La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La valutazione del contributo dei progetti MED alla programmazione regionale: la sperimentazione del metodo di lavoro e il caso Puglia La valutazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La valutazione del contributo dei progetti MED alla programmazione regionale: la sperimentazione del metodo di lavoro e il caso Puglia La valutazione."— Transcript della presentazione:

1 1 La valutazione del contributo dei progetti MED alla programmazione regionale: la sperimentazione del metodo di lavoro e il caso Puglia La valutazione dei progetti di Cooperazione Territoriale Europea: metodi di lavoro e riflessioni Bologna, 20 giugno 2013 Brigida Salomone Task Force - Area Politiche per la Promozione dei Territori dei Saperi e dei Talenti REGIONE PUGLIA

2 2 Lapplicazione del metodo Obiettivo Operativo del Piano delle Performance 2013 Sviluppo delle politiche regionali settoriali nel contesto internazionale e raccordo delle strategie con la programmazione comunitaria. REGIONE PUGLIA

3 3 Lapplicazione del metodo Obiettivo Operativo del Piano delle Performance 2013 Sviluppo delle politiche regionali settoriali nel contesto internazionale e raccordo delle strategie con la programmazione comunitaria. Coinvolgimento del Nucleo di Valutazione e Valorizzazione dei Progetti REGIONE PUGLIA

4 4 Lapplicazione del metodo Obiettivo Operativo del Piano delle Performance 2013 Sviluppo delle politiche regionali settoriali nel contesto internazionale e raccordo delle strategie con la programmazione comunitaria. Coinvolgimento del Nucleo di Valutazione e Valorizzazione dei Progetti Interviste effettuate direttamente dal Servizio REGIONE PUGLIA

5 5 Lapplicazione del metodo Obiettivo Operativo del Piano delle Performance 2013 Sviluppo delle politiche regionali settoriali nel contesto internazionale e raccordo delle strategie con la programmazione comunitaria. Coinvolgimento del Nucleo di Valutazione e Valorizzazione dei Progetti Interviste effettuate direttamente dal Servizio Adattamento della guida: intervista semi strutturata REGIONE PUGLIA

6 6 Il campione dindagine ProgettiAGROENVIRONMEDAGROCHEPACKBIOLMEDMET 3NOVAGRIMED Parternariati IT ARTI - Puglia PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO DELLA SICILIA – Sicilia EUROBIC TOSCANA SUD - Toscana Comune di Cellamare - Puglia DITEC - Università della Basilicata - Basilicata IAMB (Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari)-Puglia Regione Puglia CIBI - Puglia ICEA – Emilia Romagna ARTI - PugliaRegione Puglia Agenzia Laore - Sardegna Budget partner regionale Puglia: ,00Puglia: ,00Puglia: E-R: Puglia: ,00 Puglia: ,00 Settori Agricoltura / Impatto ambientale Agricoltura / Impatto Ambientale Agricoltura biologica / produzione olio di oliva Innovazione/ Trasferimento tecnologico Agricoltura / Sviluppo sostenibile REGIONE PUGLIA

7 7 I criteri AGRO- ENVIRONMED AGRO CHEPACK BIOLMEDMET 3NOVAGRIMED Know howxxxxx Innovazionex xxx Investimenti xx x Networkingx x xx Capitalizzazionexxxx Integrazionexx Governancexxxx x REGIONE PUGLIA

8 8 I criteri AGRO- ENVIRONMED AGRO CHEPACK BIOLMEDMET 3NOVAGRIMED Know howxxxxx Innovazionex xxx Investimenti xx x Networkingx x xx Capitalizzazionexxxx Integrazionexx Governancexxxx x REGIONE PUGLIA

9 9 I criteri AGRO- ENVIRONMED AGRO CHEPACK BIOLMEDMET 3NOVAGRIMED Know howxxxxx Innovazionex xxx Investimenti xx x Networkingx x xx Capitalizzazionexxxx Integrazionexx Governancexxxx x REGIONE PUGLIA

10 10 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze REGIONE PUGLIA

11 11 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze per lo sviluppo della conoscenza del settoriale di riferimento per il miglioramento della competitività delle imprese del settore (MET 3 – BIOLMED – NOVAGRIMED) REGIONE PUGLIA

12 12 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative REGIONE PUGLIA

13 13 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative sui processi di produzione sui processi di commercializzazione sui processi di gestione per migliorare il rapporto PPAA e operatore di settore REGIONE PUGLIA

