La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ARSSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura Regione Calabria Assessorato Agricoltura Foreste e Forestazione Seminar MEDITERRITAGE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ARSSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura Regione Calabria Assessorato Agricoltura Foreste e Forestazione Seminar MEDITERRITAGE."— Transcript della presentazione:

1 ARSSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura Regione Calabria Assessorato Agricoltura Foreste e Forestazione Seminar MEDITERRITAGE Liguria - Alassio MARCH 2007 Informazioni e azioni di promozione per la valorizzazione della montagna e dei prodotti di qualità, tipici e tradizionali calabresi United Europe

2 CARATTERI AMBIENTALI E TERRITORIALI CALABRESI 10 % della Superficie Agricola Utilizzabile in pianura 90 % della Superficie Agricola Utilizzabile in terreni di collina e montagna (Istat -INEA) 3 parchi naturali nazionali: Pollino, Sila, Aspromonte. 1 parco naturale regionale: Serre

3 La Montagna Calabrese e il piano di sviluppo

4 LAssessorato allAgricoltura, Foreste e Forestazione della Regione Calabria ha assegnato ad un pool di esperti un programma innovativo a livello politico/naturalistico: PROGRAMMA AUTOSOSTENIBILE DI SVILUPPO NEL SETTORE FORESTALE

5 Gli steps del programma Il programma la salvaguardia e lo sviluppo della montagna, passa attraverso fasi di studio e applicazioni interconnesse davvero rilevanti quali: Analisi delle realtà esistenti; Sistema biotico: - Manutenzione dei boschi esistenti, - Creazione di nuovi popolamenti forestali, - Connessione del sistema forestale con la trasformazione del legno, - Gestione del patrimonio forestale indisponibile. Sistema abiotico: - Interventi di difesa del suolo, - Infrastrutture, - Tutela e valorizzazione ambientale Formazione professionale Individuazione sulle normative e sui sostegni comunitari di carattere forestale e ambientale Attività di ricerca e sperimentazione

6 La formazione Il programma da molta importanza alla formazione del personale impegnato nella tutela e valorizzazione della montagna. FUNZIONARI E DIRIGENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI; CORPO FORESTALE DELLO STATO; PROTEZIONE CIVILE; OPERAI IDRAULICO – FORESTALI; EDUCAZIONE AMBIENTALE;

7 Formazione dei Funzionari e dirigenti delle pubbliche amministrazioni Il Programma Operativo Nazionale del MURST per le Regioni Obiettivo 1 come la Calabria prevede misure apposite per l adeguamento delle conoscenze in termini di progettazione europea e di compilazione dei bandi, basati sulla collaborazione e lo scambio di buone pratiche transfrontaliere. La formazione riguarderà lalfabetizzazione informatica, per andare incontro al processo della gestione e della conoscenza attraverso le software applications, per adeguarsi ai nuovi metodi di lavoro e comunicazione con gli altri enti e i cittadini che si basano sulla reti (Internet, Intranet, Extranet, ecc.).

8 La formazione sull attività svolta dal corpo forestale Monitoraggio; Controllo del territorio; Tenuta e manutenzione delle attrezzature e dei locali; Addestramento; Interventi di formazione e dinsegnamento dei capisquadra e dei più esperti; Valorizzazione delle funzioni turistiche-ricreative delle foreste; Manutenzione del territorio per il mantenimento della stabilità dei versanti e la regolazione del ciclo dellacqua;

9 Formazione per la Protezione civile Il programma prevede leffettuazione di corsi che tratteranno: La normativa in materia di protezione civile – I referenti del sistema: ruoli, funzioni e obblighi; Elementi di cartografia; La previsione e prevenzione dei rischi, la definizione degli scenari di rischio; Lanalisi dei rischi e le attività di protezione civile; Il sistema di allertamento nazionale e regionale; La pianificazione di protezione civile; La gestione dellemergenza; La comunicazione di protezione civile; Esercitazioni di primo soccorso.

