La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Regione Basilicata CG4 Due realtà a confronto Italy – Sweden Liceo Scientifico StataleGalileo Galilei POTENZA – Italy Ava Gymnasium Taby - Sweden.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Regione Basilicata CG4 Due realtà a confronto Italy – Sweden Liceo Scientifico StataleGalileo Galilei POTENZA – Italy Ava Gymnasium Taby - Sweden."— Transcript della presentazione:

1 Progetto Regione Basilicata CG4 Due realtà a confronto Italy – Sweden Liceo Scientifico StataleGalileo Galilei POTENZA – Italy Ava Gymnasium Taby - Sweden a.s

2 Finalità: 1. Favorire la conoscenza del proprio territorio e di quello della scuola partner nei suoi aspetti storici, culturali, ambientali e sociali 2. Accrescere la motivazione allo studio e sviluppare le abilità degli studenti nell'uso dell'inglese come lingua veicolare 3. Sviluppare le attività di studenti e docenti nell'utilizzo delle nuove tecnologie 4. Sviluppare negli alunni il senso di responsabilità e la capacità di lavorare in gruppo 5. Favorire la formazione professionale dei docenti e di tutto il personale scolastico grazie al confronto con colleghi esteri 6. Favorire la formazione umana e sociale di tutti i soggetti coinvolti mediante il confronto con altre realtà in un'educazione interculturale che porti a ridefinire i propri atteggiamenti, confrontandosi con il diverso da sé ed acquisendo la consapevolezza della propria responsabilità di cittadino europeo nei riguardi della comune realtà storica, culturale ed ambientale

3 Partecipanti Venti studenti delle classi IV As, IV B, IV C, IV D, IV F, IV G a.s Docenti responsabili: A. Croce e E. Grimaldi

4 Fasi del progetto: I FASE: Attività d'informazione sul progetto II FASE: Conoscenza reciproca fra docenti e studenti delle due scuole attraverso le TIC III FASE: Attività di ricerca e documentazione sulla realtà territoriale della propria regione IV FASE: Accoglienza della scuola partner (percorso culturale e didattico, coinvolgimento di enti locali e delle famiglie) V FASE: Accoglienza della scuola partner (percorso culturale e didattico, coinvolgimento di enti locali e delle famiglie) VI FASE: Realizzazione di prodotti finali (relazioni, CD-ROM, DVD, mostra fotografica organizzata da studenti, docenti e personale tecnico) VII FASE: Valutazione del progetto VIII FASE: Divulgazione dell'esperienza (mostra fotografica, sito della scuola, mass media)

5 Fase IV Visita nel paese partner 9 / 20 settembre 2009 Partenza dallaeroporto di Napoli

6 Attività didattiche Laboratorio

7 Lezione di musica

8 Educazione fisica

9 Biblioteca

10 Lezione di fisica

11 Visite guidate Affresco nella chiesa di Taby

12 Residenza reale di Drottningholm,

13 Runriket

14 Arcipelago di Stoccolma

15 Finnhamn, - Falò

16 Stoccolma - Municipio

17 Un saluto Reale

18 Stoccolma – Casa di Carl von Linne

19 Uppsala - Cattedrale

20 Uppsala – Museo Gustaviano

21 Fase V Accoglienza in Italia 14 / 23 ottobre 2009

22 Laboratorio di Chimica

23 Laboratorio di Fisica

24 Cena nei Sassi di Matera

25 Tavole Palatine a Metaponto

26 Visita ad un caseificio di Tito

27 W le mozzarelle

28 Trekking sulle Dolomiti Lucane

29 Melfi – Il castello

30 Una felpa per ricordo

31 Riflessioni degli studenti a fine esperienza In Svezia siamo stati benissimo, grazie allospitalità degli studenti e professori svedesi. Secondo me è unesperienza che deve essere provata per accrescere il proprio bagaglio culturale e per migliorare i rapporti interculturali. Federico

32 L'esperienza forse più suggestiva e particolare di questo viaggio è stato il weekend a Finnhamn, una piccola isola nel freddo Mare del Nord. Il falò, le chitarre e i nostri canti non proprio intonati hanno fatto da sfondo ad una magnifica nottata, trascorsa in totale spensieratezza. Come non citare, poi, Taby, il piccolo centro in cui abbiamo temporaneamente vissuto, e il Taby Centrum, in cui abbiamo trascorso più tempo di quanto passato a casa. Ancora, Stoccolma, capitale che, seppur con abitanti, silenziosa e discreta vive di turisti, immensi centri commerciali, uffici, il porto con i suoi battelli, artisti di strada. Una cultura, quella svedese, meno interessata a coltivare e nutrire rapporti interpersonali, che non conosce molti luoghi di aggregazione ma che spinge i giovani verso valvole di sfogo alternative come la musica, il teatro, la fotografia. Conclusione di questa splendida e indimenticabile esperienza: grandi dormite sui banchi di scuola, risposte inglesi a domande italiane e centinaia di foto da taggare su Facebook. Angela

