La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Curia Arcivescovile Agrigento Presentazione della proposta progetto PROVIAMO A RISVEGLIARE LA NOSTRA FEDE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Curia Arcivescovile Agrigento Presentazione della proposta progetto PROVIAMO A RISVEGLIARE LA NOSTRA FEDE."— Transcript della presentazione:

1 1 Curia Arcivescovile Agrigento Presentazione della proposta progetto PROVIAMO A RISVEGLIARE LA NOSTRA FEDE

2 Perché risvegliare la nostra FEDE? 2 La Chiesa italiana, da diversi anni, si sta interrogando sulla validità del metodo catechistico seguito nelle parrocchie e sui risultati che questo ha prodotto e continua a produrre. I Vescovi italiani, alla luce dei risultati poco confortanti prodotti dallattuale catechesi, sono arrivati alla conclusione che è necessario intraprendere nuovi percorsi catechistici seguendo le modalità di un itinerario iniziatico, per condurre luomo a diventare cristiano maturo, cioè membro cosciente e attivo della Chiesa.

3 Perché risvegliare la nostra FEDE? 3 1) Analisi della situazione attuale 2) Necessità di cambiamento 3) La proposta della CEI 4) Progetto catechistico di tipo catecumenale 5) La nostra proposta progetto Cinque punti per comprendere la necessità del cambiamento anche nella nostra Arcidiocesi:

4 1) Analisi della situazione attuale 4 Secolarizzazione Fragilità morale Pluralismo religioso Comunicazioni (tv – internet – giornali – …) La situazione socio-religiosa è caratterizzata da alcuni fattori:

5 1) Analisi della situazione attuale 5 Inadeguatezza della catechesi attuale che non fa diventare cristiani Lattuale catechesi non inizia alla vita cristiana I Sacramenti sono ritenuti tappe burocratiche I catechisti necessitano di una adeguata formazione La comunità parrocchiale spesso non è vera testimone del Vangelo di Gesù Cristo

6 2) Necessità di cambiamento 6 a. La catechesi attuale dà per scontato la fede! F Prima Ev. Evang. E Catechesi D Liturgia E b. Non è così. c. Bisogna ripartire dallannuncio del Vangelo di Gesù per: F P

7 2) Necessità di cambiamento 7 Rifondare la fede attraverso una scelta personale di Gesù Cristo; Dare vita ad una comunità che annuncia con fedeltà, credibilità, libertà, la novità del Vangelo; Avviare nel contesto culturale attuale lo sforzo per ricomprendere il Vangelo, perché parli ancora alle donne e agli uomini di oggi;

8 2) Necessità di cambiamento 8 d. Riprendere la dinamica propria del catecumenato: dalla Parola, ai Sacramenti, alla vita. e. Creare nuove relazioni che sfocino nella fraternità; f. Farsi compagni di viaggio e sostenere nel cambiamento coloro che:

9 2) Necessità di cambiamento 9 Si dichiarano cristiani ma non hanno una fede che li fa vivere secondo il Vangelo di Gesù Cristo; Si dichiarano cristiani ma vedono la Chiesa come un distributore di servizi; Si dichiarano cristiani ma vivono una doppia vita (Dio e mammona): Presenza domenicale e nelle grandi solennità; Fuori da questi impegni (devozionali, esteriori) seguono la logica del mondo. Nessun rapporto tra fede e vita!

10 3) La proposta della CEI 10 I Vescovi italiani, tenendo conto delle mutate condizioni sociali e religiose avvenute nellultimo decennio, tra il 1997 e il 2003, hanno elaborato tre documenti che offrono alle Parrocchie utili orientamenti per ripensare una catechesi che faccia nascere o rinascere la FEDE.

11 3) La proposta della CEI 11 Orientamenti per il Catecumenato degli adulti (30 marzo 1997) Orientamenti per liniziazione dei fanciulli e dei ragazzi dai 7 ai 14 anni (23 maggio 1999) Orientamenti per il risveglio della fede e il completamento delliniziazione cristiana in età adulta (8 giugno 2003)

12 4) Progetto catechistico di tipo catecumenale 12 1.Le indicazioni del Nuovo Testamento 2.Il catecumenato nella chiesa antica 3.Il Concilio Vaticano II e la rinascita del catecumenato 4.I principi del rito dellIniziazione Cristiana degli adulti Memoria storica e attualità dellIniziazione Cristiana

13 5) La nostra proposta progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 13 E stata prassi comune pensare e sperimentare itinerari di formazione per i ragazzi dimenticandosi degli adulti. La nostra Arcidiocesi, preso atto della mancanza di itinerari formativi destinati agli adulti, ha deciso di elaborare un progetto che miri a risvegliare la fede cristiana in quanti hanno già ricevuto i Sacramenti dellIC., impostandoli sul tipo CATECUMENALE, così come suggerito dai Vescovi italiani, impegnandosi su quattro aspetti che caratterizzano la vita delle nostre comunità:

