La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna … riprendiamo i fili del discorso 1 1^ Testualità e processi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna … riprendiamo i fili del discorso 1 1^ Testualità e processi."— Transcript della presentazione:

1

2 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna … riprendiamo i fili del discorso 1 1^ Testualità e processi di comprensione 2^ Lettura: Processi di comprensione e strategie didattiche. 3^ Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica 1

3 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica 2 Dove stiamo andando? Quale direzione? Quale obiettivo? Perché? ……..e soprattutto, cosè? 2

4 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna 3

5 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna La nostra proposta Cerchiamo di definire la mediazione linguistica: quadro teorico e pratico Riconsideriamo alcune pratiche didattiche Sperimentiamo: nella veste di destinatari diretti della proposta; nella veste di docenti che deve operare; nella veste di docenti che fanno e contemporaneamente riflettono su ciò che fanno. 4

6 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Tanti modi per riscrivere da una lingua allaltra da un tipo di testo ad un altro da un destinatario ad un altro da un codice ad un altro ……… 5

7 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Leggere e scrivere per riformulare 66 Testo base Un giorno, un asino, che doveva trasportare un carico di sale, nell'attraversare un fiume, scivolò e il sale venne sciolto dall'acqua cosicché l'asino si sentì molto più leggero. Il giorno dopo, lo stesso asino, che doveva trasportare un carico di spugne, pensò di scivolare volontariamente e non gli andò certo bene perché le spugne si inzupparono d'acqua trascinando sul fondo il povero asino. Riscrittura Spettabile ditta, desidero informarla, con grande rincrescimento, che il carico di sale e di spugne a noi affidato non potrà essere consegnato a causa di un incidente: il nostro traspor-tatore, caduto accidentalmente in un fiume, ha sciolto il sale. Successivamente ha perso anche il carico di spugne perché, essendo imbevute d'acqua, erano diventate troppo pesanti per poter essere recuperate. Vorrei che cortesemente provvedesse a inviarci un altro carico per poter effettuare la consegna prevista. Invio i miei distinti saluti rag. Scotto Eugenio P. S. La nostra assicurazione risarcirà il danno da voi subito. Riscrittura Cari fedeli, ognuno di noi ha un pesante fardello sulle sue spalle. Una famosa favola, quella dell'asino carico di sale e carico di spugne, ci insegna che da soli e con carichi troppo pesanti, non riusciamo a cavarcela. L'asino carico di sale, infatti, era riusci-to a liberarsi dal suo peso per puro caso scivolando nel fiume. Cercò di disfarsi del secondo carico usando lo stesso sistema. Questa volta, però, essendo caricato di spugne, anziché alleggerirsi dovette soccombere perché il peso diventò ancora più grande. Possiamo trarre questo insegnamento: capita raramente che le cose si risolvano da sole. Chi ha dei grossi problemi deve riflettere sulle decisioni che deve prendere per non fare scelte sbagliate.

8 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Leggere e Scrivere per studiare Dare un titolo a ogni sequenza individuata nel testo. 7 Il regno delle piante Le piante sono organismi autotrofi: hanno la capacità di vivere in modo autonomo, poiché per nutrirsi non devono ricavare dallambiente sostanze dello stesso tipo di quelle che lo costituiscono, ma fabbricano le sostanze alimentari organiche a partire da materiali estremamente semplici di natura non biologica, come lacqua e lanidride carbonica. Le molecole organiche che servono da nutrimento per la pianta sono ad alto contenuto energetico; la pianta deve perciò assorbire energia per arricchire le semplici molecole inorganiche che utilizza. La fonte energetica è il sole e il processo di sintesi delle sostanze organiche a partire dallacqua e dallanidride carbonica, come sappiamo, è la fotosintesi. La storia evolutiva delle piante, a mano a mano che esse si sono svincolate dallambiente acquatico verso lambiente della terraferma, conferma il rafforzamento della capacità fotosintetica, legato allo sviluppo di particolari strutture. Al cammino evolutivo sono, ad esempio, legati la forma e il numero dei cloroplasti: nelle forme meno evolute il cloroplasto è unico, di norma tondeggiante; in forme più evolute, pur conservandosi unico, esso sviluppa una superficie maggiore per migliorare le condizioni di sfruttamento della radiazione solare; la condizione più favorevole si realizza quando molti cloroplasti sono distribuiti lungo le pareti cellulari, come nelle piante superiori. Gli argomenti trattati nel testo sono: La fabbrica del nutrimento a partire dallacqua e dallanidride carbonica La fotosintesi I cloroplasti e la radiazione solare Tratto da Simonetta Rossi, La scrittura per studiare

