La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Maggio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani RICERCA SULLA POPOLAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Maggio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani RICERCA SULLA POPOLAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Maggio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani RICERCA SULLA POPOLAZIONE

2 2 INDICE OBIETTIVI E METODOLOGIApag. 3 LA CONOSCENZA DELLE LIBERALIZZAZIONIpag. 4 LA PERCEZIONE DELLIMPATTO DELLE LIBERALIZZAZIONI pag. 9 LA CONOSCENZA DELLE AUTHORITY pag. 13 LE FONTI DI INFORMAZIONE AUSPICATE SU LIBERALIZZAZIONI E AUTHORITYpag. 20 LA SCHEDA DELLA RICERCApag. 23

3 3 OBIETTIVI E METODOLOGIA Misurare la conoscenza delle liberalizzazioni; Rilevare la percezione degli effetti delle liberalizzazioni; Misurare la conoscenza delle Authority; Verificare le fonti di informazione su liberalizzazioni e Authority. Per raggiungere questi obiettivi è stato intervistato un campione di italiani, statisticamente rappresentativo della popolazione adulta.

4 LA CONOSCENZA DELLE LIBERALIZZAZIONI 4

5 5 La grande maggioranza degli italiani dice di conoscere le liberalizzazioni, almeno per sentito dire. Un terzo circa ritiene di sapere bene cosa sono. Base casi 1000; valori percentuali Testo della domanda: Negli ultimi tempi si è parlato di liberalizzazioni, qualcuno si è informato in proposito, altri non ancora. Lei personalmente sa, anche solo per averne sentito parlare che cosa sono le liberalizzazioni? CONOSCE, ALMENO PER AVERNE SENTITO PARLARE 83%

6 6 Alcune accentuazioni Conosce, almeno per averne sentito parlare 83% In particolare: al crescere del titolo di studio (elementare 67%, laurea 93%), tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 92%, tra i lavoratori dipendenti con qualifica medio alta 90%, tra gli uomini 89%, tra i 40-49enni 89%, tra chi risiede nel centro Italia 89% La conoscenza è correlata positivamente al titolo di studio, è inoltre più accentuata tra i professionisti e i lavoratori con qualifiche medio-alte, tra gli uomini, i 40-49enni e tra chi risiede nel centro Italia. Base casi 1000; valori percentuali Testo della domanda: Negli ultimi tempi si è parlato di liberalizzazioni, qualcuno si è informato in proposito, altri non ancora. Lei personalmente sa, anche solo per averne sentito parlare che cosa sono le liberalizzazioni?

7 7 Dopo il suggerimento la percentuale di chi dice di conoscere le liberalizzazioni, almeno per averne sentito parlare, aumenta di poco. Base casi 1000; valori percentuali SUGGERIMENTO: Parliamo di liberalizzazioni e apertura del mercato. A seguito dellapertura del mercato dellenergia elettrica dal 1° luglio 2007 potremo scegliere il nostro fornitore di energia elettrica, come già oggi possiamo scegliere il gestore del telefono di casa o del cellulare. Sempre a seguito dellapertura del mercato avremo ad esempio la possibilità di estinguere in anticipo i mutui senza pagare le penali. Lei conosce, anche solo per averne sentito parlare, le liberalizzazioni? CONOSCENZA SUGGERITA CONOSCE, ALMENO PER AVERNE SENTITO PARLARE 88%

8 8 In sintesi: la quasi totalità degli italiani ritiene di sapere cosa sono le liberalizzazioni. Solo il 10% dice di non conoscerle. Base casi 1000; valori percentuali * UN INDICATORE SINTETICO DI CONOSCENZA DELLE LIBERALIZZAZIONI 90% * Lindicatore è stato ottenuto mediante una combinazione delle risposte alle due domande precedenti relative alla percezione della conoscenza e alla conoscenza suggerita delle liberalizzazioni. In particolare: al decrescere del titolo di studio (elementare 24%), tra i più giovani (18-29enni 21%), tra le casalinghe 18% e le donne in generale 15%.

9 LA PERCEZIONE DELLIMPATTO DELLE LIBERALIZZAZIONI 9

10 10 Testo della domanda: A proposito di liberalizzazioni, lei direbbe che per … le liberalizzazioni sono un fatto … Secondo la maggioranza degli italiani le liberalizzazioni sono un fatto positivo sia per leconomia e le aziende italiane, sia per le condizioni della propria famiglia Base casi 1000; valori percentuali

