La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Per descrivere lassistenza infermieristica si è scelto di utilizzare il modello concettuale di Virginia Henderson. Secondo questa teorica funzione specifica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Per descrivere lassistenza infermieristica si è scelto di utilizzare il modello concettuale di Virginia Henderson. Secondo questa teorica funzione specifica."— Transcript della presentazione:

1

2 Per descrivere lassistenza infermieristica si è scelto di utilizzare il modello concettuale di Virginia Henderson. Secondo questa teorica funzione specifica dellinfermiere è quello di assistere lindividuo, sano o malato, per aiutarlo a compiere tutti quegli atti tendenti al mantenimento della salute o alla guarigione (o a prepararlo ad una morte serena); atti che compierebbe da solo se disponesse della forza, della volontà o delle cognizioni necessarie, e di favorire la sua partecipazione attiva in modo di aiutarlo a riconquistare il più rapidamente possibile la propria indipendenza (1960). Per descrivere lassistenza infermieristica si è scelto di utilizzare il modello concettuale di Virginia Henderson. Secondo questa teorica funzione specifica dellinfermiere è quello di assistere lindividuo, sano o malato, per aiutarlo a compiere tutti quegli atti tendenti al mantenimento della salute o alla guarigione (o a prepararlo ad una morte serena); atti che compierebbe da solo se disponesse della forza, della volontà o delle cognizioni necessarie, e di favorire la sua partecipazione attiva in modo di aiutarlo a riconquistare il più rapidamente possibile la propria indipendenza (1960).

3 Virginia Henderson individua 14 bisogni: 1 respirare normalmente 1 respirare normalmente 2 alimentarsi e bere in modo adeguato 2 alimentarsi e bere in modo adeguato 3 eliminare da tutte le vie emuntorie 3 eliminare da tutte le vie emuntorie 4 muoversi e mantenere la posizione adatta 4 muoversi e mantenere la posizione adatta 5 dormire e riposare 5 dormire e riposare 6 scegliere il vestiario adatta, 6 scegliere il vestiario adatta, vestirsi, spogliarsi vestirsi, spogliarsi 7 mantenere la temperatura corporea 7 mantenere la temperatura corporea nei limiti normali nei limiti normali

4 8 provvedere alligiene personale 8 provvedere alligiene personale e proteggere i tegumenti e proteggere i tegumenti 9 evitare i pericoli dellambiente ed evitare 9 evitare i pericoli dellambiente ed evitare di danneggiare gli altri di danneggiare gli altri 10 comunicare con gli altri, per esprimere 10 comunicare con gli altri, per esprimere emozioni, bisogni, timori, ecc. emozioni, bisogni, timori, ecc. 11 seguire le pratiche religiose secondo 11 seguire le pratiche religiose secondo la propria fede la propria fede 12 dedicarsi a qualche occupazione o lavoro 12 dedicarsi a qualche occupazione o lavoro che procuri soddisfazione che procuri soddisfazione 13 giocare o partecipare ad attività ricreative 13 giocare o partecipare ad attività ricreative 14 apprendere, interrogare, soddisfare 14 apprendere, interrogare, soddisfare la curiosità la curiosità

5 In base al quadro clinico, riferito al paziente con patologia HIV correlata si presenta il processo di assistenza infermieristico enunciando nella raccolta dati i bisogni non soddisfatti in modo autonomo in ordine di priorità e i problemi più frequentemente riscontrati; nella pianificazione si descrive lobiettivo su cui linfermiere si deve concentrare e quali interventi si sono evidenziati nella pratica clinica più efficaci. In base al quadro clinico, riferito al paziente con patologia HIV correlata si presenta il processo di assistenza infermieristico enunciando nella raccolta dati i bisogni non soddisfatti in modo autonomo in ordine di priorità e i problemi più frequentemente riscontrati; nella pianificazione si descrive lobiettivo su cui linfermiere si deve concentrare e quali interventi si sono evidenziati nella pratica clinica più efficaci.

6 AIDS e DEMENTIA COMPLEX

7 Caso: Luca, era un uomo di 30 anni, ricoverato per decadimento organico in HIV positivo. Caso: Luca, era un uomo di 30 anni, ricoverato per decadimento organico in HIV positivo. Era un paziente già conosciuto in reparto per altri due ricoveri precedenti. Era un paziente già conosciuto in reparto per altri due ricoveri precedenti. Luca era disorientato, non riconosceva il personale e aveva un atteggiamento aggressivo: tentava di mordere gli infermieri mentre facevano ligiene, giocava con le feci, non riconosceva il suo letto e riposava nei letti degli altri degenti. Luca era disorientato, non riconosceva il personale e aveva un atteggiamento aggressivo: tentava di mordere gli infermieri mentre facevano ligiene, giocava con le feci, non riconosceva il suo letto e riposava nei letti degli altri degenti.