14 5) La nostra proposta progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 14 a) Battesimo dei bambini b) Iniziazione Cristiana Catecumenale e di tipo Catecumenale c) Cresima d) Desiderio personale di risvegliare la propria FEDE

15 15 5) La nostra proposta progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE Proposta progetto dell UCD 1. Percorso formativo per i catechisti 2. Itinerario per il risveglio della fede La nostra proposta progetto

16 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 16 Contenuti della FEDE (no) Contenuti di animazione e accompagnamento 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti

17 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 17 Modello formativo scelto: il LABORATORIO Evita la comunicazione a cascata Evita la trasmissione del saper fare Forma nella trasformazione Privilegia il ruolo Offre spazio allesperienza dei partecipanti 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti Modelli formativi

18 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 18 Attività didattica: Fase proiettiva Fase di analisi Fase di riappropriazione Lavoro in èquipe 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti

19 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 19 Progetto formativo Prima tappa: osservare Seconda tappa: pianificare Terza tappa: animare 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti

20 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 20 Prima tappa: osservare Tema: alla scoperta del mondo degli adulti Finalità: Aiutare lanimatore a prendere consapevolezza della propria storia umana e spirituale Offrire allanimatore punti di riferimento per accompagnare in modo equilibrato ogni adulto che gli viene affidato 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti

21 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 21 Prima tappa: osservare 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti Primo laboratorio: le tappe della vita (levoluzione umana delladulto) Secondo laboratorio:per una fede adulta (levoluzione spirituale delladulto) Terzo laboratorio:la traversata (la crisi come opportunità) Quarto laboratorio:Uomini e donne (credere al maschile e al femminile) Quinto laboratorio:vai verso di te! (la vita adulta come fedeltà e vocazione Sesto laboratorio:compagni di strada (come accompagnare un adulto nel suo cammino umano e di fede) Laboratorio integrativo:evangelizzare gli adulti

22 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 22 Tema: una pedagogia adulta per gli adulti Finalità: Aiutare lanimatore a prendere consapevolezza del proprio modo di apprendere nel campo della fede Offrire alcune linee pedagogiche e didattiche per accompagnare nellapprendimento della fede gli adulti 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti Seconda tappa: pianificare

23 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 23 Seconda tappa: pianificare 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti Primo laboratorio: come apprende un adulto Secondo laboratorio:le rappresentazioni di fede di un adulto Terzo laboratorio:quale metodo per la catechesi degli adulti? Quarto laboratorio:una sequenza didattica ideale per la catechesi degli adulti - 1 Quinto laboratorio:una sequenza didattica ideale per la catechesi degli adulti - 2 Sesto laboratorio:pianificare un incontro di catechesi degli adulti Laboratorio integrativo:la Parola di Dio nella catechesi degli adulti

24 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 24 Tema: animatori per una catechesi adulta Finalità: Aiutare lanimatore a prendere consapevolezza del proprio modo di guidare e animare gli incontri di catechesi degli adulti Offrire alcune linee per una corretta animazione di un gruppo di adulti 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti Terza tappa: animare

25 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 25 Terza tappa: animare 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti Primo laboratorio: gli atteggiamenti fondamentali di un animatore Secondo laboratorio:le funzioni di un animatore Terzo laboratorio:le quattro forme di apprendimento Quarto laboratorio:le gestione dei conflitti in un gruppo di adulti Quinto laboratorio:lambiente in catechesi Sesto laboratorio:imparare a verificare il proprio lavoro Laboratorio integrativo:progettare la formazione e la catechesi degli adulti

26 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 26 Incontri di richiamo 1° - Percorso formativo per i catechisti degli adulti E importante che, passato un po di tempo dalla conclusione del percorso, venga proposto un incontro o due per verificare le attuazioni e le eventuali difficoltà sorte.

27 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 27 L obiettivo dellitinerario è accompagnare ladulto a scoprire o riscoprire Gesù Cristo per arrivare allattualizzazione della frase di Tertulliano: cristiani non si nasce, ma si diventa 2° - Itinerario per il risveglio della fede

28 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 28 Modello formativo scelto: il LABORATORIO è il metodo più coinvolgente fa emergere le esperienza personali 2° - Itinerario per il risveglio della fede

29 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 29 Attività didattica: Fase proiettiva Fase di analisi Fase di riappropriazione 2° - Itinerario per il risveglio della fede

30 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 30 Itinerario: I tappa: Primo Annuncio (un anno) II tappa: Catecumenato oI fase (un anno) oII fase (un anno) oIII fase (un anno) III tappa: Mistagogia (un anno) 2° - Itinerario per il risveglio della fede

31 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 31 Metodologia: Lavori di gruppo Verifiche Momenti di fraternità Esperienze liturgiche Esperienze caritative 2° - Itinerario per il risveglio della fede

