La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corteccia e vie sensitive I anno - canale B. Recettori cutanei dischi di Merkel: un terminale assonico e cellule di Merkel (rilevati) (tattile discriminativa)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corteccia e vie sensitive I anno - canale B. Recettori cutanei dischi di Merkel: un terminale assonico e cellule di Merkel (rilevati) (tattile discriminativa)"— Transcript della presentazione:

1 Corteccia e vie sensitive I anno - canale B

2 Recettori cutanei dischi di Merkel: un terminale assonico e cellule di Merkel (rilevati) (tattile discriminativa) (adattamento lento)dischi di Merkel: un terminale assonico e cellule di Merkel (rilevati) (tattile discriminativa) (adattamento lento) terminazioni di Ruffini, libere nella cute tra le fibre collagene (adattamento lento)terminazioni di Ruffini, libere nella cute tra le fibre collagene (adattamento lento)

3 Terminazioni libere Ramificazioni terminali di fibre afferenti nel connettivoRamificazioni terminali di fibre afferenti nel connettivo temperatura, tatto non discriminativa, doloretemperatura, tatto non discriminativa, dolore a volte sono associate a cellule non neuronali nello strato basale dellepidermide (cellule di Merkel)a volte sono associate a cellule non neuronali nello strato basale dellepidermide (cellule di Merkel)

4 Corpuscoli di Meissner piccoli recettori di senso provvisti di capsulapiccoli recettori di senso provvisti di capsula nel dermanel derma tattile discriminativatattile discriminativa adattamento rapidoadattamento rapido

5 Corpuscoli di Pacini lunghi 1-4 mmlunghi 1-4 mm a buccia di cipollaa buccia di cipolla unica fibra nervosa al centrounica fibra nervosa al centro adattamento rapidoadattamento rapido

6 Fusi neuromuscolari fibre intrafusali a sacco o a catena nuclearefibre intrafusali a sacco o a catena nucleare terminazioni anulospirali (amieliniche) al centro e terminazioni a fiorami (mieliniche) alla periferiaterminazioni anulospirali (amieliniche) al centro e terminazioni a fiorami (mieliniche) alla periferia innervazione motoria da parte di motoneuroniinnervazione motoria da parte di motoneuroni propriocettivapropriocettiva adattamento rapidoadattamento rapido

7 Qualche numero: sistema somatosensitivo densità di recettori sulla punta delle dita 2500/cm 2densità di recettori sulla punta delle dita 2500/cm 2 densità dei corpuscoli di Meissner sulla punta delle dita 1500/cm 2densità dei corpuscoli di Meissner sulla punta delle dita 1500/cm 2 densità delle cellule di Merkel sulla punta delle dita 750/cm 2densità delle cellule di Merkel sulla punta delle dita 750/cm 2 densità di corpuscoli di Pacini sulla punta delle dita 75/cm 2densità di corpuscoli di Pacini sulla punta delle dita 75/cm 2 densità di corpuscoli di Ruffini sulla punta delle dita 75/cm 2densità di corpuscoli di Ruffini sulla punta delle dita 75/cm 2 soglia per il dolore da calore: 45°Csoglia per il dolore da calore: 45°C

8 TIPI DI FIBRE A, diametro µ, 100 m/s, per i recettori da stiramento (propriocezione)A, diametro µ, 100 m/s, per i recettori da stiramento (propriocezione) A, diametro 5-15 µ, 50 m/s da corpuscoli del Pacini, di Meissner e di Merkel (sensibilità tattile discriminativa)A, diametro 5-15 µ, 50 m/s da corpuscoli del Pacini, di Meissner e di Merkel (sensibilità tattile discriminativa) A, diametro 1-5 µ, m/s, poco mielinizzate, da nocicettori termici e meccanocettori ad ampio campo recettivoA, diametro 1-5 µ, m/s, poco mielinizzate, da nocicettori termici e meccanocettori ad ampio campo recettivo C, meno di 1 µ, 0,4 m/s, terminazioni libere della cute (dolore)C, meno di 1 µ, 0,4 m/s, terminazioni libere della cute (dolore)

9 I diversi tipi di fibre provenienti dalla radice posteriore hanno diversa distribuzione allinterno della sostanza grigia del midollo spinaleI diversi tipi di fibre provenienti dalla radice posteriore hanno diversa distribuzione allinterno della sostanza grigia del midollo spinale

