La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Appunti per il Master Telematico UNITEL A cura di Alessandro Maola Settembre 2008 www.inmediarescomunicazione.it.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Appunti per il Master Telematico UNITEL A cura di Alessandro Maola Settembre 2008 www.inmediarescomunicazione.it."— Transcript della presentazione:

1 Appunti per il Master Telematico UNITEL A cura di Alessandro Maola Settembre 2008

2 Lufficio stampa tradizionale Ivy Lee convinse la Pennsylvania Railroad a diffondere un comunicato per i giornalisti su un incidente ferroviario. Invitò la stampa sul luogo della notizia. Giornalisti e fotografi videro di persona quanto era accaduto. Ivy Lee rivoluzionò il modo di intendere i rapporti tra aziende, enti pubblici e media.

3 Lufficio stampa tradizionale Lazienda vuole parlare con i media, per promuovere se stessa, il proprio lavoro, la propria autorevolezza o per prepararsi a situazioni di crisi. Lufficio stampa traduce lazienda ai giornalisti ed i giornalisti allazienda.

4 Lufficio stampa tradizionale Lo comunica ai media attraverso gli strumenti a sua disposizione Lufficio stampa lo rende notizia Messaggio da parte dellazienda

5 Lufficio stampa tradizionale I giornalisti hanno necessità di approfondimenti ed in generale di notizie Lufficio stampa verifica come coniugare queste necessità con gli obiettivi dellazienda Lufficio stampa traduce le necessità dei media allazienda

6 Lufficio stampa tradizionale Mass media: la locuzione proviene dall'inglese, ed è l'unione di mass con il termine latino media, plurale di medium. Quando ci si riferisce ad un singolo mezzo di comunicazione, si deve usare il termine mass medium, peraltro adoperato anche nella letteratura scientifica anglosassone. Medium fu scelto perché la lingua inglese non possiede un termine avente il doppio significato di "mezzo" (come strumento) e "qualcosa che sta a metà tra due poli" (in questo caso l'autore di un messaggio e il destinatario).latinoanglosassone Quindi tradizionalmente i media erano pensati come strumenti di comunicazione tra chi emetteva il messaggio e chi lo riceveva. Uno strumento che poteva anche influire sul messaggio stesso, deformandolo, come afferma Mc Luhan. La sua riflessione ruota intorno all'ipotesi secondo cui il mezzo tecnologico che determina i caratteri strutturali della comunicazione produce effetti pervasivi sull'immaginario collettivo, addirittura indipendentemente dai contenuti dell'informazione di volta in volta veicolata. Di qui, la sua celebre tesi secondo cui "il mezzo è il messaggio".immaginario collettivo

7 I Media tradizionali avevano un ruolo centrale e non prescindibile. MEDIA EmittenteRiceventePubblico

8 Internet cambia le regole.

9 Lufficio stampa è uno strumento del passato? Sono migliaia i comunicati stampa che in un qualsiasi giorno affollano le redazioni I Media tradizionali perdono il proprio ruolo centrale. Si scambiano troppe informazioni che spesso sono errate e irrilevanti Bisogna fare i conti con un genere diverso di media Lavvento di Internet ha facilitato linvio dei comunicati e la loro diffusione

10 La Rete mette tutti in contatto con tutti. Di conseguenza la tendenza è quella che riduce il ruolo fondamentale ed imprescindibile dei media tradizionali. La riduce, ma non la elimina, perché ai media tradizionali si attribuisce maggiore credibilità e, per ora, maggiori numeri. Oggi internet è quindi inteso come uno dei media ma ha in sé caratteristiche del tutto rivoluzionarie che tendono ad abbattere il vecchio schema dei media imprescindibile intermediario.

11 Di conseguenza… Per un media innovativo e rivoluzionario come internet occorre immaginare strategie nuove di comunicazione e di media relations. Lufficio stampa deve continuare a tradurre lazienda per il nuovo media, usando il suo linguaggio ed i suoi strumenti.

