La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

STAGE di SIMULAZIONE LAVORATIVA CASA CIRCONDARIALE di BARI 1° febbraio – 6 luglio 2012 DIREZIONE CASA CIRCONDARIALE BARI Ente Pugliese per la Cultura Popolare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "STAGE di SIMULAZIONE LAVORATIVA CASA CIRCONDARIALE di BARI 1° febbraio – 6 luglio 2012 DIREZIONE CASA CIRCONDARIALE BARI Ente Pugliese per la Cultura Popolare."— Transcript della presentazione:

1 STAGE di SIMULAZIONE LAVORATIVA CASA CIRCONDARIALE di BARI 1° febbraio – 6 luglio 2012 DIREZIONE CASA CIRCONDARIALE BARI Ente Pugliese per la Cultura Popolare e lEducazione Professionale

2 Attività di stage Raccolta differenziata e riciclo materie prime Laboratorio Trattamento dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) Laboratorio Artistico con Materiali di Riciclo

3 Raccolta differenziata e riciclo materie prime Formare una squadra di addetti alla raccolta differenziata e promotori del riciclo Sperimentare la separazione dei rifiuti in ambiente detentivo e per gradi in tutti gli altri ambienti Verificare la quantità e qualità dei rifiuti, analizzare le modalità di produzione, raccolta e conferimento Sperimentare unattività di selezione dei materiali e di riduzione dei volumi Ideare e realizzare attività di comunicazione presso gli altri detenuti

4 Trattamento dei RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) Sperimentare la raccolta e catalogazione dei rifiuti elettrici ed elettronici della categoria R4 (piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo) Sperimentare la lavorazione del rifiuto elettrico/elettronico attraverso lo smontaggio con ausilio di attrezzi manuali o pneumatici e la selezione dei materiali Sperimentare la lavorazione dei cavi elettrici

5 Laboratorio Artistico con Materiali di Riciclo Sperimentazione di attività artistiche con il riutilizzo di materiali di riciclo Espressione delle capacità creativa e abilità pratiche Realizzazione di opere e oggetti Destinare una o più opere allarredo del carcere.

6 COMUNE di BRESCIA RACCOLTA DIFFERENZIATA NELLE CARCERI RIFIUTI = PROBLEMA RIFIUTI = RISORSA & EDUCAZIONE AMBIENTALE RIFIUTI = INDIFFERENZA

7 Peso/pro capite in grammi STANZA N. 9STANZA N. 13STANZA N. 18STANZA N. 1STANZA N. 5 Peso/pro capite MEDIA Peso/pro capite INDIFFERENZIATO indifferenziato 296 ORGANICO PLASTICA METALLI CARTA & CARTONE TOTALE Totale Peso/pro capite differenziato % differenziata 75,2 % peso STANZA N. 9STANZA N. 13STANZA N. 18STANZA N. 1STANZA N. 5 % peso MEDIA % peso INDIFFERENZIATO 29,721,443,010,116,521,4 23,68 ORGANICO 52,652,727,946,044,762,2 47,68 PLASTICA METALLI 15,121,410,510,65,69,1 12,02 CARTA & CARTONE 2,54,418,633,433,37,4 16,61 TOTALE 100,0 Volume/pro capite in litri STANZA N. 9STANZA N. 13STANZA N. 18STANZA N. 1STANZA N. 5 Vol./pro capite MEDIA Volume/pro capite INDIFFERENZIATO 10,05,07,56,73,63,06,0 indifferenziato 6,0 ORGANICO 3,01,92,03,32,01,52,3 PLASTICA METALLI 6,15,03,56,72,51,54,2 CARTA & CARTONE 2,0 6,71,51,02,5 TOTALE 21,113,915,023,39,67,0 Totale Vol./pro capite differenziato 9,0 15,0 % differenziata 60,2 % volume STANZA N. 9STANZA N. 13STANZA N. 18STANZA N. 1STANZA N. 5 % volume MEDIA % volume INDIFFERENZIATO 47,436,050,028,637,542,940,39 ORGANICO 14,213,513,314,320,821,416,27 PLASTICA METALLI 28,936,023,328,626,021,427,39 CARTA & CARTONE 9,514,413,328,615,614,315,95 TOTALE 100,0 SPERIMENTAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA nelle CELLE

8 Ogni giorno vengono prodotti nelle CELLE circa 600 kg di rifiuti, pari a 1,2 kg a persona. Nella sperimentazione della raccolta differenziata è stata raccolta una media pro capite di: 0,550 kg di ORGANICO 0,150 kg di PLASTICA / METALLI 0,200 kg di CARTA e CARTONCINO 0,300 kg di RIFIUTO INDIFFERENZIATO E stata così realizzata una media del 75% di raccolta differenziata.

