La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

WeDO Per il benessere e la dignità delle persone anziane: Risultati

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "WeDO Per il benessere e la dignità delle persone anziane: Risultati"— Transcript della presentazione:

1 WeDO Per il benessere e la dignità delle persone anziane: Risultati
Progetto cofinanziato dall’Unione Europea WeDO Per il benessere e la dignità delle persone anziane: Risultati

2 Il-Contesto Migliorare la qualità della cura e combattere l’abuso e la negligenza verso gli anziani sono temi che riscuotono una cresvcente attenzione, negli ultimi anni, a livello europeo. Il progetto WeDO è cofinanziato dall’unione Europea come Progetto Pilota sulla prevenzione degli abusi verso gli anziani ( ) Il progetto si concentra su come migliorare la qualità della vita delle persone anziane bisognose di cura ed assistenza, compreso come sviluppare misure per combattere l’abuso verso gli anziani e le situazioni di “cattiva assistenza” in tutti i contesti di cura (ad es. al domicilio, in struttura residenziale…) First point : The european commission organized two conferences in 2008 and in 2012 about the topics of protecting dignity of older people and fighting against elder abuse, to gather experiences from EU projects and national initiatives. The European Parliament also asked in 2010 to develop a code of conduct for professionals and to develop measures to fight elder abuse The member states gathered in Council meetings regularly asked to develop policies aiming at protecting dignity, and at promoting healthy and active ageing.

3 "Dobbiamo andare a letto alle 18:00 tutti i giorni e stare a letto tutto il giorno durante il fine settimana. Dicono che non hanno personale sufficiente per prendersi cura di noi. " "Mi sono rotto una gamba due settimane fa, ma continuo a ricevere lo stesso numero di ore di assistenza come prima. Mio figlio, che vive a 100 km da casa mia, ha bisogno di venire ad aiutarmi ogni giorno per vestirmi e farmi una doccia. " "Ho paura che le mie figlie decidano improvvisamente di mandarmi in una struttura residenziale senza parlarne con me prima. Mi piace vivere da sola e preferirei stare a casa, se possibile. "

4 “"Mio marito (79) ha avuto la demenza per due anni
“"Mio marito (79) ha avuto la demenza per due anni. Ho chiamato il servizio di assistenza Alzheimer e ho trovato quello che stavo cercando: una lunga conversazione indisturbata con una persona qualificata in grado di darmi consigli pratici. Questo è così importante per me! " "Il nuovo capo del gruppo ci ha fatto capire che il nostro posto di lavoro è al domicilio delle persone anziane. Abbiamo iniziato a mettere l'accento sul rendere la vita nella nostra casa di cura più 'accogliente‘, più simile ad una «casa». Il favorire la partecipazione alla vita quotidiana è iniziato con piccole modifiche [...] Il risultato è stato che abbiamo spostato dal 70% al 20% i residenti allettati "

5 Come è stato condotto il progetto
Coordinatore :AGE Platform Europe, piattaforma europea delle organizzazioni che rappresentano le persone anziane, in particolare verso le istituzioni dell'UE Partners:18 organizzazioni provenienti da diversi settori: organizzazioni di utenti, fornitori di servizi, ricercatori, autorità pubbliche, ecc riuniti in un gruppo di direzione del progetto. Principale obiettivo:creare un partenariato duraturo e crescente di organizzazioni impegnate a migliorare il benessere e la dignità delle persone anziane bisognose di cure e di assistenza

6 Paesi rappresentati Irlanda Francia Germania Olanda Belgio Italia
Grecia Repubblica Ceca Austria Svezia Finlandia Slovenia + coalizione EU

7 La coalizione italiana :i membri
• ANCeSCAO Lazio • ANCeSCAO Latina • Anziani e non solo soc. coop • Associazione Persona e danno • Centro Maderna • FIPAC • INRCA-Istituto Nazionale di Ricovero e Cura per Anziani, • Provincia di Reggio Emilia • Regione Friuli Venezia Giulia, • Solimai soc.coop

8 La coalizione italiana :i referenti
Referenti per il Gruppo di Coordinamento del progetto europeo: Loredana Ligabue e Licia Boccaletti (Anziani e non solo soc.coop) Referente per la coalizione italiana • Elio D’Orazio (FIPAC) Il sito della coalizione italiana

