La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scuola primaria paritaria SACRA FAMIGLIA Via Saluga, 7 – Trento tel. 0461 980093 – fax 0461 260718 mail:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scuola primaria paritaria SACRA FAMIGLIA Via Saluga, 7 – Trento tel. 0461 980093 – fax 0461 260718 mail:"— Transcript della presentazione:

1 Scuola primaria paritaria SACRA FAMIGLIA Via Saluga, 7 – Trento tel – fax mail: sito:

2 Il passaggio in essere Cosa continua e cosa cambia

3 Cosa è la Scuola Sacra Famiglia: Unopera gestista dallIstituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, presenti a Trento da 109 anni. Una scuola cattolica caratterizzata dal Carisma proprio della Sacra Famiglia. Esse promuovono lapprendimento, in comunità educanti, familiari ed accoglienti, improntate allo stile di Nazareth.

4 Cosa sarà la Scuola Sacra Famiglia? Resterà una Scuola Cattolica, espressione della sollecitudine della Chiesa in campo educativo e scolastico (dal Progetto dIstituto) La gestione sarà affidata ad una Cooperativa sociale, da poco fondata.

5 Cosa significa essere scuola? Luogo caratterizzato da unazione didattica intenzionale si appoggia su teorie didattiche riconosciute applica curriculi condivisi rispetta modalità e standard organizzativi dati per legge

6 Scopo dellessere SCUOLA (dal progetto educativo) promuovere lo sviluppo della personalità dei bambini/e, acquisire e sviluppare le conoscenze e le abilità di base, fare apprendere i mezzi espressivi, la lingua italiana e lalfabetizzazione nella lingua inglese e tedesca porre le basi per lutilizzazione di metodologie scientifiche nello studio del mondo naturale, dei suoi fenomeni e delle sue leggi, valorizzare le capacità relazionali e di orientamento nello spazio e nel tempo, educare ai principi fondamentali della convivenza civile, nellapertura alla società, alla famiglia, al mondo, alla natura, alla Chiesa, a Dio.

7 Scopo dellessere Scuola CATTOLICA Lo scopo della Scuola è legato intrinsecamente alla missione della Chiesa. Comunicare agli uomini lavvenimento di Cristo, avvenimento della tenerezza di Dio verso l'uomo.

8 Come appare: (dal progetto educativo) Un ambiente comunitario scolastico permeato dello spirito evangelico Libertà: la ricchezza e la bellezza della realtà muovono la libertà e la ragione fino a porsi le domande sul significato Carità: attenzione al singolo, sostegno nella fatica, individuazione dei talenti, riconoscimento ed accettazione dei limiti.

9 Scopo della Scuola Cattolica (dal progetto educativo) Ordinare la conoscenza del mondo, della vita, delluomo alla luce della fede. Collaborare alla maturazione della nuova creatura fondata nel battesimo.

10 Con quale metodo? Attenzione al singolo La persona di ciascuno, nei suoi bisogni materiali e spirituali è al centro del magistero di Gesù: per questo la promozione della persona umana è il fine della Scuola Cattolica; Ordinare la didattica perché le capacità complessive di ogni fanciullo siano sviluppate al massimo grado possibile per trasformarle in competenze personali.

11 Quali i compiti della Cooperativa? Strumento utilizzato per permettere alla Scuola di vivere: Dare unidentità giuridica alla Scuola su cui si appoggia la parità; Garantire le risorse economiche necessarie per la vita della Scuola; Portare la responsabilità di tutta lopera (sia dal punto di vista educativo che economico, che giuridico) piegando tutto allo scopo che la Scuola viva.

12 Il Piano dellOfferta Formativa La carta didentità della scuola

13 Piano dellofferta formativa Il POF è la carta didentità della scuola. Si configura come una serie di documenti che descrivono le finalità e le impostazioni didattiche della scuola. La Scuola offre il proprio POF e dedica le proprie energie e la propria attenzione affinché i valori in esso espressi siano coerenti con la propria proposta educativa. Invita la famiglia, prima responsabile delleducazione dei figli, a prendere visione del POF affinché lazione educativa sia coerente e serena.

