La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Componenti di Base di un Personal Computer. Nel computer si possono individuare cinque componenti principali: Microprocessore: contiene la CPU (Central.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Componenti di Base di un Personal Computer. Nel computer si possono individuare cinque componenti principali: Microprocessore: contiene la CPU (Central."— Transcript della presentazione:

1 Componenti di Base di un Personal Computer

2 Nel computer si possono individuare cinque componenti principali: Microprocessore: contiene la CPU (Central Process Unit o Unità centrale, che è il nucleo del computer) e i circuiti di controllo. Memoria RAM (Random Access Memory): è la memoria dove vengono conservati i dati in corso di elaborazione (i documenti aperti) e le istruzioni del programma in esecuzione. Memoria ROM (Read Only Memory): è una memoria permanente di sola lettura che viene scritta una sola volta in fase di fabbricazione del computer, dopodiché non può essere più modificata. Vi vengono registrate le informazioni importanti, come ad esempio tabelle di conversione di codici o le istruzioni del programma di avviamento (boot) che si attiva all'accensione della macchina. Hard Disk: o Disco Fisso è la memoria permanente del computer, in cui si conservano tutti i documenti, i dati e i programmi. Viene usato come memoria di immagazzinamento. Dispositivi di Input e Output.

3 LHardware

4 Hardware interno ad un Personal Computer

5 Allinterno di un personal computer possiamo trovare i seguenti dispositivi hardware: Scheda Madre. Microprocessore. Scheda Video. Scheda Audio. Scheda di Rete. Lettore Floppy / Lettore CD / Masterizzatore.

6 Lunità Centrale (Case) L'unità centrale (in inglese Case o Cabinet) è il dispositivo di massima importanza in quanto costituisce la parte "pensante" del Personal Computer. L'involucro esterno dell'unità centrale (case) può avere un assetto: Orizzontale (Desk). Verticale (Tower). A sua volta si divide in: Minitower. Midtower. Fulltower (o Bigtower).

7 Lunità Centrale (Case) Il pannello anteriore dell'unità centrale presenta: Il pulsante di accensione. Il pulsante di Reset. Il lettore Floppy e il lettore CD/DVD.

8 Lunità Centrale (Case) Il pannello posteriore dell'unità centrale presenta, oltre al collegamento con la rete di alimentazione, anche una serie di connettori o porte che consentono di collegare l'unità centrale con gli altri dispositivi esterni (periferiche).

9 La Scheda Madre La scheda madre (in inglese motherboard o mainboard) costituisce la parte più importante di un computer. La scheda madre fa da supporto e connessione per tutti i componenti interni del computer e contiene inoltre una serie di circuiti adibiti al controllo delle varie parti. I modelli in commercio sono molte decine e ne escono sempre di nuovi. Spesso nei computer di marca le schede madri svolgono anche le funzioni audio, video e rete (che nei PC assemblati si trovano invece sempre su schede separate).

10 La Scheda Madre

11 Il Microprocessore Il microprocessore o CPU (Central Processing Unit, unità centrale di elaborazione) o UCE, è l'unità che elabora i dati, il "cervello" del computer. La sua funzione è quella di: Eseguire le istruzioni che formano un programma. Controllare il funzionamento dei dispositivi e attivarli quando è necessario. Eseguire operazioni aritmetiche e logiche. Le prestazioni di un computer dipendono in gran parte da questo componente, perché tanto più un processore è potente tanto più sarà veloce l'elaborazione delle operazioni che svolge. La velocità della CPU viene misurata in Hz (Hertz).

12 Il Microprocessore Quali sono i componenti più importanti di una CPU? I componenti più importanti di una CPU sono: Una unità aritmetico-logica detta ALU (Aritmetic Logic Unit), che svolge le operazioni aritmetiche fondamentali. Una unità per il calcolo in virgola mobile. Un set di registri, ovvero di memorie, che accolgono dati e istruzioni in via di esecuzione. Una unità per il controllo del flusso dei dati (CU). Una unità per l'interfaccia col BUS, cioè con le linee fisiche (fili o tracce su cui corrono le informazioni sotto forma binaria). Una unità per la gestione della memoria centrale.

