La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Leducazione continua nellapproccio ecologico sociale MIRENA ANGELI VERDIGI FRANCA Corso di sensibilizzazione all'approccio ecologico-sociale ai problemi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Leducazione continua nellapproccio ecologico sociale MIRENA ANGELI VERDIGI FRANCA Corso di sensibilizzazione all'approccio ecologico-sociale ai problemi."— Transcript della presentazione:

1 Leducazione continua nellapproccio ecologico sociale MIRENA ANGELI VERDIGI FRANCA Corso di sensibilizzazione all'approccio ecologico-sociale ai problemi alcolcorrelati e complessi METODO HUDOLIN FIRENZE NOVEMBRE 2013

2 LA FORMAZIONE E LAGGIORNAMENTO RAPPRESENTANO INSIEME AI CLUB, IL PERNO DEL SISTEMA ECOLOGICO SOCIALE. NEI PROGRAMMI ALCOLOGICI TERRITORIALI AMBEDUE SERVONO ALLE FAMIGLIE ED AI SERVITORI INSEGNANTI, CIOE SERVONO AI CLUB DEGLI ALCOLISTI IN TRATTAMENTO E ALLA COMUNITA LOCALE. …E BENE CHE LA FORMAZIONE E LAGGIORNAMENTO SIANO ORGANIZZATI SUL TERRITORIO … Hudolin 1996

3 Il Sistema Ecologico Sociale non può funzionare se non viene completato da appropriati programmi di formazione ed aggiornamento LApproccio Ecologico Sociale è un processo dinamico influenzato dai risultati delle ricerche e delle esperienze pertanto diventa indispensabile una formazione continua Formazione ed aggiornamento debbono essere uguali in tutto il sistema e per tutto il territorio nazionale La famiglia che inizia il trattamento ha necessità di unistruzione specifica in relazione ai comportamenti, ai problemi alcolcorrelati ed al funzionamento del Club La formazione

4 La formazione di base deve essere organizzata nel territorio di appartenenza Lingresso delle famiglie del Club nei programmi territoriali procede molto facilmente se viene prevista la formazione e sensibilizzazione delle famiglie delle comunità locali che non hanno problemi alcocorrelati. Tale formazione rientra nellambito della formazione alla salute.

5 Punto di FORZA della formazione contesti formativi comuni a famiglie ed a servitori insegnanti sistema dei Club organizzazione che apprende DINAMICITAINTEGRITA

6 Un percorso continuo per la famiglia inizia con la frequenza al Club inizia con la frequenza al Club e al 1° modulo della SAT e al 1° modulo della SAT prosegue con la SAT di2° modulo prosegue con la SAT di2° modulo negli interclub negli interclub nei congressi nei congressi nella lettura … nella lettura … …nel corso di sensibilizzazione … …nel corso di sensibilizzazione … ………………………………………..

7 …e per i servitori-insegnanti nasce con il Corso di sensibilizzazione nasce con il Corso di sensibilizzazione prosegue con il lavoro nel Club prosegue con il lavoro nel Club con linsegnamento nel 1° 2° e 3° modulo delle S.A.T. con linsegnamento nel 1° 2° e 3° modulo delle S.A.T. nella riunione mensile dei servitori-insegnanti nella riunione mensile dei servitori-insegnanti nei sabati di aggiornamento nei sabati di aggiornamento nei corsi monotematici nei corsi monotematici negli interclub negli interclub nei congressi nei congressi nella lettura … nella lettura … …nella scuola di perfezionamento … …nella scuola di perfezionamento … …nella formazione per i formatori… …nella formazione per i formatori…

8 Non solo servitore…..

9 ……ma anche insegnante

10 E necessario che nei partecipanti si verifichi un cambiamento personale: è difficile trasmettere agli altri la necessità di cambiare il proprio comportamento se loperatore stesso non è convinto di questo e non è in grado di modificare anzitutto il proprio comportamento. V. Hudolin