10 SENSIBILITA DISCRIMINATIVA DEL TRONCO E DEGLI ARTI: TATTO E PRESSIONE COSCIENTE Recettori: corpuscoli di Meissner (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione)Recettori: corpuscoli di Meissner (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione) Neurone di I ordine: ganglio della radice dorsaleNeurone di I ordine: ganglio della radice dorsale Prolungamento centrale: cordone posteriore dello stesso lato (fascicoli gracile e cuneato, con disposizione somatotopica)Prolungamento centrale: cordone posteriore dello stesso lato (fascicoli gracile e cuneato, con disposizione somatotopica) Neurone II ordine: nuclei gracile e cuneatoNeurone II ordine: nuclei gracile e cuneato Lemnisco medialeLemnisco mediale VPL del lato oppostoVPL del lato opposto capsula internacapsula interna corteccia somatosensitivacorteccia somatosensitiva

11

12 SENSIBILITA NON DISCRIMINATIVA DEL TRONCO E DEGLI ARTI : TATTO E PRESSIONE Recettori: terminazioni libere, o associate a follicoli piliferi o ai dischi di Merkel (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione)Recettori: terminazioni libere, o associate a follicoli piliferi o ai dischi di Merkel (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione) Neurone di I ordine: ganglio della radice dorsaleNeurone di I ordine: ganglio della radice dorsale Prolungamento centrale: corno posteriore (stesso segmento o superiore, fino a 10 segmenti) dello stesso latoProlungamento centrale: corno posteriore (stesso segmento o superiore, fino a 10 segmenti) dello stesso lato Neurone II ordine: corno posteriore dello stesso latoNeurone II ordine: corno posteriore dello stesso lato Tratto spinotalamico (ventrale o anteriore o paleospinotalamico) del lato oppostoTratto spinotalamico (ventrale o anteriore o paleospinotalamico) del lato opposto

13 SENSIBILITA DISCRIMINATIVA DELLA TESTA: TATTO E PRESSIONE COSCIENTE Recettori: corpuscoli di Meissner (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione)Recettori: corpuscoli di Meissner (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione) Neurone di I ordine: ganglio semilunare di GasserNeurone di I ordine: ganglio semilunare di Gasser Prolungamento centrale: radice sensitiva del trigeminoProlungamento centrale: radice sensitiva del trigemino Neurone II ordine: nucleo principale del trigeminoNeurone II ordine: nucleo principale del trigemino Lemnisco trigeminale (affiancato a quello mediale) detto anche tratto trigeminotalamicoLemnisco trigeminale (affiancato a quello mediale) detto anche tratto trigeminotalamico VPM del lato oppostoVPM del lato opposto capsula internacapsula interna corteccia somatosensitivacorteccia somatosensitiva

14 SENSIBILITA NON DISCRIMINATIVA DELLA TESTA : TATTO E PRESSIONE Recettori: terminazioni libere o associate a follicoli piliferi o ai dischi di Merkel (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione)Recettori: terminazioni libere o associate a follicoli piliferi o ai dischi di Merkel (tatto) e corpuscoli di Pacini (pressione) Neurone di I ordine: ganglio semilunare di Gasser (V), genicolato (VII), superiore (IX e X)Neurone di I ordine: ganglio semilunare di Gasser (V), genicolato (VII), superiore (IX e X) Prolungamento centrale: ramo sensitivo del trigeminoProlungamento centrale: ramo sensitivo del trigemino Neurone II ordine: nucleo principale e nucleo della radice discendente del trigeminoNeurone II ordine: nucleo principale e nucleo della radice discendente del trigemino Tratto trigeminotalamico (ventrale o anteriore o paleospinotalamico)Tratto trigeminotalamico (ventrale o anteriore o paleospinotalamico) VPM del lato oppostoVPM del lato opposto corteccia somatosensitivacorteccia somatosensitiva

15

16 Sensibilità propriocettiva incosciente degli arti e del tronco Recettori: fusi neuromuscolari e organi tendinei del GolgiRecettori: fusi neuromuscolari e organi tendinei del Golgi I neurone: ganglio radice dorsaleI neurone: ganglio radice dorsale II neurone:II neurone: –arti inferiori e parte inferiore del tronco - zona intermedia della sostanza grigia midollare - fascio spinocerebellare anteriore crociato nel cordone laterale - peduncolo cerebellare superiore –arti inferiori, tronco e arti superiori - nucleo di Clarke (C8-L3) - fascio spinocerebellare posteriore diretto nel cordone laterale - peduncolo cerebellare inferiore corteccia cerebellarecorteccia cerebellare

17 Sensibilità propriocettiva incosciente della testa Recettori: fusi neuromuscolari e organi tendinei del GolgiRecettori: fusi neuromuscolari e organi tendinei del Golgi I neurone: ganglio semilunare di Gasser o nucleo mesencefalico del trigeminoI neurone: ganglio semilunare di Gasser o nucleo mesencefalico del trigemino II neurone: nucleo mesencefalico del trigeminoII neurone: nucleo mesencefalico del trigemino –tratto trigeminocerebellare corteccia cerebellarecorteccia cerebellare

