La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 MATERNITÀ - PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 MATERNITÀ - PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di."— Transcript della presentazione:

1 1 MATERNITÀ - PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche

2 2 Chi è la/il Consigliera di Parità La/il Consigliera/e di Parità è un Pubblico Ufficiale previsto e disciplinato dal Codice delle Pari Opportunità, D.Lgs. n,. 198 del 2006 e successive modifiche ed integrazioni, il cui ruolo è finalizzato ad intraprendere ogni utile iniziativa, nellambito delle competenze dello Stato, ai fini del rispetto del principio di non discriminazione e della promozione di pari opportunità per donne e uomini nel lavoro. Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche

3 non discriminazione per donne e uomini nel lavoro promozione di pari opportunità per donne e uomini nel lavoro Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche

4 Divulgazione presso Consultori e ambulatori dei medici pediatri del manifesto dedicato ai padri e al diritto ai congedi di paternità Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche 19 marzo 2012 la paternità è un diritto

5 5 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche La verità è che le donne lavorano di più Nelle coppie di occupati, con la donna tra i 25 ed i 44 anni, in un giorno medio settimanale la donna lavora in totale, tra lavoro retribuito e lavoro familiare, 53 in più del suo partner (9h08 delle donne contro le 8h15 degli uomini). Se ci sono figli il divario cresce (+1h02), le madri lavorano più dei loro partner occupati ossia 9h25 a fronte di 8h23 lavorate dai padri.

6 6 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche Lasimmetria dei ruoli è elevata: nelle coppie di occupati il 71,9% delle ore dedicate al lavoro familiare (lavoro domestico, di cura e di acquisto di beni e servizi) è a carico delle donne. Nel tempo lasimmetria è diminuita: in 20 anni, tra le coppie di occupati con figli, è scesa dall80,6% nel 1988/89 al 72% nel 2008/2009 di circa -12 punti percentuali. …..perché….. le madri hanno tagliato 37 di lavoro familiare (da 5h48 a 5h11) i padri lo hanno incrementato di 26 (da 1h34 a 2h00). Quindi è diminuita più per i tagli operati dalle madri (circa 2 minuti allanno) che per lincremento dei padri (poco più di 1 minuto allanno).

7 7 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche IL QUADRO NORMATIVO Legge n del 30 dicembre 1971 Legge n. 53 dell8 marzo 2000 Decreto Legislativo n. 116 del 23 aprile 2003 Decreto Legislativo n. 119 del 18 luglio 2011 Legge n. 92 del 28 giugno 2012

8 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche CONGEDO DI MATERNITÀ astensione obbligatoria dal lavoro della lavoratrice CONGEDO DI PATERNITÀ astensione dal lavoro del lavoratore, fruito in alternativa al congedo di maternità CONGEDO PARENTALE astensione facoltativa della lavoratrice o del lavoratore CONGEDO PER LA MALATTIA DEL FIGLIO astensione facoltativa dal lavoro della lavoratrice o del lavoratore in dipendenza della malattia stessa

9 9 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche DIVIETO DI LICENZIAMENTO Dalla comunicazione dello stato di gravidanza fino ad un anno dopo il parto. Fino al compimento del 3° anno di età il licenziamenti e le dimissioni sono soggetti a ratifica. DIVIETO DI DISCRIMINAZIONE ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE ESONERO DAL LAVORO NOTTURO Fino al 3° anno di età (elevato al 12° anno di età in caso di famiglia monoparentale), senza limiti in caso di disabilità.

10 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche Complessivamente 5 mesi tra prima e dopo il parto. Solitamente 2 mesi prima del parto e 3 mesi dopo ad eccezione di: interdizione anticipata parto prematuro casi in cui il periodo si allunga. CONGEDO DI MATERNITÀ IL TRATTAMENTO ECONOMICO È ALL 80%

11 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche Un giorno obbligatorio da usufruire entro cinque mesi dopo la nascita. Due giorni, alternativi alla madre, entro cinque mesi dalla nascita. I congedi, inizialmente riservati alla madre, in caso di famiglia monoparentale. CONGEDO DI PATERNITÀ IL TRATTAMENTO ECONOMICO È ALL 80%

12 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche per la madre lavoratrice dipendente per il padre in alternativa alla madre che non ne usufruisce sia perché non ne ha diritto (lavoratrice autonoma) sia se casalinga IL TRATTAMENTO ECONOMICO È ALL 80% RIPOSI GIORNALIERI Una o due ore giornaliere, da utilizzare in modo continuativo, durante il primo anno di vita del bambino

13 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche Complessivamente 10 mesi da utilizzare, anche frazionati o calcolati ad ore, entro 8 anni dalla nascita. 6 mesi per la madre (per le lavoratrici autonome 3 mesi) 7 mesi per il padre Il totale del congedo sale a 11 mesi se il padre usufruisce di almeno 3 mesi dello stesso). CONGEDO PARENTALE Possono essere usufruiti in contemporanea IL TRATTAMENTO ECONOMICO È AL 30%

14 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche In alternativa si può accedere a voucher per babysitting spendibili esclusivamente in strutture autorizzate.

15 Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche Fruibili alternativamente da entrambi i genitori. Sono illimitati fino al 3° anno di vita Si riducono a 5 giorni tra il 3° e l8° anno di vita La retribuzione è solo figurativa CONGEDO PER MALATTIA dei FIGLI

16 il nostro BLOG i recapiti mail il mio numero di telefono Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di Parità per la Regione Marche


Scaricare ppt "1 MATERNITÀ - PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI Paola Petrucci, Consulente manageriale Consigliera di Parità per la Provincia di Ascoli Piceno Consigliera di."

Presentazioni simili


Annunci Google