13 Il Microprocessore

14 La Scheda Video La scheda video o adattatore grafico (Video Graphic Adapter o VGA) consente di visualizzare sullo schermo del monitor le informazioni elaborate dalla CPU. Oggi le schede video sono diventate dei componenti molto complessi, dispongono di un processore e di una memoria RAM perché, oltre a raccogliere le informazioni ricevute dalla CPU, le elaborano prima di inviarle al monitor. Lutilizzo multimediale del computer ha stimolato la ricerca e la produzione di schede grafiche estremamente sofisticate, in grado di realizzare effetti grafici 2D e 3D con grande fluidità di movimento ed una elevatissima risoluzione grafica. Essa può essere integrata nella scheda madre, nel qual caso usa parte della RAM per funzionare, oppure separata.

15 La Scheda Video

16 La Scheda Audio La scheda audio ha il compito di sintetizzare i suoni da inviare alle casse acustiche (riproduzione) o di registrare i suoni (campionamento) acquisiti da una fonte esterna (microfono, lettore CD, ecc...). Questa scheda è un componente essenziale di un PC multimediale. Nei PC di fascia medio - bassa la scheda audio è di solito integrata nella scheda madre, per contenere i costi e i consumi. Queste schede audio, pur non avendo funzionalità di elaborazione avanzate, sono in grado di riprodurre suoni ad alta qualità e dispongono di uscite per sistemi di altoparlanti surround.

17 La Scheda Audio

18 La Scheda di Rete La scheda di rete permette il collegamento del PC ad una rete di Computer. Essa comunica con schede di rete di altri computer attraverso: Cavi ETHERNET. Collegamenti WIRELESS (senza fili). Solitamente (ma non sempre) è integrata nella scheda madre.

19 Lettore Floppy, Lettore CD/DVD, Masterizzatore Lettore Floppy Disk: fino a pochi anni fa ha costituiva il principale dispositivo di scambio dati. Permette di leggere e scrivere su Floppy da 3,5 pollici. Lettore CD / DVD: permette di leggere CD o DVD dati; in abbinamento ad un apposito software. Masterizzatore: svolge le funzioni di lettore CD/DVD e in più permette di scrivere tipi particolari di dischi (CD-R / CD-RW / DVD-R / DVD-RW). I dischi di tipo R sono scrivibili una sola volta, mentre i dischi di tipo RW sono modificabili più volte.

20 Le Porte di Comunicazione Sul retro del PC, saldate sulla scheda madre, troviamo i connettori che consentono di collegare il computer ad apparecchiature esterne. Normalmente sulla scheda madre sono montate le seguenti porte di comunicazione: Seriali: permettono di collegare mouse e modem; vengono identificate con la sigla COM1 e COM2. Parallele: consentono il collegamento delle stampanti; sono identificate con la sigla LPT. In generale sono adatte per qualunque dispositivo che richieda un flusso di dati più veloce rispetto alla capacità della porta seriale. PS2: sono porte che consentono il collegamento di tastiere e mouse.

21 Le Porte di Comunicazione USB (Universal Serial Bus) di recente introduzione, sono adatte per connettere al computer qualunque tipo di dispositivo (purché compatibile col collegamento USB). La tecnologia USB consente di creare "catene" di dispositivi collegati tutti su un'unica porta (fino a 127), inoltre consente il collegamento "a caldo" (cioè a computer acceso), mentre tutti i dispositivi non USB devono sempre essere collegati a computer spento. Firewire: è una porta di comunicazione molto veloce solitamente utilizzata per trasferire dati dalle fotocamere e dalle videocamere digitali.

