La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ICF e Politiche del Lavoro Area Inclusione Sociale e lavorativa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ICF e Politiche del Lavoro Area Inclusione Sociale e lavorativa."— Transcript della presentazione:

1 ICF e Politiche del Lavoro Area Inclusione Sociale e lavorativa

2 LAMBIENTE DIVENTA ELEMENTO IMPRESCINDIBILE Icf e Politiche del lavoro Stato di salute LABILITA DI UNA PERSONA Condizioni socialiCondizioni Ambientali RUOLO

3 Progetto Messa a Punto di protocolli di valutazione della disabilità basati sul modello Biopsicosociale e la Struttura descrittiva della Classificazione Internazionale del Funzionamento della Disabilità e Salute (ICF) Progetto Messa a Punto di protocolli di valutazione della disabilità basati sul modello Biopsicosociale e la Struttura descrittiva della Classificazione Internazionale del Funzionamento della Disabilità e Salute (ICF) Strumenti Sviluppati Protocollo Lavoratore Protocollo Azienda

4 Rileva il livello di AUTONOMIA della Persona Rileva il livello di AUTONOMIA della Persona Protocollo Lavoratore Attività & Partecipazione Fattori ambientali PROFILO DI FUNZIONAMENTO rispetto allinserimento lavorativo

5 Capacità Performance Capacità Performance Protocollo Lavoratore d1. APPRENDIMENTO E APPLICAZIONE DELLA CONOSCENZA d2. COMPITI E RICHIESTE GENERALI d3. COMUNICAZIONE d4. MOBILITÀ d5. CURA DELLA PROPRIA PERSONA (solo d510 e d540) d7. INTERAZIONI E RELAZIONI INTERPERSONALI. d1. APPRENDIMENTO E APPLICAZIONE DELLA CONOSCENZA d2. COMPITI E RICHIESTE GENERALI d3. COMUNICAZIONE d4. MOBILITÀ d5. CURA DELLA PROPRIA PERSONA (solo d510 e d540) d7. INTERAZIONI E RELAZIONI INTERPERSONALI.

6 Punti di forza dello strumento Fotografia della persona a 360° Arricchimento Profilo di funzionamento Definizione del progetto personalizzato Maggior evidenza del grado di autonomia Protocollo Lavoratore

7 Con il Protocollo Azienda si raccolgono i dati generali dellAzienda Le caratteristiche della mansione oltre al Prospetto Informativo previsto dalla Legge 68/99 Con il Protocollo Azienda si raccolgono i dati generali dellAzienda Le caratteristiche della mansione oltre al Prospetto Informativo previsto dalla Legge 68/99 Protocollo Azienda Per linserimento lavorativo si analizza AMBIENTE DI LAVORO PROFILO PROFESSIONALE

8 Capacità Protocollo Azienda d1. APPRENDIMENTO E APPLICAZIONE DELLA CONOSCENZA d2. COMPITI E RICHIESTE GENERALI d3. COMUNICAZIONE d4. MOBILITÀ d5. CURA DELLA PROPRIA PERSONA (solo d510 e d540) d7. INTERAZIONI E RELAZIONI INTERPERSONALI. d1. APPRENDIMENTO E APPLICAZIONE DELLA CONOSCENZA d2. COMPITI E RICHIESTE GENERALI d3. COMUNICAZIONE d4. MOBILITÀ d5. CURA DELLA PROPRIA PERSONA (solo d510 e d540) d7. INTERAZIONI E RELAZIONI INTERPERSONALI.

9 ausilio A volte un ausilio utilizzato dalla persona essere compatibile con lambiente può non essere compatibile con lambiente ausilio A volte un ausilio utilizzato dalla persona essere compatibile con lambiente può non essere compatibile con lambiente Protocollo Azienda capacità La capacità indica il più alto livello probabile di funzionamento che la persona può raggiungere compiendo unattività specifica non modificata in positivo/negativo dai fattori ambientali (protesi, ausili, assistenza personale, servizi e barriere)

10 Fattori ambientali integrati Tecnologia e strumenti di lavoro Condizioni ambientali e personali di rischio Accesso allazienda Accessibilità ai locali di lavoro Descrizione locali di lavoro Servizi Aziendali Protocollo Azienda

11 Protocollo Lavoratore promuove lavoro di rete e linguaggio comune un lavoro di rete e linguaggio comune Protocollo Lavoratore promuove lavoro di rete e linguaggio comune un lavoro di rete e linguaggio comune Interazione tra professionalità diverse (medica, sanitaria, socio-assistenziale, servizio per il lavoro) Integrazione tra fattori sanitari (anatomici, fisilogici, fisiopatologici) e fattori relativi allambiente e alla possibilità della persona di interagire con lambiente Testimonianze Sperimentazioni

12 Protocollo Lavoratore produce più informazioni Protocollo Lavoratore produce più informazioni Dati qualificati e informazioni arricchite Le persone sono più contente, partecipano di più perché hanno la consapevolezza che si sta lavorando per loro, toccando questioni che sentono proprie Testimonianze Sperimentazioni

13 Protocollo Lavoratore evidenzia quanto la persona può fare, in termini di capacità e performance (attività e partecipazione) in integrazione con lambiente, permettendo così una maggiore definizione del progetto personalizzato Testimonianze Sperimentazioni

14 Protocollo Azienda Interesse Interesse da parte delle aziende perché il protocollo può migliorare i risultati del loro lavoro e adempiere correttamente agli obblighi previsti dalle norme in materia di sicurezza sul lavoro Testimonianze Sperimentazioni

15 Protocollo Azienda Con il protocollo la modalità di raccolta delle informazioni è cambiato sistematizzazione Valore inestimabile della sistematizzazione di tutte le informazioni in un unico strumento Testimonianze Sperimentazioni

16 Piattaforma informatica Stato di salute RUOLO

17 LIcf fornisce una fotografia globale della persona e dellambiente in cui vive, studia, lavora, impiega il proprio tempo di non lavoro …….. Conclusioni

18 LICF può diventare una cultura, una politica, degli strumenti, delle statistiche, un approccio integrato che le istituzioni ai vari livelli di competenza possono fare proprio per migliorare la qualità della vita di molte persone. Conclusioni

19 Grazie per lattenzione Conclusioni


Scaricare ppt "ICF e Politiche del Lavoro Area Inclusione Sociale e lavorativa."

Presentazioni simili


Annunci Google