La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Concetti di base dell’I.T.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Concetti di base dell’I.T."— Transcript della presentazione:

1 Concetti di base dell’I.T.
Modulo 1 Concetti di base dell’I.T.

2 IT Information Technology
concetti di base delle tecnologie legate al mondo dell’informazione e della comunicazione

3 dalla compressione del francese
INFORMATICA dalla compressione del francese INFORMATION AUTOMATIQUE Philippe Dreyfus utilizzò per primo nel 1962 il termine informatique volendo indicare la gestione automatica dell'informazione mediante calcolatore. L'informatica è la scienza che si occupa della conservazione, dell'elaborazione e della rappresentazione dell'informazione.

4 TELEMATICA metodologie e tecniche delle telecomunicazioni e dell'informatica associate per realizzare l'elaborazione a distanza delle informazioni.

5 La rappresentazione dei dati
E’ il modo in cui codifichiamo e memorizziamo informazioni sul mondo che ci circonda ANALOGICO: i dati variano in modo continuo DIGITALE: utilizzo dei numeri

6 Il sistema binario Sistema di numerazione posizionale
Che utilizza esclusivamente i valori 0 e 1 Come nel sistema decimale i numeri assumono un significato diverso a seconda della posizione che assumono Decimale 759 ≠ 597 [da 0 a 9] Binario ≠ [0 e 1]

7 Conversione dei numeri
10010 = 18 10010 = (0x20) + (1x21) + (0x22) + (0x23) + (1x24) = 18 18 = 10010 18 : 2 = 9 con resto 0 9 : 2 = 4 con resto 1 4 : 2 = 2 con resto 0 2 : 2 = 1 con resto 0

8 Perché il sistema binario?
I dispositivi elettronici riconoscono soltanto due stati: la presenza o l’assenza di corrente elettrica rappresentati rispettivamente dai valori 1 e 0 1 e 0: unità di misura dell’informatica BIT (Binary digIT = cifra binaria)

9 Le unità di misura Byte 8 bit B 1 carattere alfanumerico Kilobyte
KB File di word senza immagini Megabyte 1024 KB MB Audio, foto, video Gigabyte 1024 MB GB DVD, memoria RAM, HD Terabyte 1024 GB TB HD

10 Caratteri e immagini TABELLA DI CODIFICA ASCII
(American Standard Code for Information Interchange) Tabella che contiene 256 simboli (caratteri alfanumerici e segni di punteggiatura) ciascuno dei quali è rappresentato da 1 byte (sequenza di 8 bit) SISTEMA RGB (Red Green Blu) Ciascuna immagine è suddivisa in una griglia di piccoli quadratini chiamati punti o pixel. Per rappresentare ciascun pixel occorre un numero di bit che dipende dal numero di colori che occorre rappresentare

11 Gli algoritmi Un algoritmo è l’elenco delle istruzioni che descrive la sequenza di operazioni con cui è possibile risolvere un problema. In informatica gli algoritmi sono rappresentati da diagrammi di flusso (pseudolinguaggi). Gli algoritmi rappresentati attraverso gli pseudolinguaggi possono essere poi tradotti dai programmatori nei cosìddetti linguaggi di programmazione (o di alto livello) linguaggi procedurali con cui vengono indicate passo per passo la sequenza di operazioni che il computer deve svolgere per compiere determinate operazioni. Un programma scritto in linguaggio di alto livello è chiamato codice sorgente. I programmi interpreti (compilatori) trasformano il codice sorgente in linguaggio macchina (la lingua del computer fatta solo di 0 e 1)

12 Sistema digitale per l’elaborazione dei dati
Cos’è un computer? Sistema digitale per l’elaborazione dei dati INPUT (immissione informazioni nel sistema) ELABORAZIONE (memorizzazione e trasformazione delle informazioni) OUTPUT (comunicazione dei risultati)

13 HARDWARE Parte fisica di un personal computer
Parti magnetiche, ottiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche

14 SOFTWARE Programma, o un insieme di essi, in grado di funzionare in un elaboratore controllando il corretto funzionamento dell’hardware. Il termine software ha origine durante la seconda guerra mondiale. I tecnici dell'esercito inglese erano impegnati nella decrittazione dei codici tedeschi di Enigma di cui già conoscevano la meccanica interna (detta hardware) grazie ai servizi segreti polacchi. Enigma sfruttava dei rotori per mescolare le lettere. Il team di criptanalisti inglesi, capitanati da Alan Turing, si dovette interessare non più alla sua struttura fisica, ma alle posizioni in cui venivano utilizzati i rotori. Dato che queste istruzioni erano scritte su pagine solubili nell'acqua per poter essere più facilmente distrutte, e per contrasto con hardware, furono chiamate software.