33 Sono strane le sensazioni che si provano durante unesperienza di gemellaggio. Sinizia con l'essere sparati in una realtà estranea, che non ti appartiene, dove l'unica persona a cui ti puoi affidare è il ragazzo o la ragazza a cui sei stato assegnato. Con il passare del tempo si cominciano a scambiare le prime parole, poi a condividere i primi pensieri, poi esperienze fino a quando quella persona appena entrata nella tua vita sembra essere parte integrante di te stesso. Il bello del gemellaggio è proprio questo: confrontarsi con una realtà diversa! In questa esperienza ho approfondito concetti fondamentali: un esempio potrebbe essere il rispetto per la democrazia e per lambiente. Mi ricordo uno dei primi discorsi del preside svedese: si presentò con il nome di battesimo, Lennard. Ci tenne molto a spiegarci che l'obiettivo della scuola svedese non è solo quello di formare studenti eccellenti, ma soprattutto cittadini responsabili. Riccardo

34 Italia - Svezia : La prima rete viene segnata dagli "avversari", dalla loro simpatia, dalla loto stravaganza, dalla loro, seppur difficile a credersi, dolcezza e affettuosità. Ad ottobre, poi, il pareggio : questa volta giochiamo in casa, con la nostra ospitalità, la solarità tipica degli Italiani e specialmente quelli del Sud, le nostre pizzerie, i nostri bar, le nostre passeggiate nel centro, la nostra pasta, le nostre 5 ore a scuola, il nostro chiasso, le nostre comitive. Tra sciarpe, Mc Chicken, malanni, gatti invadenti, disguidi con compagnie telefoniche, renne, calzini e ostelli abbiamo trascorso nel paese scandinavo 12 meravigliose giornate che ci hanno fatto conoscere una cultura totalmente differente e che ci hanno insegnato ad amarla. Adriana

35 Questa foto è stata scattata a Metaponto il 17/10/09. Riporta una scritta fatta sulla sabbia da alcune ragazze svedesi; la scritta NV08FMT è il nome della classe dei ragazzi svedesi. Aver scritto ciò sulla sabbia e laver affiancato il tutto con un cuore fa evincere il sentimento e lamicizia nata grazie a questo progetto. Antonello

36 Il gemellaggio in Svezia è stato davvero molto bello e formativo, la scuola ci ha offerto una stupenda occasione che oltre a farci divertire ha fatto anche crescere il nostro bagaglio culturale. Infatti abbiamo conosciuto un'altra realtà con modi e usanze differenti che talvolta ci sono sembrati anche strani oltre ad aver visitato un arcipelago a parer mio stupendo. Mi sono divertito tanto ed è sicuramente un esperienza che rifarei. Francesco

37 L'esperienza è stata particolarmente interessante. In particolare il viaggio in Svezia, divertente ed utile per scoprire le abitudini di ragazzi della nostra stessa età in un paese diverso dall'Italia. Questi ragazzi, che abbiamo conosciuti, si sono mostrati simpatici ed ospitali. In Italia si sono divertiti tantissimo ed hanno apprezzato molto il nostro cibo. Non perderemo i contatti con questi ragazzi e spero che presto li incontreremo nuovamente. Teodosio

38 Esperienza straordinaria, elettrizzante e sicuramente indimenticabile è stata quella che ha coinvolto, o meglio stravolto, venti ragazzi del quinto anno del nostro liceo che hanno aderito al progetto regionale Italia Svezia, due realtà a confronto, quindi ad un gemellaggio con altrettanti venti coetanei svedesi dellAva Gymnasium di Taby. La nostra è stata un opportunità davvero preziosa, utile sotto ogni punto di vista, che ci ha arricchito, anche a livello personale, ponendoci, infatti, da subito a contatto, ma soprattutto a confronto con una realtà sia sociale che culturale differente da quella in cui viviamo. Il successo di questa iniziativa è stato notevole. Entrambe le fasi certamente ci hanno aiutato a migliorare e a potenziare la conoscenza della lingua inglese. Ma indubbiamente ciò che per noi è stato più stimolante è stato il poter conoscere e vivere da vicino i ragazzi svedesi e la loro cultura,il poterci confrontare con loro su tanti aspetti e anche l instaurare rapporti di amicizia. Sicuramente un esperimento fantastico, che ci porteremo per sempre nel cuore. Francesca

39 L' esperienza vissuta in Svezia è stata davvero fantastica per tanti aspetti e momenti che rimarranno per sempre impressi nella mia mente. Conoscere nuove usanze e abitudini che ci sembravano appartenere a un altro mondo, come quando vedevamo i ragazzi stare attenti a non usare le scarpe in casa. Scoprire un così stretto contatto con la natura che oggi è difficile mantenere; una natura suggestiva che suscitava in noi profonde emozioni. Provare nuovi cibi e scoprire posti prima solo immaginati... insomma.... qualcosa di indelebile che mi porterò nel cuore. Inoltre conoscere ragazzi così "lontani" e capire che, alla fine, non eravamo poi tanto diversi. E' stato bello imparare ad aprirsi con persone sconosciute e notare che neanche la lingua era un grande limite. Insomma un gemellaggio bellissimo che mi fa capire quanto sia stata fortunata ad averlo vissuto. Donatella C.