12 Lufficio stampa tradizionale Tra gli strumenti che può utilizzare: - Il comunicato stampa - Il Press Kit - La conferenza stampa - Il Press Tour

13 Nuovi strumenti per nuovi media 1. Accessibilità alle informazioni 2. Grafica e supporti multimediali 3. Link di approfondimento 4. Coinvolgimento 5. Reperibilità

14 Social Media Press Release Ideato da Todd Defren, SHIFT Communications Euna comunicazione destinata a coloro i quali producono contenuti usando i media sociali (forum, newsgroup, social network, blog in tutte le loro forme) E scritto nel linguaggio e con le regole proprie di questi Tale comunicato, ospitato su una pagina web, viene scritto con uno stile diretto

15 Social Press Release E corredato di link e di contenuti multimediali condivisibili ossia facilmente diffondibili sul web (foto su Flickr, video su YouTube, link tematici su De.licio.us, preventivamente preparati) I contenuti sono pensati per essere condivisi facilmente E predisposto per essere segnalato da chiunque voglia alle piattaforme di condivisione di notizie (OK Notizie, Digg, Segnalo, ecc…).

16 Ecco un esempio:

17 Nel dettaglio:

18

19

20

21 RSS Acronimo di Really Simple Syndication è uno dei più popolari formati per la distribuzione di contenuti Web è basato su XML, da cui ha ereditato la semplicità, l'estensibilità e la flessibilità. Fu lanciato per la prima volta da Netscape. Oggi RSS è lo standard de facto per l'esportazione di contenuti Web. I principali siti di informazione, i quotidiani online, i fornitori di contenuti, i blog più popolari: tutti sembrano aver adottato il formato RSS.

22 Il comunicato stampa si rivoluziona e diventa esso stesso social media.

23 I valoried i metodi generali sono sempre quelli. Diventare un punto di riferimento: competente continuativo disponibile affidabile tempestivo credibile nelle risposte e nelle proposte

24 I valoried i metodi generali sono sempre quelli. Mailing list Archivio Documentazione Rassegna stampa Capacità proattive e reattive Evtl. coordinamento con altre azioni di comunicazione Operatività tattica o strategica Capacità di newsbuilding Segmentazione dei media e dei target Consulenza al management Misurazione dei risultati

25 Ma internet non cambia solo il comunicato… - Ciò che viene pubblicato su internet non è letto solo dai giornalisti, ma dal pubblico degli utenti. - I contenuti sono di tutti: tutti scrivono e sono letti, tutti possono intervenire, cambiare, stravolgere, aderire. - Si comunica con e non si comunica a. - Prima era One to all, ora e one to one ma anche all to one

26 Internet cambia… - Chi naviga si aspetta di essere coinvolto ed a sua volta coinvolgerà altri attraverso community e social media. - I contenuti non sono controllati, non esiste filtro - Ogni sito ed ogni blog ha un suo grado di autorevolezza e quindi di affidabilità - E molto altro…

27 Quindi non cambia solo il comunicato, ma… Cambia la conferenza stampa Cambia il press kit Cambia la mailing list …e non solo!

28 Cambia la conferenza stampa Riprese video in streaming Possibilità di intervento via chat o via forum, anche in video, da parte dei navigatori Più relatori, anche in zone diverse del mondo Media tradizionali e internet su tutto il territorio

29 Cambia il Press Kit - Video aziendali su You Tube - Presentazioni scritte e immagini - Contatti diretti, anche con il Management - Approfondimenti on line

30 Cambia la mailing list Non solo sito di informazione Blog, Community, Social media Non solo giornalisti tra gli stakeholder, ma simpatizzanti, appassionati, consumatori…

31 Per contatti, informazioni, dibattiti, confronti… Alessandro Maola In Media Res Comunicazione srl T C Skype: alessandro.maola


Scaricare ppt "Appunti per il Master Telematico UNITEL A cura di Alessandro Maola Settembre 2008 www.inmediarescomunicazione.it."

Presentazioni simili


Annunci Google