15 I primi calcolatori risalgono agli anni ‘40.
Tipi di computer I primi calcolatori risalgono agli anni ‘40. La progressiva miniaturizzazione dei componenti è stata accompagnata da un enorme aumento delle prestazioni e delle capacità di calcolo Moltissimi oggetti della nostra vita quotidiana contengono computer per svolgere specifiche funzioni Il PC ci permette di svolgere svariate attività ma ha bisogno dell’intervento dell’uomo.

16 SUPERCOMPUTER I supercomputer sono dei sistemi di elaborazione progettati per ottenere potenze di calcolo estremamente elevate Ovviamente sono strumenti costosi, e normalmente sono di proprietà di società o enti di ricerca che condividono il loro utilizzo tra molti dipendenti/ricercatori: e vista la velocità attuale dello sviluppo tecnologico di solito perdono l'aggettivo "super" dopo pochi anni dalla loro nascita, superati da macchine ancora più potenti.

17

18 Il 25 marzo 2005 il prototipo IBM Blue Gene/L è diventato il più potente computer del pianeta

19 MAINFRAME Computer grande e dotato di elevata capacità di elaborazione in grado di supportare l'utilizzo contemporaneo da parte di centinaia o addirittura migliaia di utenti in rete il cui accesso avviene di solito mediante un terminale (intelligiente o stupido)

20 IL PERSONAL COMPUTER Il termine personal computer (PC) indica i computer ad uso privato e per uffici.

21 LAPTOP COMPUTER Il computer portatile, conosciuto anche con i nomi inglesi laptop e notebook, è un computer le cui caratteristiche principali sono il peso e le dimensioni. Queste sono ridotte il più possibile per trasportarlo con piu' facilità. Di solito, i laptop sono alimentati da una batteria ricaricabile. Il suo costo relativamente elevato è determinato dai componenti elettronici che lo compongono, miniaturizzati e ottimizzati per un minore consumo di energia. La maggior parte dei laptop utilizza uno schermo a cristalli liquidi (LCD) e come periferica di puntamento un touchpad.

22

23 TABLET PC

24 Dal PDA allo SMARTPHONE
Palmtop o PDA (acronimo di personal digital assistant) Computer di ridotte dimensioni dotato di Touch Screen Originariamente concepito come agenda elettronica (organizer) dotato di orologio, calcolatrice, calendario, rubrica dei contatti, lista di impegni/attività e della possibilità di memorizzare note e appunti (anche vocali) si è fatto sempre più complesso nel corso degli anni. Possono collegarsi e sincronizzare dati con i personal computer con un collegamento a infrarossi o USB. Contiene programmi appositamente sviluppati: foglio elettronico, client di posta elettronica, giochi, riproduttore MP3. Alcuni palmari possono collegarsi a dispositivi esterni (telefono cellulare, GPS). Bluetooth è una tecnologia sviluppata in questo senso. Ultimamente i palmari stanno diventando sempre più potenti e accessoriati e alcuni modelli integrano in sé direttamente la connettività telefonica e quindi sono in grado di fare anche da telefono cellulare SMARTPHONE

25

26 CELLULARI Segnale GSM Segnale UMTS
Dispositivi elettronici che scambiano segnali radio attraverso una rete di centraline distribuite sul territorio. Segnale GSM Segnale UMTS

27 LETTORI MULTIMEDIALI

28 NETWORK COMPUTER Un network computer è un computer utilizzato esclusivamente attraverso una connessione a una rete telematica. Il caricamento del sistema operativo e delle applicazioni avviene esclusivamente tramite rete. Anche il caricamento e il salvataggio dei dati elaborati avviene tramite rete. Verso la fine degli anni '90 molti futurologi e alcuni industriali come Larry Ellison erano convinti che questi computer avrebbero rappresentato una valida alternativa ai normali computer. Le loro convinzioni partivano dal fatto che i network computer sarebbero costati di meno e che avendo immesso in rete tutte le informazioni l'utente potesse lavorare sui suoi progetti ovunque fosse senza dover portare in giro copie del suo lavoro e senza doversi preoccupare delle sicurezza dei suoi dati visto che i dati sarebbero stati salvati su dei server gestiti da compagnie che avrebbero provveduto a garantire la sicurezza e la disponibilità dei dati.

