La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scordia 13 Marzo 2011 Emanuela Marrone Pioniere Normativa Italiana sulla Donazione del Sangue.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scordia 13 Marzo 2011 Emanuela Marrone Pioniere Normativa Italiana sulla Donazione del Sangue."— Transcript della presentazione:

1 Scordia 13 Marzo 2011 Emanuela Marrone Pioniere Normativa Italiana sulla Donazione del Sangue

2 Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati.

3 Legge 21 Ottobre n°219 (n. 28 articoli)

4 Legge 21 Ottobre n°219. Finalità. il raggiungimento dellautosufficienza regionale e nazionale della raccolta di sangue, emocomponenti (globuli bianchi e rossi, piastrine e plasma) e farmaci emoderivati (specialità medicinali che vengono estratte dal sangue derivanti dal plasma attraverso un processo di lavorazione industriale) la tutela della salute dei cittadini con lattuazione dei più alti livelli di sicurezza in tutto il processo: dalla donazione alla trasfusione del sangue luniformità del servizio trasfusionale su tutto il territorio nazionale Per migliorare e coordinare il settore delle trasfusioni è stato istituito il centro nazionale sangue che fa capo allIstituto Superiore di Sanità. il raggiungimento dellautosufficienza regionale e nazionale della raccolta di sangue, emocomponenti (globuli bianchi e rossi, piastrine e plasma) e farmaci emoderivati (specialità medicinali che vengono estratte dal sangue derivanti dal plasma attraverso un processo di lavorazione industriale)

5 Legge 21 Ottobre n°219. Finalità la tutela della salute dei cittadini con lattuazione dei più alti livelli di sicurezza in tutto il processo: dalla donazione alla trasfusione del sangue

6 Legge 21 Ottobre n°219. Finalità luniformità del servizio trasfusionale tutto il territorio nazionale Per migliorare e coordinare il settore delle trasfusioni è stato istituito il centro nazionale sangue che fa capo allIstituto Superiore di Sanità.

7 Questa norma combatte ancora più duramente il commercio del plasma: un fenomeno illegale alquanto diffuso perché ricordiamoci che chi dona e/o riceve il sangue e i suoi derivati non deve pagare nulla: le attività trasfusionali rientrano nei livelli essenziali dellassistenza sanitaria e i costi sono a carico del Fondo sanitario nazionale. Legge 21 Ottobre n°219

8 Legge 21 Ottobre n°219. il diritto di donare è stato esteso ai minori di 18 anni che però siano autorizzati da entrambi i genitori o da chi esercita la patria potestà. Vi è possibilità di donare la placenta e il sangue da cordone ombelicale, riconosciuto come un gesto volontario e gratuito al quale ogni donna può dare il proprio assenso informato al momento del parto.

9 Legge 21 Ottobre n°219. La legge affida un ruolo di primo piano alle associazioni (AVIS, CRI, FIDAS, FRATRES) e alle federazioni dei donatori. In particolare ne riconosce la funzione civica e sociale, di promozione dei valori umani e di solidarietà "che si esprimono nella donazione volontaria, periodica, responsabile, anonima e gratuita del sangue e dei suoi componenti" come si legge nellarticolo 7.

10 Legge 21 Ottobre n°219. Art. 8 La giornata di riposo regolarmente retribuita è un diritto di tutti i lavoratori che donano il sangue, anche di quelli atipici, i precari insomma. È stata una delle ultime novità in materia introdotte dalla legge numero 219 del 21 ottobre 2005 che regola il settore delle trasfusioni di sangue e la produzione di emoderivati.

11 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Scordia 13 Marzo 2011 Emanuela Marrone Pioniere Normativa Italiana sulla Donazione del Sangue."

Presentazioni simili


Annunci Google