La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

19/04/2006 Esperienza NewsML Lo standard di trasmissione internazionale NewsML: lesperienza AGI. INCONTRO AGENZIE DI STAMPA ROMA, 19 APRILE 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "19/04/2006 Esperienza NewsML Lo standard di trasmissione internazionale NewsML: lesperienza AGI. INCONTRO AGENZIE DI STAMPA ROMA, 19 APRILE 2006."— Transcript della presentazione:

1 19/04/2006 Esperienza NewsML Lo standard di trasmissione internazionale NewsML: lesperienza AGI. INCONTRO AGENZIE DI STAMPA ROMA, 19 APRILE 2006

2 19/04/2006 Esperienza NewsML Indice della presentazione Un contesto in continua evoluzione Il punto di partenza Il formato FIEG Limiti del formato FIEG La spinta al cambiamento Esempio XML AGI Perché NewsML Struttura del NewsML Il percorso AGI AGI è pronta 1

3 19/04/2006 Esperienza NewsML Un contesto in continua evoluzione Fino agli anni 90, i notiziari venivano distribuiti soprattutto attraverso la capillare ed affidabile rete telegrafica dell'allora Ministero delle Poste e Telegrafi che, per la sua natura, ha condizionato la struttura del flusso. A partire dalla fine degli anni 90, con lesplosione dei nuovi media, il mercato delleditoria ha subito una rapida trasformazione rispetto allinformazione: nuove modalità di creazione nuove modalità di fruizione nuovi strumenti di distribuzione maggiore segmentazione e qualificazione multimedialità e multimodalità nuovi interlocutori, business e consumer. 2

4 19/04/2006 Esperienza NewsML Il punto di partenza Prima dellavvento di Internet, le tecnologie disponibili e la tipologia di utenza, rappresentano un vincolo che consente una gestione dellinformazione: strutturata in modo elementare con poche meta informazioni Trasportata attraverso un flusso di dati unico in grado di veicolare i contenuti informativi ma anche i pochi qualificatori necessari alla caratterizzazione dellinformazione stessa 3

5 19/04/2006 Esperienza NewsML Il formato FIEG I flussi dati (chiamate Reti) erano creati per categorie di utenze omogenee, e contenevano elementi informativi testuali (take) caratterizzati da notazioni posizionali per consentirne lindividuazione e una minimale post-elaborazione: ZCZC AGI EST 0 R01 / TITOLO DELLA NOTIZIA = (AGI) – Roma, 6 apr - Testo della notizia.. … … … … … … … ….. finale della notizia. (AGI) Gus APR 06 NNNN 4

6 19/04/2006 Esperienza NewsML Limiti del formato FIEG Il formalismo adottato è un formalismo proprietario (italiano) le cui caratteristiche, che oggi valutiamo come limiti sono: struttura sequenziale delle informazioni focus sullinformazione testuale limiti nella quantità e qualità dei metadati impossibilità di syndication (pubblicazione dello stesso contenuto per utenti e utilizzi differenti) e necessità di duplicazione dellinformazione per usi differenziati necessità di sistemi informatici dedicati per la creazione, distribuzione e consultazione delle notizie chiusura dei sistemi rispetto a fonti internazionali 5

7 19/04/2006 Esperienza NewsML La spinta al cambiamento Nel '97 l'AGI si affaccia su internet con il suo sito aprendosi ad un nuovo segmento di mercato.www.agenziaitalia.it Il Delivery viene richiesto anche su protocollo IP: cambia il modello di Business e i Portali prima, le Telecom poi, richiedono flussi informativi con segmentazioni e aggregazioni molto specifiche. Per la distribuzione delle informazioni AGI adotta quindi lXML per la codifica dellinformazione e inizia a distribuire contenuti multimediali. 6

8 19/04/2006 Esperienza NewsML R Estero Mercoledì, 12 aprile 2006 mer 12 apr TITOLO NOTIZIA agi (AGI) – Testo della notizia.. … … ….. finale della notizia. (AGI) Gus XMLDTD Proprietaria 7 Esempio XML AGI Linsieme di tutti i tag definiti Set di caratteri utilizzato Categorizzazione Content Provider

9 19/04/2006 Esperienza NewsML Perché NewsML Lapprodo al NewsML è stato un passaggio naturale per: superare il limite di DTD proprietarie; condividere con partner internazionali il medesimo approccio; sfruttare la ricchezza del formato per nuovi prodotti; standardizzare progressivamente tutti i processi interni, dallacquisizione alla memorizzazione, dallelaborazione alla distribuzione. Dal 2004 la produzione AGI indirizzata al mondo Internet è disponibile in formato NewsML. 8

10 19/04/2006 Esperienza NewsML 9 Struttura del NewsML

11 19/04/2006 Esperienza NewsML 10 Il Percorso AGI

12 19/04/2006 Esperienza NewsML AGI è pronta AGI ha dunque sperimentato il formato NewsML nell'ambito del delivery FTP dei flussi primari e per i prodotti editoriali Multimediali. AGI è quindi pronta a fornire prodotti editoriali "più complessi, pensati per i nuovi media (Dossier, HomePage, semi-lavorati per le redazioni della carta stampata, Video/Audio-interviste con annesso take,...) AGI è pronta alla standardizzazione anche del processo di acquisizione in chiave NewsML. 11


Scaricare ppt "19/04/2006 Esperienza NewsML Lo standard di trasmissione internazionale NewsML: lesperienza AGI. INCONTRO AGENZIE DI STAMPA ROMA, 19 APRILE 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google