La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 ARCIDIOCESI DI OTRANTO IL CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO 25.09.2009 Dr. Salvatore Nuzzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 ARCIDIOCESI DI OTRANTO IL CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO 25.09.2009 Dr. Salvatore Nuzzo."— Transcript della presentazione:

1 1 ARCIDIOCESI DI OTRANTO IL CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO Dr. Salvatore Nuzzo

2 2 Legge 29 luglio 1975, n. 405 istituisce in Italia il « servizio di assistenza alla famiglia e alla maternità » pone al centro dellattività consultoriale la famiglia nella sua unità e complessità relazionale con la tutela della salute della donna, delletà evolutiva, delle relazioni di coppia e familiari I RIFERIMENTI NORMATIVI

3 3 Legge regionale 5 settembre 1977, n. 30 istituisce in Puglia il « servizio di assistenza alla famiglia e di educazione alla maternità e paternità responsabili » introduce la tuttologia dellintervento consultoria- le a favore della famiglia, sui versanti psicosociale e sanitario, con lindicazione di due specifiche aree di intervento: la consulenza e le iniziative di educazione e informazione I RIFERIMENTI NORMATIVI

4 4 L. r. 19 settembre 2008, n. 23 Piano regionale di salute Promozione della salute delle donne in tutte le fasi della vita minori coppiefamiglie donna colloca il Progetto di riorganizzazione della rete consultoriale allinterno della Promozione della salute delle donne in tutte le fasi della vita, operando di fatto un minus che non rende lidea dellassistenza sociosanitaria rivolta ai minori, alle coppie e alle famiglie, i destinatari principali, insieme con la donna, del Consultorio I RIFERIMENTI NORMATIVI

5 5 D.G.R. 17 marzo 2009, n. 405 D.G.R. 17 marzo 2009, n. 405 Approvazione Linee Guida e Progetti sperimen- tali per la riorganizzazione della rete consultoriale - Metodologia dellofferta attiva modellata sul POMI Integrazione tra Servizi sociali comunaliConsultori - Integrazione tra Servizi sociali comunali e Consultori - Riorganizzazione dellaccoglienza e della presa in carico dei casi I RIFERIMENTI NORMATIVI

6 6 D.G.R. 17 marzo 2009, n. 405 D.G.R. 17 marzo 2009, n. 405 Relazioni di coppia, di famiglia e disagio familiare Controllo della fertilità e procreazione responsabile Tutela della salute sessuale e riproduttiva Gravidanza voluta, non voluta Prevenzione dei tumori femminili Salute non riproduttiva Tutela della salute delle donne immigrate I RIFERIMENTI NORMATIVI

7 PRIMO ANNO di attività: Melpignano SEDE: Melpignano CONSULTORIO FAMILIARE HYDRUNTUM

8 8 Di fronte ad una prevalenza di richieste di tipo relazionale, psicologico e pedagogico è emersa funzione educativa la funzione educativa del Consultorio, preziosa occasione offerta alla persona per comprendersi, comprendere gli altri e scegliere il proprio modo di vivere, di amare, di instaurare e mantenere rapporti.

9 9 CONSULTORIO FAMILIARE HYDRUNTUM attività di prevenzione e formazione sul territorio Ma il Consultorio non è stato sola risposta ai bisogni e ai problemi presentati dagli utenti: è stato anche e soprat- tutto attività di prevenzione e formazione sul territorio: Parrocchie: Nubendi, Gruppi Famiglia, Genitori, Giovani Scuole: educazione allaffettività e alla sessualità, disturbi alimentari, autostima, etc. Associazioni giovanili: percorsi formativi mirati

10 10 CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO Servizio di prima accoglienza svolto da un professionista nellambito della relazione daiuto alla persona, alla coppia, al gruppo familiare che: accoglie direttamente lutente riceve la richiesta telefonica attiva il primo contatto, che rappresenta il biglietto da visita del Consultorio e comunica il senso di integrazione del Servizio valuta la pertinenza della domanda individua larea dintervento legata alla richiesta concorda il primo appuntamento con il consulente individuato.

