La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio 58036 Sassofortino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio 58036 Sassofortino."— Transcript della presentazione:

1 MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio Sassofortino (GR) tel. & fax mobile CONVIVENZA INTERGENERAZIONALE Estratti da Luigi Consiglio (Gea) HBR Italia, comparati con altre fonti Edizione dellagosto

2 Questa breve presentazione integra un articolo dellagosto 2013 con altri materiali relativi alla successione dimpresa. Larticolo si dedica alle grandi aziende ma le tematiche successorie sono valide anche per le PMI. NellArchivio del mio sito sono disponibili molti materiali di approfondimento. Il percorso per la continuazione dellimpresa è uno dei servizi che propongo professionalmente ed è il tema di un mio corso di Alta Formazione. 2 PREMESSA MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

3 Marco Galleri MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing. Una sfida complessa

4 In Italia su un totale di circa imprese con fatturato superiore ai 50 milioni di euro, quelle familiari sono quasi In questi anni di crisi le imprese familiari stanno dando prova di maggiore tenuta rispetto alle altre tipologie di aziende. Spesso invece sono considerate nell'ottica delle multinazionali come un modello arcaico e superato, collocato ai margini dell'economia e della cultura manageriale. 4 Il 60% delle grandi imprese MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

5 Marco Galleri Il dato è relativo a poche grandi aziende, soprattutto statunitensi. MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

6 Tentare di applicare le ricette valide per le multinazionali a un'azienda familiare più che sbagliato è inutile e può addirittura essere profondamente dannoso. Circa il 65% di queste imprese è gestito da un singolo leader, prevalentemente un familiare, che preferisce prendere le decisioni in autonomia, nella privacy familiare. Le aziende che scelgono di inserire un amministratore delegato esterno hanno normalmente performance inferiori. Anche la presenza di consiglieri esterni rispetto a consiglieri familiari è statisticamente associata a una performance inferiore. Meglio uno solo al comando 6

7 Marco Galleri 20137

8 MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing. Gli imprenditori sono ottimi gestori delle proprie imprese, avendo come riferimento non tanto i risultati di breve o il mercato finanziario quanto la cultura e i valori della famiglia. Gli studi e le ricerche più recenti hanno dimostrato che il classico modello dell'impresa familiare con il titolare al comando è ancora il sistema più performante d'impresa conosciuto sul mercato. La sostenibilità di questo modello è tuttavia davanti a una grande sfida: nel 75% dei casi i leader hanno infatti oltre settant'anni di età e quindi, nel giro dei prossimi 5-10 anni, circa aziende dovranno affrontare la successione. Vecchi imprenditori 8

9 Marco Galleri In presenza di una successione aziendale rivolta a figli o nipoti, si può verificare un orientamento di breve periodo, causato da una sorta di diritto ereditario nella gestione dell'azienda, con conseguente: confusione tra orizzonte e cornice temporali (cioè tra desideri e intenzioni, tra opportunità e minacce, ecc.); comunicazione insufficiente tra genitori e figli (crisi covante); inserimento dei figli in posizioni dirigenziali ancorché giovani (raro il caso di un percorso esterno di formazione); inserimento di tutti i figli in modo indistinto nei consigli di amministrazione; suddivisione delle quote azionarie nella medesima misura; medesimi compensi indipendentemente dall'attività svolta. MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing. Orientamento al breve periodo

10 MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing. Il primo passo tocca sicuramente alla generazione senior, che ha la responsabilità di aprire il confronto su questi temi con i figli e tra i figli. Un passaggio che viene spesso rinviato dal leader per le difficoltà psicologiche e pratiche che comporta. La soluzione più efficace è la scelta di un leader singolo nella famiglia, e ciò richiede una valutazione oggettiva e la creazione del consenso familiare. Questa soluzione non è l'unica, anche se è dimostrata la sua superiorità rispetto al modello di leadership collegiale ove due o più familiari prendono il governo dell'impresa. Quando la soluzione viene rinviata e demandata agli eredi, si rischia di compromettere la continuità familiare e distruggere il valore generato dai padri. 10 Il primo passo che non si fa (quasi) mai

11 Marco Galleri MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

12 Il secondo passo tocca alla generazione junior, che ha il dovere di esprimere i propri interessi e le proprie intenzioni rispetto all'azienda di famiglia. Un orientamento che deve essere preso con cognizione di causa dopo un processo di avvicinamento e di formazione alla complessità e alle potenzialità dell'impresa di famiglia. Opinioni che vanno rispettate dalle generazioni senior, con le quali confrontarsi costruttivamente. 12 Un confronto non facile

13 Marco Galleri MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

14 Serve che le famiglie imprenditoriali si preparino, viste le crescenti aspettative di vita, a un periodo piuttosto lungo di convivenza tra due/tre generazioni, quando i nipoti saranno ormai maturi per entrare in attività nel momento in cui sarà magari ancora operativa la prima generazione. Per questo è necessario promuovere la cooperazione e la comunicazione intergenerazionale, che devono basarsi su principi di onestà, apertura, coerenza e incoraggiare una gestione costruttiva dei conflitti. L'adozione di strumenti specifici di governance familiare, quali il piano di famiglia, il patto di famiglia e il consiglio di famiglia, possono aiutare a gestire i conflitti. Convivenza intergenerazionale 14

15 Marco Galleri MARCO GALLERI strategia, organizzazione, comunicazione, marketing.

16 ANALISI STRATEGICHE PIANI DAFFARI E OPERATIVI SOLUZIONI ORGANIZZATIVE SELEZIONE E GESTIONE DEI COLLABORATORI SUCCESSIONE GENERAZIONALE RICERCHE DI MERCATO COSTRUZIONE DELLIMMAGINE CORSI PER IMPRENDITORI MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio Sassofortino (GR) tel. & fax mobile Grazie per lattenzione 16


Scaricare ppt "MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing MARCO GALLERI strategia organizzazione comunicazione marketing Il Poggio 58036 Sassofortino."

Presentazioni simili


Annunci Google