La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cioffi Edda Manzi Anna Maria. Lo sviluppo del bambino,i processi psicologico-individuale-sociale appaiono fondate in pratiche ricorrenti,condivise situate.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cioffi Edda Manzi Anna Maria. Lo sviluppo del bambino,i processi psicologico-individuale-sociale appaiono fondate in pratiche ricorrenti,condivise situate."— Transcript della presentazione:

1 Cioffi Edda Manzi Anna Maria

2 Lo sviluppo del bambino,i processi psicologico-individuale-sociale appaiono fondate in pratiche ricorrenti,condivise situate allinterno dei contesti di vita delle persone(Monaco,2008,P.68). Socializzazione: reciproco processo di conoscenza e adattamento che si realizza tra società e i propri membri e che subisce importanti variazioni(Fasullo e Pontecorvo). Prospettiva che si muove nel paradigma della socializzazione linguistica.

3 -Fattori che hanno contribuito nel marginalizzare il mondo infantile nella ricerca antropologica 1. Non hanno mai visto bambini di età inferiore a i 5 anni come informatori adeguati 2. Bambini collocati sempre nella categoria Natura. Ochs e Schieffelin, invece, propongono unindagine antropologica ed etnografica studiando matrice socio-culturale con e tra i bambini

4 Lo studio della socializzazione linguistica prende in esame la socializzazione alluso del linguaggio e attraverso il linguaggio (Fasulo, Sterponi, 2006). Linguaggio/Discorso:non solo strumento ma anche obiettivo della socializzazione. Parole: Opportunità di definire situazioni,costruire abitudini,e convenzioni interazionali (Monaco, 2008)

5 Molinari: la famiglia è il primo mondo sociale per i bambini non solo in senso cronologico,ma anche limportanza che la cultura familiare,i significati dellazione quotidiane ricoprono nellinfanzia e vita individuo

6 La scuola rappresenta un contesto sociale naturale grazie alle sue particolari modalità di costruzione della conoscenza (Pontecorvo, Ajello, 1991) Polarizzando lattenzione sulle pratiche discorsive si possono comprendere i cambiamenti nelle capacità cognitive nel bambino

7 1. Come si relazionano scuola e famiglia? 2. Quali sono le rappresentazioni individuali che i membri della famiglia costruiscono e ri-negoziano sugli aspetti del mondo scolastico?

8 Scuola Famiglia Discorso Homeworks

9 1. Continuità scuola-famiglia 2. Coinvolgimento educativo-sociale-culturale Non sono solo unincombenza scolastica ma attività che coinvolge vita quotidiana familiare e rappresentazioni rispetto risultati scolastici.(Liberati, 2005)

10 Tre aspetti coinvolgimento compiti a casa: 1. Costruzione ruolo parentale 2. Senso efficacia del genitore 3. Aspettative generali

11 Obiettivo:esplorare rappresentazioni individuali e collettive che i membri della famiglia costruiscono sui diversi aspetti del mondo scolastico.. Prospettiva:Pluridisciplinare - multimetodo Partecipanti:famiglie con i seguenti criteri: - Genitori impegnati professionalmente - Impegno economico casa,mutuo,affitto - Presenza di due figli uno tra i 7 e 11 anni

12 Tecniche di rilevazione: Diversi strumenti etnografici che vanno dalle osservazioni,videoregistrazioni,interviste individuali.

13 1. Analisi del discorso 2. Analisi della conversazione - Entrambe linguaggio come azione sociale. - Discorso come azione sociale le cui caratteristiche possono essere analizzate in maniera sistematica.

14 Dal lavoro di Pontecorvo- Liberati- Monaco emerge che le risposte dei genitori allintervista individuale rilevano: un generale atteggiamento di cura e attenzione nella scelta della scuola da far frequentare ai figli.

15 1. La consapevolezza relativa alla centralità della figura dellinsegnante rispetto al processo educativo del bambino Le famiglie in particolare riconducono le scelte della scuola a 2 motivazioni principali: a. di carattere pratico-organizzativo (vicinanza allabitazione)-localizzazione geografica (bella posizione); b. Qualità delle persone che lavorano nella scuola (importanza del ruolo dellinsegnante)

16 2. Generale scarsa partecipazione alle attività scolastiche la maggior parte dei genitori affermano di recarsi a scuola per incontrare gli insegnanti poche volte allanno 3. La valutazione del rendimento scolastico dei figli latteggiamento più diffuso è quello di una più o meno lieve insoddisfazione e delusione di come vanno i figli a scuola

17

18 Durante losservazione videoregistrate in casa Olmi è stato possibile assistere a diversi momenti di interazione tra i genitori e Fabrizio durante lo svolgimento dei compiti scolastici si evincono i seguenti importanti punti: Ruolo genitoriale di Scaffolder (Bruner) rispetto allo svolgimento dei compiti scolastici: ruolo fondato non solo sulla facilitazione dellaccesso a materiali informatici e didattici ma anche sullofferta di linee guida – metodologiche. Mamma: non basta leggere quello che si è trovato, occorre anche cercare di capirlo Fabbrizio: no, lo devi elaborare (mantenimento della II pers.sing) indica unoperazione di ri-difinizone e sintesi di tutto quello che la madre ha detto sullutilizzo dellipertesto.

19

20 Dalle interviste sulle concezioni educative e scolastiche dei genitori della ricerca è risultato che: Da parte di tutti cè un forte investimento nella riuscita accademica il buon comportamento limpegno nello studio dei figli a scuola Gli homeworks: pur essendo una situazione che gli stessi genitori riconoscono come tendenzialmente conflittuale sono caratterizzati da uno scambio affettuoso e da una partecipazione a un problema comune. vb

21


Scaricare ppt "Cioffi Edda Manzi Anna Maria. Lo sviluppo del bambino,i processi psicologico-individuale-sociale appaiono fondate in pratiche ricorrenti,condivise situate."

Presentazioni simili


Annunci Google