29 IL COMPUTER NELLA NOSTRA VITA
… a casa Bilancio familiare, c/c on line enciclopedie su cd/dvd ricerca Internet , chat, social network e-commerce divertimento (giochi, film, mp3…) … a scuola ricerca Internet lavoro di rete software autoistruzione strumenti multimediali (software CBT) e-learning database studenti formulazione orario assenze/ritardi gestione esami (maturità, ECDL…) … in ufficio e in azienda software gestionali office automation CAD (computer-aided design) CAM (computer-aided manufactoring … e ancora e-Government (anagrafe, tasse, servizi, elezioni) home banking, carte di credito e bancomat prenotazioni visite, apparecchiature diagnostiche (TAC), cartelle cliniche digitali

30 TELELAVORO Vantaggi: Orari flessibili Risparmio tempi e costi viaggi
Risparmio costi gestione strutture aziendali Maternità e Ambiente (meno emissioni) Svantaggi: Minor importanza del lavoro di gruppo Minor contatto umano Minori tutele

31 COMUNICARE IN RETE … la rete globale INTERNET
collega PC privati e piccole/medie/grandi reti (aziende, enti, scuole, università…) Web (consultazione pagine con browser) Instant messaging (chat) VOIP (voice over IP, telefonia su internet) feed RSS (abbonamenti a notizie) e PODCAST (scaricare formati mp3 o video) BLOG (da weblog, diario sul web) VIDEO SHARING (Youtube, streaming video) Comunità virtuali (FORUM su interessi comuni a utenti distanti) Social Network (Facebook) … e i suoi rischi attenzione a fornire i propri dati

32 LE TELECOMUNICAZIONI Comunicazione a distanza che avviene attraverso apparecchiature elettroniche che inviano e ricevono segnali elettromagnetici Radio e Televisione ONDE RADIO (unidirezionali) Telefono DOPPINO [cavo metallico] (bidirezionali) n.b.Sulla rete telefonica possono viaggiare dati di qualsiasi tipo (es. Fax) In caso di comunicazioni su scala globale VIA SATELLITE (parabole e satelliti)

33 MODEM e ROUTER

34 IL MODEM LA LINEA TELEFONICA Modulatore/Demodulatore
Collega il PC alla linea telefonica e permette di inviare/ricevere dati con altri PC Velocità di trasmissione quantità di bit inviati/ricevuti in 1 secondo Larghezza di banda (bandwidht) quantità max di bit che la linea trasmette in 1 secondo Unità di misura bps (bit per secondo e suoi multipli Kbps, Mbps) LA LINEA TELEFONICA PSTN (Public Switched Telephone Network) 64 Kbps ISDN (Integrated Service Digital Network) 128 Kbps ADSL (Asymmetric Digital Subrscriber Line) 320 Kbps, 1,2 Mbps, 20 Mbps… FIBRA OTTICA Gbps Connessioni WIRELESS (senza fili) WIMAX (può raggiungere 70 Mbps e copre alcuni kilometri)

35 L’importanza della “banda larga”
La diffusione di dati multimediali su Internet [audio/video] e la necessità di fruirne in tempo reale (streaming) [Skype, Youtube] e nel mondo del lavoro la diffusione del telelavoro e della videoconferenze impone l’utilizzo della cosìddetta “banda larga” DOWNLOAD Trasferimento di files dalla rete al proprio PC UPLOAD Trasferimento di files dal proprio PC alla rete

36 Reti Informatiche Obiettivi delle reti:
Una rete informatica è un insieme di computer collegati tra loro L.A.N. (W.L.A.N.) local area network. In italiano rete locale. Computer collegati tra loro all'interno di un ambito fisico delimitato LAN wireless PC collegati via onde radio (risparmio sul cablaggio) standard IEEE Wi-Fi (11 Mbps) W.A.N. wide area network. In italiano rete geografica estesa. Connette più reti locali tra loro Tipologia di reti: peer to peer e client/server Protocollo di comunicazione TCP/IP (linguaggio delle reti) Obiettivi delle reti: - Comunicare e agevolare il lavoro di gruppo condividendo risorse: hardware (server di rete, stampanti, router per connessioni a internet ec…) software (applicazioni, files ecc…)

