La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ECDL Presentazione. 2 ECDL European Computer Driving Licence Attestato riconosciuto a livello internazionale Certifica che chi lha conseguito è in grado.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ECDL Presentazione. 2 ECDL European Computer Driving Licence Attestato riconosciuto a livello internazionale Certifica che chi lha conseguito è in grado."— Transcript della presentazione:

1 ECDL Presentazione

2 2 ECDL European Computer Driving Licence Attestato riconosciuto a livello internazionale Certifica che chi lha conseguito è in grado di lavorare con un PC, autonomo o in rete, nellambito di unattività professionale o in una struttura aziendale

3 3 ECDL Enti certificatori CEPIS – Council of European Professional Informatics Societies: riunisce associazioni di diciassette paesi AICA – Associazione Italiana per lInformatica e il Calcolo Automatico

4 4 ECDL Riconoscimenti Il programma è sostenuto dallUnione Europea tra i progetti comunitari finalizzati alla realizzazione della Società dellInformazione

5 5 ECDL Conseguimento della patente Concetti teorici di base Gestione dei documenti Elaborazione di testi Fogli elettronici Basi di dati Presentazioni Reti informatiche

6 6 ECDL Conseguimento della patente Il primo modulo è basato su domande e risposte, gli altri sei sono prove pratiche al computer.

7 7 ECDL SKILLS CARD

8 8 ECDL Syllabus versione 5 Testo integrale del Syllabus

9 9 ECDL Sedi d'esame Sedi d'esame in Lombardia

10 10 ECDL Fare l'esame Tutorial Atlas SimulAtlas

11 ECDL Modulo 1 Concetti teorici di base

12 12 ECDL Algoritmi Algoritmo secondo Wikipedia

13 13 ECDL Rappresentare algoritmi Diagrammi di flusso

14 14 ECDL Rappresentare i dati Base 10 Base 2 - Leibniz - Boole - ShannonLeibnizBooleShannon Acceso – Spento – combinazioni possibili

15 15 ECDL Codice ASCII Tabella ASCII ASCII esteso e Tabella ASCII estesoTabella

16 16 ECDL Rappresentazione di immagini Pixel Colore = Bpp (bit per pixel)

17 17 ECDL Suoni Campionamento –Frequenza di campionamento (sample rate) quante volte al secondo misuro il suono - espressa in hertz (Hz)sample rate –Risoluzione di campionamento (sample resolution) quanti bit occupo per esprimere il suono misurato

18 18 ECDL File audio non compressi WAV (wavetable, tabella delle onde) AIFF (audio interchange file format) AU (audio)

19 19 ECDL File audio compressi Compressione MP3 - OGG

20 20 ECDL Qualità CD musicale Campionamento: frequenza Hz risoluzione 16 bit per canale Stereo (canale destro e canale sinistro) Spazio necessario: un secondo: byte (~172 Kb) un minuto: (~10 Mb) 74 minuti: (~747 Mb)

21 21 ECDL Qualità linea telefonica Campionamento: frequenza Hz risoluzione 8 bit Mono Spazio necessario: un secondo: byte (~8 Kb) un minuto: (~468 Kb)

22 22 ECDL Linguaggio macchina Il linguaggio macchina è basato sui simboli 0 e 1 Con essi si formano parole e frasi chiamate istruzioni Le istruzioni sono organizzate per mezzo dei connettivi logici dell'algebra di Boolealgebra di Boole

23 23 ECDL Connettivi logici I più importanti sono AND, OR, NOT

24 24 ECDL Linguaggi simbolici Sono i linguaggi di programmazione e servono a mediare tra il linguaggio umano ed il linguaggio macchina Esempi: C, C++, Visual Basic, Java ed il vecchio qbasic

25 25 ECDL Information Technology Information Technology: si occupa –dellarchiviazione –dellelaborazione –della trasformazione –della rappresentazione delle informazioni con laiuto del computer e delle tecnologie ad esso connesse.

26 26 ECDL Vantaggi dellIT Aumento dellefficienza (diminuzione tempi e costi) Aumento e miglioramento dei servizi Sviluppo nuovi settori economici

27 27 ECDL Svantaggi dellIT Saldo negativo dei posti di lavoro Stress generato dai ritmi crescenti Riduzione dellattività fisica Affaticamento (importanza dellergonomia) Riduzione dei contatti interpersonali Necessità di aggiornamento tecnico continuo Incremento delle informazioni da gestire Problemi privacy e sicurezza

28 28 ECDL Hardware È costituito dalle componenti fisiche, elettroniche o meccaniche del computer (chip, schede, monitor, mouse, ecc.) – tutto ciò che si può vedere, toccare, danneggiare fisicamente.

29 29 ECDL Progressi dellHardware Primi computer a metà degli anni40. ENIAC (Electronical Numerical Integrator And Calculator) era il più potente: poteva svolgere alcune migliaia di addizioni al secondo Tecnologia a valvole termoioniche, 30 t, 160 m 2. Oggi: miniaturizzazione, riduzione prezzi, aumento potenza (milioni di operazioni per secondo)

30 30 ECDL Pregi del Computer Rapidità Precisione Capacità di esecuzione di lavori ripetitivi Capacità di gestione di grandi quantità di dati Capacità di integrare dati di fonti diverse Capacità di memorizzare per lunghi periodi Versatilità

31 31 ECDL Limiti del Computer Mancanza di intelligenza autonoma Mancanza di creatività Difficoltà ad affrontare problemi nuovi Difficoltà nei lavori non ripetitivi Difficoltà con informazioni non strutturate Difficoltà nellinterpretare un discorso Possibilità di guasti

32 32 ECDL Software Sono le istruzioni che consentono al computer di funzionare e di svolgere il proprio lavoro Tra i vari tipi di software possiamo distinguere i sistemi operativi, i programmi applicativi e quelli di utilità.

33 33 ECDL Esempi di problemi software Y2K o Millennium Bug Passaggio dalla lira alleuro

34 34 ECDL Tipi di computer ClassePrestazioniCostoImpiegon° utenti MainframeElevateElevatoSistema aziendaleElevato MinicomputerMedieMedio Sistema dipartimentale o per medie aziende Medio Network computer BasseBasso Sistema individuale in collegamento con altri computer Uno PCBasseBassoSistema individualeUno Notebook, Laptop (meno di 5 Kg), Tablet PC Basse Basso Alto (rispetto alle prestazioni) Sistema individuale portatile Uno Supercomputer Molto elevate Molto Elevato Grandi imprese (es. NASA) Elevato

35 35 ECDL Dispositivi portatili Palmari Telefoni cellulari Smartphone Lettori multimediali

36 36 ECDL Mainframe Sono i grandi sistemi di elaborazione aziendali, ai quali viene affidato il compito di gestire il sistema informativo e le grandi banche dati di unazienda; sono caratterizzati da elevate prestazioni e costi elevati; necessitano di personale specializzato per il loro funzionamento,

37 37 ECDL Minicomputer Sono caratterizzati da prestazioni e costi più contenuti rispetto ai Mainframe e svolgono il ruolo di sistema aziendale nelle piccole aziende o di sistema dipartimentale nelle grandi aziende; necessitano per il loro funzionamento di personale più ridotto e con una minore specializzazione.