22 Le Porte di Comunicazione Le schede di espansione che vengono montate sulla scheda madre rendono poi disponibili molte altre porte, fra cui le principali sono: Porta Video (talvolta integrata direttamente sulla scheda madre, soprattutto nei modelli di marca) per connettere il monitor al computer. Porta di Rete per collegare la macchina direttamente ad una rete di computer, senza usare il modem. Ne esistono di vari tipi, ma ormai la presa RJ45 ha di fatto rimpiazzato tutte le altre. Porta SCSI per dispositivi che richiedono un flusso di dati molto veloce (scanner, masterizzatore esterno, ecc.). La tecnologia SCSI consente inoltre, come la USB, il collegamento di dispositivi a catena (fino a 7), ma non il collegamento a caldo.

23 Le Periferiche Tutti i dispositivi che il computer utilizza per ricevere i dati e per comunicare i risultati dellelaborazione si definiscono periferiche. In altre parole le periferiche gestiscono tutto il flusso di informazioni tra il computer e lambiente esterno (e viceversa). Le periferiche si suddividono in: Periferiche di Input: consentono di inviare informazioni al computer. Periferiche di Output: consentono di ricevere informazioni dal computer.

24 Dispositivi di Input

25 Le Periferiche di Input Le più comuni periferiche di Input sono: La Tastiera. Il Mouse (trackball e touchpad). Lo Scanner. La Videocamera Digitale. Il Joystick. Il Microfono. La Penna Ottica.

26 La Tastiera Nei PC moderni si collega ad una porta PS/2 o ad una porta usb. Le tastiere moderne possiedono 101 o 104 tasti, divisi in 4 gruppi: Tasti Funzione: la fila in alto (Esc, F1, F2, ecc.); vengono utilizzati per impartire comandi. La loro esatta funzione dipende dal programma che è attivo in quel momento. Tasti Alfanumerici: il gruppo principale; sono all'incirca gli stessi tasti che si trovano sulle macchine da scrivere (lettere, numeri, simboli e punteggiatura). In più vi si trovano i tasti modificatori Ctrl (Control) e Alt (Alternate) che, assieme al tasto shift e ad Alt Gr, modificano la funzione degli altri tasti. Tastierino numerico: sono i tasti su lato destro. Costituiscono una semplice replica dei tasti numerici, disposti, solo per comodità dell'utente, come in una calcolatrice. Il primo tasto (Bloc Num o Num Lock) serve per attivarli o disattivarli. Tasti Cursore: fra i tasti alfanumerici e il tastierino si trovano alcuni tasti utlizzati per lo spostamento del cursore e lo scorrimento delle pagine.

27 La Tastiera

28 Il Mouse Il mouse, come la tastiera, si collega al PC attraverso una porta PS/2 o ad una porta usb. Il mouse fu introdotto assieme ai sistemi operativi di tipo grafico (Macintosh, Windows, ecc.) per semplificare l'invio dei comandi alla macchina, comandi che in precedenza venivano impartiti unicamente attraverso la tastiera. Lo spostamento del mouse controlla il movimento di un puntatore sullo schermo, mentre i tasti (solitamente tre) inviano il comando. I Mouse recenti sono dotati anche di una rotella utilizzata per scorrere le pagine sul video.

29 Il Mouse

30 Lo Scanner Si tratta di dispositivi che consentono di acquisire testo e immagini stampate su carta per trasferirle allinterno del computer. I modelli più versatili consentono anche lacquisizione direttamente da diapositiva o da negativo fotografico. Successivamente, l'utente potrà modificarla mediante appositi programmi di fotoritocco o, nel caso di una scansione di un testo, di convertirla in un file di testo mediante riconoscimento ottico dei caratteri (OCR).

31 Lo Scanner

32 La Videocamera Digitale Le videocamere digitali vengono utilizzate per catturare immagini da elaborare o da trasmettere. Si va da videocamere professionali per riprese di alta qualità, a piccole videocamere dette webcam usate per trasmettere riprese video attraverso la rete. La ripresa con una webcam ha sempre una qualità piuttosto bassa perché questo consente di ridurre al minimo il flusso di dati (esigenza ancora oggi prioritaria per qualunque informazione viaggi su Internet).