37 INTERNET La più grande rete telematica mondiale che collega alcune centinaia di milioni di elaboratori. Nata come "la rete delle reti” è oggi divenuta la rete globale. Nata negli anni sessanta come progetto del Dipartimento della difesa statunitense, è stata messa a disposizione di impieghi civili all'inizio degli anni novanta, collegando dapprima i principali centri universitari e raggiungendo poi l'utenza privata. Utilizzando collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi coassiali, collegamenti satellitari, doppino telefonico, radiofrequenza (WiFi), ponti radio, raggi laser e onde) interconnette qualsiasi tipo di elaboratore. Ogni dispositivo connesso direttamente ad Internet si chiama host Il World Wide Web (grande ragnatela) Servizio internet che consente lo scambio di informazioni utilizzando il protocollo HTTP (Hyper Text Transfer Protocol). L’interfaccia è grafica e le cosìddette pagine web sono catalogate su Web Server sparsi in tutto il mondo e consultabili dai Web Client (normali PC) attraverso particolari software chiamati Browser

38 Intranet ed Extranet Intranet
Rete locale (LAN) che utilizza tecnologia internet per la comunicazione e l’accesso alle informazioni Extranet Intranet che prevede l’accesso esterno da parte di alcuni limitati utenti esterni all’organizzazione

39 Componenti principali di un personal computer
CPU (central processing unit) Elabora le informazioni. RAM (random access memory) Memoria utilizzata per il temporaneo caricamento dei programmi e dei dati durante l'elaborazione. HARD DISK Memoria di massa dove viene installato il Sistema Operativo e dove vengono immagazzinati i dati. Periferiche di INPUT e OUTPUT Hardware che ha il compito di immettere i dati in ingresso e di leggere le informazioni in uscita in un sistema di elaborazione. MOTHERBOARD (scheda madre) Circuito stampato che permette il collegamento di tutte le periferiche interne ed esterne e la loro comunicazione.

40 OUTPUT monitor stampante SOFTWARE: SISTEMA OPERATIVO APPLICAZIONI
MEMORIA RAM istruzioni dati INPUT mouse, tastiera scanner MEMORIZZAZIONE Hard Disk CPU elaborazione dati

41 Prestazioni di un computer
Le prestazioni di un computer dipendono da: potenza della CPU (velocità di elaborazione) capacità della memoria RAM (quantità massima di byte che può contenere) numero di applicazioni utilizzate contemporaneamente

42 Tipi di Memoria R.O.M. (Read Only Memory) Contiene dati disponibili per la sola consultazione. I bit vengono memorizzati già in fabbrica durante la loro realizzazione ed è utilizzata per l’avvio del computer. R.A.M. (Random Access Memory) Memoria su cui è possibile leggere e scrivere informazioni con un accesso "casuale" (senza dover rispettare un determinato ordine sequenziale) Il processore carica dalla RAM le istruzioni da eseguire e i dati da elaborare per poi riscriverli nuovamente in RAM. La caratteristica principale della RAM è la "volatilità": perde il suo contenuto in assenza di corrente elettrica HD (Hard Disk) e altri dispositivi di memoria L'Hard Disk e gli altri dispositivi di memoria di massa servono per archiviare i dati in modo permanente.

43 LA MEMORIA RAM Caratteristiche: è la memoria principale veloce
elettronica volatile A cosa serve: Memorizza i dati, le istruzioni del sistema operativo e delle applicazioni durante il processo di elaborazione La memoria RAM è espandibile e deve essere adeguata ai software utilizzati

44 C.P.U. Central Processing Unit

45 Detta comunemente Processore o Microprocessore, la C. P. U
Detta comunemente Processore o Microprocessore, la C.P.U. ha il compito di leggere le istruzioni e i dati dalla memoria ed eseguire le istruzioni. Componenti della C.P.U. A.L.U. (Arithmetic Logic Unit): Unità aritmetico logica che si occupa di eseguire le operazioni aritmetiche e logiche. Utilizza gli operatori logici AND, OR e NOT. Risultati: vero (1) o falso (0) UNITA' DI CONTROLLO Coordina e dirige l’intero processo di elaborazione: Preleva le informazioni dalla memoria principale e le interpreta. Indica all’ALU quali operazioni eseguire Restituisce alla RAM i dati elaborati dall’ALU REGISTRI Durante la fase di elaborazione la CPU conserva le informazioni nei registri. La capacità dei registri determina il numero di bit che la CPU può trattare simultaneamente MEMORIA CACHE Piccola memoria super veloce che registra temporaneamente i dati prima di trasferirli nella memoria principale per velocizzare il processo di elaborazione.