38 38 ECDL Network computer Sono computer con prestazioni e costi contenuti, dedicati al singolo utente e specializzati per i collegamenti a computer di maggiori dimensioni, ai quali devono essere interconnessi per il loro funzionamento. Si tratta di terminali di rete intelligenti, senza memorie di massa.

39 39 ECDL Personal computer Sono computer con prestazioni e costi contenuti, dedicati al singolo utente; sono dotati di capacità elaborative autonome, ma possono essere collegati ad altri computer.

40 40 ECDL Notebook e Laptop computer Sono PC portatili, caratterizzati da ingombro ridotto ed alimentabili tramite batterie. Prendono il nome di laptop quando pesano complessivamente meno di cinque chilogrammi.

41 41 ECDL Tablet PC Possibilità di scrivere direttamente sullo schermo con apposita penna

42 42 ECDL Supercomputer Grandi sistemi con elaboratori paralleli, grandi dimensioni e costi molto elevati

43 43 ECDL Palmare Sistemi tascabili per prendere appunti, gestire rubrica e agenda, eseguire elaborazioni semplici.

44 44 ECDL Confronto Laptop - PC Vantaggi: 1. È trasportabile 2. È meno ingombrante 3. Funziona anche a batteria Svantaggi: 1. Schermo meno leggibile 2. Tastiera e mouse meno comodi 3. Costo maggiore 4. Minor collegabilità a periferiche

45 45 ECDL Sistemi condivisi Necessitano di terminali, ossia unità specializzate per la comunicazione a distanza

46 46 ECDL Tipi di terminale Una classe molto diffusa è quella dei terminali conversazionali, che consentono un colloquio diretto tra lutente e il sistema di elaborazione mediante una tastiera, uno schermo ed eventualmente una stampante

47 47 ECDL Tipi di terminale Intelligenti: se sono dotati di una capacità di elaborazione autonoma (es. PC collegati ad altro elaboratore) Stupidi: se non hanno capacità elaborative proprie e dipendono totalmente dal computer al quale sono collegati.

48 48 ECDL Tipi di terminale i Self-service Bancomat Certificazione comunale Sportello segreterie studenti universitarie

49 49 ECDL Utilizzabilità dei self-service Interfaccia semplice e chiara Menu Pochi dati per pagina Touch screen Tastiera ridotta alla parte essenziale Funzioni di aiuto in linea

50 50 ECDL Componenti base di un PC Schema di von Neumann – metà anni 40

51 UCE

52 52 ECDL Unità Centrale di Elaborazione UCE o CPU (Central Processing Unit): raggruppa le funzioni di calcolo, di controllo e di supervisione dellelaboratore. È costituita da un microprocessore installato sulla motherboard. È composta dalla ALU e dallUnità di controllo.

53 53 ECDL ALU Arithmetic Logic Unit: esegue le istruzioni di calcolo e di confronto tra i dati.

54 54 ECDL Unità di controllo Attiva e controlla le operazioni di ingresso ed uscita dei dati

55 55 ECDL Attività della CPU LUCE, o CPU, durante lelaborazione preleva ad una ad una le istruzioni, le trasferisce nei propri circuiti, le esegue e passa a quelle successive fino al completamento del programma

56 56 ECDL Istruzioni Le istruzioni che lUCE è in grado di interpretare ed eseguire sono formate da: un codice operativo, che indica loperazione da eseguire uno o più operandi che forniscono gli indirizzi (posizioni) della memoria in cui sono memorizzati i dati e lindirizzo in cui registrare il risultato.

57 57 ECDL Istruzioni In funzione dei vari codici operativi sono disponibili: Istruzioni aritmetiche Istruzioni di ingresso e uscita dei dati Istruzioni di analisi e di trasferimento di controllo (se… allora) Istruzione di trasferimento di dati in memoria

58 58 ECDL Velocità dellUCE Le prestazioni dellelaboratore dipendono in modo significativo dalla velocità con cui la CPU esegue le istruzioni Tale velocità si misura in MIPS (Milioni di istruzioni al secondo).

59 59 ECDL Potenza di calcolo La potenza di calcolo ella CPU dipende: Dalla sua architettura interna (386, 486, Pentium, Pentium II, ecc.) Dalla velocità del clock, lorologio interno che compie milioni di battiti al secondo. Ad ogni battito corrisponde lesecuzione di unistruzione.

60 60 ECDL Hertz e Megahertz La velocità di funzionamento si misura in hertz. 1 hertz (Hz) = un battito al secondo 1 megahertz (MHz) = un milione di battiti al secondo 1 gigahertz (GHz) = un miliardo di battiti al secondo

61 Dispositivi di input

62 62 ECDL Tastiera Nei PC sono disponibili diversi tipi di tastiere, caratterizzate da diverse disposizioni dei tasti, secondo le esigenze delle diverse lingue

63 63 ECDL QWERTY La tastiera più diffusa in Italia è la QWERTY, il cui nome deriva dalle prime sei lettere. Riproduce la tastiera di una macchina da scrivere.

64 64 ECDL Tasti Normalmente ad ogni tasto sono associati due caratteri (per le lettere il maiuscolo), uno dei quali può essere selezionato tenendo premuto il tasto shift.

65 65 ECDL Tasti Se si vuole immettere in maiuscolo una sequenza di caratteri si può premere il tasto con limmagine del lucchetto. Così lintroduzione delle maiuscole rimane impostata e si accende la spia relativa sulla parte destra della tastiera. Per togliere limpostazione occorre premere nuovamente il tasto di controllo.

66 66 ECDL Caps Lock

67 67 ECDL Tasti Quando sul tasto sono presenti tre simboli, quello inferiore a destra viene selezionato premendo contemporaneamente il tasto Alt Gr

68 68 ECDL Tasti Linvio dei dati avviene mediante i tasti Invio

69 69 ECDL Mouse Il mouse (topo) prende il nome dalla sua forma È un dispositivo di input costituito da un sistema che permette di spostare un puntatore sullo schermo e da due o tre tasti che permettono di associare al puntamento funzioni predefinite.

70 70 ECDL Mouse Limportanza del mouse è associata allo sviluppo delle interfacce dei programmi, cioè dalla possibilità di interagire con il software selezionando funzioni evidenziate sullo schermo. Il mouse consente inoltre di utilizzare la tecnica del drag and drop

71 71 ECDL Trackball Spesso usata nei laptop consente di spostare il puntatore facendo ruotare una sfera incastrata in posizione fissa.