8 In contrapposizione ad un atteggiamento benevolo quando nel parlare con lui della musica classica, sua passione, parla con precisione ricordando i vari autori e i movimenti musicali. In contrapposizione ad un atteggiamento benevolo quando nel parlare con lui della musica classica, sua passione, parla con precisione ricordando i vari autori e i movimenti musicali. La madre riferisce un peggioramento del comportamento da alcune settimane, comportamento che limita lassunzione di cibo e acqua per cui il conseguente decadimento organico. La madre riferisce un peggioramento del comportamento da alcune settimane, comportamento che limita lassunzione di cibo e acqua per cui il conseguente decadimento organico. Inoltre Luca ha la febbre da 3 giorni. Inoltre Luca ha la febbre da 3 giorni.

9 Questo tipo di comportamento, diverso da quello manifestato nei ricoveri precedenti, ha creato confusione agli infermieri che hanno sempre avuto con lui un rapporto chiaro e sereno. Questo tipo di comportamento, diverso da quello manifestato nei ricoveri precedenti, ha creato confusione agli infermieri che hanno sempre avuto con lui un rapporto chiaro e sereno.

10 I bisogni prioritari riscontrati sono: alimentarsi e bere in modo adeguato alimentarsi e bere in modo adeguato eliminare da tutte le vie emuntorie eliminare da tutte le vie emuntorie dormire e riposare dormire e riposare scegliere il vestiario adatto, vestirsi, spogliarsi scegliere il vestiario adatto, vestirsi, spogliarsi provvede alligiene personale e proteggere i tegumenti provvede alligiene personale e proteggere i tegumenti evitare i pericoli dellambiente ed evitare di danneggiare gli altri evitare i pericoli dellambiente ed evitare di danneggiare gli altri comunicare con gli altri, per esprimere emozioni, bisogni timori, ecc. comunicare con gli altri, per esprimere emozioni, bisogni timori, ecc.

11 Alimentarsi e bere in modo adeguato il problema rilevato è una distorsione della percezione del bisogno di alimentarsi, ovvero: mangiano continuamente, non hanno capacità di discernere cosa mangiare (esempio feci, sapone, fazzoletti di carta ) e utilizzano le mani per portare il cibo alla bocca. il problema rilevato è una distorsione della percezione del bisogno di alimentarsi, ovvero: mangiano continuamente, non hanno capacità di discernere cosa mangiare (esempio feci, sapone, fazzoletti di carta ) e utilizzano le mani per portare il cibo alla bocca.

12 Obiettivo assistenziale Garantire una alimentazione adeguata sia nellapporto calorico e nutrizionale sia nellapporto idrico Garantire una alimentazione adeguata sia nellapporto calorico e nutrizionale sia nellapporto idrico Evitare che ingerisca sostanze nocive (bisogno di sicurezza) Evitare che ingerisca sostanze nocive (bisogno di sicurezza)

13 Interventi infermieristici Controllare lassunzione di cibo negli orari stabiliti e nella quantità necessaria Controllare lassunzione di cibo negli orari stabiliti e nella quantità necessaria Rilevare il peso corporeo ogni 3 giorni Rilevare il peso corporeo ogni 3 giorni Lasciare a sua disposizione cibo a lui gradito in quantità controllata e libero dallinvolucro Lasciare a sua disposizione cibo a lui gradito in quantità controllata e libero dallinvolucro Se è in camera con altri pazienti avvisare sempre di tenere chiusi i propri alimenti Se è in camera con altri pazienti avvisare sempre di tenere chiusi i propri alimenti Far bere ogni 3 ore un bicchiere dacqua Far bere ogni 3 ore un bicchiere dacqua Se è possibile, durante il giorno chiedere la presenza di un parente Se è possibile, durante il giorno chiedere la presenza di un parente

14 Eliminare da tutte le vie emuntorie Presenza di incontinenza urinaria e fecale per il non riconoscimento dello stimolo, cioè lo svuotamento fisiologico dellampolla fecale e la vescica avviene spontaneamente senza che il Presenza di incontinenza urinaria e fecale per il non riconoscimento dello stimolo, cioè lo svuotamento fisiologico dellampolla fecale e la vescica avviene spontaneamente senza che il paziente se ne renda conto. paziente se ne renda conto.

15 Obiettivo assistenziale Prevenzione di piaghe e infezioni della pelle Prevenzione di piaghe e infezioni della pelle Prevenzione dellingestione di feci (bisogno di sicurezza) Prevenzione dellingestione di feci (bisogno di sicurezza) Garantire cute detersa (bisogno di igiene) Garantire cute detersa (bisogno di igiene)

16 Interventi infermieristici Evitare possibilmente di posizionare il catetere vescicale o il presidio assorbente Evitare possibilmente di posizionare il catetere vescicale o il presidio assorbente Controllare ogni 2 ore lo stato igienico del paziente, in quanto non si accorge di eliminare Controllare ogni 2 ore lo stato igienico del paziente, in quanto non si accorge di eliminare Dopo ligiene controllare lo stato della cute e delle mucose Dopo ligiene controllare lo stato della cute e delle mucose Accompagnare in bagno ogni 2 ore Accompagnare in bagno ogni 2 ore


Scaricare ppt "Per descrivere lassistenza infermieristica si è scelto di utilizzare il modello concettuale di Virginia Henderson. Secondo questa teorica funzione specifica."

Presentazioni simili


Annunci Google