11 La riunione mensile dei servitori-insegnanti...si può parlare: di come ci sentiamo nel Club di come ci sentiamo nel Club per far emergere ansie, dubbi ed elementi positivi per far emergere ansie, dubbi ed elementi positivi delle interferenze-interazioni con altre professionalità delle interferenze-interazioni con altre professionalità per migliorare la capacità di relazionarsi con gli altri servitori-insegnanti per migliorare la capacità di relazionarsi con gli altri servitori-insegnanti della propria sensibilizzazione ed eventuali momenti di crisi della propria sensibilizzazione ed eventuali momenti di crisi

12 …l'importante è che si parli : per rendere patrimonio comune e condiviso l'esperienza personale non tanto per informare o per trovare soluzioni informare o per trovare soluzioni quanto per. sciogliere le tensioni. comprendere avvenimenti e fenomeni. orientarsi. trovare sostegno e conforto, stimoli e conferme

13 Formazione e Aggiornamento dei servitori insegnanti

14 Formazione di 1° livello : Settimana di Sensibilizzazione allapproccio ecologico-sociale ai problemi alcol-correlati e complessi Obiettivi : formare nuovi servitori-insegnanti attraverso un percorso di motivazione e cambiamento dei corsisti. Destinatari : tutte le persone interessate ai problemi alcol- correlati. Organizzazione: Corso di 50 ore, distribuite lungo la settimana, dal lunedì al sabato mattina.

15 Altre opportunità di aggiornamento I sabati di aggiornamento Corso di 6 sabati allanno a livello regionale, interregionale o territoriale. In ogni incontro viene discusso uno specifico argomento della metodologia. I Corsi Monotematici Riguardano un tema specifico della metodologia. Organizzati su due giorni e mezzo. La riunione mensile di Autosupervisione dei servitori-insegnanti Momento in cui si parla dei problemi dei servitori-insegnanti nel loro lavoro nel Club. Congressi Congresso Nazionale annuale dei CAT Congresso annuale ad Assisi sulla Spiritualità Antropologica

16 Caratteristiche di Processo Le scelte del Servitore Insegnante in tema di EEC hanno una ricaduta sul sistema di cui egli fa parte e in una dimensione concreta di interdipendenza e corresponsabilità Il livello di crescita e maturazione è frutto di una scelta personale e può essere modulata dal Servitore Insegnante in rapporto ai suoi obiettivi, ai suoi bisogni, alle sue possibilità ed ai suoi tempi, in relazione con i bisogni dei Programmi Territoriali dei Club e della Comunità di appartenenza EDUCAZIONE ECOLOGICA CONTINUA dei SERVITORI INSEGNANTI

17 Approccio ecologico-sociale FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO SAT di I modulo SAT di II modulo SAT di III modulo Settimana di sensibilizzazione Sabati di aggiornamento Corsi monotematici Riunione mensile di autosupervisione Per le famigliePer i servitori insegnanti Convegni e Congressi (Assisi, Congresso annuale AICAT, …) Interclub

18 La formazione e laggiornamento delle famiglie: Le scuole alcologiche territoriali

19 Scuola Alcologica Territoriale di 1° modulo Ovvero : manuale di istruzione per il Club Obiettivi: che ogni nuova famiglia inizi il percorso nel Club nel miglior modo possibile. La famiglia sta entrando in un territorio nuovo, è necessario offrire una mappa che aiuti ad orientarsi

20 La SAT di 1° Modulo non è un optional Destinatari: tutte le nuove famiglie dei Club di un territorio

21 SCUOLE ALCOLOGICHE TERRITORIALI 1° MODULO PER LE NUOVE FAMIGLIE DEI CLUB DI UNA O PIU ACAT (4-8 famiglie ) 8-10 INCONTRI DI UN ORA E MEZZA (parte teorica più discussione) UN INSEGNANTE FORMATO E PREPARATO DISPONIBILE E AGGIORNATO LUCIDI DEL LIBRO ALCOL: PIACERE DI CONOSCERTI E ALLORA COME… VALUTAZIONE DEGLI INCONTRI QUESTIONARIO MODALITA DI APPROCCIO INSERIMENTO E COINVOLGIMENTO ATTIVO DELLE FAMIGLIE