72 72 ECDL Touch pad Tipico dei laptop. Lo spostamento del puntatore avviene facendo scorrere il polpastrello di un dito sopra una superficie piana presente sulla tastiera

73 73 ECDL Joystick Utilizzato per i giochi grazie alla sua levata manovrabilità

74 74 ECDL Scanner Il lettore ottico o scanner è un dispositivo in grado di acquisire immagini. Lutilizzo dello scanner può essere associato a programmi di riconoscimento dei caratteri OCR (Optical Character Recognition), che permettono di trasformare limmagine di un testo (ad esempio una pagina di libro) in un documento scritto modificabile con il programma di scrittura in uso sul PC.

75 75 ECDL Scanner Lo scanner può essere piano (simile ad una piccola fotocopiatrice), ad alimentazione a fogli (simile ad un fax) o manuale.

76 76 ECDL Lettore ottico di codici a barre È un dispositivo in grado di leggere i codici a barre presenti sulla maggioranza delle merci in vendita nei negozi e nei grandi magazzini. La lettura avviene mediante un raggio laser. Può avere la forma di una penna (per esempio nelle farmacie), di uno scanner manuale oppure essere una superficie piana come nelle casse dei supermercati.

77 77 ECDL Il lettore di caratteri magnetici È un dispositivo che permette la lettura di strisce magnetiche su carte di riconoscimento come quelle utilizzate nei self-service bancari.

78 78 ECDL Fotocamera e video camera

79 79 ECDL Microfono

80 Dispositivi di output

81 81 ECDL Monitor È la principale unità di output.

82 82 ECDL Caratteristiche qualificanti dimensione (misurata in pollici) risoluzione, misurata come quantità di punti (pixel, picture element) rappresentabili nella matrice in cui può essere suddiviso lo schermo da 640x480 a... gamma dei colori rappresentabili (milioni) frequenza di scansione o refresh (quante volte in un secondo lo schermo viene rinnovato – stabilità si evita lo sfarfallio)

83 83 ECDL Caratteristiche qualificanti Si distingue il monitor interlacciato da quello non interlacciato. Interlacciato quando limmagine viene completata in due tempi, non interlacciato quando limmagine viene completata in un solo passaggio (evita fenomeni di distorsione). La qualità è importante dal punto di vista dell'ergonomia

84 84 ECDL Tecnologia dei Monitor Tecnologia analogica (tubo catodico – CRT Cathode Ray Tube) Tecnologia digitale (cristalli liquidi, LCD Liquid Crystal Display)

85 85 ECDL Dimensione Monitor La dimensione è valutata considerando la diagonale dello schermo ed è misurata in pollici.

86 86 ECDL Stampante Senza contatto –A getto dinchiostro: caratteristica nelle stampanti a basso costo dei PC –laser: per le stampanti di migliore qualità e di elevate prestazioni. Ad impatto o a contatto (ad aghi): utilizzate principalmente per applicazioni che richiedono di produrre stampati in copie a ricalco.

87 87 ECDL Stampanti Tutte le stampanti hanno possibilità grafiche possono essere in bianco e nero o anche a colori. Usualmente le laser meno costose non offrono la possibilità del colore e le stampanti ad impatto sono quasi esclusivamente in bianco e nero.

88 88 ECDL Stampanti Oltre alla disponibilità del colore, le caratteristiche tecniche che qualificano una stampante sono: la velocità di stampa la risoluzione (numero di punti per pollice) alimentazione e trascinamento della carta

89 89 ECDL Plotter Il Plotter è, in pratica, tavolo da disegno comandato dallelaboratore

90 90 ECDL Casse acustiche e cuffie Per loutput sonoro delle applicazioni multimediali

91 91 ECDL interfacce analogiche e digitali Per il collegamento di strumentazione

92 92 ECDL Sintetizzatori vocali sintetizzatori vocali sono unità di uscita di elaboratori elettronici in grado di comunicare all'utente i risultati dell'elaborazione sotto forma di voce umana.

93 93 ECDL Altre periferiche Registratori di tessere magnetiche Registratori di microfilm

94 Periferiche di input/output

95 95 ECDL Touchscreen Schermo tattile

96 96 ECDL Modem

97 Dispositivi di memoria

98 98 ECDL Memoria veloce LUCE è in grado di utilizzare i dati in un processo di elaborazione soltanto quando si trovano nella memoria centrale, detta anche memoria veloce (RAM, ROM, Cache). Per le memorie si sono adottati circuiti elettronici in grado di conservare un doppio stato: magnetizzato - non magnetizzato, acceso - spento (passa - non passa corrente)

99 99 ECDL RAM Random Access Memory: usata per la registrazione dei dati e delle istruzioni del programma al momento della sua esecuzione - deve avere i seguenti requisiti: i dati devono poter essere registrati devono poter essere localizzati devono poter essere letti devono poter essere modificati soltanto mediante opportuni comandi

100 100 ECDL ROM Read Only Memory: è una memoria il cui contenuto non può essere modificato con le normali procedure. Viene utilizzata per la registrazione di un programma particolare (Firmware), che permette lesecuzione delle funzioni di base del computer, quali lavvio del software di base (BIOS, Basic Input Output System).

101 101 ECDL RAM e ROM Sia la RAM che la ROM sono costituite da chip inseriti in appositi spazi sulla motherboard. La RAM è veloce e costosa ed ha, di conseguenza, capacità limitata. È volatile La ROM non è volatile

102 102 ECDL Cache È una memoria utilizzata per trasferire dati tra dispositivi che hanno velocità diverse. È una memoria di limitata capacità ed è più veloce della RAM. I PC hanno, solitamente 256 o 512 Kb di cache.

103 103 ECDL Memoria di massa Sono unità periferiche di input ed output in cui possono essere registrati in modo non volatile i dati. Possono essere: Dischi (accesso random) Nastri magnetici (accesso sequenziale)

104 104 ECDL Hard disk È il principale sistema di memorizzazione di massa. È costituito da una pila di piatti registrati su entrambe le superfici. Nei PC è normalmente inserito nella scatola (case) che contiene il sistema centrale, ma può essere ununità esterna. Centinaia di Gb.

105 105 ECDL Disco di rete Esterno e raggiungibile attraverso la rete

106 106 ECDL Floppy disk Era il principale sistema di trasferimento di dati da un PC ad un altro. È costituito da un solo piatto ed ha una capacità di memorizzazione limitata (di solito 1,44 Mbyte). Il piatto è racchiuso da una custodia quadrata, di plastica, con uno sportello scorrevole che viene aperto quando il dischetto viene inserito nellunità di lettura e scrittura.

107 107 ECDL Floppy La custodia ha due perforazioni. Quella di sinistra è dotata di uno sportellino scorrevole Sportello chiuso: il disco può essere anche scritto Sportello aperto può essere soltanto letto Laltra perforazione indica che il disco ha la massima capacità (1,44 Mb)

108 108 ECDL CD ROM Compact Disk Read Only Memory È un disco a registrazione ottica, mobile e con una buona capacità di memorizzazione. Usato solo in lettura

109 109 ECDL CD scrivibile Ha le stesse caratteristiche del CD ROM, ma può essere scritto una sola volta mediante unapposita periferica: il masterizzatore.

