La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE ESERCITAZIONI A.A 2010/11 Anno Accademico 2010/2011 Università degli Studi di Milano – Facoltà di Scienze Politiche Metodologia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE ESERCITAZIONI A.A 2010/11 Anno Accademico 2010/2011 Università degli Studi di Milano – Facoltà di Scienze Politiche Metodologia."— Transcript della presentazione:

1 METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE ESERCITAZIONI A.A 2010/11 Anno Accademico 2010/2011 Università degli Studi di Milano – Facoltà di Scienze Politiche Metodologia della ricerca sociale (GLO) prof. Ferruccio Biolcati Rinaldi

2 STRUTTURA DEI PRODOTTI SCIENTIFICI 1.Il quadro teorico di riferimento 2.La domanda di ricerca 3.Le ipotesi 4.Analisi dati 5.Interpretazione dei dati 6.Conclusioni 1.Il quadro teorico di riferimento 2.La domanda di ricerca 3.Le ipotesi 4.Analisi dati 5.Interpretazione dei dati 6.Conclusioni

3 Definizione del disegno di ricerca Il fenomeno da studiare Metodo e tecniche La popolazione di riferimento

4 Il fenomeno da studiare I bamboccioni in Italia La transizione ai ruoli adulti e i corsi di vita COSA INTENDIAMO CON TRANSIZIONE AI RUOLI ADULTI? COSA VOGLIAMO STUDIARE EMPIRICAMENTE ?

5 La popolazione di riferimento Gli studenti iscritti alla Facoltà di Scienze politiche dellUniversità degli Studi di Milano Campione non probabilistico Web survey

6 Come raggiungiamo gli intervistati? Ipotesi discusse in aula: Mailing list gruppi studenteschi Facebook social network Sito web docenti Avviso pagina unimi spo Inviti cartacei, banchetti Presentazioni in classe Quote, 3 per studente

7 I temi del questionario: suggerimenti emersi in classe Indipendenza economica Lavoro Uscita dalla casa dei genitori Responsabilità in casa Matrimonio – convivenza Figli Età biologica/sociale Responsabilità sociali (comportamenti e atteggiamenti) Definizione soggettiva sentirsi adulto Autonomia progettuale

8 Le diverse fasi 1.Domanda di ricerca 2.Operativizzazione (dai concetti alle variabili) 3.Costruzione del questionario 4.Il piano di campionamento 5.Rilevazione 6.Analisi statistica dei dati 7.Interpretazione dei dati

9 Autocompilazione (postale, web survey, distribuzione ) Vantaggi Nessuna distorsione da intervistatore Libertà e autonomia nei tempi di compilazione Costi bassi Svantaggi: le domande devono essere molto semplici non si ha la sicurezza dellidentità di chi risponde e dellinesistenza dinfluenze da parte di altre persone presenti; il tasso di ritorno dei questionari compilati è in genere basso; lauto-selezione dei rispondenti avviene spesso secondo parametri non desiderati da chi ha impostato la ricerca;

10 Operativizzazione

11 La struttura del questionario (Meraviglia 2004, )

12 PROBLEMI COMUNI E POSSIBILI RIMEDI Desiderabilità sociale Evitare domande dirette Mancanza di opinioni Non dare per scontato che lintervistato sia informato o abia una opinione Response set Evitare batterie lunghe Acquiescenza Agire sul contenuto e struttura del questionario

13 FONTI DI INFLUENZA DOVUTE ALLO STRUMENTO (MERAVIGLIA 2004, ) 1) Linguaggio semplice e chiaro 2) No lista di risposte troppo estesa 3) Evitare espressioni gergali 4) No espressioni potenzialmente ambigue 5) Evitare termini connotati negativamente e formulazioni tendenziose 6) No espressioni sintatticamente complesse 7) Evitare domande con risposte non univoche 8) Utilità del riferimento temporale 9) Fare riferimento a casi concreti anziché a principi astratti 10) Tenere conto del response set

14 Un difficile equilibrio Lintervista non deve superare determinati limiti di tempo; Ogni domanda deve avere uno scopo ben preciso. Ogni domanda in più e ogni grado di difficoltà in più hanno un costo in termini di tasso di risposta e, in definitiva, di rappresentatività Equilibrio tra due tendenze: da un lato, la considerazione di tutti i fattori che possono avere un ruolo determinante per la qualità percepita in un servizio, dallaltro lato, la reale attuabilità del questionario!