14 14 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative capitalizzazione degli interventi REGIONE PUGLIA

15 15 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative capitalizzazione degli interventi valorizzazione di esperienze pregresse consolidamento delle pratiche sviluppate REGIONE PUGLIA

16 16 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative capitalizzazione degli interventi Rafforzamento del networking REGIONE PUGLIA

17 17 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative capitalizzazione degli interventi Rafforzamento del networking trasnazionale (individuazioni di soluzioni comuni ) locale e nazionale (miglioramento dei marchi) REGIONE PUGLIA

18 18 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative capitalizzazione degli interventi Rafforzamento del networking sviluppo di collaborazioni funzionali tra gli attori locali REGIONE PUGLIA

19 19 I risultati acquisizione di conoscenze/competenze sviluppo di metodologie innovative capitalizzazione degli interventi Rafforzamento del networking sviluppo di collaborazioni funzionali tra gli attori locali interesse allo sviluppo del contesto settoriale di riferimento coinvolgimento degli stakeholders per il radicamento dei risultati sul territorio REGIONE PUGLIA

20 20 Le indicazioni Integrazione/Mainstreaming e Governance come principali fattori di successo in termini di rispondenza alle esigenze locali (utilità) Networking, Integrazione (top down & bottom up) e Governance come garanzia di sostenibilità Networking e Governance in grado di migliorare leffetto spill-over (replicabilità) Innovazione e investimenti diretti e indotti (anche tramite azioni pilota) e Governance capaci di garantire la persistenza dellintervento anche dopo la sua conclusione (beneficio a livello locale) REGIONE PUGLIA

21 21 Le indicazioni Integrazione/Mainstreaming e Governance come principali fattori di successo in termini di rispondenza alle esigenze locali (utilità) Semplificazione procedure certificazione bio Networking, Integrazione (top down & bottom up) e Governance come garanzia di sostenibilità Networking e Governance in grado di migliorare leffetto spill-over (replicabilità) Innovazione e investimenti diretti e indotti (anche tramite azioni pilota) e Governance capaci di garantire la persistenza dellintervento anche dopo la sua conclusione (beneficio a livello locale) REGIONE PUGLIA

22 22 Le indicazioni Integrazione/Mainstreaming e Governance come principali fattori di successo in termini di rispondenza alle esigenze locali (utilità) Networking, Integrazione (top down & bottom up) e Governance come garanzia di sostenibilità OSSERVATORIO BIOLOGICO Networking e Governance in grado di migliorare leffetto spill-over (replicabilità) Innovazione e investimenti diretti e indotti (anche tramite azioni pilota) e Governance capaci di garantire la persistenza dellintervento anche dopo la sua conclusione (beneficio a livello locale) REGIONE PUGLIA

23 23 Le indicazioni Integrazione/Mainstreaming e Governance come principali fattori di successo in termini di rispondenza alle esigenze locali (utilità) Networking, Integrazione (top down & bottom up) e Governance come garanzia di sostenibilità Networking e Governance in grado di migliorare leffetto spill-over (replicabilità) Bonifica di APPW – valorizzazione territoriale dei prodotti (bio itinerari – itinerari paessaggistici) - Exploitation Plan per ILO Innovazione e investimenti diretti e indotti (anche tramite azioni pilota) e Governance capaci di garantire la persistenza dellintervento anche dopo la sua conclusione (beneficio a livello locale) REGIONE PUGLIA

24 24 Le indicazioni Integrazione/Mainstreaming e Governance come principali fattori di successo in termini di rispondenza alle esigenze locali (utilità) Networking, Integrazione (top down & bottom up) e Governance come garanzia di sostenibilità Networking e Governance in grado di migliorare leffetto spill-over (replicabilità) Innovazione e investimenti diretti e indotti (anche tramite azioni pilota) e Governance capaci di garantire la persistenza dellintervento anche dopo la sua conclusione (beneficio a livello locale) Stazione di raccolta APPW – Osservatorio Biologico - Bio Itinerario LA VIA TRAIANA REGIONE PUGLIA

25 25 La correlazione con la programmazione regionale V arie modalità di contribuire alla programmazione regionale REGIONE PUGLIA I risultati dei progetti sono costituiti da cambiamenti nella policy o nella governance di una policy regionale (NOVAGRIMED, AGROENVIRONMED) I progetti inducono indirettamente un aumento di conoscenze da parte della struttura regionale responsabile di una policy (BIOLMED) I risultati dei progetti si inseriscono nelle politiche ordinarie o aggiuntive (AGROCHEPACK) Gli obiettivi dei progetti sono coerenti con gli obiettivi di una policy regionale (Biolmed, Agrochepack, Met 3, Agroenvironmed)