110 110 ECDL CD RW È un CD riscrivibile più volte mediante un masterizzatore. Con apposito software può essere usato come un hard disk consentendo di scrivere e cancellare anche un solo file per volta.

111 111 ECDL DVD Digital Versatile Disk: è un disco, usualmente di sola lettura (ne esistono anche di scrivibili con un apposito masterizzatore), con grande capacità di memorizzazione, usato per giochi, musica, film digitalizzati.

112 112 ECDL Zip Disk È un disco mobile come il floppy, ma con una buona capacità di registrazione ( Mb)

113 113 ECDL Pendrive Contiene una memoria flashmemoria flash

114 114 ECDL Memory Card Contiene una memoria flash (per fotocamere, palmari, lettori MP3, cellularimemoria flash

115 115 ECDL Data cartridge Dotate di nastro magnetico ed utilizzate per fare delle copie di backup dei dischi Detto DAT (Digital Audio Tape) fino a 40 Gb

116 116 ECDL BUS Le varie componenti hardware sono collegate tra loro e comunicano seguendo regole codificate, chiamate protocolli, per mezzo di una struttura detta a BUS. Questa struttura si comporta come una rete autostradale su cui viaggiano le informazioni che devono passare attraverso i vari dispositivi per essere elaborate.

117 117 ECDL BUS

118 Capacità della memoria

119 119 ECDL Sistema binario Quale che sia la soluzione tecnica adottata o il supporto utilizzato, la memorizzazione è realizzata con il sistema binario. La registrazione non è altro che una sequenza di elementi elettronici, ottici o magnetici, capaci di assumere due stati, che matematicamente corrispondono a 0 e 1. Tali elementi prendono il nome di bit da binary digit, cifra binaria).

120 120 ECDL bit Il singolo bit è in grado di rappresentare soltanto due possibilità. Per poter rappresentare le dieci cifre arabe sono necessari 4 bit (16 combinazioni) Per rappresentare anche lalfabeto sono necessari 6 bit (64 combinazioni). Nei sistemi elettronici, per rappresentare un maggior numero di combinazioni possibili, sono utilizzati raggruppamenti di 8 bit.

121 121 ECDL byte Un raggruppamento di 8 bit prende il nome di byte. Il byte è lunità minima che può essere indirizzata nelle memorie dellelaboratore. La dimensione di una memoria viene, pertanto espressa in byte. Le varie unità di misura sono sempre, ovviamente, potenze di 2.

122 122 ECDL Unità di misura della memoria Byte = 8 bit Kbyte = 1024 byte (2 10 ) Mbyte = 1024 Kbyte = byte Gbyte = 1024 Mbyte = Kbyte Tbyte = 1024 Gbyte = Mbyte

123 123 ECDL indirizzi Nella memoria centrale ognuno dei byte può contenere un carattere e quindi tutte le operazioni devono fare riferimento a stringhe di byte È dunque indispensabile poter identificare i byte in memoria, cioè conoscerne lindirizzo. Un dato di memoria sarà individuato dallindirizzo del primo byte che lo rappresenta e dalla lunghezza della stringa di caratteri, ossia dal numero di byte che formano la rappresentazione del dato.

124 124 ECDL indirizzi Anche nelle memorie di massa occorre trovare i dati da elaborare È dunque indispensabile che i dati siano espressi in una forma standardizzata, sempre riconoscibile

125 125 ECDL campo Ogni dato può essere visto come una sequenza di caratteri alfanumerici. Questa rappresentazione del dato su supporto elaborabile prende il nome di campo. Esempi di campo possono essere il cognome di un alunno, una data di nascita, il nome di una scuola.

126 126 ECDL record Linsieme di campi che riguardano ununica informazione completa, per un processo elaborativo, prende il nome di record. Es. record di una procedura di gestione degli ordini: cliente ordinante, prodotto ordinato, quantità ordinata, data dellordine.

127 127 ECDL record Il record non è caratterizzato solo dalla presenza di determinati campi, ma anche dal loro ordine

128 128 ECDL Tabella o file Si chiama tabella o file larchivio costituito da un insieme di record omogenei Es. Nella procedura di evasione degli ordini da un magazzino interverranno due file: il file ordini e il file magazzino con i dati relativi alla situazione di magazzino

129 129 ECDL Data base Un insieme di tabelle, opportunamente correlate, costituisce un data base

130 130 ECDL Quadro dinsieme ElementoInsieme di…Dimensioni Carattere 1 byte CampoCaratteri Da uno a poche decine di byte RecordCampi Da poche decine a qualche migliaia di byte Tabella – fileRecord Da poche centinaia a molte migliaia di byte ElementoInsieme di…Dimensioni

131 Prestazioni del computer Le prestazioni del computer dipendono da una serie di fattori

132 132 ECDL Velocità UCE Numero di istruzioni per secondo

133 133 ECDL Dimensioni RAM Se la memoria centrale è di dimensioni sufficienti a registrare lintero programma, lUCE vi trova sempre i dati e le istruzioni; altrimenti una parte delle istruzioni deve, al momento opportuno, essere prelevata dalle memorie di massa, con una conseguente perdita di tempo

134 134 ECDL Velocità memorie di massa Influisce sulle prestazioni sia quando la memoria centrale è insufficiente, sia quando il programma deve leggere o scrivere dati sulle memorie esterne.

135 135 ECDL Dispositivi particolari Acceleratori grafici Acceleratori per il calcolo scientifico Ecc.

136 136 ECDL Utilizzo contemporaneo di più programmi Rallenta ovviamente lesecuzione

137 137 ECDL Disposizione dei file Se i file da utilizzare sono troppo dispersi sullhard disk, questo rallenta le operazioni Conviene allora eseguire il programma di deframmentazione che ricompatta i file consentendo di lavorare in condizioni ottimali

138 Struttura del PC Il cuore del PC è costituito da una scatola (case) in cui sono alloggiati i diversi componenti.

139 139 ECDL PC

140 140 ECDL Struttura del PC Motherboard: la scheda elettronica di basse sulla quale vengono fissati, o alla quale vengono collegati, gli altri componenti UCE o CPU Memoria centrale Floppy Hard disk Lettore CD Porte

141 141 ECDL Porte native Porte native (attacchi per tastiera, monitor, mouse)

142 142 ECDL Porte parallele Porte parallele (LPT1 ed eventualmente LPT2) usate abitualmente per le stampanti (LPT significa Line PrinTer), ma anche per periferiche esterne (masterizzatori, hard disk, lettori di CD ROM, scanner, ecc.). Il connettore è formato da 25 piccoli fori. Il trasferimento dei dati avviene 8 bit alla volta

143 143 ECDL Porte seriali COM1, COM2, COM… COM sta per COMmunication e il numero identifica la porta, dato che di solito ce ne sono almeno due. Il connettore può essere a 25 o a 9 pin Sono dette seriali perché la trasmissione dei dati avviene un bit alla volta

144 144 ECDL Porta SCSI Quando cè, supporta fino a sette periferiche, collegate in cascata, che richiedono alta velocità di trasferimento (può essere a 8,16,32 bit)

145 145 ECDL Porta USB Universal Serial Bus. Permette una velocità di 12 milioni di bit per secondo. Fornisce anche lalimentazione. Le periferiche USB possono essere collegate in cascata fino a 127 elementi evitando numerosi cavi di alimentazione. Le periferiche USB possono essere collegate e scollegate anche a Computer acceso, senza causare danni. Il connettore è piccolo ed utilizzabile anche per i portatili.

