La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Codici QR Presentazione 1.6 Architettura dell'informazione | Prof. Luca A. Ludovico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Codici QR Presentazione 1.6 Architettura dell'informazione | Prof. Luca A. Ludovico."— Transcript della presentazione:

1 Codici QR Presentazione 1.6 Architettura dell'informazione | Prof. Luca A. Ludovico

2 I codici a barre sono un insieme di elementi grafici a contrasto elevato disposti in modo da poter essere letti da un sensore a scansione e decodificati per restituire l'informazione contenuta Lo scopo è velocizzare e/o automatizzare le operazioni di lettura di informazioni alfanumeriche –Si pensi alle operazioni di cassa per i prodotti nei supermercati Lidea nasce negli Stati Uniti alla fine degli anni 40 Codici a barre Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

3 Un codice QR (QR code) è un codice a barre bidimensionale, ossia a matrice, composto da moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone Il nome QR è l'abbreviazione dell'inglese quick response (risposta rapida), in quanto permette una rapida decodifica del suo contenuto Codici QR Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

4 Dal codice a barre al codice QR Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico Codice a barre lineare Codice a barre bidimensionale

5 Utilizzi dei QR code Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

6 La codifica e la decodifica di codici QR (così come codici a barre, ecc.) richiede un duplice processo: –Codifica (dal messaggio originario alla versione grafica) –Decodifica (dal codice QR al messaggio originario) Scrittura e lettura di codici Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico Informazione originaria Informazione codificata Informazione originaria The writings on the wall

7 Codifica dellinformazione Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

8 Capacità di memorizzazione dei dati –Solo numerico: max caratteri –Alfanumerico: max caratteri –Binario (8 bit): max byte –Kanji/Kana: max caratteri Variante MicroQR (per messaggi brevi e/o aree molto piccole): massimo 35 caratteri Capacità di memorizzazione dei dati Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

9 Le parole di codifica sono da 8 bit e usano lalgoritmo di correzione dellerrore Reed–Solomon, consentendo 4 livelli (maggiore è il potere di correzione, minore è lo spazio disponibile per la codifica del messaggio) –Level L (Low): recupera il 7% delle parole –Level M (Medium): recupera il 15% –Level Q (Quartile): recupera il 25% –Level H (High): recupera il 30% Grazie alla correzione degli errori, è possibile non solo ripristinare codici deteriorati ad esempio da atti di vandalismo o da fattori atmosferici, ma anche aggiungere effetti grafici che rendano il codice più comprensibile o attraente allocchio umano (vedi slide successiva) Correzione degli errori Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

10 Codice leggibile nonostante il sensibile danneggiamento Codice leggibile nonostante linserto grafico Glie effetti della correzione degli errori Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

11 Poiché le specifiche del formato QR sono pubbliche, sono disponibili numerosi strumenti free per codificare e decodificare codici QR I lettori (strumenti per la decodifica) di solito sono inclusi nei dispositivi mobili quali gli smartphone, o si possono scaricare (spesso gratuitamente) dai rispettivi store –Questo fatto unito alla praticità ne ha decretato il successo Esempio di generatori Software per la codifica e la decodifica Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

12 Occultamento dei QR code Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico

13 Occultamento dei QR code Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico Esperimento sulla valuta svedese (QR code invisibile) Moneta celebrativa olandese

14 Codici QR in contesti museali Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico Musée du Louvre, Paris, France Museo del Novecento, Milano

15 Codici QR in contesti museali Architettura dell'informazione Prof. Luca A. Ludovico Principali obiettivi: –Formazione dei visitatori Fornire informazioni aggiuntive su artista e opera, usando testi, video, audio, senza arrecare disturbo agli altri visitatori –Coinvolgimento Proporre esperienze alternative dellopera darte, basate sulla multimedialità e sul gioco –Economicità La stampa di QR code richiede pochissime risorse in termini di spazi espositivi e di esborso: solitamente avviene in modo contestuale alla didascalia standard –Interazione con i visitatori Al termine della visita i visitatori possono lasciare commenti e suggerimenti, consentendo al museo di migliorare i propri servizi


Scaricare ppt "Codici QR Presentazione 1.6 Architettura dell'informazione | Prof. Luca A. Ludovico."

Presentazioni simili


Annunci Google