33 La Videocamera Digitale

34 Dispositivi di Output

35 Le Periferiche di Output Le più comuni periferiche di Output sono: Il Monitor. La Stampante. Le Casse Acustiche.

36 Il Monitor Il monitor è la principale interfaccia fra lutente e lattività del computer; si collega al PC attraverso la porta che si trova sulla scheda video. I monitor si dividono in: Monitor a tubo catodico: funzionano sullo stesso principio dei televisori: lo schermo è composto da una fitta griglia di celle al fosforo che, colpite dal fascio di elettroni del tubo catodico, si illuminano e formano l'immagine. Monitor LCD: producono un'immagine molto più nitida e non emettono nessuna radiazione, ma hanno un prezzo relativamente elevato. Altra peculiarità dei monitor è rapporto fra altezza e larghezza, secondo cui sono disponibili monitor nomali (rapporto larghezza-altezza 4:3) e widescreen (rapporto larghezza-altezza 16:9). I primi sono più indicati per l'uso da ufficio, gli altri per applicazioni multimediali e visione di film.

37 Il Monitor

38 La Stampante La stampante è la periferica di output che trasferisce su carta o su materiali di altra natura le informazioni digitali contenute in un computer. I parametri che caratterizzano una qualunque stampante sono essenzialmente: Interfaccia: il tipo di collegamento al computer, che può essere una porta parallela, USB, ad infrarossi, bluetooth ecc. Formato carta: la dimensione, lo spessore, il tipo di supporti di stampa che la stampante è in grado di accettare (carta, buste ecc). Il più diffuso è il formato A4, ma alcuni modelli usano formati minori, in genere per le foto, oppure formati superiori, A3, A2 ecc., fino ai rotoli da 92cm.

39 La Stampante Numero di colori primari: ovvero quanti inchiostri sono utilizzati e quindi quanti colori può riprodurre la stampante: Monocromatiche: impiegano un solo colore, di solito il nero. Tricromatiche: usano giallo, cìano e magenta per produrre i colori. Quadricromatiche: hanno i tre colori base già detti più il nero, utilizzato per le stampe bianco e nero e per comporre colori scuri più verosimili. Esacromatiche: hanno in più due tinte chiare di ciano e magenta, per rendere meglio le mezzetinte. Risoluzione massima: il numero di punti stampabili sulla carta per unità di lunghezza, che può differire tra il senso orizzontale e verticale. Di solito si esprime in punti per pollice lineare, "dot per inch" (DPI).

40 La Stampante Velocità: il numero di pagine (normalmente A4) che può essere prodotta per unità di tempo, di solito espressa in pagine al minuto. Questo parametro differisce molto a seconda che si stampi un testo bianco e nero oppure una fotografia, ed anche in funzione della qualità e risoluzione impostate. Tempo per la prima stampa: il tempo che intercorre tra l'invio dei dati e l'avvio della prima stampa. È un valore poco considerato ma che può arrivare a molte decine di secondi. Costo per copia stampata: quando si ha un uso intensivo della macchina, più importante del costo di acquisto è il costo di gestione, dovuto a inchiostri o toner, tamburi, testine, elettricità e quanto altro è necessario per stampare un singolo foglio.

41 La Stampante Le stampanti si dividono in tre principali categorie: Ad aghi: sono le stampanti di vecchio tipo, ormai obsolete perché sono rumorose, molto lente e producono stampe di bassissima qualità. Usano una testina ad aghi che batte su un nastro inchiostrato, come nelle vecchie macchine per scrivere. Laser: usano una tecnologia simile a quella delle fotocopiatrici, sono adatte per grossi volumi di lavoro perché riescono a stampare molto velocemente e silenziosamente, offrendo inoltre la migliore qualità di stampa. A getto dinchiostro: producono stampe di qualità leggermente inferiore rispetto alle stampanti laser, sono generalmente più lente, ma anche più economiche e di dimensioni più contenute. La stampa avviene spruzzando sulla carta un sottilissimo getto dinchiostro liquido.