146 146 ECDL Porta IrDA Infrared Data Association: consente di collegare le periferiche evitando luso di cavi, con trasmissioni di tipo seriale, mediante raggi infrarossi

147 147 ECDL Porta HSSB High Speed Serial Bus: è un altro collegamento di tipo seriale che consente di collegare fino a 63 dispositivi. È usato per collegare periferiche particolarmente sofisticate.

148 148 ECDL Struttura del PC - Altre eventuali unità Masterizzatore: serve per scrivere su appositi supporti CD da utilizzare come CD ROM Schede di rete Modem interno: per il collegamento alla rete telefonica Processori aggiuntivi (per la grafica, il calcolo scientifico, ecc.)

149 149 ECDL Periferiche esterne al case Il mouse La tastiera Il monitor La stampante Il modem esterno …

150 Software O programma

151 151 ECDL Tipi di software Software di sistema: ha il compito di garantire lesecuzione delle funzioni di base del PC. È normalmente fornito come corredo dellhardware Software applicativo: ha il compito di risolvere problemi specifici dellutente e può essere eventualmente sviluppato in funzione di particolari esigenze.

152 Sistema operativo Include tutti i programmi indispensabili per il funzionamento del sistema e fornisce linterfaccia verso lutente. È costituito da un insieme di programmi quali:

153 153 ECDL Supervisore Il supervisore: garantisce la corretta gestione dei componenti del sistema (memoria, UCE, periferiche, …), interpreta ed esegue i comandi dellutente, sovrintende al caricamento e allesecuzione degli altri programmi, gestisce le periferiche e le memorie.

154 154 ECDL Spool Lo Spool: permette di gestire le operazioni di stampa contemporaneamente allesecuzione di altri programmi.

155 155 ECDL Programmi di gestione delle librerie Assicurano di poter memorizzare programmi e dati sulle memorie di massa, secondo strutture organizzate per facilitarne la successiva ricerca

156 156 ECDL Altre componenti del Sistema operativo I programmi di diagnosi dei malfunzionamenti e di correzione degli errori I programmi di definizione della configurazione hardware del sistema

157 157 ECDL Esempi di sistema operativo Il primo sistema operativo usato sui PC IBM compatibili fu il DOS (Disk Operating System), caratterizzato da uninterfaccia a comandi, di non facile utilizzo Tra i sistemi attuali ricordiamo: Windows (95, 98, NT, 2000, xp), UNIX, Linux, OS/2, Mac Operating System

158 158 ECDL Rapporto Sistema operativo – potenza del PC È evidente che sistemi operativi complessi e ricchi di funzioni possono operare soltanto su elaboratori potenti. È bene pertanto assicurarsi, prima di installare un nuovo sistema operativo, di avere una macchina con i requisiti necessari.

159 159 ECDL GUI Nei sistemi operativi moderni linterfaccia per la comunicazione tra lutente e il PC è di tipo grafico, GUI (Graphic User Interface). Es. per cancellare un file non è più necessario scrivere il comando ed il percorso dello stesso (per ipotesi del C:\doc\lettera.txt), ma è sufficiente loperazione intuitiva di trascinare con il mouse licona (immagine) del file fino allicona del cestino.

160 Software applicativo La gamma dei programmi applicativi è molto vasta

161 161 ECDL Programmi specifici Alcuni programmi sono progettati per risolvere problemi specifici: Tenere la contabilità Compilare le pagelle degli alunni Fatturare Gestire lanagrafe comunale Prenotare le visite mediche …

162 162 ECDL General purpose Sono programmi in grado di affrontare vaste gamme di tematiche, ma per il loro impiego devono essere personalizzati per la soluzione del caso specifico. Es.: Gestione di testi Foglio di calcolo Gestore di Data base Gestore di presentazioni Desktop publishing Database Grafica Giochi …

163 163 ECDL Multimedialità Tra i programmi applicativi hanno un ruolo importante quelli multimediali che consentono luso integrato di testi, immagini, animazioni, filmati, suoni. Vengono utilizzati per linsegnamento, lautoistruzione, lintrattenimento, le enciclopedie elettroniche, i libri elettronici, le presentazione, il supporto alle vendite, …

164 164 ECDL Sviluppo del software Le fasi che, partendo dallindividuazione di una esigenza, consentono di sviluppare un programma che lo risolva sono:

165 165 ECDL Studio di fattibilità Si valuta la possibilità di creare un nuovo prodotto o di adattare un software già disponibile. Si valuta se i sistemi informatici consentano di gestire il problema meglio di una procedura manuale. È necessaria linterazione tra committente e progettista per definire con chiarezza che cosa si vuole realizzare.

166 166 ECDL Lanalisi Lanalisi del problema con la determinazione dei dati di input e di output, dei passi logici e dei calcoli che su tali dati devono essere effettuati. In questa fase è importante individuare tutte le possibilità e le combinazioni caratteristiche del problema da affrontare

167 167 ECDL Rappresentazione simbolica La soluzione va esplicitata, normalmente in modo grafico, mediante una rappresentazione simbolica. ES. Diagramma di flusso

168 168 ECDL Programmazione Dalla descrizione logica si passa alla programmazione, cioè alla scrittura del programma in una sequenza di istruzioni, descritte secondo la sintassi e le regole di un linguaggio di programmazione.

169 169 ECDL Linguaggio macchina Il programma viene sottoposto al programma di traduzione, che ha il compito di rilevare eventuali errori sintattici e di produrre il programma in linguaggio macchina

170 170 ECDL Traduzione in linguaggio macchina La traduzione può avvenire in due modi: Con il programma interprete: le istruzione vengono tradotte ad una ad una e passate alla CPU Con il programma compilatore: viene tradotto lintero programma e si ottiene il programma oggetto, cioè il programma in linguaggio macchina.

171 171 ECDL Test e messa in esercizio Il programma viene quindi testato per verificarne la validità in una serie di casi di prova. Quando i test hanno successo, il programma può essere messo in esercizio con dati reali.