18 Area somatosensitiva primaria quattro aree anatomicamente e fisiologicamente distinte: 3a, 3b, 1 e 2 (dallavanti allindietro)quattro aree anatomicamente e fisiologicamente distinte: 3a, 3b, 1 e 2 (dallavanti allindietro) ricevono da VPM e VPL del talamoricevono da VPM e VPL del talamo funzioni diverse: 3b e 1 rispondono ad afferenze cutanee; 3a ad afferenze muscolari; 2 ad afferenze cutanee e muscolarifunzioni diverse: 3b e 1 rispondono ad afferenze cutanee; 3a ad afferenze muscolari; 2 ad afferenze cutanee e muscolari 3b importante per la discriminazione tattile (forma di un oggetto); 1 importante per discriminazione tattile ma non per le dimensioni; 2 lopposto;3b importante per la discriminazione tattile (forma di un oggetto); 1 importante per discriminazione tattile ma non per le dimensioni; 2 lopposto;

19 La corteccia somatosensitiva primaria può essere suddivisa in diverse aree e sottoaree, ciascuna delle quali riceve delle afferenze specifiche, sia per quanto riguarda la provenienza talamica sia per quanto riguarda la sottomodalità sensitiva. Per esempio, 3b e 1 ricevono input cutanei, mentre 3a e 2 ricevono input profondi.

20

21 Altre aree somatosensitive: SII area somatosensitiva secondaria nel labbro superiore della scissura di Silvio; riceve afferenze talamiche da VPL e VPM; importante perché è la prima stazione in cui le informazioni somatosensitive riguardano in egual misura i due lati del corpo (quelle omolaterali arrivano mediante il corpo calloso)area somatosensitiva secondaria nel labbro superiore della scissura di Silvio; riceve afferenze talamiche da VPL e VPM; importante perché è la prima stazione in cui le informazioni somatosensitive riguardano in egual misura i due lati del corpo (quelle omolaterali arrivano mediante il corpo calloso) se si lede questarea (o il corpo calloso) è impossibile imparare una discriminazione tattile da un lato ed eseguirla dallaltrose si lede questarea (o il corpo calloso) è impossibile imparare una discriminazione tattile da un lato ed eseguirla dallaltro riceve da tutte le aree primarie e proietta alla corteccia dellinsula (e quindi passa informazioni ad amigdala e ippocampo)riceve da tutte le aree primarie e proietta alla corteccia dellinsula (e quindi passa informazioni ad amigdala e ippocampo)

22 Altre aree somatosensitive: parietali posteriori aree 5 e 7, ciascuna con due suddivisioni (a e b)aree 5 e 7, ciascuna con due suddivisioni (a e b) parte rostrale (5a e 7b) riceve afferenze direttamente dallarea 2 di SI e proietta alla corteccia premotoria (controllo attenzionale e motivazionale del movimento legato agli stimoli tattili)parte rostrale (5a e 7b) riceve afferenze direttamente dallarea 2 di SI e proietta alla corteccia premotoria (controllo attenzionale e motivazionale del movimento legato agli stimoli tattili) la parte caudale (soprattutto 7a) vede la convergenza di informazioni somatosensitive e visivela parte caudale (soprattutto 7a) vede la convergenza di informazioni somatosensitive e visive

23 DOLORE IPERALGESIA primaria = soglia più bassa per gli stimoli meccanici e termici di origine chimica (bradichinina, prostaglandina E 2 )IPERALGESIA primaria = soglia più bassa per gli stimoli meccanici e termici di origine chimica (bradichinina, prostaglandina E 2 ) IPERALGESIA secondaria = abbassamento della soglia per stimoli successivi di origine neuraleIPERALGESIA secondaria = abbassamento della soglia per stimoli successivi di origine neurale ALLODINIA dolore scatenato da uno stimolo meccanico innocuo: sensibilizzazione dei neuroni spinotalamici nel corno dorsale e incapacità dei sistemi discendenti di controllare lattività di questi neuroniALLODINIA dolore scatenato da uno stimolo meccanico innocuo: sensibilizzazione dei neuroni spinotalamici nel corno dorsale e incapacità dei sistemi discendenti di controllare lattività di questi neuroni


Scaricare ppt "Corteccia e vie sensitive I anno - canale B. Recettori cutanei dischi di Merkel: un terminale assonico e cellule di Merkel (rilevati) (tattile discriminativa)"

Presentazioni simili


Annunci Google