10 Formazione per gli operai idraulico- forestali Manutenzione delle piante situate nelle aree di interesse pubblico (ville, parchi, giardini, aiole spartitraffico, grandi viali alberati ecc.). Riqualificare il verde nei villaggi e gestione del verde urbano. Riqualificazione delle aree urbane e peri urbane degradate.

11 Educazione ambientale Qualità e scelta del materiale vegetale; Progettazione ambientale e paesaggistica; Ecologia del paesaggio; Potatura e posa in opera delle piante; Interventi di pronto soccorso; Antinfortunistica e organizzazione del cantiere; Fitopatologia; Valutazione della stabilità delle piante; Consolidamento delle pendici; Abbattimenti controllati.

12 Marchi di origine e prodotti di qualità riconosciuti in Calabria

13 Caciocavallo Silano DOP (Reg. CE 1263/96) Area di produzione - Campania, Molise, Puglia, Calabria, Basilicata, Lazio Prodotto con latte vaccino di razze bovine autoctone, Podolica Calabrese

14 - OLIO EXTRAVERGINE DOP BRUZIO (area di produzione provincia di Cosenza) -OLIO EXTRAVERGINE DOP LAMEZIA (area di produzione Provincia di Catanzaro) - OLIO EXTRAVERGINE DOP ALTO CROTONESE (area di produzione Provincia di Crotone) DOP OLII EXTRA VERGINI DI OLIVA

15 Salumi di Calabria DOP (Reg. CE n. 134/98) DOP Salsiccia di Calabria DOP Soppressata di Calabria - Area di produzione – - prodotto regionale -

16 Salumi di Calabria DOP (Reg. CE n. 134/98) DOP Capocollo di Calabria DOP Pancetta di Calabria Area di produzione – - prodotto regionale -

17 DOP Bergamotto di Reggio Calabria olio essenziale -Area di produzione -Provincia di Reggio Calabria

18 IGP CLEMENTINE DI CALABRIA -Area di produzione: prodotto regionale

19 Arghillà, Calabria, Condoleo, Costa Viola, Esaro, Lipuda, Locride,Palizzi, Pellaro, Scilla, Val di Neto, Valdamato, Valle del Crati. Calabria 12 Vini DOC 13 IGT Cirò, Melissa, S. Anna Isola C. Rizzuto. Donnici, Savuto, Pollino, S. Vito di Luzzi, Verbicaro. Lamezia, Scavigna Greco del Bianco, Bivongi 5 DOC Provincia di Cosenza: 3 DOC Provincia di Crotone: 2 DOC Provincia di Reggio Calabria 2 DOC Provincia di Catanzaro 13 Vini a Indicazione Geografica Tipica (IGT)

20 ELENCO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRADIZIONALI REGIONE CALABRIA TOTALE 283 PRODOTTI 11 - Bevande analcoliche, distillati e liquori Carni (e frattaglie) fresche e loro preparazioni. 24 – Formaggi. 3 - Grassi – Burro – Margarina – olii. 94 -Paste fresche e prodotti di panetteria, pasticceria, biscotteria e confetteria. 12 – Prodotti Gastronomici. 21 -Preparazioni di pesci, molluschi e crostacei e tecniche particolari di allevamento degli stessi. 1 - Condimenti. 12 -Prodotti di origine animale (miele, prodotti lattiero caseari di vario tipo escluso il burro). 76 -Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati.

21 AZIONI DI VALORIZZAZIONE PREVISTE NEL NUOVO P.S.R – 2013 (Reg.Cee1698/05) Il progetto favorisce lintegrazione dei fondi FEARS, FESR e FSE con lobiettivo di realizzare iniziative al sostegno delle attività produttive (valorizzazione dei territori e dei prodotti, bioenergia, tutela risorse idriche). Marketing territoriale. Realizzazione di un sistema di certificazione e promozione delle produzioni di qualità. Realizzazione di iniziative di promozione commerciale delle produzioni realizzate nelle aziende che aderiscono al sistema di certificazione qualità. P.T.S. Progetto Tematico Strategico valorizzazione dei prodotti e dei territori