9 I pilastri del Progetto WeDO
Documento di riferimento: la Carta europea per i diritti e le responsabilità delle persone anziane bisognose di cure e di assistenza Punto di partenza: il quadro volontario europeo di qualità per i servizi sociali sviluppato dal Comitato per la protezione sociale, un gruppo composto da rappresentanti degli Stati membri e della Commissione europea Dinamica:creazione di coalizioni nazionali e di una coalizione europea e realizzazione di incontri, adesione di organizzazioni attive nel corso del progetto

10 II- I risultati del progetto WeDO
Un quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine, che comprende: una introduzione inerente l’ANALISI, la visione e i valori comuni del partenariato Wedo Un elenco di principi di qualità e le relative aree di intervento Raccomandazioni per l'attuazione di un miglioramento della qualità, con esempi di strumenti di qualità e una metodologia per un approccio partecipativo, 2) a livello dell'UE un partenariato di organizzazioni impegnate a migliorare la qualità della vita delle persone anziane bisognose di cure e di assistenza

11 1) Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine (48p)

12 Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine / Introduzione
Obiettivi individuati Garantire un'analisi e visione comune a lungo termine e sensibilizzare l'opinione pubblica Aumentare la partecipazione degli anziani :-nella identificazione dei loro bisogni e dei servizi di assistenza sanitaria e sociale di cui necessitano, -nello sviluppo di misure per la qualità e l’innovazione Aiutare a sviluppare soluzioni eque e sostenibili per migliorare il benessere e la dignità delle persone anziane bisognose di cure e di assistenza, facilitando lo scambio di buone pratiche all'interno di un paese e in ambito transfrontaliero; Promuovere un migliore coordinamento e scambio di informazioni tra i diversi attori per migliorare la qualità e l'efficienza dei servizi, e in particolare tra i responsabili politici, i fornitori di servizi e professionisti della cura e tra gli operatori professionali e i caregiver informali; Migliorare la qualità dei sistemi di assistenza a lungo termine , raggiungendo un buon equilibrio tra riduzione dei costi di efficienza e miglioramento della qualità; Attraverso queste azioni, migliorare la qualità della vita delle persone anziane bisognose di cure e di assistenza.

13 Caregiver professionali
Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine / Introduzione Gruppi di destinatari Decisori politici Fornitori di servizi (case di riposo, assistenza domiciliare e servizi di comunità per gli anziani, ecc) Caregiver professionali Organizzazioni di anziani e di caregiver informali Policy makers to create the conditions for the implementation of the European Quality Framework to develop fair, sustainable and efficient long-term care systems and services; identify good practices and consult systematically with other stakeholders such as older people’s organisations and carers’ organisations; Service providers (residential care homes, home care and community services for older people, etc.) to consult systematically all relevant stakeholders, including older people’s organisations and carers’ organisations, to assess their activities; base their internal quality management system on the WeDO quality principles and areas of action, organise training programmes for their staff around the Quality Framework, look for good practices. Professional carers to use the Quality Framework as a basis to discuss quality care with their colleagues, managers and older persons in need of care and assistance and their informal carers as well as any other relevant stakeholder, assess the gaps and reflect together on solutions to overcome them. Older people’s and informal carers’ organisations to use this Quality Framework to raise awareness of the need to improve the quality of life of older people in need of care and assistance and their carers and to fight elder abuse, to start/increase networking on this issue, and to communicate the needs and expectations of older people, professional and informal carers

14 Quadro volontario europeo di qualità per i servizi di cura a lungo termine / Introduzione
Valori comuni: Il partenariato prevede un approccio basato sui diritti alla cura, come indicato nella Carta europea per i diritti e le responsabilità delle persone anziane bisognose di cure e di assistenza, e il diritto ad invecchiare con dignità fino alla fine della vita Il partenariato considera che sviluppare ambienti adatti all’età e all’invecchiamento attivo sia un concetto chiave per l'evoluzione dei sistemi di assistenza a lungo termine Una risposta integrata al fabbisogno di cura e di assistenza è considerato dal Partenariato il miglior modo per garantire che il risultato assistenziale sia ottimizzato e adattato alle esigenze degli utenti e dei loro caregiver Il partenariato riconosce il ruolo fondamentale del caregiving informale e ritiene che misure volte a migliorare la qualità delle cure a lungo termine debbano supportare gli operatori informali, in particolare riconoscendo che hanno bisogno di sollievo