46 Velocità della C.P.U. (frequenza di clock) Numero di operazioni elementari eseguite nell'unità di tempo. Unità di misura: HERTZ 1 Hertz (Hz) = 1 operazione/s 1 Mega Hertz (MHz) = 1 miliardo di operazioni/s 1 Giga Hertz (GHz) = 1000 miliardi di operazioni/s Ex. P4 3.2 GHz (processore in grado di elaborare 3200 miliardi di operazioni al secondo)

47 Memorizzazione dei dati
FILE: insieme di informazioni determinato per unicità da un nome e per tipologia da un’estensione Verifica_Inglese_corretta.doc estenione nome I files sono contenuti nei supporti di memorizzazione La capacità è la quantità massima di dati che un supporto [MEMORIA] può contenere [MB o GB] Le tecnologie in grado di “scrivere” [salvare] e “leggere” [aprire] i dati in un supporto di memorizzazione si chiamano “dispositivi di memorizzazione”

48

49 Memorie di massa Supporti magnetici in cui è possibile archiviare e conservare i dati in modo permanente (anche in assenza di corrente elettrica). Il tempo di accesso è la velocità che il computer impiega per leggere i dati su un supporto di memorizzazione. Nelle memorie di massa la memorizzazione avviene in modo fisico in zone chiamate cluster. Il salvataggio (scrittura) dei dati avviene nel primo cluster libero e un file può occupare più cluster anche non vicini tra loro. La deframmentazione è il procedimento con il quale i frammenti dello stesso file vengono “avvicinati” per consentire una lettura più rapida delle informazioni.

50 HARD DISK L'Hard Disk è la più importante memoria di massa del computer. E’ un supporto di memorizzazione magnetico costituito da piatti concentrici la cui superfice è suddivisa in settori e tracce. I dati sono scritti e letti dalle testine. Contiene il Sistema Operativo, i driver delle periferiche installate, le applicazioni e i files elaborati dall’utente. La formattazione è quel procedimento con cui il disco viene predisposto ad ospitare i dati. Con la formattazione tutti i dati già presenti vengono cancellati. L'Hard Disk ha oggi una capacità di diverse centinaia di GB o alcuni TB. Altri grandi supporti di memorizzazione (adatti al backup dei dati) sono le unità di rete [NAS] o i dischi virtuali on-line (su Internet)

51 Memorie rimovibili Floppy Mp3 player iPod Pen drive Hard Disk esterno
Play Station portatile

52 DVD-Rom e CD-Rom Dischi ottici: supporti di memorizzazione in cui i dati vengono scritti e letti utilizzando un fascio di luce laser Compact-Disc (disco compatto, acronimo inglese CD) Capacità: - 700 MB di dati (jpg, avi, mpg, mp3, doc, xls, ppt…) - 80 min. di file audio (.wav) Dvd (Digital Versatile Disc, originariamente Digital Video Disc) Capacità - 4.7 GB di dati (jpg, avi, mpg, mp3, doc, xls, ppt…) - 4 ore di film digitale (struttura .vob) Il DVD è un supporto simile al CD ma più denso (i dati sono registrati in fori più piccoli, disposti su due facciate e a diverse profondità) e quindi più capiente

53 Per aggiungere informazioni su questi supporti occorre
un’apparecchiatura hardware chiamata MASTERIZZATORE. Se i supporti utilizzati (cd e dvd vergini) sono riscrivibili [RW] è possibile cancellare e riscrivere più volte le informazioni sempre utilizzando il masterizzatore. Cd e Dvd sono “rom”, ovvero di sola lettura (read only memory)

54 Periferiche di Input

55

56

57

58 Periferiche di Output LCD (liquid crystal display)
CRT (cathode ray tube)

59 Dimensione: Risoluzione: Refresh:
Espressa in pollici - come per le TV - misura la lunghezza della diagonale (es. 17'') 1 pollice = 2,53 cm Risoluzione: Espressa in numero di pixel orizzontali x numero di pixel verticali (es. 1024x768) Rappresenta la quantità di punti nello schermo (pixel) utilizzati per riprodurre l'immagine. All'aumentare della risoluzione e del numero di colori utilizzati migliora la qualità dell'immagine Refresh: Espressa in hertz (es. 70 hz), rappresenta il numero di volte in cui l’immagine viene “ridisegnata”.