11 11 CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO Loperatore dellaccoglienza pertanto: gestisce il primo contatto con lutente ascolta la richiesta specifica informa sullofferta consulenziale del Consultorio effettua il colloquio di accoglienza rileva i bisogni fa emergere le risorse funge da raccordo operativo con léquipe dei consulenti

12 12 CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO Le attività svolte sono prevalentemente di carattere formativo ed educativo e riguardano soprattutto lambito psicologico e relazionale del singolo, della coppia e della famiglia, rispondendo in modo esplicito alla funzione educativa e preventiva prevista dalle leggi istitutive del Consultorio (L. 405/75 e L.r. 30/77).

13 13 AREE DI INTERVENTO Il modello prescelto privilegia la dimensione psico-socio- pedagogica rispetto a quella sanitaria, allinterno delle seguenti aree di intervento : COPPIA 1. Area della Consulenza di COPPIA FAMILIARE 2. Area della Consulenza FAMILIARE GENITORIALE 3. Area della Consulenza GENITORIALE SANITARIA 4. Area della Consulenza SANITARIA PREVENZIONE, 5. Area degli Interventi sul territorio di PREVENZIONE, EDUCAZIONE ALLA SALUTEPROMOZIONE DELLA FAMIGLIA EDUCAZIONE ALLA SALUTE e PROMOZIONE DELLA FAMIGLIA

14 14 1. CONSULENZA DI COPPIA DESTINATARI Il Consultorio offre consulenza e aiuto specifico a: fidanzati e/o coppie prossime al matrimonio coppie con difficoltà comunicative e relazionali o in conflitto coppie in aperta crisi coppie in fase di separazione o già separate.

15 15 1. CONSULENZA DI COPPIA SERVIZIO DI MEDIAZIONE FAMILIARE supporto specialistico per le coppie in crisi, volto a tutelare la continuità e sacralità del legame genitoriale, e rivolto a: coppie sposate o conviventi con figli, in fase di separazione o che stanno riflettendo sulla decisione di separarsi coppie separate o divorziate con figli che vogliono rivedere gli accordi; coppie che attraversano un momento di crisi profonda del legame coniugale e vivono unalta conflittualità familiare.

16 16 1. CONSULENZA DI COPPIA 1. Offerta attiva ai fidanzati di uno o più colloqui prema- trimoniali (mediante inviti rivolti nei Percorsi per Nubendi e Locandine affisse in chiesa e negli oratori) su: dinamiche relazionali fasi evolutive della famiglia e della vita di coppia salute sessuale e riproduttiva fisiologia della riproduzione procreazione responsabile responsabilità genitoriale diritto di famiglia, etc.

17 17 1. CONSULENZA DI COPPIA 2. Possibilità di visite guidate al Consultorio per gruppi di fidanzati e conversazione con gli operatori così da conoscere concretamente il servizio consultoriale, che potrà divenire in tal modo un prezioso punto di riferimento per tutte le problematiche e le eventuali difficoltà future della coppia.

18 18 2. CONSULENZA FAMILIARE DESTINATARI Il Consultorio offre consulenza e aiuto specifico a: minori e giovani nel contesto del sistema familiare singolo o più persone appartenenti allo stesso nucleo familiare.

19 19 2. CONSULENZA FAMILIARE 1. Offerta attiva di ascolto, consulenza, sostegno e prevenzione in relazione ai fenomeni di mal- trattamento delle emozioni e dei sentimenti in ambito familiare, in particolar modo contro le donne e i bambini, in stretta collaborazione con i Servizi sociali e sanitari del territorio.

20 20 2. CONSULENZA FAMILIARE 2. Consulenza legale in merito al diritto di famiglia: chiarimenti giuridico-legali per la tutela del soggetto più debole

21 21 2. CONSULENZA FAMILIARE 3. Consulenza etico-morale alla persona (e alléquipe degli operatori consultoriali) per aiutare a cogliere la dimensione etico-valoriale nella soluzione dei problemi, con particolare attenzione alla visione antropologica cristiana.

22 22 2. CONSULENZA FAMILIARE 4. Ascolto, sostegno e orientamento alle vittime delle nuove dipendenze, coinvolte nel - gioco dazzardo - uso problematico di Internet - shopping compulsivo - dipendenze da sesso e ricerca di materiale pornografico

23 23 3. CONSULENZA GENITORIALE DESTINATARI Il Consultorio offre consulenza e aiuto specifico a: singolo genitore coppia genitoriale minore accompagnato dal genitore referenti di agenzie educative o sociosanitarie che hanno in carico il minore o se ne occupano quotidiana- mente (insegnanti, educatori, parroci, catechisti...)