11 11 Sono un fatto molto o abbastanza positivo … tra chi dice di conoscere bene le liberalizzazioni 82%, tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 77%, tra i lavoratori dipendenti con medio alta qualifica 73%, tra gli uomini 72%, tra i 40-49enni 72%, al crescere del titolo di studio (elementare 46%, laurea 71%), La visione positiva delle liberalizzazioni è più accentuata tra chi dice di conoscerle bene, tra i professionisti, tra gli uomini e i laureati Base casi 1000; valori percentuali tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 79%, tra chi dice di conoscere bene le liberalizzazioni 75%, tra gli uomini 71%, tra i 40-59enni 70%, tra i lavoratori dipendenti con medio alta qualifica 70%, tra chi risiede in comuni medio grandi (con oltre 50mila abitanti) 68% Testo della domanda: A proposito di liberalizzazioni, lei direbbe che per … le liberalizzazioni sono un fatto … tra chi dice di conoscere bene le liberalizzazioni 77%, tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 73%, al crescere del titolo di studio (elementare 45%, laurea 69%), tra i lavoratori dipendenti con medio alta qualifica 66%, tra gli uomini 65%, tra i 40-59enni 64%, tra chi risiede nel nord ovest 62% Per leconomia italiana in generale 66% Per le aziende italiane 64% Per le condizioni della sua famiglia 58% Alcune accentuazioni

12 12 In sintesi: tre italiani su quattro ritengono che le liberalizzazioni avranno un impatto positivo sulleconomia italiana e/o sulle aziende e/o sulle famiglie. Base casi 1000; valori percentuali * UN INDICATORE SINTETICO DELL IMPATTO DELLE LIBERALIZZAZIONI Impatto positivo 75% Nessun impatto positivo 25% * Lindicatore è stato ottenuto mediante un conteggio delle risposte date alle tre domande precedenti. Positivo su 3 aspetti = risposte molto o abbastanza positivo su tutti e tre gli aspetti; positivo su 1 o 2 aspetti = risposte molto o abbastanza positivo su uno o due aspetti; né positivo né negativo su 3 aspetti = risposte né positivo né negativo su tutti e tre gli aspetti; negativo su almeno 1 aspetto = risposte molto o abbastanza negativo su almeno un aspetto; Soprattutto tra: gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 66%, chi conosce bene le liberalizzazioni 63%, gli uomini 56%, i 40-59enni 55%, chi risiede al nord ovest 53% Soprattutto tra: chi ha un basso livello di istruzione 41%, i più giovani 18-29enni 30%, gli operai 29%, le donne in generale 26%

13 LA CONOSCENZA DELLE AUTHORITY 13

14 14 Quasi 8 italiani su 10 dicono di conosce le Authority, almeno per sentito dire. Un quarto circa ritiene di sapere bene cosa sono. Base casi 1000; valori percentuali Testo della domanda: Negli ultimi tempi si è parlato di Authority, qualcuno si è informato in proposito, altri non ancora. Lei personalmente sa, anche solo per averne sentito parlare, che cosè una Authority? CONOSCE, ALMENO PER AVERNE SENTITO PARLARE 77%

15 15 Conosce, almeno per averne sentito parlare 77% In particolare: al crescere del titolo di studio (elementare 60%, laurea 89%), tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 87%, tra i lavoratori dipendenti con qualifica medio - alta 85%, tra gli uomini 85%, tra chi risiede nel centro Italia 83%, tra i 40-49enni 82%, tra chi risiede nelle grandi città (con oltre 100 mila abitanti) 81% Base casi 1000; valori percentuali Testo della domanda: Negli ultimi tempi si è parlato di Authority, qualcuno si è informato in proposito, altri non ancora. Lei personalmente sa, anche solo per averne sentito parlare che cosè una Authority? La conoscenza è correlata positivamente al titolo di studio, è inoltre più accentuata tra i professionisti e i lavoratori con qualifiche medio-alte, tra gli uomini, i 40-49enni e tra chi risiede nel centro Italia e nelle grandi città. Alcune accentuazioni

16 16 Testo della domanda: Le Authority sono Autorità pubbliche di garanzia, previste dalla legge, che hanno il compito di garantire la concorrenza e lefficienza e di tutelare gli interessi dei consumatori in settori come quello finanziario, delle comunicazioni, dellenergia elettrica e del gas. Lei conosce, anche solo per averne sentito parlare, le seguenti Authority che operano in Italia? Le diverse Authority sono abbastanza conosciute dagli italiani. Il Garante per la privacy e la Banca dItalia sono le più note. Base casi 1000; valori percentuali

17 17 Un italiano su due dichiara di conoscere, almeno per averne sentito parlare, tutte le Authority che operano in Italia. Conoscono... Base casi 1000; valori percentuali * UN INDICATORE DI CONOSCENZA DELLE SINGOLE AUTHORITY * Lindicatore è stato ottenuto mediante un conteggio delle risposte affermative relative alla domanda precedente sulla conoscenza delle sei singole Authority. 89% In particolare: tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 66%, al crescere del titolo di studio (laurea 62%), tra gli uomini 58%, tra i lavoratori dipendenti con qualifica medio - alta 56%, tra i enni 55% In particolare: al decrescere del titolo di studio (elementare 27%), tra le casalinghe 18%, tra i più giovani 18-29enni 15%