172 Reti informatiche Una rete (in inglese network) è un insieme di sistemi per lelaborazione delle informazioni che sono in comunicazione tra di loro

173 173 ECDL LAN e WLAN LAN, Local Area Network (rete locale), collega tra di loro unità di elaborazione vicine, in genere allinterno di uno stesso fabbricato, o, comunque disposte in maniera tale che i cavi di collegamento non attraversino il suolo pubblico

174 174 ECDL MAN e WAN Spesso viene effettuata unulteriore distinzione inserendo le Reti metropolitane (MAN, Metropolitan Area Network). Esempi di MAN sono le reti Iperbole di Bologna e la rete RCM (Rete Civica Milanese).

175 175 ECDL WAN WAN, Wide Area Network (rete geografica), connette tra di loro computer diffusi su una zona ampia, distanti anche migliaia di chilometri. Utilizza, generalmente le linee telefoniche.

176 176 ECDL GAN La GAN, Global area Network è la rete che collega, anche via satellite, computer posti in tutto il mondo

177 177 ECDL Le reti locali Nelle reti locali vengono collegati tra di loro PC mediante cavi dedicati e apparecchiature in grado di gestire il traffico. I cavi possono essere doppini telefonici o cavi coassiali o in fibra ottica. Possono garantire velocità di trasmissione di 100 Mbit/sec.

178 178 ECDL Client e Server I PC possono avere il ruolo di posto di lavoro per gli utenti (client) o di garantire servizi alla rete (server). Ci possono essere server dedicati ad un singolo servizio o più servizi possono essere erogati da un unico server.

179 179 ECDL Vantaggi delle reti locali 1.Lavoro di gruppo 2.Lavorare sullo stesso documento, aggiungendo parti o apportando correzioni o modifiche. 3.Trasmettere pratiche in formato elettronico da un ufficio allaltro 4.Ricavare informazioni da archivi condivisi e possibilità di aggiornarli 5.Scambiarsi informazioni per posta elettronica

180 180 ECDL Vantaggi delle reti locali 1.Condivisione di risorse. Possono essere condivise: 2.Stampanti 3.Interfacce di collegamento tra LAN e WAN. In particolare ci si può connettere a Internet attraverso un server che svolge la funzione di Gateway. 4.Unità periferiche particolari: plotter, scanner, registratori di microfilm.

181 181 ECDL Vantaggi delle reti locali Migliore affidabilità: il sistema non dipende dal funzionamento di una singola macchina e pertanto si può meglio ovviare ad eventuali inconvenienti.

182 182 ECDL Le reti geografiche Servono per la trasmissione a distanza. Viene usualmente utilizzata la linea telefonica.

183 183 ECDL Il modello di rete: componenti Un chiamante, o sorgente, che costituisce il punto di generazione di un messaggio Un trasmettitore che adatta il messaggio al mezzo di comunicazione (in genere alla rete telefonica) Un canale di trasmissione (in genere la rete telefonica) Un ricevitore che adatta il messaggio al ricevente

184 184 ECDL Il modello di rete: mezzi Guidati: quando il canale di comunicazione è di tipo fisico (doppino telefonico, cavo coassiale, fibra ottica) Non guidati: quando il segnale viene irradiato nello spazio (radio, televisione, satellite)

185 185 ECDL Il modello di rete: scelta dei mezzi Nella scelta del mezzo bisogna considerare da una parte il costo e dallaltra la larghezza di banda, che misura il numero di bit che possono essere trasmessi nellunità di tempo.

186 186 ECDL Canali broadcast Quando i canali di trasmissione possono essere condivisi da tutti gli utenti collegati si parla di canali broadcast. In questo caso ogni utente è identificato da un indirizzo ed è possibile la trasmissione di messaggi da uno a più utenti.

187 187 ECDL Rete peer to peer Quando ogni utente è collegato direttamente ad un altro utente si ha la rete point to point o peer to peer. In questo tipo di rete la trasmissione di messaggi avviene sempre tra due soli utenti.

188 La rete telefonica e i computer La rete telefonica può essere di tipo analogico o digitale

189 189 ECDL Rete analogica Il segnale analogico varia con continuità nel tempo e linformazione trasmessa è proporzionale allampiezza del segnale. Quando la si usa occorre trasformare i dati digitali del PC in dati analogici (modulazione) da trasferire mediante la rete telefonica e, quindi riconvertirli in digitali (demodulazione).

190 190 ECDL Modem Lo strumento che effettua le operazioni di conversione e riconversione è il modem (modulatore/demodulatore).

191 191 ECDL Baud Qualsiasi sia il tipo di trasmissione utilizzato, le prestazioni sono date dalla sua velocità misurata in baud, che indica quanti segnali vengono modulati in un secondo. A seconda della tecnica di modulazione, a un baud possono corrispondere 1 o più bit.

192 192 ECDL Bps Comunemente la velocità viene misurata in Bps (Bit per secondo)

193 193 ECDL Velocità sulle reti geografiche bps su reti analogiche Fino a svariati Mbps su reti digitali.

194 194 ECDL Tipi di linea Linea pubblica a commutazione di circuito: la linea viene impegnata solamente durante la trasmissione. Linea dati dedicata: la linea è riservata alla comunicazione tra due punti fissati Linea pubblica a commutazione di pacchetto (packet switching): sulla stessa linea viaggiano le comunicazioni di più utenti.

195 195 ECDL PSDN La rete più comunemente utilizzata è la normale rete telefonica, di tipo analogico, PSDN (Public Switched Data Network). Tale rete è a commutazione di circuito: al momento del collegamento viene stabilito un canale fisico dedicato tra lutente chiamante e lutente chiamato.

196 196 ECDL ISDN Integrated System of Digital Network: sistema pubblico di trasmissione di tipo digitale; consente di trasmettere a velocità molto superiori a quelle della linea analogica. È unevoluzione della normale linea telefonica.

197 197 ECDL Digital Subscriber Line DSL: è una tecnologia che consente la gestione del traffico di dati (simmetricamente o asimmetricamente), ma anche del traffico vocale, sia sul doppino telefonico che su fibra ottica, fino a qualche Mbps. È necessaria linstallazione di un modem per lutente e di un altro in centrale. Le connessioni DSL sono virtualmente sempre attive

198 198 ECDL Tipologie Asimmetriche ADSL (Asymmetrical Digital Subscriber Line). Rivolta principalmente allutenza residenziale, garantisce la coesistenza dei nuovi servizi con il tradizionale PSTN. Può arrivare fino a 8 Mbps in ricezione e a 640 Kbps in trasmissione. Viene realizzata sfruttando bande di frequenza diverse e più ampie di quelle necessarie per la voce.

199 199 ECDL Tipologie Simmetriche HDSL (High Bit Rate Digital Subscriber Line). Consiste in un miglioramento tecnologico della ISDN, sul doppino intrecciato in rame, con velocità tra 1,544 Mbps (USA, Canada e Giappone) e 2,048 Mbps (Europa).

