La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ritardo CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI Anno Pastorale 2012/2013 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ritardo CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI Anno Pastorale 2012/2013 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 1."— Transcript della presentazione:

1 ritardo CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI Anno Pastorale 2012/2013 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 1

2 2 imparare-facendo

3 LABORATORIO tre tappe: 1.Fase Espressiva (10-15 minuti circa) 2.Fase Informativa (20-30 minuti circa) 3.Fase Riespressiva (10-15 per gruppo) UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 3

4 FASE ESPRESSIVA ritardo UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 4

5 LA COMUNITA IDEALE Esprimiamoci su: LA COMUNITA IDEALE UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 5 ritardo Braingstorming

6 FASE INFORMATIVA Parrocchia: comunità educante UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 6 ritardo

7 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 7 Un solo corpo e un solo spirito un solo spirito (Ef 4,4-5). Facciamo nostro lanelito di san Paolo, che ha speso la sua vita interamente per lunico Signore e per lunità del suo mistico Corpo, la Chiesa….

8 è necessario che tutti i soggetti operino armonicamente verso lo stesso fine UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 8 Se si vuole che lazione educativa ottenga il suo scopo

9 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 9 il primato educativo spetta alla famiglia leducazione è infatti un dovere essenziale originale primario insostituibile inalienabile

10 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI10 La parrocchia nella vita delle persone rappresenta: la comunità educante più completa in ordine alla fede la comunità educante più completa in ordine alla fede evangelizzazione catechesi liturgia preghiera vita di comunione nella carità offrendo:

11 . Chiesa comunità educante 1. Chiesa comunità educante Fare esperienza di Dio Privilegiare le relazioni umane Condividere nella responsabilità: corresponsabilità Aprire varchi di alleanze educative UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 11 ritardo

12 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 12 Fare esperienza di Dio Fare esperienza di Dio Ambiente vitale dove acquisire e sperimentare i fondamentali della fede in Cristo Gesù mediante le vie di: ANNUCIO CARITA CATECHESI EUCARESTIA FRATERNITA PREGHIERA

13 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 13 Privilegiare le relazioni umane Le persone prima dei programmi con una evangelizzazione che dia AMORE LUCE CALORE DI FEDE CAMMINO INSIEME

14 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI14 Condividere nella responsabilità: Condividere nella responsabilità: corresponsabilità corresponsabilità IDEE e PENSIERI PROGETTI e SOGNI ENERGIE e FATICHE INIZIATIVE Per maturare un senso di comunità significativa, viva e dinamica mettere insieme:

15 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 15 Aprire varchi di alleanza educativa Aprire varchi di alleanza educativa comunità scuolascuola famiglia associazioniassociazioni

16 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI16 Sorreggere ed educare il cristiano nella fede al fine di edificare una comunità non ripiegata su se stessa ma aperta al dialogo per la promozione della dignità umana

17 ha il compito di portare alla luce e assumere per sé le strutture fondamentali delleducare: La comunità cristiana come 17 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI La Sintassi delleducazione delle comunità 2. La Sintassi delleducazione delle comunità

18 Educazione è PAROLA che suscita la passione per la verità e il bene; Educazione è PAROLA che suscita la passione per la verità e il bene; Educazione è RELAZIONE che accoglie, che accetta il legame; Educazione è RELAZIONE che accoglie, che accetta il legame; Educazione è FIDUCIA che fa scoprire, che responsabilizza e coinvolge; Educazione è FIDUCIA che fa scoprire, che responsabilizza e coinvolge; Educazione è ASCOLTO e DIALOGO allinterno di un rapporto di benevolenza; Educazione è ASCOLTO e DIALOGO allinterno di un rapporto di benevolenza; Educazione è AUTORITÀ come energia buona che sostiene nella crescita. Educazione è AUTORITÀ come energia buona che sostiene nella crescita. UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 18 ritardo

19 capacità di portare le persone a sorprendersi della bellezza del messaggio cristiano; UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 19 ritardo La catechesi conservi una forte impronta evangelizzatrice, è il fascino di un incontro che oggi deve essere fatto scoprire.