9 RISULTATO Sperimentazione Raccolta Differenziata = 75% ( PESO) SPERIMENTAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA nelle CELLE Peso in grammi/pro capite/giorno INDIFFERENZIATO296 indifferenziato 296 ORGANICO558 PLASTICA METALLI144 CARTA & CARTONE195 TOTALE differenziato % differenziata 75,2

10 Volume/pro capite INDIFFERENZIATO6,0 indifferenziato 6,0 ORGANICO2,3 PLASTICA METALLI4,2 CARTA & CARTONE2,5 TOTALE differenziato 9,0 15,0 % differenziata 60,2 RISULTATO Sperimentazione Raccolta Differenziata = 60% ( Volume) SPERIMENTAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA nelle CELLE

11 RACCOLTA DIFFERENZIATA nelle CELLE COSA è POSSIBILE RECUPERARE ogni ANNO INDIFFERENZIATO kg ORGANICO kg PLASTICA METALLI kg CARTA & CARTONE kg Su circa 224 tonnellate di rifiuti annui prodotti nelle celle sarà possibile recuperare ben 170 tonnellate di materie prime da avviare al riciclo, pari al 75% del totale. N

12 RACCOLTA DIFFERENZIATA 99% ( PESO) KG INDIFFERENZIATO2 indifferenziato 2 ORGANICO180 PLASTICA METALLI7,5 CARTA & CARTONE11 TOTALEdifferenziato % differenziata 99 SPERIMENTAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA CUCINA DETENUTI

13 Ogni giorno vengono prodotti nella cucina dei detenuti circa 200 kg di rifiuti. Nella sperimentazione della raccolta differenziata sono stati raccolti: 180 kg di ORGANICO 7,5 kg di PLASTICA / METALLI 11 kg di CARTONE e TETRAPAK 2 kg di RIFIUTO INDIFFERENZIATO E stata così realizzata una media del 99% di raccolta differenziata.

14 RACCOLTA DIFFERENZIATA CUCINA DETENUTI COSA è POSSIBILE RECUPERARE ogni ANNO INDIFFERENZIATO 730 kg ORGANICO kg PLASTICA METALLI 2738 kg CARTONE TETRAPAK 3833 kg Su 73 tonnellate di rifiuti annui prodotti nella cucina detenuti sarà possibile recuperare ben 72,2 tonnellate di materie prime da avviare al riciclo, pari al 99% del totale.

15 COMPOSTIERA per la CUCINA DETENUTI = Trasformazione in COMPOST del RIFIUTO ORGANICO

16 RACCOLTA DIFFERENZIATA MENSA AGENTI VOLUME INDIFFERENZIATO330 indifferenziato 330 ORGANICO30 PLASTICA METALLI70 CARTA & CARTONE20 TOTALE differenziato % differenziata 26,6

17 RACCOLTA DIFFERENZIATA : LA COMUNICAZIONE

18

19

20 FLUSSO DEI RIFIUTI I principali flussi di rifiuto sono: ORGANICO PLASTICA E METALLI CARTA E CARTONCINO INDIFFERENZIATO PILE CARTONE I rifiuti prodotti nelle celle vengono conferiti al punto o ai punti di raccolta allo stesso piano della Sezione. I bidoni carrellati vengono poi portati al punto di scambio bidone pieno/ bidone vuoto. Nel punto di scambio centralizzato avviene il ritiro da parte del servizio pubblico. Attività particolari sono la cucina e la mensa agenti che hanno la stessa metodologia di raccolta di cui sopra.Particolare attenzione deve essere tenuta per la raccolta del cartone, che non si avvale di particolari contenitori, ma che può essere realizzata con gli attuali carrelli utilizzati per il trasporto sacchi. POSTAZIONE TIPO Per ogni piano sono previste una o due postazioni costituite da: CARTA E CARTONCINO BIDONE CARRELLATO DA 240 LT (COLORE BLU) PLASTICA E METALLI BIDONE CARRELLATO DA 360 LT (COLORE GIALLO) ORGANICO BIDONE CARRELLATO DA 240 LT (COLORE MARRÒ) INDIFFERENZIATO BIDONE CARRELLATO DA 240 LT (COLORE NERO) PILE COLONNINA A PAVIMENTO IN PLEXY RACCOLTA DIFFERENZIATA : COME FUNZIONERA

21 Laboratorio Trattamento dei RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche)

22 PLASTICAFERROACCIAIOALLUMINIOOTTONERAMESCHEDEPRESEBATTERIE Laboratorio RAEE RISULTATI SPERIMENTAZIONE

23 I RAEE: UNA POSSIBILITA di LAVORO

24 RIFIUTI PERICOLOSI AVVIATI al RICICLO: SORGENTI LUMINOSE (NEON) PILE e BATTERIE

25 Laboratorio Artistico con Materiali di Riciclo Albero del ricicloRI - SEDIA

26 RI-SEDIA & RI-TAVOLO RI- SGABELLO TRENO LE ALI della LIBERTA

27 VESPA MODELLI GALEONE FIORE del RICICLO

28 ITALIA da…RIFIUTAREITALIA da…RICICLAREITALIA da…MANGIARE

29 GRAZIE per lATTENZIONE Luciano Pallara


Scaricare ppt "STAGE di SIMULAZIONE LAVORATIVA CASA CIRCONDARIALE di BARI 1° febbraio – 6 luglio 2012 DIREZIONE CASA CIRCONDARIALE BARI Ente Pugliese per la Cultura Popolare."

Presentazioni simili


Annunci Google