15 DIVENTARE ADULTI: LE TEMATICHE DEL QUESTIONARIO 1.Inserimento nel mercato del lavoro ( 3 sottotematiche) 2.Indipendenza abitativa (3 sottotematiche) 3.Matrimonio/convivenza (3 sottotematiche) 4.Nascita di un figlio ( 2 sottotematiche) 5.Sentirsi adulti (1 tematica) Quali sono gli atteggiamenti, le aspettative e I comportamenti degli studenti e studentesse rispetto a questi cinque aspetti che siamo soliti attribuire allessere adulto? 1.Inserimento nel mercato del lavoro ( 3 sottotematiche) 2.Indipendenza abitativa (3 sottotematiche) 3.Matrimonio/convivenza (3 sottotematiche) 4.Nascita di un figlio ( 2 sottotematiche) 5.Sentirsi adulti (1 tematica) Quali sono gli atteggiamenti, le aspettative e I comportamenti degli studenti e studentesse rispetto a questi cinque aspetti che siamo soliti attribuire allessere adulto?

16 GruppoReferente 1. INSERIMENTO NEL MERCATO DEL LAVORO a. Laccesso al mondo del lavoro1 b. Le rappresentazioni del lavoro2 c. Flessibilità e precarietà3 2. INDIPENDENZA ABITATIVA a. Il rapporto con i genitori4 b. La condivisione dei compiti domestici/responsabilità 5 c. Le intenzioni per il futuro6 3. MATRIMONIO/CONVIVENZA a. Matrimonio o convivenza?7 b. I ruoli di genere8 c. Le intenzioni per il futuro9 4. I FIGLI a. Rappresentazione della maternità/paternità10 b. Le intenzioni per il futuro11 5. SENTIRSI ADULTI12

17 I Gruppi di lavoro 12 tematiche 12 gruppi Ciascun gruppo lavora su unarea tematica e sviluppa domande del questionario che diano luogo ad un massimo di 5 variabili (minimo 3 variabili) NB: in caso di batterie ogni item corrisponde ad una variabile! 12 tematiche 12 gruppi Ciascun gruppo lavora su unarea tematica e sviluppa domande del questionario che diano luogo ad un massimo di 5 variabili (minimo 3 variabili) NB: in caso di batterie ogni item corrisponde ad una variabile!

18 Le tematiche del questionario 1.Inserimento nel mercato del lavoro A.Laccesso al mondo del lavoro (tempi di inserimento, modalità di ricerca, fonti di orientamento, ….) B.Le rappresentazioni del lavoro (lavoro desiderato, caratteristiche importanti,….) C.Flessibilità e precarietà 1.Inserimento nel mercato del lavoro A.Laccesso al mondo del lavoro (tempi di inserimento, modalità di ricerca, fonti di orientamento, ….) B.Le rappresentazioni del lavoro (lavoro desiderato, caratteristiche importanti,….) C.Flessibilità e precarietà

19 2. Indipendenza abitativa A. Il rapporto con i genitori B.La condivisione dei compiti domestici/responsabilità C.Le intenzioni per il futuro 2. Indipendenza abitativa A. Il rapporto con i genitori B.La condivisione dei compiti domestici/responsabilità C.Le intenzioni per il futuro Le tematiche del questionario

20 3. Matrimonio/convivenza A.Matrimonio o convivenza? B.I ruoli di genere C.Le intenzioni per il futuro 3. Matrimonio/convivenza A.Matrimonio o convivenza? B.I ruoli di genere C.Le intenzioni per il futuro

21 4. I figli A.Rappresentazione della maternità/paternità B.Le intenzioni per il futuro 4. I figli A.Rappresentazione della maternità/paternità B.Le intenzioni per il futuro Le tematiche del questionario

22 5. Sentirsi adulti Alcuni suggerimenti emersi in classe: Età biologica/sociale Atteggiamenti e comportamenti da adulto Autonomia progettuale Responsabilità verso altri 5. Sentirsi adulti Alcuni suggerimenti emersi in classe: Età biologica/sociale Atteggiamenti e comportamenti da adulto Autonomia progettuale Responsabilità verso altri

23 Tempi Ogni gruppo deve inviare via e- mail entro il 29 Aprile una prima bozza di Ogni gruppo riceverà un commento scritto per eventuali modifiche integrazioni Per la stesura delle domande usare il modello.xls disponibile sul sito del docente Per la formulazione delle domande leggere la guida allutilizzo del programma Survey La versione definitiva delle domande dovrà essere ultimata entro il 4 maggio Ogni gruppo deve inviare via e- mail entro il 29 Aprile una prima bozza di Ogni gruppo riceverà un commento scritto per eventuali modifiche integrazioni Per la stesura delle domande usare il modello.xls disponibile sul sito del docente Per la formulazione delle domande leggere la guida allutilizzo del programma Survey La versione definitiva delle domande dovrà essere ultimata entro il 4 maggio


Scaricare ppt "METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE ESERCITAZIONI A.A 2010/11 Anno Accademico 2010/2011 Università degli Studi di Milano – Facoltà di Scienze Politiche Metodologia."

Presentazioni simili


Annunci Google