22 P.T.S. Progetto Tematico Strategico: valorizzazione dei prodotti e dei territori Realizzazione di una campagna di informazione indirizzata agli opinion leader, (insegnati, albergatori, ristoratori, politici, dirigenti pubblici etc); Programmazione e realizzazione di eventi (convegni, incontri, dibattiti etc) inerenti la qualità dei prodotti, la loro commercializzazione; Realizzazione di un programma di educazione alimentare e di promozione dei prodotti da attuare con il sistema scolastico e gli enti pubblici; Definizione di un progetto di collaborazione con gli operatori delle reti di distribuzione dei prodotti agroalimentari e con la distribuzione organizzata presente sul territorio regionale.

23 PROGRAMMA DI VALORIZZAZIONE MONITORAGGIO PRODUZIONI TIPICHE E TRADIZIONALI VALUTAZIONE STORICO -ECONOMICA DOP, IGP, STG Marchio collettivo Individuazione del prodotto Esempio: prodotti del parco regionale delle Serre ESTINZIONE Idee progettuali di valorizzazione

24 PRODUZIONI TIPICHE E TRADIZIONALI IN ESTINZIONE Punti debolezza presenti in aree rurali ristrette di produzione; difficolt à di trasferire i processi di produzione alle generazioni future; scarsa cultura gastronomica; l interruzione delle tradizioni orali mette a rischio la sopravvivenza di molte specialit à gastronomiche che vantano secoli di storia. Punti di forza il mondo della ristorazione, che sarebbe pronto ad utilizzarli, incontra grandi difficoltà nel loro reperimento; la domanda turistica è sempre più attenta all offerta di servizi gastronomici inseriti in un contesto di tradizioni locali.

25 IDEA PROGETTUALE Offrire concrete occasioni di tutela, di rivalutazione culturale e di valorizzazione economica di questi prodotti; Proporre e sperimentare una strategia comune di valorizzazione turistica integrata che si articoli principalmente intorno al settore gastronomico e storico-culturale; Inserire contesti rurali meno noti, ma potenzialmente adatti ad un turismo alternativo (percorsi gastronomici - territoriali).

26 Strumenti operativi 1.Individuare le basi culturali e gastronomiche comuni nei paesi partner del progetto; 2.Evidenziare le differenze culturali e gastronomiche delle diverse regioni partecipanti al progetto; 3.Descrivere lo stile alimentare attraverso percorsi comuni raccogliendo testimonianze di persone anziane ( anni), per costruire una base di informazioni approfondite e maneggevoli, sui prodotti e sui territori; 4.Creazione all interno del portale di Mediterritage, di una banca dati di questi informazioni e dei prodotti; 5.Costruire occasioni concrete di valorizzazione dei prodotti e dei luoghi.

27 ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO 1 ) Individuazione dei prodotti di base in comune dei paesi partner da valorizzare (es Latte, olio, vini, funghi, castagne, ecc) e Biodiversit à vegetali e animali (cultivar antiche e razze in via di estinzione) 2) La mappatura, (descrizione del prodotto, preparazioni alimentari ad esse collegate, la storia). 3) La valutazione dei prodotti monitorati (forti elementi di storicit à, legami con il territorio, ecc.). 4) Costituzione di un ricettario gastronomico dei prodotti Mediterritage. 5) La valorizzazione attraverso la creazione di un logo o marchio Mediterritage che identifichi le produzioni agroalimentari legandole al territorio. 6) Costruzione di una Guida turistica-gastonomica dei paesi Mediterritage e promozione di eventi e tour gastronomici in ogni paese aderente. 7) Pubblicazione finale.

28 Regione Calabria Assessorato Agricoltura Foreste e Forestazione United Europe ARSSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura fine Dr.Vincenzo Melissari Dr. Marcello Bruno Dr. Ermanno Cribari


Scaricare ppt "ARSSA Agenzia Regionale per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura Regione Calabria Assessorato Agricoltura Foreste e Forestazione Seminar MEDITERRITAGE."

Presentazioni simili


Annunci Google