La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L'IMPORTANZA STRATEGICA DELLA CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE Barbara Di Giovanni – ENEA Centro Ricerche Casaccia, Roma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L'IMPORTANZA STRATEGICA DELLA CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE Barbara Di Giovanni – ENEA Centro Ricerche Casaccia, Roma."— Transcript della presentazione:

1 L'IMPORTANZA STRATEGICA DELLA CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE
Barbara Di Giovanni – ENEA Centro Ricerche Casaccia, Roma

2 I TEMI Definizione di sviluppo sostenibile.
Conferenza delle Nazioni Unite sull’Ambiente e lo Sviluppo. Convenzione sulla Diversità Biologica e suoi obiettivi. I tre livelli della biodiversità. Importanza strategica della diversità biologica. Perdita della biodiversità e conseguenze. Gestione adattativa ed approccio ecosistemico. I casi studio di SAFENUT e DINAMO. 2010 Anno Internazionale della Biodiversità L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

3 Sostenibile è lo “sviluppo che soddisfa i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri”. Rapporto Brundtland (Our common future, 1987) – Commissione mondiale per l’ambiente e lo sviluppo L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

4 LE TRE DIMENSIONI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE
La sostenibilità non può intendersi come uno stato immutabile ma, piuttosto, come un processo continuo. Da qui le tre dimensioni fondamentali dello Sviluppo Sostenibile: Economica Ambientale Sociale L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

5 L’EQUILIBRIO DELLE TRE “E”
Ecologia Sfruttare le risorse rinnovabili entro i limiti di capacità di rigenerazione naturale delle stesse. L’estrazione delle risorse non rinnovabili dovrebbe essere limitata alla quantità di esse che non può essere sostituita con risorse rinnovabili. L’emissione di rifiuti non dovrebbe superare la capacità assimilativa dell’ambiente. Economia Internalizzare i costi dell’ambiente. Inserire la considerazione dell’ambiente nelle diverse politiche settoriali. Equità Perseguire un’equità intra-generazionale. Perseguire un’equità inter-generazionale. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

6 Conferenza delle Nazioni Unite sull’Ambiente e lo Sviluppo
(UNCED, Rio de Janeiro, 1992) Convenzione sulla Diversità Biologica (CBD) Convenzione quadro sui Cambiamenti Climatici (FCCC) Convenzione per la Lotta contro la Desertificazione nei Paesi colpiti da Gravi Siccità e/o Desertificazione, particolarmente in Africa (CCD) L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

7 GLI OBIETTIVI SPECIFICI DELLA CONVENZIONE:
la conservazione della diversità biologica; l’uso sostenibile delle sue componenti; l’equa ripartizione dei benefici derivanti dall’utilizzo delle risorse viventi. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

8 LA BIODIVERSITÀ SECONDO LA CBD
Nella Convenzione sulla Diversità Biologica, il termine “biodiversità” è definito come: “la varietà tra gli organismi viventi di ogni origine includendo, fra gli altri, quelli di tipo terrestre, marino e di altri ecosistemi acquatici nonché dei complessi ecologici dei quali fanno parte. E’ inclusa la diversità all’interno di una stessa specie, tra specie e tra ecosistemi”. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

9 BIODIVERSITÀ: TUTTE LE FORME DI VITA PRESENTI SUL PIANETA
Biodiversità genetica: la variabilità genetica nell'ambito di una stessa specie. Biodiversità di specie: il numero di specie viventi sul pianeta. Biodiversità ecosistemica: il numero e l’abbondanza degli habitat, delle comunità biotiche e degli ecosistemi all’interno dei quali vivono e si evolvono i diversi organismi. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

10 BIODIVERSITÀ GENETICA
Si stima che ci siano 10 miliardi di geni diversi distribuiti nella totalità degli esseri viventi a livello mondiale (WCMC). L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