14 Il progetto educativo annuale Siamo un cambiamento in cammino Il percorso educativo di questanno ci mette in cammino consapevoli che lungo la strada, grazie allincontro con laltro, avviene per ciascuno di noi un cambiamento. Insieme scopriamo e valorizziamo i nostri talenti: lintelligenza per fare il bene, il cuore per saper rispettare, amare e perdonare e il coraggio per superare le fatiche e fare scelte giuste. Ci aiuteranno a riflettere in questo cammino i personaggi del romanzo Il Meraviglioso Mago di Oz con le loro qualità e i loro limiti.

15 Le tappe del progetto educativo UN URAGANO PER PARTIRE (settembre – ottobre) Imparare a dare un valore positivo alle novità della nostra vita LINTELLIGENZA (ottobre-novembre) Imparare a capire i significati delle cose e delle situazioni per aprire gli occhi e il cuore LAMORE (dicembre – gennaio) Avere un cuore significa rispettare, amare e perdonare chi ci è accanto IL CORAGGIO (febbraio – marzo) Imparare ad affrontare le varie difficoltà e mettersi in cammino per superarle LA CASA UN LUOGO SICURO (aprile – maggio) Capire che si è parte di un gruppo e che il proprio contributo è importante

16 ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA

17 Le insegnanti Il maestro prevalente come punto di riferimento Insegnanti specialisti di Inglese, Tedesco, Religione, Musica e Arte Linsegnamento della lingua inglese 2 ore in prima, seconda, 3 ore terza, quarta, quinta di cui una veicolare. Linsegnamento della lingua tedesca 2 ore in prima, seconda, 3 ore terza, quarta, quinta di cui una veicolare.

18 Organigramma anno scolastico in corso: insegnanti di classe Sabrina Ferrone Classe Prima Eleonora Pedrini Classe Seconda Ilaria Rosa Classe Terza Paola Manica Classe Quarta Ketty Pichler Classe Quinta

19 Organigramma anno scolastico in corso: insegnanti specialiste Serena Bugnotti Lingua inglese Compresenze per BES Stefanie Peri Lingua tedesca Informatica Roberta Vettorazzi Musica Arte e Immagine Suor Lia Religione Cattolica

20 Attività obbligatorie e facoltative lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabato Anticipo 7.15 – 8.00 Laboratori 8.00 – ora Inizio ora 3 ora 4 ora Mensa e Pausa – ora pom. 2 ora pom. Fine ore Posticipo – 17.30

21 Orario settimanale 28 ore settimanali (Piani di studio Provinciali 26 ore obbligatorie 2 opzionali dentro lorario scolastico (inglese - tedesco) 2 facoltative da scegliere fra i vari Laboratori 6 ore mensa + ricreazione Anticipo Posticipo e doposcuola (mercoledì)

22 Orario giornaliero orariocosa 8.00Inizio laboratori facoltativi 8.30Inizio lezioni 10.20Intervallo 10.35Ripresa lezioni 12.30Pranzo e ricreazione 14.00Ripresa delle lezioni pomeridiane 15.50Uscita classi 1 e Uscita 3, 4 e 5

23 I laboratori della mattina obbligatori per chi viene prima delle 8.00 Chitarra Cucito Psicomotricità Inglese e Tedesco Manualità e creatività Studio e recupero Sono tenuti dalle maestre della scuola

24 Aree di apprendimento 1 e 2 classe AREE DI APPRENDIMENTO ORE di 60 minuti LINGUA ITALIANA6 LINGUA COMUNITARIA TEDESCO1 + 1 LINGUA COMUNITARIA INGLESE1 + 1 STORIA EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA e GEOGRAFIA4 MATEMATICA, SCIENZE, TECNOLOGIA6 MUSICA, ARTE E IMMAGINE, SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE6 RELIGIONE CATTOLICA2 TOTALE ORE LABORATORI2,5 DOPOSCUOLA Mercoledì pomeriggio (libera scelta a pagamento)2

