La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Formazione e Innovazione per lOccupazione FIxO Scuola & Università FIxO S&U Presentazione del progetto I.I.S.S. F. De Sanctis S.Angelo dei Lombardi 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Formazione e Innovazione per lOccupazione FIxO Scuola & Università FIxO S&U Presentazione del progetto I.I.S.S. F. De Sanctis S.Angelo dei Lombardi 2013."— Transcript della presentazione:

1 Formazione e Innovazione per lOccupazione FIxO Scuola & Università FIxO S&U Presentazione del progetto I.I.S.S. F. De Sanctis S.Angelo dei Lombardi 2013

2 Le Riforme del Mercato del lavoro 21/09/ CIRCOLARE DEL 4 AGOSTO 2011 – OBBLIGO DI PUBBLICAZIONE DEI CURRICULA LEGGE N.111/11 ART LIBERALIZZAZIONE DEL COLLOCAMENTO E DEI SERVIZI D.LGS N.276/03 ART. 2 - INTERMEDIAZIONE

3 Perché il Progetto FIxO S&U 21/09/ STRATEGIA EUROPA 2020 CRESCITA ECONOMICA: Intelligente Intelligente Sostenibile Sostenibile Solidale Solidale ITALIA 2020 RIFORMA SCOLASTICA RIFORMA MERCATO DEL LAVORO FACILITARE LA TRANSIZIONE SCUOLA-LAVORO FACILITARE LA TRANSIZIONE SCUOLA-LAVORO RIDURRE I TEMPI DI TRANSIZIONE DEI GIOVANI RIDURRE I TEMPI DI TRANSIZIONE DEI GIOVANI

4 Dalle policy al progetto 21/09/ SERVIZI DI PLACEMENT E MISURE DI POLITICHE ATTIVE Facilitare la transizione dalla scuola al lavoro Rilanciare listruzione tecnico- professionale Rilanciare il contratto di apprendistato Ripensare lutilizzo dei tirocini formativi

5 Il Progetto FIxO S&U 21/09/ Contribuire alla riduzione dei tempi di ingresso nel mercato del lavoro dei diplomati sul territorio nazionale supportando il sistema scolastico nellorganizzazione ed erogazione di servizi di orientamento e intermediazione e nellutilizzo di dispositivi e misure di politiche attive del lavoro Strutturare servizi di placement e di orientamento al lavoro e alle professioni, in raccordo con il sistema produttivo e gli altri soggetti (pubblici/privati/istituzioni) che operano nel mercato del lavoro e della formazione, in 365 istituti di scuola secondaria superiore di II grado e/o reti di scuole raggiungendo un bacino potenziale di diplomandi e diplomati

6 Il percorso di attivazione 21/09/ Convenzione tra il MPLS e la Regione Avviso Pubblico Regionale Selezione domande Condivisione con la Regione dei requisiti, dei criteri di valutazione e definizione numero massimo di scuole da coinvolgere sul territorio Definizione di un accordo in base al quale IL e Regione collaborano per il perseguimento delle finalità del Programma Promozione e Pubblicazione Avviso Pubblico il 10 GENNAIO 2013 Valutazione delle candidature presentate (verifica requisiti, attribuzione punteggio) Selezione delle Scuole vincitrici Stipula protocollo di intesa IL e Scuole vincitrici Avvio delle attività di Assistenza Tecnica: Costruzione Piano Operativo Implementazione servizi Promozione apprendistato Promozione tirocini Sviluppo di comunità professionali – attivazione della rete

7 21/09/ UnOpportunità 14 Scuole, statali o paritarie, aventi la sede legale o le sedi didattiche nel territorio della Regione Campania, in forma singola o associata così ripartite: Provincia di Napoli 10 Provincia di Caserta 1 Provincia di Avellino 1 Provincia di Salerno 2

8 8 Chi può presentare la candidatura Istituti tecnici Istituti professionali Istituti distruzione superiore con almeno un indirizzo di studio tecnico o professionale Reti di istituti (istituti tecnici e/o istituti professionali e licei) SOGGETTI PROPONENTI

9 9 UnOpportunità: il finanziamento 150 PERCORSI PERSONALIZZATI DI ORIENTAMENTO E PLACEMENT Ogni Scuola dovrà coinvolgere almeno 150 studenti/diplomati in un percorso personalizzato, di durata non inferiore alle sette ore di attività individuale