11 BIODIVERSITÀ DI SPECIE
Il numero totale di specie stimato oscilla tra i 3 ed i 100 milioni ma la maggioranza delle specie esistenti è ancora sconosciuta Gatto M., Casagrandi R. (2003) Dispense del corso di Ecologia L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

12 BIODIVERSITÀ ECOSISTEMICA
Numero ecosistemi: circa 200 L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

13 L’IMPORTANZA STRATEGICA DELLA BIODIVERSITÀ
Risorsa Valore economico Svago e cultura Impegno L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

14 BIODIVERSITÀ: PILASTRO DELLO SVILUPPO
mantiene le funzioni degli ecosistemi, tra cui i processi energetici ed evolutivi; fornisce cibo e materie prime per l’industria, l’artigianato e la medicina; contribuisce in modo fondamentale ai cicli biogeofisici e dei nutrienti; contribuisce all’equilibrio idrogeologico, biogeochimico e climatico; assorbe, abbatte e ritrasforma gli inquinanti; gioca un ruolo fondamentale nella bioremediation; protegge il suolo dai fenomeni di erosione, dissesto e degrado; tampona situazioni estreme (es. siccità); rende possibili alcune tipologie di fruizione (turismo ed attività ricreative). L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

15 VALORE COMMERCIALE DELLA BIODIVERSITÀ
prodotti naturali per uso medico; prodotti industriali di origine naturale per uso farmaceutico; prodotti per uso paramedico: nutraceutici, per la dieta, vitaminici, fitomedicina, cibi salutisti e “naturali”, prodotti “biologici” ecc.; prodotti cosmetici e per l’igiene personale; prodotti agricoli per cibo e mangimi; pascolo e prodotti erbacei per il bestiame; orticoltura ornamentale e giardinaggio; protezione delle coltivazioni (biocontrollo e pesticidi naturali); L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

16 VALORE COMMERCIALE DELLA BIODIVERSITÀ
pesca e acquicoltura; carne e prodotti animali per l’alimentazione; usi sociali (culturali, tradizionali, educativi, estetici, letterari, emotivi, spirituali, religiosi, etici); tabacco ed altre sostanze psicotrope; funghi e prodotti “di bosco”; escursionismo, turismo, ricreazione, sport, tempo libero; animali da compagnia, guardia, per usi bellici, servizio, sport, caccia ecc.; enzimi industriali ed altri prodotti microbiologici; L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

17 VALORE COMMERCIALE DELLA BIODIVERSITÀ
bevande ed infusi di origine vegetale compresi gli alcolici; oli industriali vegetali e biocombustibili; materiali per usi energetici compresa la legna da ardere; legname e carta; cuoio e pellami; fibre ed altri materiali tessili compresa la seta; altri materiali di origine biologica per l’artigianato (comprese le conchiglie); profumi ed essenze naturali; depurazione, remediation, purificazione ecc.; forestazione, ripopolamento, conservazione. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

18 PERDITA DELLA BIODIVERSITÀ
Per “perdita di biodiversità” si intende una diminuzione a lungo termine dell’abbondanza e distribuzione di specie, ecosistemi, geni, benefici e servizi da essa derivanti. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

19 CONSEGUENZE DELLA PERDITA DI BIODIVERSITÀ
Declino nell’estensione, nelle condizioni o nella produttività nel tempo degli ecosistemi. Declino nell’abbondanza, distribuzione o uso sostenibile delle popolazioni e l’estinzione delle specie. Erosione genetica. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile (compreso il turismo).