22 SCUOLA ALCOLOGICA TERRITORIALE DI 1° MODULO 1.CHE COSA E LA SALUTE 2.LALCOL E I SUOI EFFETTI 3.IL BERE E I PROBLEMI ALCOLCORRELATI 4.LA FAMIGLIA 5.LA RETE TERRITORIALE 6.IL CLUB, COSA E,COME FUNZIONA 7.IL SERVITORE INSEGNANTE 8.LE ASSOCIAZIONI 9.IL CLUB E I PROBLEMI COMPLESSI 10.SPIRITUALITA ANTROPOLOGICA

23 SCUOLE ALCOLOGICHE TERRITORIALI 2° MODULO PER TUTTE LE FAMIGLIE DI 2-4 CLUB DI UN TERRITORIO UN INCONTRO DI 3 O 4 ORE OGNI ANNO UN INSEGNANTE AGGIORNAMENTO SULLE NOVITA DELLAPPROCCIO RIDEFINIZIONE DEI CONCETTI E DELLA TERMINOLOGIA

24 SCUOLE ALCOLOGICHE TERRITORIALI 2° MODULO MODALITA DI REALIZZAZIONE 1° ORA:INTRODUZIONE DELLE TEMATICHE DA PARTE DELLINSEGNANTE 2° ORA:LAVORO IN GRUPPI AUTOGESTITI 3° ORA:*DISCUSSIONE DEI LUCIDI PRODOTTI DAI GRUPPI AUTOGESTITI *CONCLUSIONE DELLA GIORNATA E CONSEGNA DEGLI ATTESTATI *MOMENTO DI FESTA Durante la settimana in cui si è svolge la scuola territoriale, le famiglie non partecipano allincontro settimanale del Club

25 LE SCUOLE ALCOLOGICHE DI III MODULO DUE INCONTRI DI 3 ORE INFORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE PROMOZIONE E PROTEZIONE DELLA SALUTE

26 LE SCUOLE ALCOLOGICHE DI III MODULO MODALITA DI REALIZZAZIONE 1° SERATA 1° ORA E 2° ORA 3° ORA SALUTE ED AUTOPROTEZIONE COSA E LALCOL LALCOL NELLA STORIA IO E LALCOL IL BERE MODERATO I PROBLEMI ALCOL-CORRELATI LAVORO IN GRUPPI AUTOGESTITI 2° SERATA DISCUSSIONE DEI LUCIDI PRODOTTI DAI GRUPPI AUTOGESTITI INTERVENTI DELLE FAMIGLIE DEI CLUB SUL LORO PERCORSO DI CAMBIAMENTO SERVIZI E CLUB NODI DELLA RETE TERRITORIALE PER I PROBLEMI ALCOLCORRELATI CONCLUSIONE DELLA SERATA CON MOMENTO DI FESTA

27 ESEMPIO DI COLLABORAZIONE PUBBLICO-PRIVATO I SERVIZI DI ALCOLOGIA ORGANIZZANO IN COLLABORAZIONE CON LE ACAT LE SCUOLE ALCOLOGICHE DI III MODULO III modulo per le famiglie della comunità Promozione e protezione della salute

28 và tutto bene? possiamo migliorare o adeguare la formazione a nuove esigenze e bisogni formativi? Chiediamoci però

29 La parola educare significa permettere di esprimere e tirar fuori da parte di ognuno il suo proprio sapere esperienziale ed umano, presente in ogni persona al di là delle problematiche che vive. 21/11/13

30 HUDOLIN DICE L Approccio Ecologico Sociale è un processo dinamico influenzato dai risultati delle ricerche e delle esperienze pertanto diventa indispensabile una formazione continua Oggi dalla Formazione allEducazione Ecologica Continua

31 EDUCAZIONE CONTINUA Comprende la totalità dei processi di apprendimento, in cui gli adulti sviluppano le proprie capacità, ampliano le conoscenze e migliorano o riorientano le qualifiche per soddisfare le proprie necessità e quelle del contesto sociale in cui si trovano

32 LA VALUTAZIONE La sistematicità e la capillarità della formazione costituiscono lo scheletro forte del mondo dei Club, ma proprio per questo è fondamentale che le attività formative siano omogenee in tutto il territorio e siano sottoposte a continue verifiche per garantire la dinamicità e lintegrità del metodo