42 La Stampante

43 Le Casse Acustiche Le casse acustiche sono le periferiche che, collegate alla scheda audio, permettono di ascoltare musica e suoni prodotti dal computer. Attualmente la configurazione classica di un impianto audio casalingo prevede di usare piccoli altoparlanti ("satelliti") principali (due per il suono stereo e cinque o più per il surround) e posizionare ("nascondere") il subwoofer altrove, in modo da migliorare il livello del suono. La scelta delle casse deve avvenire in funzione della scheda audio: se la scheda audio comprende solo le funzioni di base si useranno casse economiche, se invece è capace di riproduzioni audio di alta qualità, effetti audio particolari come il Dolby surround, ecc, si potranno usare casse di qualità superiore e impianti audio sofisticati.

44 Le Casse Acustiche

45 Il Modem Il modem è un dispositivo elettronico che rende possibile la comunicazione di più sistemi informatici utilizzando uno stesso canale di comunicazione (tipicamente la linea telefonica). Esso è un dispositivo sia di input che di output, in quanto converte il flusso di dati proveniente dal computer in segnale analogico e viceversa. Un elemento da tenere in considerazione quando si acquista un modem è la velocità di trasmissione (bps, bit per secondi). Maggiore è la velocità di trasmissione supportata dal modem, minore sarà il tempo di connessione richiesto per lo scambio di dati. E necessario però tener presente che la velocità di trasmissione non dipende solamente dal modem, ma anche dallo stato della linea telefonica.

46 Il Modem La velocità con cui i modem sono in grado di scambiare i dati si misura in Kbit/secondo (Kbps) ovvero il numero di bit che il modem riesce a trasferire in un secondo. Esistono quattro tipi principali di modem, a seconda del tipo di linea telefonica disponibile: Standard: Per la normale linea telefonica. I modem standard trasferiscono dati alla velocità di 56 Kbps, che rappresenta comunque la capacità massima della linea (un flusso di dati maggiore non riuscirebbe a passare). Quando il modem è collegato la linea è occupata e non è possibile usare il telefono. ISDN (Integrated Service Digital Network): Raggiungono i 128 Kbps, ma necessitano della linea ISDN (una linea telefonica particolare). La linea ISDN consente anche l'uso del telefono mentre il modem è collegato (cosa impossibile con la linea normale) sacrificando però metà della velocità (64 Kbps); altrimenti si può scegliere di dedicare l'intera linea al modem.

47 Il Modem ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line): Raggiungono anche 20Mbps, ma necessitano della linea ADSL (una linea telefonica particolare). L'ADSL costituisce un collegamento permanente 24 ore su 24 con la rete e non interferisce in nessun modo col telefono (contrariamente ai modem standard e ISDN, l'ADSL non effettua telefonate, ma mantiene un collegamento fisso). GSM (Global System for Mobile Communications): Per i collegamenti tramite cellulare. Poiché in questo campo non si è ancora affermato un standard, ogni marca di telefoni cellulari produce un modem (di solito in forma di scheda) compatibile coi propri modelli di telefonino. Può servire in casi di necessità, per postazioni mobili o temporanee. I modem standard esterni si collegano al PC attraverso la porta seriale o la porta usb.

48 Il Modem

49 Dispositivi di Memoria

50 Cos'è una memoria? Una memoria è un dispositivo capace di immagazzinare, conservare e restituire informazioni, cioè programmi, applicazioni e dati. Nel computer sono presenti diversi tipi di memorie. Ciò che differenzia le memorie è la velocità di accesso e la capacità. In informatica si distinguono due tipi di memorie: La memoria Centrale o Veloce. La memoria Secondaria o di Massa.

51 Memoria Centrale o Veloce

52 La Memoria Centrale o Veloce Le memorie di massa sono memorie lente. La CPU lavora, invece, a velocità altissime, per cui ha bisogno di memorie molto veloci per conservare temporaneamente i dati da elaborare. Queste memorie costituiscono la memoria centrale del Computer e ne determinano, insieme alla CPU, la potenza di elaborazione. Le Memorie Veloci del Computer sono: Il BIOS. La RAM. I Registri e la memoria CACHE.

