La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modelli interpretativi del processo decisionale Luca Verzichelli – Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modelli interpretativi del processo decisionale Luca Verzichelli – Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche."— Transcript della presentazione:

1 Modelli interpretativi del processo decisionale Luca Verzichelli – Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche

2 Luca Verzichelli2 Dalle decisioni di policy al Decision Making Il concetto di decisione focalizza linsieme delle soluzioni e il momento della scelta di una di esse. In chiave dinamica, il decision making rappresenta un corpo coerente di eventi decisionali che dipende da lauspicabibiltà delle decisioni (percepita in misura maggiore o minore) Gli attori che effettivamente contano (rispetto alla pluralità di attori coinvolti nelle fasi precedenti di agenda e di formulazione) La direzione specifica delle decisioni prese dagli attori cruciali Lomogeneità tra le decisioni che riguardano quella data politica e che formano un ciclo Un gioco difficile: scelta tra alternative politiche (di policy) e loro relativi effetti sul problema in esame (Brewer e De Leon)

3 Luca Verzichelli3 Attori e interazioni nel processo di policy Sistema internazionale Organizzazione della società Organizzazione dello stato Attori di policy (policy subsystem)

4 Luca Verzichelli4 Perché dei modelli di processo decisionale? Abbiamo bisogno e, anche inconsciamente, inseguiamo modelli capaci di unire la nostra osservazione empirica a dei costrutti teorici al fine da condurci a generalizzazioni su come va il mondo Modello decisionale (Bobbio): un costrutto analitico che individua gli elementi essenziali del processo decisionale e cioè il decisore, i suoi atteggiamenti cognitivi, le attività di ricerca delle soluzioni, le modalità e i criteri della scelta e soprattutto le relazioni che sussistono tra tutti questi diversi elementi Come ogni fenomeno studiabile empiricamente, le politiche pubbliche (specifiche decisioni o complessi processi di decision making) debbono essere letti attraverso lenti concettuali che rendono il nostro sapere non occasionale e cumulabile

5 Modello della razionalità sinottica Assume che chi prende le decisioni … … abbia chiare priorità, valori e obiettivi … conosca i mezzi per ottenere i propri desiderata … abbia una idea sufficientemente chiara delle conseguenze … sappia calcolare i costi di ogni decisione … sappia scegliere le soluzioni alternative (sempre seguendo un calcolo costi/benefici) nel caso in cui un obiettivo si allontani ponendo il problema di un ritorno sulla decisione Luca Verzichelli5

6 Il fascino della razionalità assoluta Assume (weberianamente) una distinzione tra fasi politiche e tecniche che favorisce lealtà, scelta dei tempi e selezione delle risposte giuste Assume che lanalisi delle soluzioni sia sempre ponderata e capa ce di dissipare le incertezze Assume lunicità del decisore finale che clicca sul pulsante giusto al momento giusto Luca Verzichelli6

7 Modello della Razionalità limitata La razionalità spinge i decisori a calcoli costi/benefici e a proporre obiettivi in linea con le proprie priorità. Tuttavia … La conoscenza delle alternative disponibili è limitata Anche la capacità cognitiva di un decisore assoluto è limitata, così come la memoria degli insegnamenti del passato Il tempo (scarso) agisce come limite alla razionalità Prassi e consuetudini costituiscono limiti alla razionalità In comune con il modello della razionalità sinottica questo modello ha lidea di un decisore univoco capace di selezionare e mettere in ordine preferenze e priorità. Ma ciò esiste necessariamente in una situazione democratica di decisori collettivi? Luca Verzichelli7

8 Teorema della impossibilità di Arrow Impossibile creare ununica funzione del benessere sociale attraverso laggregazione delle preferenze individuali in condizioni di democrazia Luca Verzichelli8 Teorema derivato dal paradosso di Condorcet Decisore 1Decisore 2Decisore 3 Prima sceltaA > BC > BB > C Seconda sceltaB > CA > BC > A EsitoA > CC > BB > A

9 Modello della decisionalità incrementale Obiettivo realistico per ogni decisore è cavarsela alla meglio (Muddling through) Valori ed obiettivi dellazione concreta non sono distinguibili ma concatenati Pertanto, non si ha unidea adeguata dei mezzi necessari per arrivare ad un risultato Molte alternative in realtà percorribili sono trascurate Le conseguenze sono spesso trascurate Tipicamente lanalisi ex post (il senno di poi) dice che il decisore poteva considerare altre vie. Luca Verzichelli9

10 Ragioni di applicabilità del modello incrementale Favorisce lo studio delle interrelazioni rispetto al decisore. Questo determina uno spostamento di attenzione dallattore unico o prevalente alla rete di attori Focalizza più esattamente loggetto politico delle politiche (politics del policy making): impattare in modo decisivo sulle politiche significa accrescere la propria influenza e quindi il proprio potere Luca Verzichelli10

11 Il Modello del garbage can Le preferenze sono instabili e influenzate dai pregiudizi degli attori Il tempo determina un allineamento di preferenze che a sua volta gioca un ruolo Il fuoco è sulla tempistica di una politica, che viene influenzata da un insieme di flussi (multiple stream approach): flusso dei problemi composto dalle issues; flusso di soluzioni; flusso della azione politica che fissa lurgenza attraverso la formazione dellagenda politica Luca Verzichelli11

12 Come un bidone della spazzatura I flussi disordinati non ci fanno capire come il probelma emerge e quando. Come in un bidone, non sappiamo lordine del materiale che buttiamo dentro, il legame tra I flussi di materiale e il momento della piena capacità Tuttavia sappiamo che alcune variabili (le istituzioni) possono dare qualche ordine ai flussi e rendere più razionali le decisioni Luca Verzichelli12

13 Un modello realistico (Dente) modellodecisoreCondizioni cognitiveCriterio decisionale Razionale sinotticoUnitarioCertezzaOttimizzazione Razionalità limitataUnitario/coalizioneIncertezzaSoddisfazione IncrementaleInterdipendenza partigiana ParzialitàMutuo accomodamento Garbage canMutevoleambiguitàCaso Luca Verzichelli13 Il modello incrementale è preferibile perchè permette di centrare la complessità tipica di tutte le politiche pubbliche e nel contempo comprendere alcuni compromessi tra gli attori che sono parte della vita dei decisori stessi.. Il modello incrementale permette dunque di mettere al centro dellanalisi I diversi tipi di attori, le loro interazioni che formano il reticolo decisionale (network), le risorse in campo, le modalità di interazione, le relative poste. Il tutto allinterno di un contesto decisionale dato.


Scaricare ppt "Modelli interpretativi del processo decisionale Luca Verzichelli – Corso di Analisi delle Politiche Pubbliche."

Presentazioni simili


Annunci Google