24 24 3. CONSULENZA GENITORIALE 1. Offerta attiva di incontri di informazione, formazio- ne e sostegno ai genitori (sia biologici che affidatari e adottivi) nei percorsi di crescita e formazione dei figli, con particolare riguardo a: problematiche relative alle varie fasi di sviluppo della persona problematiche affettive, di identità e sessuali rapporto genitori-figli conflitti familiari, etc.

25 25 3. CONSULENZA GENITORIALE 3. Disponibilità a promuovere, istituire e realizzare Scuole per Genitori e Laboratori di formazione per Genitori, con lo scopo di proporre occasioni dincontro con altri genitori per confrontarsi su problemi comuni e trovare insieme possibili soluzioni.

26 26 3. CONSULENZA GENITORIALE 2. Offerta attiva di sostegno psicologico individuale e di coppia, anche mediante: attivazione di spazi di incontro per mamme e papà per riflettere sulla esperienza di genitori, secondo il modello dellempowerment; incontri di informazione e discussione su argomenti della prima infanzia; consulenze varie, etc.

27 27 4. CONSULENZA SANITARIA DESTINATARI Il Consultorio offre interventi di educazione sanitaria rivolti a: singolo coppia gruppo.

28 28 4. CONSULENZA SANITARIA 2. Offerta di cicli di Training Autogeno di primo livello gratuiti, rivolti a coloro che desiderano apprendere una tecnica di rilassamento e migliorare il proprio stile di vita.

29 29 4. CONSULENZA SANITARIA 3. Progetto Scopro i ritmi del mio corpo: educazione ai metodi naturali per la regolazione naturale della fertilità. Destinatari: persone singole, donne e giovani ragazze, coppie di fidanzati e di sposi che desiderano conoscere i Metodi Naturali di Regolazione della Fertilità sia nel contenuto etico che nella loro applicazione.

30 30 5. INTERVENTI SUL TERRITORIO 1. Progettazione sociale : collaborazione nella realizzazione di progetti di comunità e di rete a sostegno della maternità e delle famiglie in difficoltà, allinterno dei Piani sociali di Zona, in rete con i Servizi sociosanitari del territorio

31 31 5. INTERVENTI SUL TERRITORIO 2. Collaborazione con la Caritas diocesana: consulenza psicologica agli operatori e agli utenti dei Centri di ascolto di Maglie e Poggiardo consulenza socio-psico-pedagogica ai Gruppi Davide e alle famiglie solidali che sostengono nuclei familiari con difficoltà nello svolgimento della funzione educativa e nei compiti scolastici; promozione e sostegno dellaffidamento familiare.

32 32 5. INTERVENTI SUL TERRITORIO 3. Incontri di sensibilizzazione rivolti a catechisti, animatori ed educatori sul mal-trattamento delle emozioni e dei sentimenti dei bambini attraverso lattivazione dellintelligenza emotiva degli adulti significativi.

33 33 CEI, Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia. I Consultori Familiari sul territorio e nella comunità, «Il servizio consultoriale è a supporto della paternità e maternità responsabili, con il preparare e assistere le coppie di sposi nellapprofondire le motivazioni dei propri atteggiamenti e comportamenti di vita, soprattutto allinizio della vita matrimoniale e quando emergono difficoltà e dubbi, con lappello a una corresponsabilizzazione della coppia come tale e la diffusione della regolazione naturale della fertilità […]. %

34 34 CEI, Ufficio Nazionale per la Pastorale della Famiglia. I Consultori Familiari sul territorio e nella comunità, Il servizio consultoriale offre agli insegnanti, ai catechisti e animatori della pastorale giovanile, ai genitori, e ai giovani stessi, qualificati contributi di educazione al senso della corporeità e ai valori della sessualità. Si osserva infatti che è quasi impossibile uno stile esigente di relazioni interpersonali nel fidanzamento, e ancor più nel matrimonio, se gli adolescenti si formano attraverso esperienze che vanno in tuttaltra direzione rispetto alla prospettiva umana e cristiana»

35 35 Fine…


Scaricare ppt "1 ARCIDIOCESI DI OTRANTO IL CONSULTORIO FAMILIARE DIOCESANO 25.09.2009 Dr. Salvatore Nuzzo."

Presentazioni simili


Annunci Google