15 Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine
11 principi di qualità‘. Un servizio di qualità deve essere: Rispettosa dei diritti umani e della dignità della persona Incentrato sulla persona Preventivo e riabilitativo Disponibile Accessibile Economicamente sostenibile Completo Continuo Orientata ai risultati e basato su prove di efficacia Trasparente Attento alla cultura e al genere della persona che ne usufruisce

16 Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine
7 'aree di intervento', un servizio di qualità dovrebbe contribuire a: Prevenire e combattere l'abuso e la negligenza verso gli anziani Garantire l’empowerment delle persone anziane bisognose di cure e creare opportunità per la loro partecipazione Assicurare buone condizioni e un buon ambiente di lavoro e e investire sul capitale umano Sviluppare adeguate infrastrutture fisiche Sviluppare un approccio collaborativo Sviluppare un sistema di buona governance Sviluppare una comunicazione ed una sensibilizzazione adeguate

17 Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine/implementazione
Linee guida e raccomandazioni per l'azione 1) Raccomandazioni per le diverse parti interessate (politici, fornitori di servizi, caregiver formali, anziani e organizzazioni di caregiver informali) a diversi livelli (comunitario, nazionale, regionale, locale) con esempi di «strumenti» per la qualità 2) Presentazione di una metodologia di approccio partecipativo per coinvolgere gli anziani nel processo decisionale, con esempi di buone pratiche

18 Quadro volontario europeo per la qualità dei servizi di assistenza a lungo termine/implementazione
Buone pratiche ed esempi di casi Ciascun principio e area di azione è illustrato da un caso esemplificativo e da una testimonianza Un elenco di buone pratiche è disponibile nel documento ed un elenco più lungo è disponibile sul sito web del progetto Wedo Possibilità di presentare una buona pratica direttamente online sul sito Wedo

19 Il sommario (4p)

20 Il Partenariato Europeo
Nel corso del progetto Wedo: 12 coalizioni nazionali e 1 incontro di coalizione UE con incontri ed attività sulle strategie nazionali o piani d'azione 3 eventi europei in cui i rappresentanti delle coalizioni si sono incontrati, hanno discusso il quadro di qualità e condiviso esperienze e conoscenze (Utrecht, giugno Vienna, aprile 2012 e Bruxelles, novembre 2012)

21 Il Partenariato Europeo
Dopo il Progetto WEDO : Il Partenariato rimane aperto all’adesione di nuove organizzazioni e paesi Le coalizioni continueranno ad operare insieme e ad implementare i loro piani di azione e a disseminare il quadro di qualità europeo

22 Il partenariato europeo
Il volantino

23 Il partenariato europeo
Il volantino

24 III-Partecipa!! www.wedo-partnership.eu 1) Per informarsi sul progetto
Il sito web WeDO : Esso comprende: I dettagli di contatto di tutti i leader delle coalizioni nazionali Wedo. Esempi di strumenti di qualità Un database completo di buone pratiche La metodologia per un approccio partecipativo, con ulteriori suggerimenti e consigli Una sintesi delle esperienze delle coalizioni nazionali di Wedo Un forum in cui si sarà in grado di discutere con gli altri membri del partenariato

25 III- Partecipa! 2) Unisciti al partenariato Si può aderire al partenariato: -Contattando il coordinatore della coalizione nazionale e partecipando al loro lavoro in uno dei 12 paesi coinvolti nel progetto Wedo (vedi informazioni di seguito) -Contattando AGE Platform Europe se il vostro paese non è stato coinvolto nel progetto Wedo. Forniremo informazioni e supporto per aiutarti a partecipare alla partnership e creare una coalizione di soggetti interessati nel tuo paese. -Implementando il quadro di qualità per i servizi di assistenza a lungo termine e inviandoci informazioni su come avete operato.

26 Prossimi passi Annota la data!
Conferenza finale al Parlamento Europeo, Bruxelles, 14 Novembre 2012 pomeriggio A livello comunitario: Il Documento di lavoro sull’assistenza a lungo termine deve essere rilasciato per la fine dell'anno La Comunicazione della Commissione europea sull’ assistenza a lungo termine sarà lanciata nel 2013 I lavori per la Convenzione delle Nazioni Unite per i diritti delle persone anziane unitamente al Consiglio d'Europa

27 This project is cofinanced by the European Union
Grazie!


Scaricare ppt "WeDO Per il benessere e la dignità delle persone anziane: Risultati"

Presentazioni simili


Annunci Google