18 18 La quasi totalità degli italiani dice di sapere cosa sono le Authority, almeno per sentito dire, solo il 9% di non conoscerle. Base casi 1000; valori percentuali * UN INDICATORE SINTETICO DI CONOSCENZA DELLE AUTHORITY 91% * Lindicatore è stato ottenuto mediante una combinazione delle risposte alla domanda sulla percezione della conoscenza e allindicatore sintetico di conoscenza delle Authority. (% di quanti avevano dichiarato di non sapere cosa sono le Authority, ma poi hanno detto di conoscere alcune o tutte le Authority elencate) In particolare: tra i più giovani 18-29enni 24%, tra chi ha un basso titolo di studio (elementare /media inferiore 19%)

19 19 In sintesi: la percezione di conoscere liberalizzazioni e Authority riguarda la stragrande maggioranza degli italiani. Conosce... Base casi 1000; valori percentuali * UN INDICATORE SINTETICO DI CONOSCENZA DELLE LIBERALIZZAZIONI E DELLE AUTHORITY * Lindicatore è stato ottenuto mediante un incrocio degli indicatori sintetici di conoscenza delle liberalizzazioni e delle Authority. In particolare: al crescere del titolo di studio (da elementare 5% a laurea 42%), tra i lavoratori dipendenti con qualifica medio - alta 32%, tra i enni 29%, tra gli uomini 28%, tra gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 27% Conosce entrambe 88%

20 LE FONTI DI INFORMAZIONE AUSPICATE SU LIBERALIZZAZIONI E AUTHORITY 20

21 21 Testo della domanda: Fra i seguenti soggetti, secondo lei, chi dovrebbe impegnarsi di più per informare i cittadini sulle Liberalizzazioni, già attuate o in progetto, nel nostro Paese? Indichi al massimo tre risposte: prima la più importante, poi la seconda ed infine la terza. Il Governo è indicato come il principale soggetto che dovrebbe impegnarsi per informare i cittadini sulle liberalizzazioni. Al secondo posto gli enti locali. Base casi 1000; valori percentuali Al crescere del titolo di studio (elementare 14%, laurea 31%), gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 29%, chi risiede in grandi comuni (con oltre 100 mila abitanti) 29%, i lavoratori dipendenti con medio alte qualifiche 28% Al decrescere del titolo di studio (laurea 13%, elementare 24%) I 40-59enni 17%

22 22 Testo della domanda: Fra i seguenti soggetti, secondo lei, chi dovrebbe impegnarsi di più per informare i cittadini sul ruolo delle Authority nel nostro Paese? Indichi al massimo tre risposte: prima la più importante, poi la seconda ed infine la terza.. Base casi 1000; valori percentuali Per gli italiani sono le stesse Authority a doversi impegnare principalmente, insieme a Governo e enti locali, per informare i cittadini sul loro ruolo. Al crescere del titolo di studio (da elementare 5% a laurea 34%), chi risiede in medio - grandi città ( mila abitanti) 29%, gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 26%, i 30-59enni 26% Chi risiede nelle grandi città (con oltre 100 mila abitanti) 26%, gli uomini 24%, i diplomati 24%, gli imprenditori/dirigenti/liberi professionisti 24%

23 23 (In ottemperanza al regolamento dellAutorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP, pubblicato su G.U. 185 del 8/8/2002 e 237/03/CSP, su G.U. 285 del 9 dicembre 2003) Soggetto realizzatore: Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione – ISPO s.r.l. Committente – acquirente:Consumers Forum Tipo e oggetto del sondaggio:sondaggio di opinione a livello nazionale Metodo di raccolta delle informazioni:panel telematico Universo di riferimento:popolazione italiana maggiorenne Campione:proporzionale alla popolazione italiana maggiorenne per genere, età, titolo di studio, condizione professionale, area geografica e ampiezza del comune di residenza Estensione territoriale:nazionale Numero dei rispondenti:1000 Margine di errore:+/-3% Elaborazioni:SPSS Periodo / date di rilevazione:11-13 maggio Testo integrale delle domande rivolte:informazione allegata alle tabelle illustrative i risultati del sondaggio Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione:www.agcom.it. In caso di pubblicazione e' obbligatoriowww.agcom.it riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. ISPO non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanza. LA SCHEDA DELLA RICERCA


Scaricare ppt "Maggio 2007 Le liberalizzazioni e le Authority nella percezione degli italiani RICERCA SULLA POPOLAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google