La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presentazione attività Natale Massimo Caminiti Responsabile Servizio Mitigazione e Adattamento Cambiamenti Climatici Seminario UTMEA ENEA SEDE - Roma 15.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presentazione attività Natale Massimo Caminiti Responsabile Servizio Mitigazione e Adattamento Cambiamenti Climatici Seminario UTMEA ENEA SEDE - Roma 15."— Transcript della presentazione:

1 Presentazione attività Natale Massimo Caminiti Responsabile Servizio Mitigazione e Adattamento Cambiamenti Climatici Seminario UTMEA ENEA SEDE - Roma 15 Giugno /04/20141

2 2 Servizio Adattamento Cambiamenti Climatici (ACC) Ruoli, Compiti e Funzioni Ruolo Svolge un ruolo di collegamento tra le attività scientifiche e tecnologiche dellUnità (UTMEA) e gli Enti e i Ministeri di interesse Rielabora i prodotti modellistici, i risultati scientifici e le simulazioni numeriche realizzate dallUnità ai fini di produzione di servizi di adattamento e mitigazione energetiche ambientale per il cittadino e per le amministrazioni pubbliche Principali Compiti e Funzioni Sviluppa modelli integrati per rispondere alle problematiche socio-economiche che emergono dalle questioni generali dei cambiamenti climatici Fornisce risposte concrete alle tematiche dellAdattamento ai cambiamenti climatici nel medio e lungo periodo per il sistema Italia e più in generale allobiettivo finale della stabilizzazione della concentrazione dei gas serra Assicura la collaborazione, in particolare con il Ministero dellambiente e con il Ministero dello sviluppo economico per le questioni energetico ambientali e la partecipazione ai negoziati internazionali sui cambiamenti climatici

3 Concettualmente le attività del servizio ACC si pongono 05/04/20143 Servizio Adattamento Cambiamenti Climatici Il posizionamento nellunità tecnica UTMEA A valle del laboratorio Analisi e osservazioni sistema terra e del laboratorio Modellistica climatica e impatti In parallelo con il Laboratorio infrastrutture di calcolo e tecnologie Obiettivo Contribuire alla creazione di una linea di strumenti operativi per valutazioni e analisi integrate su Emissioni antropiche - Sistema climatico – Impatto vulnerabilità Approccio operativo SpecificitàComplementarietà/Integrazione Sinergia Mitigazione Adattamento

4 Contesto internazionale di riferimento 05/04/20144 UNFCCC - Processo post Copenhagen Cancun (Messico) e Sud Africa Accordo di Copenhagen Obiettivo ultimo della Convenzione Limiti di temperatura Raggiungere linversione di picco delle emissioni globali e nazionali nel più breve tempo possibile Interventi di adattamento Paesi Sviluppati obiettivi di riduzione Paesi in via di Sviluppo azioni di riduzione Riduzione delle emissioni da deforestazione, degrado delle foreste e incremento assorbimento delle emissioni di gas a effetto serra da foresta (REDD-plus) Utilizzo di meccanismi flessibili (Espansione Emission Trading, revisione CDM, etc.) Nuovi finanziamenti (aggiuntivi e adeguati) 30 miliardi di $ e 100 miliardi di $/anno al 2020 raggiungere il picco delle emissioni globali e nazionali nel più breve tempo possibile

5 Impegni ed orientamenti Unione Europea 05/04/20145 Principale riferimento la strategia europea per una politica integrata su energia e ambiente approvata dal Consiglio Europeo dell8-9 marzo 2007 con gli obiettivi al 2020 Strumenti attuativi Decisione che fissa obiettivi nazionali vincolanti al 2020 per le emissioni dei settori non ETS direttiva che rivede il sistema ETS comunitario direttiva che istituisce obiettivi nazionali vincolanti per le fonti rinnovabili La proposta di direttiva sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili. Direttiva progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia (2005/32/CE) Direttiva sulla cogenerazione (2004/8/CE) Direttiva sull'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici (2006/32/CE) Direttiva configurazione energetica degli edifici (EPBD - Energy Performance of Buildings Directive) regolamento che impone di abbattere le emissioni di CO2 delle automobili nuove

