La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Strategie nazionali e regionali per lo sviluppo dell'e-Health

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Strategie nazionali e regionali per lo sviluppo dell'e-Health"— Transcript della presentazione:

1 Strategie nazionali e regionali per lo sviluppo dell'e-Health
una storia di casette e grattacieli Angelo Rossi Mori, PROREC-Italia

2 il problema lo sviluppo dell'ICT in sanità
miriade di punti di cura che interagiscono tra loro sul singolo cittadino-paziente con processi di assistenza basati su conoscenze "universali" deployment a cura delle aziende sanitarie infrastruttura tecnologica e informativa regionale e nazionale

3 60 milioni di cittadini … … possono rivolgersi a qualsiasi operatore sanitario appartenente alla rete di assistenza quasi 1 milione di operatori duplicazione di test diagnostici non reperibilità della storia clinica bisogno di continuità assistenziale in particolare …

4 malattie croniche e anziani
accessi frequenti a strutture sanitarie diversificate condivisione di dati clinici tra diversi operatori sanitari alto costo (> 70% di tutta la sanità ?), riducibile con ICT adeguata necessità di monitoraggio spesso quotidiano per evitare ospedalizzazioni (home care, questionari, )

5 ottimizzazione delle risorse
la sanità come sistema integrato nuovi modelli organizzativi: dimissione precoce ospedale virtuale ridistribuzione ottimale delle risorse di una struttura sanitaria in sedi decentrate, tramite telemedicina continuità delle cure tra operatori di strutture diverse … un'opportunità per l'ICT

6 sviluppare i sistemi informativi clinici
in tutto il mondo, l'ICT non ha ancora affrontato in modo sistematico gli aspetti più rilevanti per la sanità: aspetti organizzativi aspetti clinici il vero processo di base della sanità è la diagnosi e cura del singolo paziente

7 i sistemi informativi clinici
i sistemi informativi clinici sono l'elemento essenziale della diffusione dell'ICT in sanità dalla cartella clinica elettronica al fascicolo sanitario personale sicuro in rete PROREC-Italia (www.prorec.it) centro per la promozione della cartella clinica elettronica

8 la cartella clinica lo strumento fondamentale per il controllo del processo di cura è la cartella clinica elettronica basata su profili di cura integrata con i sistemi informativi amministrativi e organizzativi fonte primaria di dati particolareggiati per cruscotti decisionali

9 i profili di cura occorre rendere possibile agli operatori sanitari di monitorare le proprie prestazioni rispetto a comportamenti ottimali occorre verificare aderenza e scostamenti rispetto a profili di cura predefiniti a livello locale, nazionale e internazionale specifici per i problemi di ogni paziente

10 supporto al processo assistenziale
passato: cartella clinica locale centrata su chi eroga l'assistenza sistemi legacy, decisioni locali futuro: condivisione in rete di documenti clinici strutturati e firmati deployment equilibrato in ogni jurisdiction

11 ICT e sanità: l'evoluzione
orientata agli operatori sanitari 1. applicazioni isolate 2. comunicazione tra singole applicazioni 3. integrazione ad hoc orientata al cittadino (futuro) 4. integrazione sistemica su vaste giurisdizioni sanitarie 5. impatto globale multisettoriale

12 epoche evolutive e bilancio ICT
6 % – ICT / bilancio sanitario impatto globale change management, info-struttura istituzionale, ricerca sui modelli organizzativi 5 % – integrazione sistemica 4 % – integrazione ad hoc architetture. componenti ricerca sui servizi di integrazione 3 % – comunicazione tra applicazioni 2 % – appplicazioni isolate standard su messaggi, ricerca sui prodotti 1 % – 1990 2000 2010

13 periodo paleoITico il periodo antico della Information Technology
in sanità applicazioni isolate decisioni tecniche locali (per ogni punto di servizio) nessuno standard

14 periodo mesoITico il periodo intermedio comunicazione tra applicazioni
decisioni locali prima generazione di standard DICOM, EDI, CEN, HL7, …

15 periodo neoITico il periodo recente integrazione ad hoc
piattaforme di integrazione architetture di riferimento

16 = era Prototassica Paleoitico, Mesoitico, Neoitico
costituiscono l'ERA della Organizzazione Preliminare (proto-taxon) molte decisioni locali di ampiezza crescente (da singole applicazioni a interi ospedali) centrate sugli operatori sanitari molti decisori locali indipendenti con storie e priorità differenti isole a stati evolutivi diversi coesistono nella stessa giurisdizione

17 l'Era Moderna integrazione sistemica in vaste giurisdizioni
decisioni politiche a livello regionale - reti sanitarie regionali - info-struttura

18 bisogna costruire grattacieli
nuovi principi di progettazione nuovi metodi di finanziamento nuovi modi di sviluppare e assemblare le componenti nuovi tipi di servizi nella gestione delle strutture occorre una cultura nuova per autorità, progettisti, addetti ICT e utenti