25 Discipline 3, 4 e 5 classe DISCIPLINAORE di 60 minuti LINGUA ITALIANA5 LINGUA COMUNITARIA: INGLESE2 + 1 LINGUA COMUNITARIA:TEDESCO2 + 1 STORIA EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA2 GEOGRAFIA1 MATEMATICA4 SCIENZE, TECNOLOGIA2 MUSICA2 ARTE IMMAGINE2 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE2 RELIGIONE CATTOLICA2 TOTALE ORE LABORATORI2,5 DOPOSCUOLA Mercoledì pomeriggio (libera scelta a pagamento)2

26 Servizi scolastici integrativi Anticipo al mattino a partire dalle 7.15 per chi usufruisce dellanticipo sono attivi dalle ore 8.00 i laboratori a scelta a classi aperte. servizio gratuito Prolungamento dellorario scolastico dalle alle a pagamento Pranzo e studio assistito nel pomeriggio del mercoledì a pagamento

27 Altri progetti qualificanti Linsegnante con ore di compresenza per bambini in difficoltà Insegnamento di alcune discipline in lingua veicolare (inglese e tedesco) CLIL Lettrice di madrelingua inglese per la classe 3, 4, 5. Progetto di educazione musicale (canto corale - uso dello strumento- avvicinamento allopera) Progetto incremento Educazione motoria in collaborazione con il Coni

28 Rapporti scuola famiglia

29 Le impostazioni fondanti I genitori hanno la prima e principale responsabilità nelleducazione dei figli; La scuola valorizza il compito della famiglia e collabora per lattuazione dei valori di cui essa è portatrice; La scuola offre il suo servizio sia a chi ha fatto una chiara scelta di fede, sia a chi si dichiara disponibile nei confronti del messaggio evangelico. I genitori, per armonizzare la loro azione educativa con quella della scuola, sono invitati a fare un cammino di crescita personale e di rispetto dellidentità e delle finalità della scuola cattolica. A tale scopo sono importanti gli incontri con i docenti e la partecipazione, anche tramite gli organi collegiali, alla vita della scuola nei suoi momenti di progettazione, di revisione educativa e di iniziative di formazione culturale, psico- pedagogica e religiosa.

30 I momenti di incontro con i docenti Assemblea generale Settembre Segue riunione di classe ed elezione dei rappresentanti Riunioni di classe Convocate dalle maestre di classe Udienze Novembre Febbraio Aprile Giugno per consegna schede Colloqui individuali Su richiesta

31 La partecipazione alla vita scolastica Consiglio dIstituto Organo collegiale eletto nel 2012 Ha durata triennale A.Ge.S.C. Due rappresentanti per classe Eletti nella prima riunione di settembre Rappresentanti di classe Due rappresentanti per classe Eletti nella prima riunione di settembre Partecipano al Consiglio dIstituto

32 A.Ge.S.C. Associazione Genitori Scuole Cattoliche LAssociazione dei genitori opera a diversi livelli: locale, provinciale, regionale e nazionale, perché la Scuola Cattolica, già riconosciuta come servizio pubblico, alla stregua della Scuola statale, possa avere anche parità economica. A livello locale organizza momenti di formazione e di festa per le famiglie per creare senso di appartenenza e per rendere efficace sul piano umano lessere entrati a far parte di una Scuola Cattolica.

33 Modalità delle comunicazioni Le comunicazioni tra Scuola e famiglia avvengono prevalentemente tramite ; Ogni famiglia ha già comunicato la propria mail in segreteria con il modulo dellscrizione; La Scuola userà lindirizzo elettronico solo per una comunicazione più rapida e sicura con la famiglia Vi chiediamo pertanto di comunicare prontamente eventuali cambi di indirizzi.

34 Alcuni avvisi Rapporti con la scuola di pertinenza Ogni famiglia è tenuta ad avvisare la propria scuola di riferimento dellavvenuta iscrizione presso la Sacra Famiglia Appuntamento da mettere in agenda 16 maggio grande rappresentazione teatrale

35 Grazie


Scaricare ppt "Scuola primaria paritaria SACRA FAMIGLIA Via Saluga, 7 – Trento tel. 0461 980093 – fax 0461 260718 mail:"

Presentazioni simili


Annunci Google