53 Il BIOS Il BIOS (Basic Input Output System) è uno dei componenti fondamentali della scheda madre, perché conserva le informazioni di configurazione di base del computer. Si tratta di una memoria ROM (Read Only Memory, memoria a sola lettura) che contiene le istruzioni in grado di identificare la CPU, la memoria installata, le caratteristiche dell'hardware presente e di caricare il sistema operativo. Le informazioni di configurazione vengono mantenute grazie ad una batteria che va sostituita quando scarica, ogni 2-5 anni.

54 Il BIOS

55 La RAM La RAM (Random Access Memory, memoria ad accesso casuale) è la memoria dove vengono conservati i dati in corso di elaborazione e le istruzioni del programma in esecuzione. Si tratta di una memoria volatile; quando si spegne il computer o quando si verifica un blackout elettrico, tutti i dati in essa contenuti vengono persi. Le informazioni quindi devono essere salvate su supporti di memoria non volatili. La capacità della RAM si misura in Byte. I tipi di RAM disponibili sono: SIMM: RAM obsoleta, utilizzata fino ai Pentium 1. SDRAM: vecchia, utilizzata fino ai Pentium 4. DDR: RAM più veloce della SDRAM. DDR2/DDR3: la più recente e veloce.

56 La RAM

57 La Memoria Cache Si tratta di una piccola quantità di memoria veloce installata direttamente sul processore o nelle sue immediate vicinanze. Esse serve alla CPU, durante la elaborazione, per immagazzinare dati e istruzioni temporanei.

58 Memoria Secondaria o di Massa

59 La Memoria Secondaria o di Massa Vengono dette Memorie di massa tutti i supporti su cui vengono registrati dati, documenti e programmi che si vogliono conservare. I supporti per le memorie di massa si suddividono nelle seguenti categorie: Dischi Magnetici. Dischi Ottici. Nastri Magnetici. Memorie Flash.

60 I Dischi Magnetici Sono dischi sui quali la memorizzazione dei dati avviene magnetizzando la superficie, tramite unapposita testina di lettura/scrittura. Sullo stesso disco i dati possono essere scritti, cancellati e riscritti per un numero indefinito di volte senza logorare il supporto. I dischi magnetici sono volatili per natura: un forte campo magnetico è sufficiente a cancellarne l'intero contenuto in pochi istanti. I dischi magnetici più importanti sono: Floppy Disk. Hard Disk. Unità Zip.

61 Il Floppy Disk I Floppy Disk sono i comuni dischetti e possono contenere fino a 1,44 Mb (dei vecchi modelli, ormai fuori commercio, potevano contenere solo 720 KB). Sono caratterizzati da una velocità di lettura/scrittura molto bassa rispetto a quella degli altri dischi. Il foro in basso a sinistra serve per proteggere il disco da scrittura nel caso si volessero preservare dei dati importanti da cancellazioni accidentali; quando il foro è scoperchiato il disco è protetto da scrittura, quando il foro è coperto il disco è nuovamente scrivibile. Tutti i supporti magnetici estraibili possiedono un meccanismo di protezione simile a questo.

62 LHard Disk Gli Hard disk sono dischi contenuti allinterno del computer e non sono normalmente estraibili né visibili dallesterno. I primi modelli avevano una capacità di pochi MByte, i modelli oggi in commercio arrivano fino da alcune centinaia di GByte. Gli hard Disk vengono realizzati secondo 2 diverse tecnologie: EIDE e SCSI; questi ultimi sono più veloci, ma costano anche un po' più degli altri (oltretutto richiedono la scheda SCSI montata sul computer, mentre i dischi EIDE si connettono direttamente alla scheda madre).

63 LHard Disk e il Floppy Disk Hard Disk Floppy Disk

64 LUnità ZIP Le Unità Zip somigliano ai dischetti floppy ma sono un po' più grandi e la forma è un po diversa. Esistono da 100 e 250 Mb e necessitano di un drive apposito, diverso da quello dei floppy. Sono piuttosto costosi. Sia i dischi che i drive Zip vengono prodotti esclusivamente dalla Iomega. Attualmente sono scarsamente utilizzati.