19 una profonda transizione culturale
da un contesto frammentato a un contesto strutturato come prerequisito per realizzare soluzioni di e-Health

20 una sfida politica le semplice immissione di finanziamenti dedicati e la giustapposizione di componenti ottimali non sono abbastanza se il substrato politico e culturale non è maturo, nascono difficoltà insormontabili nella realizzazione prerequisiti: disponibilità di un numero adeguato di "innovatori" consenso delle comunità degli stakeholders su una visione condivisa e un percorso comune

21 per una realizzazione di successo
cambiare il contesto … … è il prerequisito per una realizzazione di successo vecchio contesto frammentato consapevolezza tecnica decisioni isolate nuovo contesto strutturato consapevolezza politica direzione globale

22 Cambiare il Contesto … drivers locali bisogni locali visione locale
decisioni locali soluzioni locali realizzazione locale drivers globali – 5 C bisogni Collettivi Consultazione sulla visione Consenso sulla roadmap Concertazione sulle soluzioni Cooperazione nella realizzazione

23 il processo di transizione
verso la fine dell'Era Prototassica, diversi eventi annunciano l'Era Moderna: rapporti autorevoli e incontri ad hoc mostrano l'accrescersi della consapevolezza nella comunità degli addetti ai lavori comitati regionali o nazionali sull'e-Health progetti pilota e "lesson learned" libri bianchi per raggiungere una visione condivisa agenzie (pubbliche) per coordinamento e per la produzione di materiale di riferimento pubblicazione di strategie e Roadmap

24 cambiare il contesto, in 5 fasi
Creazione e riconoscimento della comunità dei professionisti ICT Libro Bianco e consapevolezza politica sulle opportunità offerte dall'Era Moderna Azioni di supporto per coordinare a posteriori Progetti indipendenti e trasferire know-how Roadmaps strategiche nazionali e regionali verso l'Era Moderna Programmi di accelerazione "federali" per realizzare concretamente l'Era Moderna

25 Era Moderna come rivoluzione
consenso di tutti gli stakeholders costruzione di una visione condivisa discussione su opzioni, priorità, soluzioni sviluppo bilanciato e graduale per intere giurisdizioni un processo di change management ampiezza inusuale delle decisioni ampi benefici (di qualità, economici) rischi molto concentrati …

26 US National Health Information Infrastructure Act (Luglio 03)
Nancy Johnson, Presidente della Commisione Salute al Congresso USA : “La mancanza di una infrastruttura per eHealth ha un costo enorme per il nostro sistema sanitario: Ci costa 5.4 miliardi di $ all’anno perchè risultati di test o seconde opinioni non possono essere trovati Gli errori medici riconosciuti ci costano tra 29.4 e 35.4 miliardi di $ all’anno Servono 17 anni per trasferire conoscenze dai clinical trials alla routine”

27 US NHII Act (segue Johnson)
“Gli scopi della legge sull’infrastruttura di eHealth sono: Ottimizzare gli outcomes dell’assistenza; Minimizzare gli errori prevenibili; Ridurre il sovraccarico amministrativo Diminuire i costi da test e procedure duplicati o inutili Rendere compatibili i sistemi informativi tramite standard specifici, evitando di finanziare sistemi che diventano rapidamente obsoleti"

28 EHR alla Kaiser Permanente
Kaiser Permanente: 8.4 milioni di assicurati (la maggiore assicurazione negli USA, con propri ospedali e cure primarie) Budget: 19.7 miliardi di dollari ( mld di lire, 3,46 % di utili) Transizione al fascicolo sanitario “paperless” contratto da 1.8 miliardi $ 3500 mld di lire 9,14 % del budget annuale, su 3-5 anni

29 EHR e Canada Health Infoway
una corporation independente, no-profit Creata dai governi federali e provinciali 1.1 miliardi $ (1500 miliardi di lire) per accelerare lo sviluppo e l’adozione di un sistema informativo sanitario per tutto il Canada Prima fase: prescrizioni, immagini, risultati di laboratorio (80% di benefici con il 20% dei dati)

30 intervento di accelerazione - Inghilterra
cartella clinica in rete 3.400 milioni di euro aggiuntivi in tre anni

31 Piano d'azione UE sull'e-Health
Comunicazione COM(2004)356, 30 aprile 2004 serie di scadenze per UE e Stati Membri 2005 strategie per interoperabilità e fascicolo sanitario personale 2006 adozione degli standard relativi 2008 sistemi e servizi efficaci 2010 ICT al 5% della spesa sanitaria (le nostre ASL/AO sono sotto l'1%)

32 6 anni di ritardo verso l'Europa ?
spesa aziende sanitarie al 5% nel 2016 "mattoni" a sostegno delle ASL / AO 10 miliardi € di co-finanziamenti fino al 2018 milioni € /anno (fonte CNR-ITB)

33 tipologie di interventi
Come favorire la diffusione dell'e-Health predisporre e adeguare il contesto regole e accordi attuazione e aspetti operativi