26 26 La correlazione con la programmazione regionale Varie modalità di contribuire alla programmazione regionale I risultati possono corrispondere agli obiettivi della programmazione regionale …. Usando strumenti analoghi (ma con un contributo da forme di cooperazione con soggetti fuori del territorio - MET 3) oppure …. Usando strumenti complementari (BIOLMED, AGROCHEPACK) La correlazione non avviene spontaneamente REGIONE PUGLIA

27 27 La correlazione con la programmazione regionale Anche nei progetti assistiti da strutture programmatiche forti è difficile riscontrare coerenza tra risultati e obiettivi La struttura programmatica nel programma MED è "debole In Puglia abbiamo riscontrato maggiore coerenza nella correlazione tra progetti e programmazione regionale grazie a REGIONE PUGLIA

28 28 La correlazione con la programmazione regionale Anche nei progetti assistiti da strutture programmatiche forti è difficile riscontrare coerenza tra risultati e obiettivi La struttura programmatica nel programma MED è "debole In Puglia abbiamo riscontrato maggiore coerenza nella correlazione tra progetti e programmazione regionale grazie a unazione specifica di animazione territoriale: I CANTIERI DI PROGETTAZIONE (coinvolgimento degli attori locali) La governance dei processi di partecipazione di tutte le componenti regionali ai Programmi di Cooperazione Territoriale 2007 – 2013 è mantenuta dal Servizio Mediterraneo (coinvolgimento delle strutture regionali) REGIONE PUGLIA

29 29 I risultati generale compatibilità con il POR FESR e PSR partecipazione regionale funzionale alla correlazione e al miglioramento di Regolamenti e strumenti di pianificazione correlazione (e quindi integrazione) con gli strumenti di programmazione locale vincolata al livello di conoscenza degli stessi REGIONE PUGLIA

30 30 Le indicazioni miglioramento dei processi di programmazione partecipata, anche al fine di migliorare lintegrazione e il mainstreaming rafforzamento di percorsi di programmazione multiprogramma e multifondo maggiore coordinamento tra i diversi settori coinvolti nella programmazione aumento dell integrazione tra la politica CTE con la politica regionale - sinergie tra i diversi programmi e fondi – identificando alcune priorità progettuali e tematiche anche in base alle esperienze di successo pregresse maggiore attenzione alla continuità di gestione dei progetti di CTE, in unottica di coerenza operativa REGIONE PUGLIA

31 31 Le indicazioni miglioramento dei processi di programmazione partecipata, anche al fine di migliorare lintegrazione e il mainstreaming rafforzamento di percorsi di programmazione multiprogramma e multifondo maggiore coordinamento tra i diversi settori coinvolti nella programmazione aumento dell integrazione tra la politica CTE con la politica regionale - sinergie tra i diversi programmi e fondi – identificando alcune priorità progettuali e tematiche anche in base alle esperienze di successo pregresse maggiore attenzione alla continuità di gestione dei progetti di CTE, in unottica di coerenza operativa Previsione di strutture istituzionali (collegamento con il Nucleo, inserimento nella programmazione regionale – PSR, POR, piani di settore) Svolgimento di attività specifiche: animazione territoriale, sostegno alla progettazione, Inserimento nel monitoraggio unico, Valutazione dei progetti e (forse) del programma REGIONE PUGLIA

32 32 Elementi di approfondimento Aspetti tecnici e procedurali (metodo e coinvolgimento interlocutori progettuali) Monitoraggio outcome a lungo termine (quali gli impegni assunti per garantire la misurabilità degli outcome a lungo termine?) Significatività e comprensione dei risultati (approfondimento sul concetto di misurabilità dei risultati) Individuazione delle correlazioni con la programmazione regionale (modalità e target) Trasferibilità e veicolazione dei risultati dellanalisi Interpretazione dei risultati dellanalisi in riferimento al futuro dei Programmi Consolidamento del lavoro con i Nuclei di Valutazione regionali REGIONE PUGLIA


Scaricare ppt "1 La valutazione del contributo dei progetti MED alla programmazione regionale: la sperimentazione del metodo di lavoro e il caso Puglia La valutazione."

Presentazioni simili


Annunci Google