65 I Dischi Ottici I dischi Ottici sono dispositivi su cui la memorizzazione dei dati avviene bruciando con un laser la superficie, che da lucida diviene così opaca. Normalmente i dati scritti su un disco ottico non possono più essere cancellati, esistono tuttavia dei dischi particolari (CD riscrivibili) che consentono la cancellazione e la riscrittura per un numero comunque limitato di volte (ad ogni cancellazione la superficie tende a deteriorarsi sempre di più finché non diventa inutilizzabile). i Dischi Ottici più importanti sono: CD-ROM. DVD-ROM. Mini CD.

66 Il CD-ROM I CD-ROM (Compact Disk Read Only Memory) sono supporti ottici in grado di immagazzinare dati fino a Mb. A differenza degli Hard Disk e dei Floppy Disk, che possono essere riscritti più volte, i CD-ROM vengono scritti una volta sola: ciò avviene grazie al masterizzatore. Laccesso ai dati da CD-ROM è generalmente più veloce rispetto al Floppy Disk ma più lento rispetto ad un Hard Disk.

67 Il CD-ROM

68 Il DVD Il DVD (Digital Versatile Disk) è un disco ottico, simile ai CD, che può essere scritto su entrambi i lati. Sta ormai sostituendo il CD-ROM e, data la sua grande capacità di contenere dati (fino a 17 Gb), viene utilizzato soprattutto per la distribuzione di film, che hanno una qualità video e audio decisamente superiore alle rispettive versioni su cassetta. I lettori DVD sono in grado di leggere anche i CD-ROM.

69 Il DVD

70 Il Mini CD I Mini CD sono CD con diametro ridotto (8 cm) e capacità di 180 Mb o 21 minuti. Sono perfettamente compatibili con i lettori CD. Esistono in commercio anche le CD Card, dischetti di forma rettangolare e con capacità che va da 30 a 80 Mb.

71 I Nastri Magnetici Le memorie a nastro magnetico vengono usate dagli amministratori di grandi sistemi di computer per creare periodicamente copie (Backup) del contenuto degli hard disk, in modo da salvare i dati qualora se ne guastasse uno. La lettura/scrittura è molto lenta (può richiedere alcune ore), per questo loperazione di backup solitamente viene effettuata durante la notte. Un esempio di memoria a nastro magnetico è il DAT (Digital Audio TAPE). Essa può contenere diverse decine di Gb e la forma è simile ad una cassetta audio. Il nome deriva dallutilizzo originario del supporto, usato negli studi di registrazione professionali per laudio digitale di alta qualità.

72 Le Memorie Flash La memoria flash, anche chiamata flash memory, è una tipologia di memoria non volatile. La memoria flash è particolarmente indicata per la trasportabilità proprio in virtù del fatto che non richiede alimentazione elettrica per mantenere i dati e che occupa poco spazio. È infatti molto usata nelle fotocamere digitali, nei lettori di musica portatili, nei cellulari, nelle pen drive, nei palmari, nei moderni computer portatili e in molti altri dispositivi che richiedono un'elevata portabilità e una buona capacità di memoria per il salvataggio dei dati. La più famosa memoria Flash è sicuramente la Pen Drive.

73 La Pen Drive La Pen Drive (o chiave USB) è una memoria di massa portatile di dimensioni molte contenute. Si tratta di una memoria flash che si collega direttamente al computer per mezzo di porte USB. La sua principale caratteristica è quella di memorizzare in poco spazio grandi quantità di dati (testo, foto, MP3, filmati). I modelli più diffusi consentono di memorizzare fino a 4 Gb di informazioni. La chiavetta USB è il supporto con il minore ingombro (sta in tasca), supera in velocità di lettura e scrittura CD e DVD, ma è più lento delle componenti interne del computer.