10 10 UnOpportunità: lAssistenza Tecnica di Italia Lavoro Italia Lavoro S.p.A. eroga non solo un contributo economico, ma anche ATTIVITÀ di ASSISTENZA TECNICA, per supportare le scuole nella strutturazione o qualificazione dei servizi di orientamento e placement attraverso: lelaborazione di un piano operativo per la costituzione dei servizi di orientamento e placement il trasferimento del modello agli operatori individuati dalla Scuola e il successivo affiancamento on the job il supporto alla strutturazione e organizzazione dei servizi il monitoraggio e la diffusione dei risultati delle attività, con particolare riferimento alla qualità dei servizi realizzati

11 Quali sono i Requisiti per partecipare? 01/04/ REQUISITI DI AMMISSIONE NAZIONALI REQUISITI TECNICI

12 Requisiti di ammissione nazionali 12 Azioni previste dellI.I.S.S. F. De Sanctis Coinvolgimento di tutti gli studenti delle classi V di tutti gli indirizzi; Pubblicazione sul sito web dellistituto dei curricula dei propri studenti,nonché sul portale nazionale e regionale di CLICLAVORO; Erogazione ad ogni studente di un percorso personalizzato, secondo il protocollo operativo di ItaliaLavoro;

13 13 Come viene erogato il contributo economico Le fasi del progetto Analisi del target Accoglienza Orientamento Mediazione al lavoro

14 14 I.I.S.S. F. De Sanctis e il territorio -Operazioni condivise con il mondo delle aziende del territorio, con il C.T.I., con le Agenzie di mediazione al lavoro e con le categorie professionali: seminari sul mondo del lavoro: autoimprenditorialità, sicurezza e prevenzione, gestione di un colloquio di lavoro, redazione di un curriculum cartaceo o attraverso blog, LinkedIn e altri social network. -Tutte le attività saranno supervisionate dalla Dott.ssa Barbara Navatti di Italialavoro.

15 15 Le fase di accoglienza Informazione sulle prestazioni erogate, analisi delle domande per lindividuazione del percorso più adeguato ; Acquisizione dati e registrazione nel sistema informativo; Analisi delle richieste e contatto con le famiglie per lindividuazione del percorso più adeguato ed eventuale invio ad altri servizi del territorio; Analisi delle motivazioni e propensioni degli studenti ; Identificazione di un percorso di placement condiviso ; Condivisione del percorso con la famiglia per gli studenti minorenni ; Stesura e sottoscrizione del patto di servizio;

16 La fase di orientamento In-formazione orientativa la realizzazione di colloqui individuali e/o laboratori/seminari su auto- formazione, offerta formativa e di lavoro, profili e competenze richieste dal mercato, normativa di riferimento Consulenza orientativa ricostruzione dei percorsi di apprendimento formale, informale e non formale analisi delle dimensioni individuali della scelta (motivazioni, interessi, valori, autoefficacia, coping, strategie decisionali, ecc.) elaborazione di un progetto di sviluppo personalizzato, individuando le competenze accessorie necessarie al percorso prefigurato e la verifica in progress dello sviluppo del percorso. 16

17 La fase di orientamento Formazione orientativa Potenziamento della conoscenza – comprensione dei contesti (territoriali e organizzativi) Sviluppo delle competenze trasversali Approfondimento delle tecniche di ricerca attiva del lavoro (CV, lettera di presentazione, colloqui ed altre modalità di selezione, ecc.) Visite aziendali Supporto allavvio al lavoro in impresa, anche attraverso la metodologia modello dImpresa Formativa Simulata Attivazione di percorsi di alternanza scuola – lavoro, apprendistato, tirocini formativi e di orientamento 01/04/

18 La mediazione al lavoro -Accesso allintermediazione attraverso lacquisizione e la gestione delle candidature e dei dati curriculari e la relativa diffusione ; - Incontro domanda/offerta di lavoro: individuazione di opportunità di percorsi di inserimento in aziende; progettazione di un percorso di inserimento reclutamento e selezione dei candidati; tenuta dei contatti con responsabili e tutor aziendali; valutazione del grado di raggiungimento degli obiettivi formativi ; pre-selezione dei candidati coerenti con richieste aziende; raccolta dei feedback. 01/04/


Scaricare ppt "Formazione e Innovazione per lOccupazione FIxO Scuola & Università FIxO S&U Presentazione del progetto I.I.S.S. F. De Sanctis S.Angelo dei Lombardi 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google