20 La capacità di tener conto della condizione, della storia, della sensibilità delle persone. UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 20 ritardo ATTENZIONEATTENZIONEATTENZIONEATTENZIONE ALLA PERSONA Le priorità per la comunità cristiana 3. Le priorità per la comunità cristiana

21 E lespressione dellattenzione alla persona, di apertura allaltro di cui la comunità cristiana deve divenire maestra. UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 21 ritardo DIDIASCOLTOASCOLTODIDIASCOLTOASCOLTO CAPACICAPACITATACAPACICAPACITATA

22 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 22 ritardo RIORGANIZZAZIONERIORGANIZZAZIONERIORGANIZZAZIONERIORGANIZZAZIONE della CATECHESI e della PASTORALE Modello di organizzazione della catechesi quasi ovunque articolato per età e classi scolastiche. Ripensare questo modello. Mettere al centro la persona non il programma. Riordinare lesperienza pastorale delliniziazione cristiana

23 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 23 Proviamo a tradurre questi obiettivi in slogan:

24 La comunità cristiana per essere veramente una comunità educante simpone una revisione del suo stile di vita quotidiano. Il cristiano deve far trasparire le beatitudini nel suo operato quotidiano, frutto di una consapevole e profonda esperienza di fede. Vivere lesperienza di fede 24 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI

25 25 Attenzione rinnovata alla generazione adulta: occorre coinvolgerla nel cammino della comunità, offrendo proposte che sappiano suscitare sorpresa e meraviglia. UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI

26 Elementi essenziali della comunità cristiana 4. Elementi essenziali della comunità cristiana 26 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI

27 27 e-ducere un e-ducere per essere educati alla fede; intus-ducere un intus-ducere per essere immessi nel mistero di Dio attraverso la liturgia ed essere educati alla speranza; tra-ducere un tra-ducere per potere mostrare la propria fede nelle opere. E necessario che il percorso educativo sia:

28 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 28 di catechesi, Ne consegue che la visione globale della vita pastorale deve sempre connettere la triplice dimensione di catechesi, liturgia e testimonianza di carità.

29 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 29 essa si svolge attraverso dimensioni e modalità diverse, connesse intimamente tra loro. Questa unica missione è il motivo per cui esiste la Chiesa:

30 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 30 Vi è una terminologia classica, usata dal D B, per indicare queste diverse dimensioni della sua unica missione: ministero profetico (ruolo della Parola che viene da Dio), regale (ruolo della carità e del servizio), sacerdotale (partecipazione alla liturgia), che riguarda ogni cristiano.

31 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 31 Nella missione della Chiesa NESSUNA DI QUESTE DIMENSIONI è fine a se stessa!

32 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 32 San Paolo parla di Mistero di Cristo, espressione che significa che c è un unico progetto da parte di Dio che riguarda tutti. Per dare coesione alla vita spirituale e allazione pastorale vi deve essere Principio di unità

33 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 33 Diventare ed essere cristiani non significa solo seguire le idee di Cristo m mm ma partecipare alla sua storia

34 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 34 Gesù è venuto: perché aveva una parola da dire agli uomini. È lui stesso questa parola;perché aveva una parola da dire agli uomini. È lui stesso questa parola; perché aveva una testimonianzaperché aveva una testimonianza da dare: la sua esistenza, il suo stile; per un evento da portare a compimento: quello della Pasqua, della sua morte e risurrezione.per un evento da portare a compimento: quello della Pasqua, della sua morte e risurrezione.

35 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 35 parolauna parola da dire al mondo (dire al mondo Cristo); non solo informazione ma parola che suscita la fede; una testimonianza da dare: quella della carità vissuta. Parlare di Gesù, ma con la nostra vita; un evento (già compiuto da Cristo) non più da compiere ma da celebrare e da attualizzare. La Chiesa ha come compito queste tre cose:

36 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 36 Queste tre dimensioni – parola, liturgia e carità – sono gli elementi costitutivi dellesperienza di fede sia a livello ecclesiale sia a livello personale

37 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 37 Anche la nostra esperienza di formazione per acquisire la mentalità di un itinerario di tipo catecumenale presenta queste tre dimensioni: l ll lascolto, lattenzione alla vita e la preghiera.

38 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 38 elaborando litinerario di tipo catecumenale si dovrà essere attenti a mettere insieme le varie dimensioni della vita cristiana per formare:

39 ritardo UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 39 FASERIESPRESSIVA

40 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 40 Ulteriore confronto per vedere insieme, alla luce delle nuove conoscenze (allegato 2): quello che già funziona nella comunità; le scelte che possono essere valorizzate e abbastanza possibili;le scelte che possono essere valorizzate e abbastanza possibili; ciò che rimane come obiettivo, ma più lontano.ciò che rimane come obiettivo, ma più lontano.

41 ritardo UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 41 ARRIVEDERCI AL PROSSIMO INCONTRO Don Enzo e lequipe


Scaricare ppt "Ritardo CORSO DI FORMAZIONE PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI PER CATECHISTI ACCOMPAGNATORI Anno Pastorale 2012/2013 UFFICIO DIOCESANO PER LA CATECHESI 1."

Presentazioni simili


Annunci Google