6 Impegni ed orientamenti Unione Europea 05/04/20146 Adattamento Strumenti operativi Libro bianco sulladattamento Proposte Europee in discussione Impegno unilaterale di riduzione dei gas serra dal 20% al 30% al 2020 rispetto al 1990 Introduzione carbon tax per settori non ETS

7 Contributo agli impegni nazionali Emissioni di GHG Ridurre le emissioni di GHG nei settori NON ETS al 2020 del -13% rispetto ai livelli del 2005 Ridurre le emissioni dei settori ETS attraverso il Sistema Europeo di Emissions Trading Fonti rinnovabili Raggiungere una quota di fonti rinnovabili del 17% negli usi finali di energia al 2020 Efficienza energetica Ottenere un risparmio energetico negli usi finali di energia al 2016 del 9% rispetto ai consumi finali medi del periodo Impegno di riduzione dei consumi di energia del 20% al /04/20147

8 Contributo agli impegni nazionali Quadro Strategico Nazionale Valutazione dellimpatto sulla riduzione di gas serra Quadro Strategico Nazionale Valutazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR - energia)13 miliardi di Valutazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR)60 miliardi di Valutazione del Fondo Nazionale politica regionale (FAS)64,4 miliardi di Adattamento Contribuire a aumentare le conoscenze dell'impatto e delladattamento sul territorio nazionale e sui sistemi produttivi integrare laspetto dell'adattamento nelle principali politiche anche locali definire metodologie di intervento replicabili a livello nazionale ed esportabili 05/04/20148

9 Attività 05/04/20149 Supporto MSE (con Convenzione) Sviluppo metodologia di analisi botto-up Sviluppo di metodologie di analisi top-down Supporto MSE attività dei Comitati Regionali di Sorveglianza (QSN programmazione ) Supporto MATT (su incarico) Realizzazione Comunicazioni Nazionali a UNFCCC Supporto tecnico scientifico negoziazione internazionale Supporto tecnico scientifico Comitato Tecnico Emissioni Supporto tecnico scientifico Segreteria Comitato Nazionale Emissions Trading Supporto al piano nazionale di adattamento Attività regionali (con Convenzione) Sviluppo metodologia di valutazione adattamento ai cambiamenti climatici Collaborazioni Supporto attività desertificazione e cambiamenti globali

10 Attività prospettive e opportunità 05/04/ Implicazioni specifiche per UTMEA/ACC Valutazione energetica, ambientale, tecnologica, economica e sociale Valutazione prospettive e opportunità sistema produttivo nazionale Possibile Domanda MSE, MATT, Regioni, Progetti europei Collaborazioni UNFCCC, IPCC, Commissione Europea, IEA, Università Confindustria, CMCC, Università Collaborazioni con unità ENEA per sinergie e valorizzazione (Studi, UTTAMB, trasporti, agricoltura, FR, EE) Obiettivo di riferimento Costruire un percorso modellistico di collegamento degli aspetti di emissioni, impatti e vulnerabilità nazionali con gli interventi di mitigazione e adattamento Correlare gli obiettivi e gli impegni nazionali con misure, strumenti e finanziamenti necessari, attraverso il coinvolgimento di decisori, operatori, fornendo conoscenze tecnico economiche per una valutazione degli interventi di mitigazione e di adattamento.

11 Chi siamo 05/04/ Gaetano Borrelli Orietta Casali Roberto Del Ciello Carlo di Palo Stefano La Malfa Sergio La Motta Simonetta Pasqualini Marco Stefanoni Maria Velardi Natale massimo Caminiti Cecilia Camporeale Erika Mancuso Silvia Orchi


Scaricare ppt "Presentazione attività Natale Massimo Caminiti Responsabile Servizio Mitigazione e Adattamento Cambiamenti Climatici Seminario UTMEA ENEA SEDE - Roma 15."

Presentazioni simili


Annunci Google