200 200 ECDL Tipologie Simmetriche VDSL (Very High Bit Rate Digital Subscriber Line). I flussi simmetrici possono essere da 26, 13 o 6 Mbps. Può essere anche asimmetrica, consentendo da 6 a 52 Mbps in ricezione e da 1,6 a 6,4 in trasmissione.

201 201 ECDL Fibra ottica Vengono modulati impulsi luminosi. È il tipo di comunicazione più veloce. Lintenzione delle compagnie telefoniche, nel lungo periodo è quella di sostituire le fibre ottiche ai cavi in rame fino alle abitazioni degli utenti.

202 202 ECDL Topologia delle reti La topologia delle reti definisce i percorsi utilizzabili per il trasporto dei dati tra client e server o tra server, sia nelle reti locali sia nelle reti remote

203 203 ECDL Topologia a Stella È tipica delle reti geografiche o locali di grandi sistemi di elaborazione cui sono connesse estese reti di terminali.

204 204 ECDL Topologia a grappolo La topologia a grappolo è una derivazione della topologia a stella; la presenza di più nodi su una linea ha come obiettivo lottimizzazione del suo utilizzo.

205 205 ECDL Topologia lineare È tipica delle reti locali di personal computer; il suo limite può essere la contesa di traffico sulla linea portante. Il problema viene superato grazie alle elevate velocità di trasmissione.

206 206 ECDL Ad anello È anchessa tipica delle reti locali di PC. È in grado di supportare un traffico più elevato della precedente, ma presuppone un ruolo attivo dei nodi, che cooperano nella trasmissione e possono costituire un problema al verificarsi di guasti.

207 207 ECDL A maglia È tipica delle reti geografiche molto estese e con sistemi di elaborazione eterogenei, quali, per esempio, Internet. Il collegamento tra due nodi è garantito anche in caso di guasti su una linea, in quanto sono disponibili percorsi alternativi.

208 Posta elettronica electronic mail

209 209 ECDL Vantaggi posta elettronica Scripta manent Molto veloce Asincrona Può avere conferma dellinoltro Consente di inoltrare documenti elettronici anche multimediali Permette una facile distribuzione dello stesso messaggio a più interlocutori Poco costosa

210 210 ECDL Svantaggi posta elettronica Eccessiva posta inutile Possibile contagio di virus

211 211 ECDL Indirizzo Lutilizzo della posta elettronica presuppone la conoscenza dellindirizzo del destinatario. Per esempio:

212 212 ECDL Che cosa serve per usare la posta elettronica? Un PC dotato di modem o di interfaccia di comunicazione Un software specifico (Outlook, Eudora, …) Laccesso alla rete telefonica Una casella elettronica presso il computer che fornisce il servizio Un indirizzo Uno user id e una password

213 213 ECDL Software di posta elettronica Il software di gestione della posta elettronica consente di: Organizzare in cartelle la posta in entrata e in uscita Gestire più caselle di posta elettronica Spedire file allegati ai messaggi Altri servizi diversi a seconda del programma

214 214 ECDL Fasi del processo di invio di una Il mittente compila il messaggio sul proprio PC e lo invia Il messaggio arriva al server del servizio SMTP (Simple Mail Transport Protocol) Il server SMTP manda una richiesta al server DNS (Domain Name Server) per avere lindirizzo corrispondente al nome del dominio associato al destinatario

215 215 ECDL Fasi del processo di invio di una Il messaggio viene inviato al server così individuato, che svolge il ruolo di POP (Post Office Protocol) Il POP memorizza il messaggio nella casella del destinatario In caso di mancato recapito, il server SMTP invia una comunicazione al mittente specificando il motivo del mancato invio

216 Internet

217 217 ECDL Storia di Internet I Negli anni 60 il Ministero della Difesa degli USA varò un progetto con lobiettivo di garantire un sistema di trasmissione di messaggi anche in caso di guerra atomica. Nacque così ARPAnet (Advanced Research Project Agency Network), una rete ad architettura decentrata con nodi totalmente autonomi

218 218 ECDL Storia di Internet II Nel 1983 ARPAnet venne suddivisa in due reti MILnet (militare) e NSF (National Science Foundation – per la ricerca universitaria)

219 219 ECDL Storia di Internet III Internet viene attualmente definita come la rete delle reti, cioè come sistema di trasmissione mondiale, basato sullutilizzo di un unico standard di comunicazione. Il sistema si basa su reti locali, collegate a reti regionali, collegate a dorsali (backbone) ad alta velocità. Lo sviluppo di reti globali, ad alta velocità ed accessibili al pubblico ha portato a coniare il nome autostrade dellinformazione.

220 220 ECDL TCP/IP Perché tra due computer possa avvenire uno scambio di dati via rete, è necessario che venga stabilito un protocollo comune. Per Internet è stato ideato il protocollo TCP/IP (Transmission Control Protocol / Internet Protocol) che è diventato uno standard anche per altre reti

221 221 ECDL TCP/IP TCP/IP, che usa il sistema a commutazione di pacchetto, è costituito da due componenti: La componente IP scompone i dati e li inserisce in pacchetti, in modo che sia semplice il loro trasferimento in rete La componente TCP garantisce la corretta trasmissione

222 222 ECDL Processo di trasmissione Il messaggio viene diviso in pacchetti di lunghezza fissa (1,5 Kb) A ogni pacchetto viene aggiunto lindirizzo del mittente e quello del destinatario e un numero progressivo I pacchetti vengono trasmessi in rete su percorsi diversi, instradati dai router A destinazione i pacchetti vengono ricomposti In caso di perdita o di trasmissione errata di un pacchetto, questo viene ritrasmesso.

223 223 ECDL Indirizzi Tutte le risorse della rete sono identificate in modo univoco da quattro serie di numeri di 8 bit (es è lIP number del sito di Mondadori Informatica). Gli indirizzi numerici sono affiancati da indirizzi simbolici (es.

224 224 ECDL DNS La traduzione da indirizzi simbolici a indirizzi numerici avviene tramite il DNS (Domain Name System) Il coordinamento a livello mondiale avviene attraverso la Internet Society

225 225 ECDL Servizi di Internet Newsgroup Mailing list Accesso a banche dati (WWW) Terminale virtuale con interfaccia a caratteri (Telnet) Trasferimento di file (FTP, File Transfer Protocol) Chat line Conversazioni telefoniche Teleconferenza Telelavoro

226 226 ECDL Servizi primari I servizi di posta elettronica, terminale virtuale e trasferimento di file sono definiti servizi primari perché erano già disponibili sulle prime reti, quali ARPAnet.