34 1- predisporre il contesto
aspetti strategici, visione condivisa, pianificazione, coordinamento, piani d'azione regionali e nazionale gestione comunità degli addetti ai lavori, portale, liste di discussione, task forces mirate su particolari problemi, promozione e disseminazione del know-how costruzione, adattamento e sperimentazione di nuovi modelli organizzativi ricerca e progetti pilota mirati

35 2 - regole e accordi regolamentazione nazionale e regionale
accordi sindacali incentivi aspetti burocratici e amministrativi

36 3 - attuazione e aspetti operativi
documentazione tecnica, guide all'utilizzo, studi, metodi, consulenze, progettazione infrastruttura tecnologica e standard TLC standard di informatica sanitaria sui contenuti infrastruttura informativa – infostruttura pagine gialle per cittadini e per operatori "centri di intermediazione" tra fornitori e fruitori formazione, sensibilizzazione, promozione mirate e aspecifiche

37 infostruttura pubblica
le aziende sanitarie e le industrie devono essere aiutate con una infrastruttura informativa pubblica architettura di riferimento contenuto da scambiare o condividere quali dati con quali schemi di codifica documentazione tecnica di base osservatori regionali e nazionali

38 grazie info@prorec.it www.e-osiris.it Angelo Rossi Mori
siti web:

39 chi siamo: la comunità ICT in sanità
IHE Italy, sinergia tra le industrie, per produrre profili condivisi e certificare la soluzione tecnologica, secondo e-gov + standard HL7 Italia Centro PROREC Italia per la promozione della cartella clinica elettronica, sinergia tra gli operatori sanitari per concordare i contenuti dei documenti

40 chi siamo: la comunità ICT in sanità
AISIS, Associazione tra i Responsabili Sistemi Informativi Aziende Sanitarie (con CNR e associazioni industriali) per sviluppare visione comune, opportunità, scenari, architettura, modelli organizzativi collaborazione con FIASO e Federsanità (le Federazioni delle Aziende Sanitarie) sinergia per sfruttare sul campo le soluzioni prodotte

41 chi siamo: la comunità ICT in sanità
progetto OSIRIS infrastruttura logistico-organizzativa per supportare la comunità ICT in sanità (co-finanziato dal Ministero della Salute, con Regione Piemonte, CNR, Cergas Bocconi, FIASO, …) le componenti della comunità si sono formate nel e collaborano tra loro

42 riuso delle soluzioni parziali
molti progetti e-gov, regionali, locali hanno qualche elemento della soluzione armonizzare le soluzioni simili armonizzare le soluzioni complementari piano per completare i gap interoperabilità effettiva nazionale ricerca e presentazione dei documenti importazione dei dati strutturati

43 la soluzione 1. livello "jurisdiction"
(azienda sanitaria, area vasta , regione) anagrafica on-line assistibili e operatori (con carta di identificazione) repository referti (sommari degli eventi) repository ordini (sommari attività in corso)

44 la soluzione 2. livello "cross-jurisdiction"
locator (= registry, directory) 3. livello "punto di cura" generatore dei documenti strutturati e firmati "consumer" dei documenti, versione elettronica o cartacea (POSTEL)

45 EHR blueprint – Infoway (Canada)

46 ostacoli alla telemedicina - 1
Effetti negativi sull'immagine della telemedicina prodotti dai problemi tecnici incontrati nel passato Carente azione promozionale, pubblicitaria e commerciale dei sistemi e dei servizi di telemedicina Difficoltà nei rapporti tra strutture pubbliche e soggetti privati Frammentazione del mondo della telemedicina Carenze nella capacità delle strutture sanitarie pubbliche di gestire l’introduzione delle innovazioni tecnologiche Scarso consenso tra gli operatori sanitari circa gli ambiti di applicazione e i benefici in termini di qualità dell'assistenza di alcune applicazioni di telemedicina

47 ostacoli alla telemedicina - 2
Insufficiente regolamentazione degli aspetti medico-legali relativi alla responsabilità degli operatori del SSN coinvolti nella telemedicina Insufficiente regolamentazione dei rapporti economici ed amministrativi tra strutture e operatori del SSN coinvolti nella telemedicina Necessità di aumentare il rapporto tra i benefici e i costi di alcune applicazioni di telemedicina Scarsa consapevolezza dei benefici economici recati dalla telemedicina in termini di contenimento della spesa sanitaria

48 ostacoli per la telemedicina - 3
Assenza di un impulso nazionale e regionale all’integrazione della telemedicina nelle politiche di razionalizzazione del Servizio sanitario nazionale Scarsa attitudine tecnologica di alcune categorie di operatori sanitari Resistenze alle politiche di razionalizzazione delle strutture sanitarie sul territorio da parte di alcune fasce di operatori e manager della sanità Problemi di compatibilità tra la telemedicina e la concezione tradizionale della professione medica Timore di una perdita di status da parte dei medici specialisti


Scaricare ppt "Strategie nazionali e regionali per lo sviluppo dell'e-Health"

Presentazioni simili


Annunci Google