60 Ink Jet Laser Jet Plotter All in one: laser jet o ink jet

61 Periferiche di input/output
Il touch screen (schermo sensibile al tocco) è un dispositivo hardware che consente all'utente di interagire con un computer toccando lo schermo. Lo si può dunque considerare come l'unione di un dispositivo di output (lo schermo) e un dispositivo di input.

62 Le porte di Input/Output
USB PS2 VGA DVI USB Uscita audio digitale Firewire IEEE 1394 USB LAN HDMI (digital video out) Audio

63 SOFTWARE Il termine software indica
un programma o un insieme di programmi in grado di funzionare su un elaboratore. Software di sistema: serve all’utente per comunicare col computer e permette di controllare le risorse hardware [SISTEMA OPERATIVO, UTILITY, DRIVER] Software Applicativo: permette di sfruttare le potenzialità del computer per svolgere attività specifiche

64 SISTEMA OPERATIVO Il Sistema operativo fa parte del software di sistema (O.S., operating system) Permette di controllare le risorse hardware e gestisce l’interfaccia tra risorse e utente. controlla il flusso degli input e degli output garantisce ad ogni software le risorse hardware necessarie trova dati e programmi memorizzati nelle memorie controlla l’accesso degli utenti garantendo la sicurezza dei dati scopre eventuali malfunzionamenti delle periferiche hardware consente l’archiviazione dei dati (gestione files e cartelle) consente di installare e configurare le periferiche hardware permette di installare e configurare i sofware applicativi SISTEMI OPERATIVI PIU’ NOTI: Microsoft Windows (nelle sue varie versioni), Mac Os (varie versioni), Linux (varie versioni)

65 Software Applicativo Software che nasce per assolvere a compiti ben precisi. Es.: Microsoft Word (redazione documenti, elaborazione testi) Microsoft Excel (redazione fogli elettronici di calcolo) Microsoft Access (creazione e gestione database) Adobe Photoshop (ritocco e creazione immagini bitmap) Macromedia Dreamweaver (desktop publishing) WinZip (compressione ed estrazione archivi di files) Internet Explorer, Mozilla, Safari (browser web) Software di contabilità Software per gestione apparecchiature mediche e ospedaliere Software per la comunicazione (client posta elettronica, browser… ) Suite Software (pacchetti di software tipo Office, Adobe… ) - Divertimento e Studio (consolle, CBT)

66 Sviluppo dei Software Uno sviluppatore software è un programmatore che si prende cura del ciclo di vita del software. La nascita di un software si compone di quattro fasi: Analisi (cosa deve fare il sistema – ciò che viene richiesto dal committente) Progettazione (come il sistema deve venire implementato) Programmazione (Insieme delle attività che il programmatore svolge per creare un programma) Test (controllo per riconoscere malfunzionamenti e risolverli prima del rilascio) ALPHA TEST (collaudo interno all’azienda) BETA TEST (collaudo da alcuni clienti selezionati)

67 GUI L'interfaccia grafica (in inglese graphical user interface, abbreviato GUI) mira a consentire all'utente di interagire col calcolatore manipolando graficamente degli oggetti, svincolandolo dall'obbligo di imparare una serie di comandi da impartire con la tastiera come invece avviene con le interfacce testuali L'interfaccia grafica nei sistemi operativi moderni è concepita come la metafora di un piano di lavoro rappresentato dallo schermo (detto scrivania o desktop), con le icone a rappresentare i file (di cui alcune a forma di cartellina per le directory) e le finestre a rappresentare le applicazioni. Interfaccia grafica Interfaccia a carattere


Scaricare ppt "Concetti di base dell’I.T."

Presentazioni simili


Annunci Google