40 Questo viaggio mi ha permesso di vedere paesaggi nuovi e incantevoli, visti magari soltanto in fotografia; essere partecipe di abitudini e culture diverse (molte volte bizzarre) e di conoscere nuovi ragazzi, magnifici e simpaticissimi, aperti e solari. questa esperienza (assolutamente da rifare!) è stata capace di aprire i miei orizzonti sul mondo. Raffaele

41 Semplicemente fantastica!!!Non ci sono parole per descrivere questa bellissima esperienza che ha coinvolto 20 ragazzi del liceo scientifico Galileo Galilei da settembre a ottobre. Un'esperienza assolutamente da ripetere, che ha permesso di allargare i nostri confini culturali e visitare posti sconosciuti ma allo stesso tempo incantevoli e ricchi di fascino. Inoltre abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con una realtà molto diversa dalla nostra: basta pensare al loro sistema scolastico che prevedeva una mensa e numerose attività extracurriculari come musica,fotografi a e sport per tutti i gusti! Silvio

42 Ecco qui tutti i partecipanti al gemellaggio che ha visto coinvolti ragazzi svedesi ed italiani. Per molti è veramente difficile capire quale sia la nazione di provenienza, perché, in realtà, non siamo così differenti come si crede, e non solo per laspetto. Ci accomunano la curiosità, lamore per il divertimento, lospitalità…e tanto altro ancora. Forse proprio per queste similitudini è stato estremamente semplice ambientarsi in un paese tanto lontano e vivere 24h su24 con persone nuove ma che sono diventate immediatamente familiari e dalle quali è stato difficile separarsi al termine dellesperienza. Unesperienza che tutti rifarebbero immediatamente se ne avessero la possibilità, utile non solo ai fini dellapprendimento della lingua inglese ma anche a livello umano; essa ha infatti permesso la nascita di nuovi legami di amicizia e il consolidamento di quelli preesistenti. Concludo sperando di poter rivedere al più presto i compagni davventura scandinavi conservando i contatti con loro negli anni che ci attendono. Roberta

43 Se prima della Svezia ne avevo sentito parlare solo in Tv, grazie al Progetto Regionale CG4 ho potuto conoscere questa nuova realtà. Unesperienza davvero bella che ci ha permesso di scoprire una nuova terra e incontrare ragazzi con i quali abbiamo condiviso molto. Sia in Svezia che qui in Italia non sono mancati momenti di confronto culturale e momenti di svago. Un esperienza molto formativa! Emanuele

44 Ciò che più mi ha colpito della scuola in Svezia è che si cerca di far crescere i ragazzi non solo dal punto di vista culturale, ma anche e soprattutto dal punto di vista umano. Infatti le lezioni sono intervallate da lunghi periodi in cui i ragazzi svolgono attività diverse allinterno della scuola. Aldo

45 Il progetto CG4 "due realtà a confronto" si è rivelato senza dubbio un'esperienza esaustiva e ricca di emozioni. Avendo avuto la possibilità di confrontarmi con una realtà diversa mi sono reso conto di tutti i miglioramenti che si potrebbero apportare alla nostra scuola per renderla più gradevole a noi studenti partendo dalle ore di lezione, renderle più interessanti grazie all'utilizzo di strutture migliori. L' introduzione della musica potrebbe essere uno spunto per aumentare la creatività di noi studenti. Eugenio

46 L'esperienza progetto Svezia ha rappresentato un valido momento formativo sia dal punto di vista culturale che umano. "Costretti" costantemente a parlare in inglese la padronanza della lingua è sicuramente migliorata. Ha permesso inoltre di approfondire la conoscenza della cultura svedese, di cui non sapevo molto e della stessa Basilicata. Canio

47 Indimenticabile! Sicuramente se dovessi descrivere questa esperienza in una parola sceglierei indimenticabile. Il gemellaggio è il modo che, secondo me, permette meglio il contatto tra due realtà così lontane e differenti. Grazie al progetto siamo riusciti ad immergerci in unaltra cultura, a scoprire luoghi meravigliosi, a incontrare persone fantastiche ma anche a conoscere i tesori della nostra terra!! Il solo pensiero di non poter incontrare più i nostri amici o di immaginare quei posti così tanto lontani lascia un vuoto in noi, ma quello che ci riempie di gioia è di aver condiviso questesperienza con loro che ormai faranno parte della nostra vita per sempre. Valerio

48 Questa esperienza mi ha arricchito molto soprattutto dal punto di vista umano,infatti mi ha permesso di stringere forti rapporti di amicizia con i ragazzi svedesi. Non avrei mai pensato di riuscire a legarmi così tanto a loro per le difficoltà iniziali dovute alla diversa cultura. La diversità,invece, è stato solo un elemento in più per la nostra conoscenza che è diventata sempre più profonda. Donatella B.

49 Friends until the end!!!


Scaricare ppt "Progetto Regione Basilicata CG4 Due realtà a confronto Italy – Sweden Liceo Scientifico StataleGalileo Galilei POTENZA – Italy Ava Gymnasium Taby - Sweden."

Presentazioni simili


Annunci Google