227 227 ECDL Newsgroup e mailing list Mentre con le mailing list i messaggi sono inviati direttamente alla casella elettronica degli utenti, nei gruppi di discussione i messaggi vengono pubblicati in bacheche elettroniche comuni. Normalmente le mailing list sono gestite da un unico server, mentre i newsgroup si appoggiano su più server che si aggiornano automaticamente tra di loro e che operano in Usenet (lo spazio virtuale dei gruppi di discussione)

228 228 ECDL Newsgroup e mailing list Per i gruppi di discussione occorre connettersi con il News Server mediante opportuni programmi disponibili gratuitamente Lo spazio Usenet ha una struttura a cascata che parte da un tema generale (scienza, computer, teologia, …) o da un paese (Italia, Svizzera, …) dai quali si sviluppano sottotemi ad un livello sempre più dettagliato

229 229 ECDL Newsgroup e mailing list Entrambi i servizi presentano il problema di possibili messaggi impropri, dovuti a comportamenti poco civili degli utenti. È stato pertanto creato un insieme di regole di comportamento (Netiquette, Network Etiquette)

230 230 ECDL Telnet Simula un terminale con interfaccia a caratteri, permettendo il collegamento ad applicazioni preesistenti, realizzate per la connessione di terminali stupidi.

231 231 ECDL FTP File Transfer Protocol: identifica sia un tipo di servizio che un protocollo per trasferire o prelevare file dalla rete

232 232 ECDL WWW World Wide Web – la rete mondiale Consente il collegamento a nodi (siti) per ricevere informazioni o usufruire di servizi

233 233 ECDL E-commerce Vantaggi: Servizio 24h, ogni giorno Facilità di visita Ampia possibilità di scelta Documentazione sui prodotti Svantaggi: Scelta su catalogo invece che su prodotto reale Sistemi di pagamento non totalmente sicuri

234 234 ECDL HTML Hypertext Markup Language: è il linguaggio ipertestuale che è diventato lo standard in Internet. È stato inventato da Tim Berners-Lee, ricercatore del CERN di Ginevra alla fine deli anni 80. Dal 1994 si è affermato come standard. Prima dellHTML venivano utilizzati diversi linguaggi e per potervi accedere era necessario utilizzare unapposita interfaccia (GOPHER) che forniva le funzioni di dialogo con lutente e le funzioni di conversione per laccesso ad ambienti diversi.

235 235 ECDL Browser Laccesso al servizio WWW avviene mediante un programma di interfaccia, il Browser, in grado di interpretare il codice HTML

236 236 ECDL URL Uniform Resource Locator: indica lindirizzo di un sito ed è formato da Il protocollo http, Hypertext Trasnsfer Protocol Il nome del dominio Il tipo di dominio (com, edu, gov, mil net, biz, org, it, uk, …)

237 237 ECDL Motori di ricerca Sono programmi o banche dati che danno indicazione dei siti che contengono parole chiave significative per largomento dellindagine

238 238 ECDL Intranet ed Extranet Si tratta dellutilizzo della rete da parte di aziende per scopi esclusivamente aziendali Intranet: collega dipendenti da postazioni remote Extranet: collega interlocutori abituali dellazienda (es. clienti e fornitori)

239 239 ECDL EDI Le reti Intranet ed Extranet realizzano lEDI (Electronic Data Interchange) che costa poco, è veloce, riduce le possibilità di errore e non richiede la riscrittura dei dati.

240 Il computer nella vita di ogni giorno

241 241 ECDL Il computer nella casa Dite voi

242 242 ECDL In ufficio Automazione dufficio Ad es., i programmi di Office (compreso Publisher) EIS (Executive Information System) cioè programmi che sintetizzano per la direzione aziendale landamento globale dellazienda

243 243 ECDL In ufficio DSS (Decision Support System) programmi di supporto al processo decisionale Programmi per la pianificazione Programmi di analisi what… if… Sistemi esperti, programmi in grado di fornire supporto di conoscenza in aree specifiche

244 244 ECDL In fabbrica CAD (Computer Aided Design) CAM (Computer Aided Manifacturing): controllo delle linee di produzione Automazione delle linee di produzione (robot) Gestione scorte, calcolo, simulazione

245 245 ECDL Istruzione - CBT Autoistruzione Istruzione a distanza Progettazione assistita Simulazione Vantaggi: Personalizzabilità Distribuzione capillare Abbattimento costi Simulazioni Possibilità di ripetere Valutazione immediata

246 246 ECDL Altro Banca Albergo Supermercato Servizio medico Biblioteca Libro elettronico Pubblica Amministrazione

247 Ergonomia e sicurezza

248 248 ECDL Ergonomia D.L. 626/94 Sedia stabile, regolabile in altezza, con schienale regolabile, con braccioli Tavolo alla giusta altezza con piano antiriflesso Schermo antiriflesso, con buona risoluzione, allaltezza degli occhi, a circa 60 cm di distanza Illuminazione corretta Posto di lavoro ampio Tastiera ergonomica Piedi leggermente sollevati dal pavimento.

249 249 ECDL Problemi da postazione non ergonomica Dolori alla schiena Affaticamento della vista Dolori muscolari alle braccia e alle mani Stanchezza emicrania

250 250 ECDL Sicurezza Buono stato prese e spine Corretta distribuzione collegamenti elettrici Lontananza da fonti di calore, acqua e umidità

251 251 ECDL Ridurre impatto ambientale Circuiti a basso consumo elettrico Autospegnimento del monitor Passaggio automatico della stampante allo stato di attesa Uso di materiali riciclabili Cartucce ricaricabili Documentazione elettronica in alternativa a quella cartacea

252 Sicurezza, diritti dautore, aspetti giuridici

253 253 ECDL Sicurezza dei dati Salvare spesso Frequenti backup Password (di media lunghezza, difficile da indovinare, ma facile da ricordare, non prevedibile, cambiata con frequenza, memorizzata) Crittografia Firewall: hardware o software progettato per proteggere il computer in rete da accessi non autorizzati

254 254 ECDL Virus Programma che inserito nel computer è in grado di replicarsi e provoca danni temporanei o permanenti

255 255 ECDL Protezione dei dati aziendali Protezione fisica delle macchine Controllo degli accessi Codici utenti e password Livelli diversi di autorizzazione alla lettura e modifica dei dati Antivirus Crittografia dei dati riservati Backup Piani di emergenza Firewall Gruppo di continuità

256 256 ECDL Hacker e legge 547/93 Reclusione per Danneggiamento dei sistemi informatici Accesso abusivo Detenzione e diffusione abusiva di codici di accesso Produzione e diffusione di virus

257 257 ECDL Copyright Sono punibili con pene pecuniarie o di reclusione la riproduzione, detenzione, distribuzione, vendita locazione non autorizzate del software

258 258 ECDL Privacy – legge 196/03 Autorizzazione scritta Comunicazione allinteressato circa le finalità Disponibilità a verifiche su richiesta Protezione dei dati


Scaricare ppt "ECDL Presentazione. 2 ECDL European Computer Driving Licence Attestato riconosciuto a livello internazionale Certifica che chi lha conseguito è in grado."

Presentazioni simili


Annunci Google