20 LA GESTIONE ADATTATIVA
La gestione adattativa (“imparare facendo”) si accorda con la natura complessa e dinamica degli ecosistemi, nonché con la mancanza di conoscenze complete e di una completa comprensione del loro funzionamento. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

21 APPROCCIO ECOSISTEMICO
L’approccio chiave della gestione adattativa è l’approccio ecosistemico: PENSARE GLOBALMENTE – AGIRE LOCALMENTE Progettare politiche e strategie efficaci a livello territoriale risulta, infatti, più facile che a livello globale, in quanto ci si può riferire a caratteristiche ambientali specifiche e a sistemi socio-economici e culturali determinati, a cui adattare le strategie di sostenibilità. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

22 AZIONI PRATICHE Integrazione dei principi della Convenzione nei piani di sviluppo e nelle politiche nazionali di settore, secondo i principi dell’Approccio Ecosistemico. Incoraggiare l’uso della biodiversità a livello locale a fini di sviluppo, anche in accordo con le pratiche culturali tradizionali che siano compatibili con la conservazione e l’uso sostenibile delle risorse. Cooperazione tra le istituzioni, gli enti locali e il settore privato, per la messa a punto di metodi per l’uso sostenibile delle risorse biologiche. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

23 PROGETTO SAFENUT The safeguard of hazelnut and almond genetic resources: from traditional uses to novel agro-industrial opportunities OBIETTIVI: Riorganizzazione del germoplasma Europeo conservato in and ex situ ed armonizzazione dei descrittori per una condivisione più efficiente delle risorse genetiche. Valorizzazione degli ‘ecotipi’ locali e delle economie tradizionali. Analisi biochimica, molecolare, morfologica, ecologica delle risorse genetiche. Uso più efficiente del germoplasma attraverso lo sviluppo di core collection e gene bank. Recupero della memoria storica, delle tradizioni e pratiche culturali locali per le generazioni future. Accesso facile ed immediato alle informazioni raccolte attraverso lo sviluppo del data base SAFENUT (www.safenut.com) L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

24 STRATEGIA STRATEGIA SAFENUT DATABASE
Nocciolo e mandorlo risorse genetiche Centralizzazione a livello Europeo Recupero ecotipi conservati on farm Razionalizzazione delle collezioni e recupero ‘ecotipi’ Caratterizzazione Biochimica Moleculare Diritti e Proprietà intellettuali Morfologica Core collection DNA bank SAFENUT DATABASE Usi e pratiche agricole tradizionali L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

25 Progetto DINAMO Increasing endangered bioDIversity iN Agricultural and semi-natural areas: demonstrative Management mOdel OBIETTIVO: Messa a punto e attuazione di un modello dimostrativo per la gestione integrata delle aree agricole e seminaturali del territorio rurale da parte di soggetti privati e pubblici, al fine di favorire la conservazione e l’incremento della biodiversità. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

26 AZIONI DEL PROGETTO DINAMO
Realizzazione di un AgriForum che funga da luogo di concertazione tra gli Stakeholder delle azioni di gestione territoriale a livello locale Realizzazione di una RETE di Azione territoriale (Action Net) a supporto delle politiche ambientali e gestionali dei Comuni Realizzazione di un Sistema di supporto alle decisioni (DSS) per la gestione del territorio Maggiore integrazione tra politiche ambientali e politiche di sviluppo rurale Diffusione della cultura ambientale tra gli imprenditori agricoli Realizzazione di una rete ecologica che integri il territorio rurale con le Aree SIC e ZPS L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

27 2010 ANNO INTERNAZIONALE DELLA BIODIVERSITÀ: RESPONSABILITÀ ED OPPORTUNITÀ
Countdown 2010: ridurre del 10% il tasso di perdita della biodiversità entro il 2010 (Summit Mondiale sullo Sviluppo Sostenibile, 2002, Johannesburg, Sud Africa). Il 2010 è stato proclamato dall’ONU “Anno Internazionale della Biodiversità”. Bisogna cogliere questa opportunità perché: “ La Biodiversità è vita. La Biodiversità è la nostra vita”. L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile

28 GRAZIE PER L’ATTENZIONE
L'importanza strategica della conservazione della biodiversità per lo sviluppo sostenibile


Scaricare ppt "L'IMPORTANZA STRATEGICA DELLA CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE Barbara Di Giovanni – ENEA Centro Ricerche Casaccia, Roma."

Presentazioni simili


Annunci Google