32 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 32 Scheda tipo: Preghiera Introduzione Ascolto della Parola Invito alla partecipazione (proiezione) Spiegazione del brano e spunti di attualizzazione (analisi) Riflessione personale Domande per il gruppo Impegno Preghiera 2° - Itinerario per il risveglio della fede

33 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 33 Primo Annuncio Tema: incontrare il Dio di Gesù Cristo Obiettivo: accoglienza, formazione del gruppo, annuncio del Kerigma accompagnareladulto nel comprendere cosa significa diventare cristiani e scoprire a poco a poco il volto di Dio 2° - Itinerario per il risveglio della fede

34 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 34 Catecumenato – I fase Tema: Alleanza uomo/Dio – le tappe dellAlleanza – il volto dellAlleanza Obiettivo: prendere coscienza che la storia della salvezza parte dalla creazione e si compie in Gesù Cristo morto e Risorto celebrazione Eucaristica con la consegna della professione di fede personalizzata 2° - Itinerario per il risveglio della fede

35 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 35 Catecumenato – II fase Tema: si sviluppa il senso dellamore donato, scopo della nostra vita di discepoli percorso delle Beatitudini: azione di Dio nei confronti delle varie categorie di persone Obiettivo: accogliere la salvezza oggi: celebrare lAnno Liturgico accompagnare ladulto a comprendere in che modo Dio ci salva concretamente celebrazione Eucaristica con la consegna delle Beatitudini 2° - Itinerario per il risveglio della fede

36 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 36 Catecumenato – III fase Tema: la Chiesa nel progetto di Dio manifestato in Cristo e reso operante dallo Spirito percorso sullEucaristia come comunione con il Signore vivente e con la comunità Obiettivo: capire e vivere la dimensione comunitaria della fede nella Chiesa celebrazione Eucaristica con la consegna del Padre Nostro 2° - Itinerario per il risveglio della fede

37 5) Il nostro progetto Proviamo a risvegliare la nostra FEDE 37 Mistagogia Tema: comprensione più profonda della Parola, sottolineando la continuità tra i due Testamenti attraverso il confronto tra i brani dellA.T. e del N.T. si richiama il primato della carità: senza la carità la fede è vuota Percorso sul catecumenato, sul credo e Simbolo degli Apostoli Obiettivo: Incarnare il Vangelo in ogni ambito della vita Partecipare assiduamente alle celebrazioni, in particolare allEucaristia Inserirsi concretamente nella comunità, svolgendo qualche servizio celebrazione Eucaristica con la rinovazione delle promesse battesimali e la consegna del Simbolo degli Apostoli 2° - Itinerario per il risveglio della fede

38 38 Curia Arcivescovile Agrigento Presentazione della proposta progetto PROVIAMO A RISVEGLIARE LA NOSTRA FEDE approfondimento

39 39 a. Acquisizione/aggiornamento i. Attività teoriche ii. Attività b. delle competenze i. Non semplici conoscenze ii. Ma patrimonio c. Necessarie a svolgere una mansione i. Impiego ii. Catechista / Accompagnatore Formazione

40 40 a. Non risolve i problemi personali i. Attività teoriche (lincontro – cosa dico - …) b. Si prende cura del catechista i. Aiutandolo a crescere nella fede … ii. … abilitandolo a saperla comunicare c. Attua il processo dalla informazione alla trasformazione i. Dalla informazione: specialista catechistadestinatario Metodo del sapere Poco rispetto del catechista ii. Alla trasformazione Essere – prendere coscienza del proprio ruolo Sapere – acquisire le competenze che permettono di rispondere ai bisogni delle persone Saper fare – capacità di progettare e condurre d. Sollecita il catechista nellessere trasformato i. Nellessere ii. Nel saper fare Formazione adulta

41 41 a. Non esperienza personale ma di gruppo i. Il cristiano non è unisola ii. E relazione iii. La sintonia è la massima testimonianza di Chiesa b. Produce il dialogo, lascolto, laccoglienza reciproca, il confronto, … i. Situazioni che creano relazioni c. Aiuta nelle relazioni interpersonali i. Si supera lindividualismo ii. Si cresce aiutando a crescere Gruppo

42 42 a. Non tutto e subito i. Vivere bene le tre tappe ii. Pazienza e perseveranza nel seguire litinerario proposto b. Preparazione alternata i. Sperimentare e verificare quanto appreso nelle tre tappe ii. Richiamare periodicamente la formazione e ritornare alla prassi Cammino

43 43 a. Non saranno rilasciati attestati i. Cammino finalizzato ad acquisire le nozioni basilari per svolgere il servizio di accompagnatori di adulti b. Si rivolge a persone adulte che: i. Desiderano crescere nella fede ii. Desiderano accompagnare altri adulti a fare la stessa esperienza c. Considera, valorizza e intreccia: i. I bisogni e le attese: Dei catechisti Della comunità Progetto formativo


Scaricare ppt "1 Curia Arcivescovile Agrigento Presentazione della proposta progetto PROVIAMO A RISVEGLIARE LA NOSTRA FEDE."

Presentazioni simili


Annunci Google