74 La Pen Drive

75 Unità di misura della Memoria La quantità di informazione, nel campo informatico, viene espressa in Byte e relativi multipli: Bit: unità binaria, rappresentata dal simbolo zero (0) o dal simbolo uno (1). 1 Byte = 8 Bit (rappresenta un singolo carattere) 1 KiloByte (Kb) = Byte 1 MegaByte (Mb) = KiloByte 1 GigaByte (Gb) = MegaByte 1 TeraByte (Tb) = GigaByte

76 Capacità della Memoria Ordini di grandezza dei più comuni supporti di memorizzazione: Hard Disk: Da 80 Gb a 500 Gb. RAM: Da 1 Gb a 4 Gb. Floppy Disk: 1,44 Mb. CD-ROM: 650 Mb – 700 Mb. DVD: Da 4 Gb a 17 Gb Pen Drive: Da 512 Mb a 4 Gb

77 Formattazione della memoria Cosè la formattazione della memoria? La formattazione è l'operazione tramite la quale si prepara per l'uso un supporto di memorizzazione di massa, come ad esempio un disco fisso. L'operazione consiste nel dividere la capacità del disco in una serie di blocchi di uguali dimensioni e fornire una struttura in cui verranno scritte le informazioni che permetteranno l'accesso ai dati desiderati. Sono interessati a tale operazione tutti i supporti di archiviazione. La formattazione deve essere sempre effettuata prima dell'utilizzo dei supporti di memoria. Normalmente i floppy disk e le chiavi USB vengono forniti preformattati dal produttore. In ogni caso è possibile effettuare nuovamente l'operazione di formattazione quando si desidera riutilizzare un supporto, perdendo i dati presenti sullo stesso.

78 Prestazioni del Computer

79 Prestazioni dei Computer Da che cosa dipendono le prestazioni di un computer? Le prestazioni di un computer dipendono da diversi fattori, che ne determinano la velocità di funzionamento: CPU. La velocità di una Cpu si determina mediante gli Hz (o cicli macchina). Un processore a 500 MHz esegue solo, si fa per dire, 500 milioni di operazioni al secondo, mentre uno a 1800MHz ne esegue RAM. Nella RAM risiedono le istruzioni dei programmi, i dati che servono per lavorare, i dati transitori. La RAM è una memoria veloce; se la CPU non trova RAM disponibile per depositare i dati, li deposita sulla memoria di massa, meno veloce. E' chiaro che maggiore è la quantità di RAM, maggiori saranno le prestazioni del computer. Hard Disk. La memoria di massa è lenta di per sé, ma esistono Hard Disk di velocità diverse (la velocità viene misurata in RPM, ovvero giri al minuto). Se la CPU fa molto ricorso all'Hard Disk è chiaro che quelli ad accesso più veloce daranno migliori prestazioni. La capacità dell'Hard Disk è meno importante: essa determina solo quante informazioni possiamo memorizzare permanentemente. Hard Disk di 250GB sono divenuti comuni. Numero di Applicazioni in esecuzione.

80 Prestazioni del Personal Computer E bene scegliere il computer in base allutilizzo che ne verrà fatto. Quindi in un computer da ufficio si sceglierà una configurazione di medio livello. Per una workstation grafica si sceglieranno componenti particolarmente veloci e costosi. Per un computer destinato al gioco, si porrà attenzione a CPU, RAM e scheda video 3D. E così via. Lhardware per computer diventa velocemente obsoleto: in un circolo virtuoso, nuovi programmi più belli e ricchi di funzioni vengono scritti e per essi viene progettato hardware più potente, che a sua volta stimola il miglioramento dei programmi. Come conseguenza, i computer vecchi eseguono lentamente i programmi nuovi, fino a quando, dopo 5-10 anni, non sono più in grado di svolgere agevolmente alcun compito, nemmeno se vengono potenziati al massimo delle proprie possibilità. OVERCLOCK: pratica che consiste nel forzare i componenti del computer (generalmente CPU, memoria e scheda video) a lavorare oltre le specifiche per le quali erano progettati. Loverclock si traduce in una maggiore velocità dei sistemi (10-20%), ma spesso è causa di instabilità e danneggiamento dei componenti.


Scaricare ppt "Componenti di Base di un Personal Computer. Nel computer si possono individuare cinque componenti principali: Microprocessore: contiene la CPU (Central."

Presentazioni simili


Annunci Google