9 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Riformulazione per uninformazione efficace TITOLO QUOTIDIANO Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica 8 A Torino ci sarà la presentazione per la prima volta di un cellulare più potente di quelli in commercio fino ad oggi. A Torino prima mondiale del supercellulare. Nominalizzazione (prima); frase nominale; termine denso di significato (supercellulare), omissione articolo. Inferenze: A Torino (olimpiadi invernali). È nevicato. Lallarme è stato dato solo dopo 5 ore. Neve, lallarme con 5 ore di ritardo. Frase nominale. Inferenze: Allarme neve = è nevicato molto. È successo qualche disastro dovuto al ritardo dellinformazione.

10 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Nuove Indicazioni sul Curricolo 99

11 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Nuove Indicazioni Leggere 10 Scuola del primo ciclo Area linguistico – artistico – espressiva Obiettivo strategico della scuola primaria diviene non soltanto insegnare la strumentalità del leggere, ma attivare i numerosi e complessi processi cognitivi sottesi al comprendere…… Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria Produce testi di invenzione per lo studio per comunicare …………rielabora testi manipolandoli, parafrasandoli, completandoli, trasformandoli (parafrasi e riscrittura). Quinta classe Compiere operazioni di rielaborazione su testi (parafrasare un racconto, riscrivere apportando modifiche….. riscrivere in funzione di un dato scopo). Termine della secondaria di primo grado Riformulare in modo sintetico le informazioni selezionate da un testo e riorganizzarle in modo personale (liste di argomenti, riassunti schematici, mappe, tabelle). Utilizzare nei propri testi sotto forma di citazione diretta o indiretta - parafrasi - parti di testi prodotti da altri e provenienti da diverse fonti

12 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Il lettore si affida nella lettura e nella comprensione del testo a due processi complementari e di fondamentale importanza: 11 il processo bottom-up si realizza per aggregazioni progressive di significati veicolati dallinterazione dei singoli componenti dei livelli di superficie del testo: dalla lettera alla parola, e poi dalla parola alla frase, al capoverso, allintero testo; il processo top- down si realizza attraverso la sollecitazione di inferenze o di ipotesi, attribuendo al testo significati presunti che vanno verificati dalla lettura stessa.

13 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna LEGGERE SCRIVERE nelle Nuove Indicazioni qualche esempio per la scuola secondaria di 1° grado 12 Leggere globalmente testi relativamente lunghi (opuscoli, articoli di giornale…) per trovare informazioni specifiche relative ai propri interessi. Ricavare informazioni esplicite e implicite da testi informativi ed espositivi per documentarsi su un argomento specifico e/o per realizzare scopi pratici. Confrontare, su uno stesso argomento, informazioni ricavabili da più fonti, selezionando quelle ritenute più significative. Riformulare in modo sintetico le informazioni selezionate da un testo e riorganizzarle in modo personale (liste di argomenti, riassunti schematici, mappe, tabelle). Scrivere testi di forma diversa (avvisi, biglietti, istruzioni per luso, lettere private e pubbliche,diari personali e di bordo, schede informative, relazioni su argomenti di studio,trafiletti, articoli di cronaca, recensioni, commenti) sulla base di modelli sperimentati.

14 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna QCER 13 Lattività di mediazione è considerata come una abilità complessa e composita, da perseguire sistematicamente nel curricolo di educazione linguistica, al pari delle abilità di ricezione e produzione e delle abilità di interazione, come abilità integrata o come specifica quinta abilità. QCER include nella stessa categoria attività quali linterpretariato e la traduzione da una lingua allaltra, il sommario, il riassunto, il resoconto, la parafrasi di un testo da un registro allaltro o da linguaggio specifico alla forma standard allinterno di una stessa lingua.

