso la programmazione di risorse ad hoc dedicate alle micro-imprese (possono beneficiare di questa linea le aziende che occupano un numero di lavoratori fino a 5, per i quali sono tenute al versamento del contributo dello 0,30% a valere sul relativo monte salari) lattenzione a tutti quei Progetti/percorsi che si collocano nella fascia entro i 6 partecipanti presentazione a sportello introduzione delle c.d. richieste di acquisto di servizi formativi allinnovazione per acquisire direttamente sul mercato specifici servizi formativi parametri di costi ammissibili commisurati al costo della giornata formativa (8 ore) per partecipante, articolata a partire da un numero fino a 3 partecipanti introduzione di ulteriori agevolazioni nei parametri di costo, in presenza di metodologie innovative, compreso il coaching

22 Il Fondo in numeri Fondartigianato: il Fondo della piccola impresa RISULTATI OLTRE 1,2 MILIONI DI EURO ASSEGNATI NEL 2009 (CON LINVITO SPECIFICO 2° ) 1 MILIONE DI EURO ASSEGNATI TRA IL 2009 ED IL 2010 (CON LA SPECIFICA LINEA M DELLINVITO 3° ) 4 MILIONI DI EURO ASSEGNATI NEL A VALERE SULLA SPECIFICA LINEA 8 DELLINVITO 1° MILIONI DI EURO ASSEGNATI A FEBBRAIO 2013 SULLA SPECIFICA LINEA D4 DELLINVITO 2°-2012: ESAURIMENTO IMMEDIATO DELLE RISORSE GIA SUL PRIMO SPORTELLO DI DICEMBRE SUL QUALE SONO PERVENUTE RICHIESTE PER OLTRE 4 MILIONI DI EURO

23 : LE NUOVE SPERIMENTAZIONI INVITO 1°-2012 per la realizzazione di attività di formazione continua rivolti al sostegno e allo sviluppo dei livelli produttivi e occupazionali Azioni integrate Fondartigianato-Regione Lombardia INVITO PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA' DI FORMAZIONE CONTINUA PER LA RIPRESA ECONOMICA E PRODUTTIVA DELLE ZONE COLPITE DAL SISMA DEL MAGGIO 2012 INVITO 2°-2012 per realizzazione di attività di formazione continua per lo sviluppo territoriale, la promozione di politiche di settore, lo sviluppo locale dei territori del mezzogiorno, azioni mirate a micro imprese, progetti multiregionali,voucher

24

25 GRAZIE PER LATTENZIONE Giovanna De Lucia


Scaricare ppt "Giovanna DE LUCIA Direttore Fondartigianato I Fondi Interprofessionali per la formazione continua Definizione istituiti con L.388/2000, sono enti di."

Presentazioni simili


Annunci Google