33 Non è la letteratura né il vasto sapere che fa luomo,ma la sua educazione alla vita reale. Che importanza avrebbe che noi fossimo arche di scienza, se poi non sapessimo vivere in fraternità con il nostro prossimo? Gandhi 21/11/13

34 FORMAZIONE CAMBIAMENTO

35 IL CENTRO DI SALVATAGGIO Lungo una costa rocciosa, in un punto in cui i naufragi erano piuttosto frequenti, sorgeva un tempo un piccolo e sgangherato centro di frequenti, sorgeva un tempo un piccolo e sgangherato centro di salvataggio, costituito da una capanna e da una sola barca. salvataggio, costituito da una capanna e da una sola barca. A gestirlo cerano poche persone, ma molto attente, le quali sorvegliavano costantemente il mare e, senza troppo riguardo per la loro incolumità, erano costantemente il mare e, senza troppo riguardo per la loro incolumità, erano pronte a sfidare coraggiosamente la tempesta al primo segnale di pericolo. pronte a sfidare coraggiosamente la tempesta al primo segnale di pericolo. Molte vite erano state salvate in questo modo e il centro divenne famoso. A mano a mano che la fama aumentava, la gente della zona insistette per offrire la propria collaborazione ad unopera tanto preziosa. la propria collaborazione ad unopera tanto preziosa. Essi donarono tempo e denaro, tanto che il numero degli iscritti aumentò, furono acquistate nuove barche e istruiti nuovi equipaggi. acquistate nuove barche e istruiti nuovi equipaggi. La capanna stessa fu sostituita da un edificio più confortevole, in grado di provvedere alle necessità di coloro che venivano salvati e, comè prevedibile, provvedere alle necessità di coloro che venivano salvati e, comè prevedibile, dato che non tutti i giorni avviene un naufragio, esso divenne un centro dato che non tutti i giorni avviene un naufragio, esso divenne un centro popolare, una specie di circolo sociale. popolare, una specie di circolo sociale.

36 Col passare del tempo i soci furono sempre più occupati con le attività ricreative e sempre meno interessati alle operazioni di salvataggio, anche ricreative e sempre meno interessati alle operazioni di salvataggio, anche se sugli stemmi che portavano spiccava il motto originale. se sugli stemmi che portavano spiccava il motto originale. In realtà, quando qualcuno veniva effettivamente salvato, era una grande seccatura, poiché si trattava di gente sporca e malridotta, che insudiciava seccatura, poiché si trattava di gente sporca e malridotta, che insudiciava i mobili e i tappeti. i mobili e i tappeti. Ben presto le attività sociali del Club divennero così numerose e quelle di salvataggio così scarse che durante una riunione ci fu una levata di scudi da salvataggio così scarse che durante una riunione ci fu una levata di scudi da parte di alcuni, i quali insistevano affinchè si tornasse agli scopi originali del parte di alcuni, i quali insistevano affinchè si tornasse agli scopi originali del centro. centro. La proposta fu messa ai voti e gli agitatori, che si rivelarono una piccola minoranza, furono invitati ad andarsene dal Club e a crearne uno nuovo. furono invitati ad andarsene dal Club e a crearne uno nuovo. Ed è proprio quello che essi fecero, un po più avanti, lungo la costa, con tanto altruismo e ardimento che, dopo poco, il loro eroismo li rese famosi. altruismo e ardimento che, dopo poco, il loro eroismo li rese famosi. Arrivarono così nuovi collaboratori, la loro baracca fu ristrutturata … e il loro idealismo smorzato. idealismo smorzato. Se vi capita di passare da quelle parti, troverete tutta una serie di circoli esclusivi disseminati lungo la costa. disseminati lungo la costa. Ciascuno di essi è giustamente fiero delle sue origini e delle sue tradizioni. Da quelle parti avvengono ancora naufragi, ma nessuno ci bada.


Scaricare ppt "Leducazione continua nellapproccio ecologico sociale MIRENA ANGELI VERDIGI FRANCA Corso di sensibilizzazione all'approccio ecologico-sociale ai problemi."

Presentazioni simili


Annunci Google