15 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna ….per una riflessione teorica 14 Jakobson, ovvero tre modi per interpretare un segno linguistico: la traduzione infralinguistica o riformulazione; la traduzione interlinguistica o traduzione propriamente detta; la traduzione intersemiotica o trasmutazione. Steiner: la traduzione è formalmente e praticamente implicita in ogni atto della comunicazione: "capire" significa sempre "decifrare", anche quando la comunicazione avviene all'interno della stessa lingua. Eco: ……la traduzione tra lingue naturali, è un tipo di interpretazione al pari di altri tipi di interpretazione che possono riguardare sia lo stesso sistema semiotico sia sistemi semiotici diversi. Ogni traduzione è cioè unistanza di interpretazione, ma non viceversa.

16 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna 1. iniziamo dalla pratica 15 Leggere e comprendere coralmente per riscrivere

17 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Produzione Consegna per il lavoro in piccoli gruppi 16 Ora che abbiamo letto ed esaminato insieme larticolo tratto da La Stampa, se volete, in gruppi di quattro persone, mettiamoci alla prova con una riscrittura – avviso, manifesto, cartello – usando il linguaggio verbale e grafico e indicando destinatari, scopo e contesto della riscrittura. Ci diamo circa 20 min.

18 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Riflettiamo dopo lattività 17 Siete daccordo? Riscrivere aiuta a leggere meglio Riscrivere è mediare Riscrivere richiede un processo Riscrivere significa fare scelte comunicative e linguistiche Il processo può essere supportato con strategie didattiche e strumenti adeguati Mediare contribuisce a costruire consapevolezza

19 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Confronto e discussione 18 Per riscrivere quanto è importante una comprensione approfondita? La riscrittura può essere una strategia didattica per motivare alla comprensione? Il processo di riscrittura può generare consapevolezza comunicativa e linguistica?

20 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna … pensare in termini di mediazione linguistica … pensare in termini di mediazione linguistica 19 Protocollare o pianificare? Prodotto o processo?

21 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Dalla lettura alla riscrittura unipotesi di protocolloper la gestione delle fasi di lavoro 20 confronto con il testo di partenza, evidenziazione dei punti problematici. pre-lettura (motivazione, sollecitazione di attese, richiamo a quanto già noto sullargomento); lettura orientativa sul testo (lessico e argomenti correlati, elementi di contesto, titolo, ecc.); prima ricostruzione del significato del testo; comprensione globale attraverso la lettura mentale e intensiva del testo …………….. lattivazione degli opportuni schemi di conoscenza, la rilevazione e luso di indizi contestuali per attivare inferenze, formulare e verificare ipotesi, costruirsi una rappresentazione del significato); lettura approfondita del testo finalizzata alla comprensione analitica; esplicitazione di interpretazione e attribuzione di senso con attività orale; ipotesi per la riformulazione (scelte pragmatiche e di codice, registro, sintassi, lessico, in relazione a destinatario, scopo, genere e tipo di testo); riformulazione (prima stesura del testo di arrivo, revisione, rifinitura);

22 21 Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna Qualche considerazione Il testo che vi proponiamo è già di per sé una riscrittura della fiaba classica, sia nel contenuto che nella scelta del linguaggio (traduzione intersemiotica). A partire da questa storia illustrata è possibile immaginare altre riscritture: didascalie per la pagina della storia illustrata; parte dialogata da aggiungere alle illustrazioni; riscrittura solo verbale; articolo di cronaca sullevento narrato nella storia illustrata; analisi e confronto tra la fiaba originale e la storia illustrata – anche solo di qualche particolare – come ad esempio il carattere dei personaggi; altro….. 2. PRONTI, PARTENZA…….VIA ! Dopo aver sperimentato un protocollo di mediazione proviamo, in gruppi di quattro o cinque persone, a costruirne uno da utilizzare nelle nostre classi. Individuiamo i momenti del percorso che proporremmo in classe, evidenziamo processi e strategie a partire da quelle attivate per motivare gli studenti fino alla realizzazione di una attività finale di riscrittura o narrazione orale. Una proposta


Scaricare ppt "Lettura, comprensione e riscrittura: strategie di Mediazione linguistica Giscel Sardegna … riprendiamo i fili del discorso 1 1^ Testualità e processi."

Presentazioni simili


Annunci Google